La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di formazione in ingresso per neoassunti Cerveteri, 14 aprile 2015 D.T. Marrocchi Daniela MIUR.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di formazione in ingresso per neoassunti Cerveteri, 14 aprile 2015 D.T. Marrocchi Daniela MIUR."— Transcript della presentazione:

1 Corso di formazione in ingresso per neoassunti Cerveteri, 14 aprile 2015 D.T. Marrocchi Daniela MIUR

2 Profilo professionale del docenteQuestioni fondamentali attinenti la professionalitàAlcune innovazioni in atto nella scuola

3 D.T. Marrocchi Daniela MIUR Il profilo professionale del docente Rapporto Talis 2013 Professione docente e libertà d’insegnamento Competenze attese Nuove competenze e nuove sfide ET 2020 Uno sguardo all’Europa

4 D.T. Marrocchi Daniela MIUR Gli insegnanti in ITALIA sono soddisfatti del loro lavoro e sentono di riuscire a motivare gli studenti anche nei contesti più difficili. Pensano tuttavia che l’insegnamento non sia valorizzato nella societàGli insegnanti italiani riportano bassi livelli di sostegno e scarsi incentivi alla loro partecipazione ad attività di sviluppo professionale, ma esprimono un forte bisogno di formazione sulle TICAumentare la partecipazione dei docenti ad alcuni tipi di attività di sviluppo professionale può favorire l’uso da parte loro di pratiche didattiche innovativeUna minoranza di insegnanti in ITALIA riceve una valutazione formale del proprio operato, anche se oltre la metà dichiara di ricevere forme di feedback da una o più fonti

5 D.T. Marrocchi Daniela MIUR  L’87 % ha fiducia nelle proprie capacità di saper motivare gli studenti (70% Paesi TALIS, 71% Paesi UE)  il 98% sente di saper portare gli studenti a credere nelle loro capacità di raggiungere buoni risultati (86% Paesi TALIS)  94% afferma che tutto sommato è soddisfatta del proprio lavoro (91% media Paesi TALIS)  88% degli insegnanti italiani percepisce che l’insegnamento è scarsamente valorizzato nella società (69% Paesi TALIS, 81% Paesi UE)

6 D.T. Marrocchi Daniela MIUR  Bassa partecipazione alle attività di sviluppo professionale (75% Italia, 88% media TALIS), con un calo di 10% punti percentuali rispetto al  Mancanza di incentivi alle attività di sviluppo professionale è avvertito da oltre l’80% dei docenti.  La formazione sulle TIC ai primi posti nelle attività di sviluppo professionale e uno dei bisogni formativi più segnalati dai docenti

7 D.T. Marrocchi Daniela MIUR  I docenti italiani, pur utilizzando un’ampia gamma di metodi di valutazione degli studenti, in modo simile ai colleghi dei Paesi TALIS, ricorrono prevalentemente all’interrogazione davanti a tutta la classe come principale modalità di valutazione degli studenti (80% Italia, 49% Paesi TALIS).  L’appartenenza attiva a una rete d’insegnanti come opportunità di sviluppo professionale può essere un modo per favorire l'uso di diverse pratiche di insegnamento. (Maggior propensione ad utilizzare le TIC e a far lavorare gli studenti su attività progettuali)

8 D.T. Marrocchi Daniela MIUR  Solo il 30% degli insegnanti lavora in scuole dove i dirigenti riportano la pratica di una qualche valutazione formale (vs il 93% dei docenti dei Paesi TALIS). Oltre all’Italia sono privi di sistemi di valutazione anche Finlandia e Svezia.  A livello informale, il 57% dei docenti dichiara di aver ricevuto una qualche forma di feedback da una o più fonti nella scuola in cui lavorano (vs 88% dei docenti dei Paesi TALIS)

9 P r o fil o i n s e g n a n t e ti p o Paesi TALISPaesi TALIS ItaliaItalia D.T. Marrocchi Daniela MIUR

10 Partecipazione allo sviluppo professionale D.T. Marrocchi Daniela MIUR

11 Tempo di lavoro D.T. Marrocchi Daniela MIUR

12 Profilo professionale docente secondo il CCNL Scuola competenze COMPETENZE D.T. Marrocchi Daniela MIUR DisciplinariPsico-pedagogicheMetodologico-didatticheOrganizzativo-relazionaliRicerca, documentazione e valutazione

