La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fabrizio Bonemazzi – Enel.si Latina – 26 marzo 2007 Fotovoltaico: come sfruttare le opportunità offerte dall’energia del sole. Questo documento contiene.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fabrizio Bonemazzi – Enel.si Latina – 26 marzo 2007 Fotovoltaico: come sfruttare le opportunità offerte dall’energia del sole. Questo documento contiene."— Transcript della presentazione:

1 Fabrizio Bonemazzi – Enel.si Latina – 26 marzo 2007 Fotovoltaico: come sfruttare le opportunità offerte dall’energia del sole. Questo documento contiene informazioni di proprietà di Enel SpA e deve essere utilizzato esclusivamente dal destinatario in relazione alle finalità per le quali è stato ricevuto. E' vietata qualsiasi forma di riproduzione o di divulgazione senza l'esplicito consenso di Enel SpA.

2 Enel.si, Fonti rinnovabili e Efficienza Energetica Fonti rinnovabili Efficienza Energetica SOLARE TERMICO SOLARE FOTOVOLTAICO L'EOLICO e MINIEOLICO LE BIOMASSE LA GEOTERMIA GEOTERMIA A BASSA TEMPERATURA IL MINI-IDROELETTRICO PENSIERO AL RISPARMIO ENERGETICO APPARECCHIATURE AD ALTA EFFICIENZA (Elettrodomestici, Illuminzione...) UTILIZZO DI GENERAZIONE DISTRIBUITA AD ALTA EFFICIENZA: Cogenerazione E Trigenerazione (1-10 MWe)

3 Aspetti chiave per lo sviluppo delle fonti rinnovabili  Formazione e Informazione per sviluppare la cultura del risparmio energetico e dell’utilizzo delle fonti rinnovabili  Crescita del numero di operatori qualificati per la progettazione e realizzazione degli impianti che utilizzano fonti rinnovabili e degli impianti ad alta efficienza energetica  Supporti finanziari adeguati per la realizzazione degli interventi sotto forma di incentivi e strumenti finanziari

4 Gli impianti fotovoltaici ELETTRICITA’ DAL SOLE

5 E’ la tecnologia che permette la trasformazione diretta di energia solare in energia elettrica. Il fotovoltaico: che cos’è la tecnologia solare fotovoltaica Assenza di emissioni inquinanti durante il funzionamento (emissioni evitate: 0,5÷ 0,7 kg di CO 2 per kWh prodotto)Assenza di emissioni inquinanti durante il funzionamento (emissioni evitate: 0,5÷ 0,7 kg di CO 2 per kWh prodotto) Risparmio di combustibili fossiliRisparmio di combustibili fossili Affidabilità degli impianti poiché non hanno parti in movimentoAffidabilità degli impianti poiché non hanno parti in movimento Costi di esercizio e manutenzione ridotti al minimoCosti di esercizio e manutenzione ridotti al minimo

6 Il fotovoltaico: i componenti principali di un impianto L’elemento principale della tecnologia fotovoltaica è la cella in silicio, capace di convertire l’energia luminosa, su di essa incidente, direttamente in energia elettrica.

7 Impianto 2,2 kWp abitazione privata ROMA Impianto 18 kWp ASL Adria Impianti connessi in rete Il fotovoltaico: alcune applicazioni

8 Piccole reti isolate Stromboli: l’impianto per il villaggio di Ginostra Sistema isolato da 100 kWp Impianto fotovoltaico stand alone 3 kWp Rifugio Gombo alto (BG) Impianti isolati Il fotovoltaico: alcune applicazioni

9 Centrali di produzione da fonti rinnovabili L’impianto FV da kW di Serre (SA) Il fotovoltaico: alcune applicazioni

10 Il fotovoltaico: i numeri di un impianto FV connesso alla rete Un impianto connesso alla rete di piccola taglia (1-5 kW p ): costa circa: costa circa: – €/kW p + IVA 10%. Producibilità per kWp (alle nostre latitudini):Producibilità per kWp (alle nostre latitudini): – kWh/anno. Superficie occupata per kWp:Superficie occupata per kWp: m 2. Vita media impianto:Vita media impianto: 25 anni.

