La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Unita' di apprendimento Le Matrici maria musumarra.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Unita' di apprendimento Le Matrici maria musumarra."— Transcript della presentazione:

1 Unita' di apprendimento Le Matrici maria musumarra

2 Le regole La progettazione di un percorso didattico, eventualmente articolato in unità o moduli, relativo ad un argomento La progettazione dovrà indicare, sotto forma di schema, in un contesto scolastico dato, la collocazione dell'argomento scelto all'interno del sistema di conoscenze proprie della disciplina, con riferimento alla struttura curricolare in cui l'unità didattica è inserita e alle connessioni interdisciplinari. Lo schema farà riferimento agli obiettivi da raggiungere, all'itinerario didattico, alle motivazioni delle scelte metodologiche operate e ai sussidi e agli strumenti didattici anche multimediali, da utilizzare. La progettazione potrà anche segnalare eventuali metodologie alternative rispetto a quelle proposte ed essere arricchita dalla indicazione di elementi strutturali idonei alla definizione di una ipotesi di ricerca o di approfondimento su uno o più aspetti del percorso didattico progettato.

3 L'unita' di apprendimento L'unita' didattica Contesto Prerequisiti Linguaggio Obiettivi Strategia Si riferisce a attraverso Si propone Si avvale del Si basa su La scuola e l'anno Pro e contro Riferimenti curriculari Modelli d'ispirazione Quale/i? Pro e contro Oltre l'argomento definisc e Percorso Si collega a Altre discipline

4 Il contesto I.T. Industriale 4 anno Perché il 4? ● Progetti di media complessità ● Riferimenti a Sistemi del 3 anno Vantaggi ITI ● Tempo dedicato e' > ● Collegamenti a Sistemi e Statistica I.T. Commerciale 4 anno Perché il 4? ● Problemi di media complessità ● Nozioni di architettura del computer gia sedimentati Adattamento ● Astraendo i concetti della fase 5 ● Introducendo attività di intervento sul codice altrui

5 La Strategia ● Meglio la qualità che la quantità ● Isolare ogni difficoltà in un modulo a sè ● Passare da un modulo critico al successivo dopo aver esaminato tutte le prospettive di analisi ● Inserire l'argomento in un contesto sensato sin dal primo momento ● Modeling prima del Coaching ● La padronanza é raggiunta nel lavoro di progetti di media complessità attinenti al mondo reale Jerome Bruner Situated learning Cognitve apprenticeship

6 Prerequisiti ● Architettura di un calcolatore ● Array monodimensionali ● Puntatori ● Funzioni ● Algoritmi ● Linguaggio C

7 Obiettivi ● Autonomia di scelta ● Consapevolezza computazionale ● Abilità di manipolazione ● Collaborazione in progetti di gruppo Imparare ad imparare

8 Il Linguaggio ● C ● VB ● Java ● Pro C gestione della memoria ● Pro Java motivazione, focus sulla logica

9 Il percorso Matrici in astratto Verifica in itinere Alla radice del problema A basso livello Mettiamoci all'opera Verifica sommativa La ragion d'essere Strumenti di lavoro Recupero La necessità Contestualizzare motivare La manipolazione Consapevolezza e sedimentazione del sapere L'ottica strategica Costruzione delle abilità La collaborazione 1 ora 2 ore 1 ora 2 ore 2 ore ???? 5 ore 3 ore 4 +1 ore Lavoro di gruppo Laboratorio Matrici in astratto A basso livello Alla radice del problema Mettiamoci all'opera Totale 23 ore

10 La ragion d'essere necessità La lezione Si pone l'obiettivo di Creare una necessita' utilizza Problem solving stimola Idee nuove esercizio attraverso aula in

11 Le matrici in astratto motivazione La lezione Contestualizzare le matrici nel mondo reale Si pone l'obiettivo di Discussione attiva tramite aula in Contestualizza negli ambiti elaborazione di immagini Giochi 2D Analisi e previsioni statistiche E Riconoscere un nuovo mezzo di rappresentazione dati Pensare e simulare operazioni sulle matrici E Cooperative learning tramite Favorendo la collaborazione Nella proposta 1 di lavoro di gruppo

12 Proposta 1 di lavoro di gruppo ogni studente propone un esempio di un contesto in cui e' necessario rappresentare i dati in una matrice e delle operazioni opportune sui dati, producendo: una dichiarazione di matrice un esempio con i dati elenco operazioni per manipolare i dati della matrice (es. Se e' una scacchiera muovi pedina, se sono dati e' la media delle colonne o righe) Ogni alunno in seguito propone l'esempio al suo gruppo che ne valuta la correttezza e presentera' all'insegnante gli esempi corretti e quelli scorretti indicando perche' sono scorretti.

13 Strumenti di lavoro manipolazione La lezione Si pone l'obiettivo di Scoprire gli indici mediante Discovery learning Punto di forza Permanenza dell'apprendimento Per imparare a Manipolare parti della matrice ponendo Vincoli su indici Che implicano utilizzo di Cicli (a volte annidati) mediante Esempi e collegamenti alla geometria del piano

14 Verifica e Recupero Matrici e loro manipolazione tramite l'uso appropriato degli indici Recupero si basa sulle esercitazioni mirate a rinforzare cio che non è stato appreso.

15 Il livello computazionale consapevolezza La lezione Si pone l'obiettivo di Saper scegliere le matrici piatte agli array di array mediante Simulazione di Ram e CPU e Discussione guidata su Array e puntatori e Intervenire su errori mediante Esercizi ed esempi in laboratorio in

16 Alla radice del problema ottica strategica La lezione Si pone l'obiettivo di Ragionare sulle strategie da applicare ai problemi che richiedono uso di matrici Cognitive apprenticeship mediante 1.modeling Campo fiorito (DFD) aula in 2. coaching Lavoro di gruppo x dfd di giochi Sviluppare abilità di risoluzioni strategiche mediante Imparare a collaborare sui progetti e e mediante Confronto sull'esperienza di gruppo o Analisi statistiche

17 Mettiamoci all'opera costruire le abilità La lezione Si pone l'obiettivo di Manipolare le matrici mediante il linguaggio C Learning by example 1.modeling Campo fiorito in C laboratorio in mediante

18 Verifica sommativa collaborazione Verifica di gruppo l'esame consiste nello sviluppo del progetto di cui si e' costruito il DFD in classe Presentazione il gruppo mostrera' alla classe: ● specifiche del progetto generale ● diagramma di flusso del progetto intero ● Utilizzo del programma ogni studente presentera' una tesina con ● diagramma di flusso e commenti della parte di cui si e' occupato lo studente ● commenti personali sul lavoro di gruppo e sulla difficolta' del problema


Scaricare ppt "Unita' di apprendimento Le Matrici maria musumarra."

Presentazioni simili


Annunci Google