13 Competenze professionali D.T. Marrocchi Daniela MIUR sapere Contenuti epistemologico-disciplinariPsicologia Saper fare Metodologie Competenze Relazionali Saper essere Strategie didattiche Saper stare con gli altri Competenze progettuali Gestione di conflitti Sociologia

14 D.T. Marrocchi Daniela MIUR Sistematizzazione pratico-didatticaAttività di studioEsperienza didattica Obiettivi generali del SNi Indicazioni nazionali pof

15 Art. 33 Cost. L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento. Libertà di pensiero (libertà individuale)Libera espressione culturale -confronto aperto di posizioni culturali (diritto a rilievo sociale) Libertà di ricerca e innovazione metodologico-didattica in funzione del SF (diritto funzionale) D.T. Marrocchi Daniela MIUR Decreti delegati del 1974 Regolamento autonomia DPR 275/99)

16 Come è cambiata la scuola? D.T. Marrocchi Daniela MIUR Fonte: M. D’Addazio, L’organizzazione e la gestione delle istituzioni scolastiche oggi, Anicia

17 Il docente: da ruolo a professione ruolofunzioneprofessione D.T. Marrocchi Daniela MIUR

18 Nuove sfide Europa 2020: 1. Fare in modo che l’apprendimento permanente e la mobilità divengano una realtà 2. Migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione e della formazione 3. Promuovere l’equità, la coesione sociale e la cittadinanza attiva 4. Incoraggiare la creatività e l’innovazione, inclusa l’imprenditorialità, a tutti i livelli dell’istruzione e della formazione D.T. Marrocchi Daniela MIUR

19 Il ruolo del docente alla luce di ET 2020  insegnanti le figure chiave per l’innalzamento della qualità dei sistemi educativi: gli Stati membri sono quindi chiamati a sostenere adeguatamente la formazione iniziale e continua dei propri docenti a tutti i livelli di istruzione e formazione, accresca loro la motivazione per assicurare un’offerta formativa che prepari gli studenti all’ingresso nel mondo del lavoro e contribuisca alla crescita della società. D.T. Marrocchi Daniela MIUR

20 Comunicazione della Commissione “Ripensare l'istruzione: investire nelle abilità in vista di migliori risultati socioeconomici”  “Rivedere e rafforzare il profilo professionale delle professioni dell’insegnamento (insegnanti, dirigenti, formatori) […] garantendo un’efficace formazione inziale degli insegnanti e fornendo sistemi coerenti e dotati di risorse adeguate per il reclutamento, la selezione, la formazione iniziale, il sostegno a inizio carriera e lo sviluppo professionale continuo del personale docente basato sulle competenze”. D.T. Marrocchi Daniela MIUR

21 L’acquisizione delle competenze essenziali per la professionalità docente è un elemento centrale nelle politiche educative di molti paesi ed è anche al centro di un interessante filone della ricerca pedagogica nazionale e internazionale

22 Nuovi bisogni formativi… Ai docenti si chiede:  Gestire classi multiculturali e con BES  Uso ICT  Partecipare a processi di Valutazione e Autovalutazione  Fornire strumenti per il pensiero critico e per divenire cittadini attivi  Coinvolgere le famiglie (e il territorio) D.T. Marrocchi Daniela MIUR

23 …nuove competenze professionali D.T. Marrocchi Daniela MIUR

24 Uno sguardo all’Europa (Cifre chiave sugli insegnanti e i capi di istituto in Europa – Eurydice 2013)  la richiesta di livelli sempre più alti di formazione iniziale per futuri docenti  tendenza alla diminuzione in termini percentuali dei docenti rispetto alla popolazione attiva  invecchiamento del corpo docente  generale potenziamento dei percorsi di studio sia in termini di durata che di qualità della formazione iniziale  reclutamento dei docenti gestito a diversi livelli amministrativi e secondo procedure diverse D.T. Marrocchi Daniela MIUR