11 L’incentivo in Conto Energia

12 E’ un incentivo, concesso dallo Stato, a chi produce energia elettrica con impianti Fotovoltaici. L’incentivo viene erogato nel corso di 20 anni moltiplicando una tariffa base per l’energia elettrica prodotta. Per questo motivo prende il nome di “Conto Energia” Le “pietre miliari”: il Decreto Ministeriale 28 Luglio 2005 (Gazzetta Ufficiale n.181 del 5 agosto 2005) riguardante il meccanismo di incentivazione la delibera n.188/05 dell’Autorità per l’energia elettrica e gas (AEEG) il Decreto Ministeriale 6 Febbraio 2006 (Gazzetta Ufficiale del 15 Febbraio 2006) modifiche e precisazioni sul meccanismo di incentivazione la delibera n.40/06 dell’Autorità per l’energia elettrica e gas (AEEG) il Decreto Ministeriale 19 Febbraio 2007 (G.U. 23 Febbraio 2007) Che cosa è Incentivi in conto energia per il fotovoltaico E’ attesa la delibera dell’ Autorità Energia Elettrica e Gas per l’attuazione della Nuova Edizione del “Conto Energia”

13 Persone fisichePersone fisiche Persone giuridichePersone giuridiche Soggetti pubbliciSoggetti pubblici Condomini di unità abitative e/o di edificiCondomini di unità abitative e/o di edifici Chi può richiedere gli incentivi Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

14 Richiedere le autorizzazioni per l’installazione dell’impianto FVRichiedere le autorizzazioni per l’installazione dell’impianto FV Realizzare l’impiantoRealizzare l’impianto Richiedere l’incentivo in Conto EnergiaRichiedere l’incentivo in Conto Energia Cosa bisogna fare Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

15 Quali taglie d’impianto sono incentivabili? Possono accedere all'incentivazione tutti gl'impianti collegati alla rete o piccole reti isolate con potenza non inferiore a 1 kWp. Quando è possibile richiedere incentivanti? Durante tutto l’anno, dopo l’entrata in esercizio dell’impianto Fotovoltaico. Quale è la potenza cumulata massima incentivabile? 1200 MWp. Inoltre, avranno diritto alla tariffa incentivante tutti gli impianti che entrano in esercizio entro 14 mesi (24 mesi per impianti di soggetti pubblici) dalla data di raggiungimento tale limite. L’obiettivo del conto energia è l’installazione di 3000 MWp di impianti fotovoltaici entro il Per quanto tempo viene erogato l’incentivo? L’incentivo viene erogato per 20 anni, moltiplicando una tariffa base per l’energia elettrica prodotta. Questa è misurata da un contatore apposito. Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

16 Quali sono le tariffe incentivanti del Conto Energia? La tariffa, una volta assegnata rimarrà la stessa per 20 anni, senza aggiornamenti con il tasso d’inflazione Per gli impianti FV che entreranno in esercizio dal 1 Gennaio 2009 al 31 Dicembre 2010 le tariffe saranno decurtate del 2% Per gli impianti FV che entreranno in esercizio negli anni successivi al 2010 le tariffe saranno ridefinite in funzione dell’andamento del mercato. Potenza dell’impianto Tariffe dell’incentivo in base alla tipologia di installazione dell’impianto Nessuna integrazione architettonica Parziale integrazione architettonica Integrazione architettonica da 1 a 3 kWp 0,40 €/kWh 0,44 €/kWh 0,49 €/kWh oltre 3, fino a 20 kWp 0,38 €/kWh 0,42 €/kWh 0,46 €/kWh oltre 20 kWp 0,36 €/kWh 0,40 €/kWh 0,44 €/kWh Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

17 Quali sono le tipologie di installazione ammesse all’incentivo?  Impianto FV “parzialmente integrato”: i moduli FV sono posizionati su elementi di arredo urbano e viario, superfici esterne degli involucri di edifici, fabbricati, strutture edilizie di qualsiasi funzione e destinazione;  Impianto FV con “integrazione architettonica”: i moduli sono integrati in elementi di arredo urbano e viario, superfici esterne degli involucri di edifici, fabbricati, strutture edilizie di qualsiasi funzione e destinazione;  Impianto FV “non integrato”: i moduli FV sono installati a terra, oppure in modo non complanare alle superfici su cui sono fissati, sia che si tratti di elementi di arredo urbano e viario, che di tetti (solo nel caso di tetti a falda) o facciate di edifici. Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

