La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 STORIA DELL’ELABORAZIONE ELETTRONICA Luglio 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 STORIA DELL’ELABORAZIONE ELETTRONICA Luglio 2004."— Transcript della presentazione:

1 1 STORIA DELL’ELABORAZIONE ELETTRONICA Luglio 2004

2 2 PREISTORIA  Abaco a pallottoliere (2000 a.c.)  Calcolatrici meccaniche progettate da matematici (Nepero, Pascal, Liebnitz) nel 17° e 18° secolo  Charles Babbage (Università di Cambridge) progettò nell’ottocento un computer a vapore (che non fu mai costruito) e la prima calcolatrice completamente automatica  Hollerith, su incarico del Governo USA, costruì una macchina elettrica simile a quelle a schede perforate (inizio ‘900)  Nel 1925 F.R. Bull progettò le prime macchine a schede perforate  Mark I (Aiken)

3 3 CENNI DI STORIA DEI CALCOLATORI ELETTRONICI  L’informatica moderna nasce nel 1936 con la tesi di laurea del ventiquattrenne Alan Turing. Egli progettò una macchina programmabile (macchina di Turing) in grado di effettuare tutti i calcoli teoricamente possibili  Il primo calcolatore elettronico fu utilizzato durante la seconda guerra mondiale presso la Moore School della Pennsylvania University da Presper Eckert e John Mauchly. Si chiamava ENIAC; era a forma di U, lungo 24 metri, alto 3 e largo 2. Era di oltre due ordini di grandezza più grande dei nostri computer e cinque ordini di grandezza più lento. Serviva per il calcolo delle tavole di puntamento dell’artiglieria e per la costruzione della bomba atomica

4 4 CENNI DI STORIA DEI CALCOLATORI ELETTRONICI - cont. 2  Contemporaneamente in Inghilterra veniva realizzato qualcosa di analogo per la decifrazione del codice tedesco Enigma, nel quale la chiave cambiava ogni 8 ore  Decisivo fu l’apporto di John Von Neumann che nel 1946 scrisse il famoso articolo Preliminary discussion of the logical design of an electronic computing instrument. Lo sviluppo dei calcolatori fino ad oggi (a valvole, a transistor, a circuiti integrati) è stato fondato sulle basi teoriche e implementative lì discusse: il calcolatore di Von Neumann  Dal punto di vista teorico e concettuale la macchina di Turing e il calcolatore di Von Neumann hanno già detto tutto.

5 5 CENNI DI STORIA DEI CALCOLATORI ELETTRONICI - cont. 3  Da allora gli sforzi dei progettisti sono rivolti a migliorare i calcolatori per quanto riguarda - dimensioni, - velocità di calcolo, - capacità di memoria, - costi, - facilità d’uso.  “Se l’industria dei trasporti avesse tenuto il passo con quello dei calcolatori nei suoi 50 anni di storia, oggi si potrebbero attraversare gli Stati Uniti da costa a costa in un secondo spendendo meno di 100 lire”.  Fra alcuni anni un’ora di video conferenza costerà 3 centesimi di dollaro

6 6 CENNI DI STORIA DEI CALCOLATORI ELETTRONICI - cont. 4  Ci sono calcoli utili che non si sanno fare efficacemente. Esempio: scomporre un numero intero in fattori primi. Finora il numero più grande che si è scomposto, ha “solo” 129 cifre ed ha richiesto il lavoro congiunto di un migliaio di calcolatori per un anno. Per scomporre un numero di 250 cifre si calcola ci vorrebbero un milione di calcolatori per un milione di anni. Proprio su questa difficoltà si basano i moderni metodi di crittografia.

7 7 L’antinomia di Democrito (il problema dell’infinita suddivisibilità geometrica) “Se gli infiniti punti di cui si compone un segmento hanno dimensione finita, la loro somma non può che fornire un segmento di lunghezza infinita – ciò che non è vero; se poi hanno dimensione nulla, la loro somma non può che dare un segmento di lunghezza nulla – ciò che ancora non è vero”

8 8 Vazirani “Per la fattorizzazione di un numero di duemila cifre non si tratta del caso che non sarebbe possibile far lavorare tutti i computer del mondo per riuscirci(…) perché, anche se uno immaginasse che ogni particolare dell’universo fosse un computer classico e calcolasse a pieno ritmo per l’intera vita dell’universo, la cosa sarebbe ancora insufficiente a fattorizzare un numero di quelle dimensioni”.