25 …segue  sviluppo professionale continuo come dovere professionale (requisito per avanzamento di carriera)  forme di valutazione strutturata dei singoli insegnanti (eccezione Italia, Finlandia, Scozia e Norvegia)  autovalutazione docenti poco diffusa (più diffusa valutazione esterna con un sistema complesso)  maggioranza degli insegnanti europei percepisce stipendi al di sotto del PIL pro capite del rispettivo paese ma spesso remunerazioni aggiuntive D.T. Marrocchi Daniela MIUR

26 Formazione iniziale e formazione professionale D.T. Marrocchi Daniela MIUR

27 Modalità di reclutamento D.T. Marrocchi Daniela MIUR

28 Staus dello sviluppo professionale D.T. Marrocchi Daniela MIUR

29 Valutazione dei docenti D.T. Marrocchi Daniela MIUR

30 Questioni attinenti alla professionalità e innovazioni in atto  Quali standard professionali?  Come valorizzare la professionalità docente?  Partecipazione a comunità di pratiche e ad azioni formative laboratoriali

31 Nuovo contesto di esercizio della professione docente  centralità dei processi di insegnamento- apprendimento (centralità dell’alunno: intelligenze multiple, stili cognitivi e motivazione all’apprendimento, didattica per competenze, didattica inclusiva e personalizzazione);  passaggio da una prevalenza dell’aspetto trasmissivo a quello di mediazione culturale (stili comunicativi, cura della relazione educativa; organizzazione degli ambienti di apprendimento; uso delle nuove tecnologie; apprendimento cooperativo);  emergere di nuove responsabilità, funzioni, compiti (ad esempio, di tutoring);  bisogno di conciliare l’autonomia culturale professionale del singolo insegnante con la collegialità e la cooperazione nel lavoro di team. D.T. Marrocchi Daniela MIUR

32 P r o fil o p r o f e s si o n a l e D e c r e t o M U R S T didattichedidattiche trasversalitrasversali  possedere adeguate conoscenze nell'ambito dei settori disciplinari di propria competenza, anche con riferimento agli aspetti storici ed epistemologici;  continuare a sviluppare e approfondire le proprie conoscenze e le proprie competenze professionali, con permanente attenzione alle nuove acquisizioni scientifiche;  rendere significative, sistematiche, complesse e motivanti le attività didattiche attraverso una progettazione curriculare flessibile che includa decisioni rispetto a obiettivi, aree di conoscenza, metodi didattici  rendere gli allievi partecipi del dominio di conoscenza e di esperienza in cui operano, in modo adeguato alla progressione scolastica, alla specificità dei contenuti, alla interrelazione contenuti-metodi, come pure all'integrazione con altre aree formative;  verificare e valutare, anche attraverso gli strumenti docimologici più aggiornati, le attività di insegnamento- apprendimento e l'attività complessiva della scuola;  relazionali, per coinvolgere gli alunni nei loro processi di apprendimento al fine di promuoverne la partecipazione, migliorarne la motivazione e far proprie e condividere regole di vita comune e di cittadinanza attiva e responsabile;  organizzare il tempo, lo spazio, i materiali, anche multimediali, le tecnologie didattiche per fare della scuola un ambiente per l'apprendimento di ciascuno e di tutti;  promuovere l'innovazione nella scuola, anche in collaborazione con altre scuole e con il mondo del lavoro;  gestire la comunicazione con gli allievi e l'interazione tra loro come strumenti essenziali per la costruzione di atteggiamenti, abilità, esperienze, conoscenze e per l'arricchimento del piacere di esprimersi e di apprendere e della fiducia nel poter acquisire nuove conoscenze;  assumere il proprio ruolo sociale nel quadro dell'autonomia della scuola, nella consapevolezza dei doveri e dei diritti dell'insegnante e delle relative problematiche organizzative e con attenzione alla realtà civile e culturale (italiana ed europea) in cui essa opera, alle necessarie aperture interetniche nonché alle specifiche problematiche dell'insegnamento ad allievi di cultura, lingua e nazionalità non italiana.  esercitare le proprie funzioni in stretta collaborazione con i colleghi, le famiglie, le autorità scolastiche, le agenzie formative, produttive e rappresentative del territorio della scuola stessa, l’integrazione con i servizi del territorio e una buona relazione con l’esterno (famiglie, enti locali ecc.). D.T. Marrocchi Daniela MIUR