18 In quali casi si ha un maggiorazioni della tariffa incentivante?  Incremento del 5% della tariffa incentivante per gli impianti FV: con potenza > 3 kWp non integrati che sono autoproduttori (cioè consumano almeno il 70% dell’energia che producono con l’impianto FV); in scuole pubbliche o paritarie di qualunque ordine o grado, strutture sanitarie pubbliche; integrati dove i moduli FV sostituiscono parti che contengono amianto; di soggetti pubblici in comuni con meno di 5000 abitanti; (Non è possibile cumulare gli incrementi dei diversi casi di cui sopra).  Premio per impianti FV abbinati ad un uso efficiente dell’energia. Per gli impianti operanti in regime di scambio sul posto è possibile chiedere un premio aggiuntivo percentuale pari al 50% di riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio ottenuto mediante interventi di risparmio energetico (installazione di: impianti solari termici, caldaie a condensazione,…). Per avere diritto al premio è necessari effettuare 2 diverse certificazioni energetiche dell’edificio; fatte un prima e una dopo gli interventi di risparmio energetico, dimostrando che c’è stata almeno una riduzione del 10% del fabbisogno energetico (al netto dei miglioramenti dovuti all’impianto fotovoltaico). Il massimo premio è un incremento del 30% della tariffa originaria, viene riconosciuto per tutto il periodo residuo dei 20 anni di diritto alla tariffa incentivante. Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

19 Quali autorizzazioni servono per realizzare un impianto FV? E’ sufficiente una semplice Denuncia d’Inizio Attività (D.I.A.) se l’impianto ricade in aree non soggette a vincoli. Gli impianti aventi potenza non superiore a 20 kWp non sono considerati impianti industriali e di conseguenza non sono soggetti alla verifica ambientale, a meno che non si trovino in aree protette. Gli impianti fotovoltaici possono essere realizzati in aree agricole senza variare la destinazione d’uso del sito in cui si vuole installare l’impianto. E’ possibile cumulare l’incentivo in Conto Energia con altre tipologie d’incentivi?  Non è possibile usufruire dell’incentivo e del premio nel caso in cui siano stati concessi incentivi pubblici in conto capitali e/o in conto interessi superiori al 20% del costo dell’investimento. Solo le scuole pubbliche e le strutture sanitarie pubbliche possono usufruire sia degli incentivi in conto capitale e/o in conto interessi sia dell’incentivo e del premio in Conto Energia.  Non è possibile cumulare l’incentivo in Conto Energia con: Certificati Verdi. Certificati Bianchi. Con le detrazioni fiscali. Incentivi in conto energia per il fotovoltaico

20 Che cosa sono lo scambio sul posto e la cessione in rete?  L’energia elettrica prodotta da impianti FV di potenza non superiore a 20 kWp può beneficiare della disciplina dello scambio sul posto (net metering). L’energia prodotta e immessa in rete sarà scontata annualmente dalla bolletta elettrica. Il minor costo della bolletta si traduce, quindi, in un ulteriore beneficio economico dipendente dal contratto di fornitura dell’elettricità (in media tra 0,17 – 0,18 €/kWh).  L’energia elettrica prodotta da impianti FV che non beneficiano dello scambio sul posto, che non viene consumata in loco, può essere immessa in rete vendendola al gestore di rete oppure sul mercato. Incentivi in conto energia per il fotovoltaico Energia fornita dall’impianto FV Energia fornita dalla Rete

21 Valutazionedi investimenti su impianti Fotovoltaici Valutazione di investimenti su impianti Fotovoltaici

22 Valutazioni di investimento su impianti FV fino a 3 kWp Le simulazioni tengono conto del decadimento delle prestazioni dei moduli FV durante gli anni di vita. Producibilità media annua Nord: 1000 kWh/kWpCentro: 1200 kWh/kWpSud: 1300 kWh/kWp 3kWp su tetto Tariffa ipotizzata 0,44 €/kWh Costo investimento ipotizzato Costo unitario: €/kWp (IVA 10% escl.) Costo totale = € Costo di esercizio e manutenzione 0,7%/anno del costo di investimento Benefici attesi ricavi da conto energia = 0,44 € x kWh prodotti risparmi da scambio sul posto = 0,18 € x kWh prodotti Sul fianco dei grafici è riportato il valore medio dell’utile annuo durante i 20 anni di durata degli incentivi. Tempo di ritorno non attualizzato

