La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Qualità nei Laboratori “Laboratori Specializzati e Pluri-Specializzati” FORUM P.A. Roma, 11 maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Qualità nei Laboratori “Laboratori Specializzati e Pluri-Specializzati” FORUM P.A. Roma, 11 maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 La Qualità nei Laboratori “Laboratori Specializzati e Pluri-Specializzati” FORUM P.A. Roma, 11 maggio 2005

2 BOS La trasformazione in Agenzia ha portato la fine del laboratorio centrale come risolutore delle questioni analitiche più complesse, delegando interamente ai laboratori periferici la responsabilità sia sui campioni routinari che su quelli controversi e “delicati” Il decreto legislativo 300/99 impone all’Agenzia di: –Gestire con modalità manageriale i laboratori –Offrire al mercato privato i servizi di analisi chimica Le leggi finanziarie degli ultimi anni hanno evidenziato un trend decrescente dei fondi a disposizione per gli investimenti in attrezzature e impianti Il mantenimento di tutti i 15 laboratori, almeno in questa prima fase, è un obiettivo prioritario per ottenere il massimo supporto dalle strutture coinvolte Il Contesto di Riferimento – Presupposti della Specializzazione

3 BOS Mappa delle Specializzazioni – Dettagli Creazione di tre macro aree geografiche, all’interno delle quali sono presidiate tutte le categorie merceologiche, con un laboratorio plurispecializzato come punto di riferimento: Milano Roma Palermo/Catania Laboratori Plurispecializzati Laboratori Specializzati

4 BOS La Specializzazione dei Laboratori Chimici - Principali Vantaggi Benefici economici Miglioramento della qualità Miglioramento del Servizio Razionalizzare gli investimenti, dotando i laboratori delle necessarie attrezzature tecnico-scientifiche (  )  Competere sul mercato privato (richieste di analisi diverse dai quesiti UTF o Dogane) (  )  Certificare il livello di qualità attraverso un più veloce completamento dell’accreditamento di tutte le analisi svolte da tutte le strutture (  )  Effettuare attività di ricerca e sperimentazione in collaborazione con le Università e le strutture chimiche doganali di altre nazioni Riduzione dei tempi di risposta da parte del sistema laboratori alla richieste degli uffici sul territorio(  ) 

5 BOS Costi delle Attrezzature – Dettaglio degli Investimenti per Ogni Laboratorio Benzine Gasoli Totale Controlli Fiscali Distillatore Automatico€ Tenore di zolfo€ Distillatore automatico€ € Controlli Ambientali CFR per numero ottano€ Distillatore automatico€ Reformulizer penta dim.€ Tensione di vapore€ Assorbimento Atomico€ Numero di cetano€ Distillatore automatico € HPLC con IPA€ XRF€ € € L’adeguamento delle attrezzature per i prodotti petroliferi comporta maggiori investimenti per un milione di Euro per ogni singolo laboratorio

6 BOS La Procedura di Accreditamento - Dettaglio... Alimentari Prodotti alcolici... 8 Macro aree merceologich e... Birre e Bevande Vini e Aceti... Latte e derivati 36 Categorie Merceologiche 179 tipi di merce Oltre 3000 Determinazioni Birre Succhi di frutta... Formaggi freschi Gelato Grado Alcolico... Residuo Grasso La procedura di accreditamento deve essere ripetuta da ogni laboratorio per ogni determinazione di cui intende certificare gli standard di sicurezza e qualità adottati

7 BOS Il Ciclo di Vita del Campione – Nuovo Assetto Dogane / UTF Dogane / UTF Punto di Raccolta Laboratorio Specializzato Laboratorio Pluri- Specializzato Algoritmo di assegnazione dei campioni Vettore Il nuovo assetto dei laboratori prevede una gestione più evoluta del campione, che viene indirizzato al laboratorio merceologicamente competente che, al momento, assicura il miglior livello di servizio

8 BOS Sistema di Monitoraggio Processo Logistico – Punti di Attenzione Vettore Manuale di campionamento Manuale di campionamento Quantità da campionare Quantità da campionare Informazioni per l’ASI Informazioni per l’ASI Dogane / UTF Dogane / UTF Modalità di imballaggio Punto di Raccolta La messa in qualità del processo logistico si basa sulla accurata definizione di procedure che devono essere seguite dal personale degli uffici prelevanti e dei punti di raccolta

9 BOS Processo di Analisi – Punti di Attenzione Accettazione del campione Programma di lavoro Programma di lavoro Assegnazione del campione La qualità all’interno dei laboratori è garantita dalla standardizzazione delle procedure di analisi, dal continuo confronto con le analoghe realtà europee e da un costante monitoraggio delle attività Emissione del rapporto di prova Emissione del rapporto di prova Metodi comunitari Lavorazione del campione Sistema di Monitoraggio

10 BOS Nuova procedura di Monitoraggio – Dettaglio del Processo Logistico 7. Accettazione Campione 7. Accettazione Campione 6. Ritiro Campione 6. Ritiro Campione 5. Richiesta Vettore 5. Richiesta Vettore 4. Imballaggio Campione 4. Imballaggio Campione 3. Ricezione campione 3. Ricezione campione 2. Registrazione ASI 2. Registrazione ASI 1. Prelievo campione 1. Prelievo campione Dato rilevato oggi: Responsabile della fase Data verbale di prelievo Ufficio prelevante Data registrazione ASI Ufficio prelevante Data ricezione campione Ufficio raccolta campioni Data imballaggio campione Ufficio raccolta campioni Data comunicazione al vettore Ufficio raccolta campioni Data spedizione campione Ufficio raccolta campioni Data accettazione campione Laboratorio I rallentamenti riscontrati nella movimentazione dei campioni durante i primi mesi ha reso necessario ridefinire dettagliatamente le fasi del processo logistico e implementare un miglior sistema di monitoraggio, che è entrato in funzione il 15 Aprile Consegna diretta se non è necessario il trasferimento Nuove Fasi

11 BOS Nuova procedura di Monitoraggio – Dettaglio del Processo di Analisi 10. Risultato analisi 10. Risultato analisi 9. Inizio analisi 9. Inizio analisi 8. Assegnazione Campione 8. Assegnazione Campione 7. Accettazione Campione 7. Accettazione Campione Dato rilevato oggi Responsabile della fase Data accettazione campione Ufficio Protocollo Data assegnazione campione Direttore del Laboratorio Data inizio lavorazione campione Chimico a cui è stata assegnata l’analisi Data emissione rapporto di prova Direttore del Laboratorio Il monitoraggio dei tempi di completamento di ogni fase anche all’interno del laboratorio permette di verificare l’effettiva efficacia della specializzazione sui livelli di servizio e l’efficienza del sistema di programmazione della produzione


Scaricare ppt "La Qualità nei Laboratori “Laboratori Specializzati e Pluri-Specializzati” FORUM P.A. Roma, 11 maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google