33 Dal profilo professionale agli standard professionali  Quali standard professionali (definire il sapere e il saper fare del docente)?  Verso un quality framework? (Supporting teacher competence development for better learning outcomes- Commissione Europea 2013) D.T. Marrocchi Daniela MIUR

34 Perché un quality framework? Un framework per  Rafforzare l’identità professionale nella società  Aiutare i docenti nella progettazione del proprio sviluppo professionale  Incoraggiare i docenti all’autoriflessione, alla ricerca, al miglioramento continuo Come strumento per migliorare la qualità dell’insegnamento D.T. Marrocchi Daniela MIUR

35 Supporting teacher competence development for better learning outcomes 2013 La Commissione Europea raccomanda agli Stati membri di definire il più chiaramente possibile cosa ci si aspetta dagli insegnanti in termini di  Knowledge and understanding (conoscenza e comprensione)  Skills (abilità)  Dispositions (disposizioni, cioè credenze, attitudini, valori, responsabilità). D.T. Marrocchi Daniela MIUR

36 Come valorizzare la professionalità docente? Il dibattito in corso:  Incentivi (economici e non, individuali/collettivi) in funzione del maggior impegno/responsabilità in classe/fuori classe)?  Legare alla progressione di carriera (figure intermedie di staff)? D.T. Marrocchi Daniela MIUR

37 Evoluzione del dibattito e delle proposte… Dal Documento Buona scuola di settembre 2014  Sistema di crediti per progressione economica  Nucleo di valutazione interna  Docente mentor Al DDL 2994 in discussione Mantenimento degli scatti di anzianità Bonus per i docenti Carta per l’aggiornamento e formazione Valutazione del periodo di formazione e prova per docenti neoassunti da parte del DS su istruttoria del tutor, sentito il collegio dei docenti e Consiglio d’istituto D.T. Marrocchi Daniela MIUR

38 Bonus ex art. 11 ddl 2994 Il dirigente scolastico, sentito il Consiglio d’istituto, assegna il bonus in base alla valutazione dell’attività didattica in ragione dei risultati ottenuti in termini di  qualità dell’apprendimento,  rendimento scolastico degli alunni,  progettualità nella metodologia didattica,  Innovatività e contributo al miglioramento complessivo della scuola D.T. Marrocchi Daniela MIUR

39 Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente (DDL 2994) euro 500 annui per ciascun anno scolastico, può essere utilizzata per  l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di natura didattico- scientifica,  di pubblicazioni e di riviste riferite alle materie di insegnamento e comunque utili all’aggiornamento professionale,  l’acquisto di hardware e software,  l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali,  per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali,  per iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione D.T. Marrocchi Daniela MIUR

40 Professionalità e comunità di pratiche  Rapporto tra libertà d’insegnamento e collegialità si gioca nella ricerca e nella costruzione di comunità di pratiche professionali reali e virtuali  Protagonismo riflessivo del docente (peer review e supervisione didattica) autovalutazione (documentazione e riflessione critica sul proprio operato) portfolio professionale per tutti?  Formazione permanente in servizio (attraverso condivisione e scambio di buone pratiche) D.T. Marrocchi Daniela MIUR

41 Le innovazioni attuali richiedono alle scuole di mettersi in gioco direttamente Scambio, condivisione, buone pratiche  Misure accompagnamento IN12  Sperimentazione modello certificazione competenze D.T. Marrocchi Daniela MIUR

42 «L’importanza del ruolo dell’insegnante in quanto agente del cambiamento, promotore della comprensione e della tolleranza, non è mai stata così scontata. E, con ogni probabilità lo diventerà ancor di più nel XXI secolo.» Jacques Delors Nell’educazione un tesoro 1996


Scaricare ppt "Corso di formazione in ingresso per neoassunti Cerveteri, 14 aprile 2015 D.T. Marrocchi Daniela MIUR."

Presentazioni simili


Annunci Google