23 Le simulazioni tengono conto del decadimento delle prestazioni dei moduli FV durante gli anni di vita. Nella simulazione sono tenuti in conto gli esborsi per le tasse (IRAP e IRES) sui ricavi. Producibilità media annua Nord: 1000 kWh/kWpCentro: 1200 kWh/kWpSud: 1300 kWh/kWp 50kWp su tetto Tariffa ipotizzata 0,40 €/kWh Sul fianco dei grafici è riportato il valore medio dell’utile annuo durante i 20 anni di durata degli incentivi. Nei primi 10 anni (periodo di ammortamento) sono più alti dei valori indicati di circa il 10%. Tempo di ritorno non attualizzato Costo investimento ipotizzato Costo unitario: €/kWp (IVA 10% escl.) Costo totale IVA Costo di esercizio e manutenzione 0,7%/anno del costo di investimento Benefici attesi ricavi da conto energia = 0,40 € x kWh prodotti risparmi da autoconsumo = 0,12 € x 0,70 x kWh prodotti ricavi da vendita eccedenze = 0,095 € x 0,30 x kWh prodotti Valutazioni di investimento su impianti FV oltre i 20 kWp

24 Strumenti Finanziari di Supporto (prodotto Enel.si – MdPS)

25 Strumenti finanziari di supporto L’investimento iniziale sostenuto dal cliente per l’installazione di un impianto fotovoltaico è particolarmente oneroso. L’investimento iniziale sostenuto dal cliente per l’installazione di un impianto fotovoltaico è particolarmente oneroso. Offrire la possibilità di finanziare l’impianto FV a tassi d’interesse contenuti rappresenta una grande agevolazione. Offrire la possibilità di finanziare l’impianto FV a tassi d’interesse contenuti rappresenta una grande agevolazione. Il finanziamento può essere ripagato con gli incentivi in conto energia e i benefici economici che derivano dall’esercizio dell’impianto fotovoltaico. Il finanziamento può essere ripagato con gli incentivi in conto energia e i benefici economici che derivano dall’esercizio dell’impianto fotovoltaico. Enel.si ha stipulato una convenzione con il Gruppo Monte dei Paschi di Siena per definire un pacchetto di strumenti finanziari (mutui agevolati) da mettere a disposizione dei clienti finali attraverso la rete degli affiliati. Enel.si ha stipulato una convenzione con il Gruppo Monte dei Paschi di Siena per definire un pacchetto di strumenti finanziari (mutui agevolati) da mettere a disposizione dei clienti finali attraverso la rete degli affiliati.

26 Benefici economici annui di un impianto VS rate del finanziamento Simulazione effettuata su un impianto situato al centro Italia, con producibilità annua pari a 1200kWh/kWp; L’importo del finanziamento, pari al costo dell’impianto, è euro Importo annuo delle rate Tasso Fisso € 5,67 (IRS + 1,4) Strumenti finanziari di supporto Il cliente paga l’impianto in 12 anni Il cliente paga l’impianto in 12 anni L’esborso è di circa 300€/anno L’esborso è di circa 300€/anno

27 Gli impianti solari termici ALLA (RI)SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA

28 La tecnologia solare termica permette di trasformare direttamente: l’energia solare in energia termica per la produzione di acqua calda, l’energia solare in energia termica per la produzione di acqua calda, senza nessuna emissione inquinante e con i benefici associati al mancato utilizzato di fonti energetiche tradizionali (energia elettrica o combustibili fossili). Il solare termico: che cos’è la tecnologia solare termica

29 Il solare termico: applicazioni Residenziale e terziario Industriale Acqua calda sanitaria Riscaldamento ambienti Piscine Solar cooling Acqua calda sanitaria Riscaldamento ambienti Produzione vapore Solar cooling Calore di processo