9 9 STORIA “COMMERCIALE” DEI CALCOLATORI ELETTRONICI  Eckert-Mauchly Computer Corporation (1947) acquisita da Remington Rand che rende disponibile nel 1951 UNIVAC I (48 esemplari)  IBM 701 (19 esemplari) nel 1952; negli anni successivi  IBM nel 1964 annuncia la famiglia di calcolatori System 360: “Informatica centralizzata e terminali stupidi”

10 10 STORIA “COMMERCIALE” DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont)  Nel 1963 appaiono i supercalcolatori (Control Data, Cray)  DEC (Digital Equipment Corporation) produce nel 1965 il PDP8, il primo minicalcolatore: “Informatica distribuita e terminali intelligenti”  Sviluppo e disponibilità del sistema operativo UNIX (Fine anni 70) presso Bell Labs (Ken Tompson)  Nel 1971 alla Intel (fondata nel 1968 da Robert Noyce, Gordon Moore e Andy Grove) Federico Faggin inventa il microprocessor (4004)

11 11 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORIELETTRONICI (Cont.)  Nel 1977 Steve Jobs e Steve Worniac mettono sul mercato Apple II  Nel 1981 IBM entra nel mercato dei personal  Nel 1982 tre laureati di Stanford (Scott McNealy, Andy Bechtolsteim e Vinod Khosla) e un guru di Unix proveniente da Berkeley (Bill Joy) fondano Sun Microsystems.  MS-DOS è il Sistema Operativo più utilizzato nel mondo (Microsoft diventa rapidamente una delle più importanti aziende mondiali)

12 12 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont.)  Nel 1983 Microsoft annuncia Word, in origine battezzato “Multi- Tool Word”.  Nel 1983 Apple lancia il Macintosh  L’architettura RISC si contrappone all’architettura CICS (1986). MIPS annuncia R2000  Nel 1985 Microsoft inizia le consegne di Windows 1.0. Il mercato non gli dedica grande attenzione  Architetture client/server (le funzioni utente sono separate dalle funzioni di sistema)

13 13 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont.)  Nel 1991 lo studente finlandese Linus Torvalds inizia a sviluppare un sistema operativo a sorgenti aperti cui verrà dato il nome Linux  Internet decolla negli anni ‘90  Nel 1993 Intel presenta il microprocessore Pentium  Network computing

14 14 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont.)  Nel 1995 Sun annuncia formalmente Java  Mobile computing  Nel 1998 Compaq, che aveva acquisito Tandem, incorpora anche Digital

15 15 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont.)  Banda larga (satelliti, fibre ottiche)  Nel 1998 Microsoft diventa la società a maggiore capitalizzazione del mondo, prima alla pari con General Electric e poi da sola  Esplosione delle necessità di Storage  Nel 1999 Intel annuncia che il suo chip a 64 bit, finora noto come Mercedes, si chiamerà Itanium

16 16 STORIA “COMMERCIALE”DEI CALCOLATORI ELETTRONICI (Cont.)  Nel 2000 Linux diventa un’alternativa a Windows NT percorribile per le soluzioni server di fascia bassa, ma a soffrirne sono soprattutto le diverse versioni (i “dialetti”) di Unix  Nel 2001 Hewlett Packard acquisisce Compaq

17 17 LE “GENERAZIONI” DEGLI ELABORATORI Anno Tecnologia usata Rapporto costo/prestazione I 1951 Tubi a vuoto 1 II 1965 Transistor 35 III 1975 Circuiti integrati (*) 900 IV 1990 Circuiti LSI (**) V 1995 Circuiti VLSI (***) (*) da 10 a 100 transistor su un frammento di silicio (chip) (**) Large scale integrated circuit (milioni di transistor) (***) Very large scale integrated circuit (milioni di transistor)

18 18 IL SILICIO E’ un semiconduttore. Opportunamente trattato può comportarsi come:  un ottimo conduttore elettrico  un ottimo isolante elettrico  un’area che può condurre oppure non condurre sotto particolari condizioni (analogamente a un interruttore o a un transistor) Un circuito VLSI è una combinazione di milioni di conduttori, isolanti ed interruttori realizzati all’interno di un frammento di silicio

19 19 AREE DI ECCELLENZA ICT in USA SAN FRANCISCO (Silicon Valley) BOSTON (Mit) SEATTLE (Microsoft) NEW YORK WASHINGTON LOS ANGELES

20 20 CENNI DI STORIA ITALIANA 1955Laboratorio di ricerche elettroniche avanzate di Olivetti a Pisa diretto da Mario Tchou. In Olivetti si sviluppa ELEA e alla sua testa c’è Adriano Olivetti (autore di una meravigliosa sinergia fra tecnologia avanzata e illuminata conduzione aziendale). Elea viene presentato alla Fiera di Milano nel /1 Muoiono Adriano Olivetti e Mario Tchou. Il laboratorio viene trasferito a Borgolombardo e diventa Divisione Elettronica Olivetti.

21 21 CENNI DI STORIA ITALIANA 1962 Il laboratorio viene trasferito a Pregnana Milanese (fabbrica a Caluso, Uffici in Via Pirelli) Nasce OGE - Olivetti General Electric. Viene sviluppata la linea G.100.

22 22 CENNI DI STORIA ITALIANA 1968 Nasce la GEISI 1965 Programma 101 General Electric presentato a New York InformationSystems Italia Auditronic Vector 1970 Nasce la HISI TC 800 Sviluppo DPS SP 600 DE Honeywell Bull M 24 LSX 1990 Bull M124 ecc.

23 23 LABORATORI “STORICI” ICT IN ITALIA  PISA  BORGOLOMBARDO  IVREA  PREGNANA MILANESE  ISPRA


Scaricare ppt "1 STORIA DELL’ELABORAZIONE ELETTRONICA Luglio 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google