30 Impianti a circolazione naturale Impianti a circolazione forzata Impianti per la produzione di acqua calda sanitaria

31 Esempio di integrazione architettonica del solare termico Il solare termico per il riscaldamento delle piscine Il solare termico: alcune applicazioni residenziali Il solare termico per il riscaldamento e acqua calda sanitaria

32 Il solare termico: gli incentivi pubblici Programma nazionale per enti pubblici e aziende municipali del gasProgramma nazionale per enti pubblici e aziende municipali del gas Finanziamenti regionali, provinciali e comunaliFinanziamenti regionali, provinciali e comunali Detrazione IRPEF del 55% in 3 anni (Finanziaria 2007)Detrazione IRPEF del 55% in 3 anni (Finanziaria 2007) IVA agevolata al 10%IVA agevolata al 10%

33 Detrazione fiscale del 55% in 3 anni 27 febbraio 2007 – Pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e Sviluppo Economico che detta le disposizioni attuative di quanto disposto dalla Finanziaria 2007 Persone FisichePersone Fisiche Enti e soggetti titolari di redditi in forma associata (rif. Art.5)Enti e soggetti titolari di redditi in forma associata (rif. Art.5) Soggetti titolari di reddito di impresaSoggetti titolari di reddito di impresa NEWS Chi può richiedere la detrazione fiscale

34 Detrazione fiscale del 55% in 3 anni Tutti i componenti dell’impianto Solare TermicoTutti i componenti dell’impianto Solare Termico anche quelli in integrazione con impianti di riscaldamento Opere idrauliche e murarie per la realizzazioneOpere idrauliche e murarie per la realizzazione Prestazioni professionaliPrestazioni professionali anche per la redazione dell’Attestato di Certificazione Energetica o dell’Attestato di Qualificazione Energetica Spese Ammissibili Cumulabilità delle agevolazioni Le detrazioni non sono cumulabili con agevolazioni previste da altre disposizioni di legge nazionali per i medesimi interventi Sono compatibili con la richiesta di Titoli di Efficienza Energetica

35 Detrazione fiscale del 55% in 3 anni Acquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti richiestiAcquisire l’asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dell’intervento ai requisiti richiesti Trasmettere all’ENEA entro 60 giorni dalla fine dei lavori copia:Trasmettere all’ENEA entro 60 giorni dalla fine dei lavori copia:  dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica  della scheda informativa relativa agli interventi realizzati Data limite per la trasmissione: 29 febbraio 2008 Effettuare i pagamentiEffettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale dal quale risulti:  la causale del versamento,  il codice fiscale del beneficiario della detrazione  il numero di partita IVA o il codice fiscale del beneficiario del bonifico Conservare la documentazioneConservare la documentazione certificato energetico, ricevuta informatica, fatture e ricevuta del bonifico Cosa bisogna fare per richiedere la detrazione Disponibili modelli e form per produrre la documentazione necessaria

36 Enel.si

37 L’opportunità Enel.si per il fotovoltaico La rete degli affiliati Enel.si è particolarmente idonea a sostenere lo sviluppo di questo nuovo mercato: presenza capillare sul territorio (attualmente circa 300 punti sul territorio); background “elettrico” (sono aziende impiantistiche); preparazione tecnica e commerciale specifica sin dal 2001; supporto e aggiornamento continuo da parte della struttura centrale di Enel.si; utilizzo di soluzioni standardizzate e di componenti selezionati.

38 Servizi Enel.si legati alle fonti rinnovabili FotovoltaicoFotovoltaico MinieolicoMinieolico Solare Termico Micro cogenerazione

39 Come raggiungere Enel.si Visitare il sito internet:

40 Visitare i negozi Enel.si Come raggiungere Enel.si

41 Chiamare il Call Center Enel.si

42 Grazie per l’attenzione! Thank you for attention! Fabrizio Bonemazzi – Enel.si – Enel.si -30 kWp tracking system Reggio Emilia – Affiliato Fedi Impianti


Scaricare ppt "Fabrizio Bonemazzi – Enel.si Latina – 26 marzo 2007 Fotovoltaico: come sfruttare le opportunità offerte dall’energia del sole. Questo documento contiene."

Presentazioni simili


Annunci Google