La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONFINDUSTRIA MONZA E BRIANZA Marketing e sviluppo associativo Università Bicocca, 18 Marzo 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONFINDUSTRIA MONZA E BRIANZA Marketing e sviluppo associativo Università Bicocca, 18 Marzo 2010."— Transcript della presentazione:

1 CONFINDUSTRIA MONZA E BRIANZA Marketing e sviluppo associativo Università Bicocca, 18 Marzo 2010

2 Il Marketing Associativo è un processo che:  alimenta e presidia la relazione tra associazione ed impresa  sviluppa la relazione con nuovi associati

3  valori a fondamento dell’associazionismo imprenditoriale  tutela degli interessi e incremento di competitività nel proprio contesto di riferimento La relazione ha per oggetto lo scambio di:

4 Le azioni di Marketing Associativo:  stimolano la capacità delle associazioni di far emergere e di interpretare le esigenze delle imprese  soddisfano le esigenze delle imprese  mettono in comune le risposte all’interno del Sistema

5 SISTEMA CONFINDUSTRIA CONFEDERAZIONE GENERALE 18 Federazioni regionali 103 Associazioni territoriali 22 Federazioni di settore 95 Associazioni di categoria ( addetti) Confindustria Lombardia Bergamo Brescia Como Cremona Lecco Legnano Mantova Milano e Lodi Monza Pavia Sondrio Varese Ance Milano

6 CONFINDUSTRIA MONZA E BRIANZA Confindustria Monza e Brianza è la prima associazione industriale italiana nata nel 1902

7 PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

8 Confindustria Monza e Brianza fa parte del sistema Confindustria Aziende associate Numero di addetti Rappresenta :

9 Confindustria Monza e Brianza Sorta nel 1902; Associazione territoriale del sistema Confindustria; Competenza provincia Monza e Brianza; 800 aziende associate.

10 Marketing Mix PRODOTTO PREZZO PLACE (CANALE DI DISTRIBUZIONE) PROMOZIONE

11 Prodotto Rappresentanza Servizi

12 Rappresentanza Il principale ruolo riconosciuto si riconduce alla rappresentanza politica e alla capacità di fare “lobby” L’associazione è considerata un interlocutore eloquente ed un influenzatore autorevole di Istituzioni, Enti e Territorio

13 Gli stakeholders di una associazione territoriale 1. Pubblica Amministrazione centrale e locale - Ministeri, Regioni, Province, Comuni, CCIAA, ICE, SACE 2. Enti previdenziali e assicurativi - Inps, Inail 3. Organizzazioni sindacali 4. Sistema creditizio e assicurativo - banche, assicurazioni, confidi 5. Organi di vigilanza e controllo - Vigili del Fuoco, ASL, Arpa, Ispel, Ispettorato del lavoro, Agenzie delle entrate, Motorizzazione 6. Utilities locali - ex municipalizzate, telefonia, acquedotti, energia, gas, rifiuti 7. Istituzioni politiche - Parlamentari locali, partiti politici 8. Sistema educativo e formativo - Scuola/Università/Enti di formazione 9. Infrastrutture - Aeroporti, Fiere, autostrade 10. Media - TV, giornali 11. Enti di ricerca - Parchi scientifici, Università, CNR 12. Autorità locali - Prefetto, Questore, Tribunali 13. Sistema Confindustria 14. Altre associazioni di rappresentanza datoriale 15. Ordini professionali

14 Confindustria Monza e Brianza Servizi offerti Servizio sindacale Regolazione del lavoro e Assicurazione sociale Servizio previdenziale Sviluppo energia e Protezione ambientale Welfare Seminari e corsi di formazione Investimenti e finanziamenti Commercio Estero Urbanistica Politica fiscale e tasse Istruzione e formazione professionale Relazioni esterne e stampa Relazioni Internazionali Brevetti e norme di qualità per la produzione Ricerche e indagini

15 Erogazione dei servizi Diretta (servizi inclusi nella quota associativa) Attraverso società di servizi controllate (servizi specifici a pagamento: in genere di natura tecnica)

16 Prezzo Quota associativa: % sul valore annuo retribuzioni (fonte DM10 aziendali) Le % applicate sono variabili in funzione del monte retributivo aziendale. Soluzione adottata per aumentare la competitività rispetto ad associazioni concorrenti

17 Società di servizi Serteced Ecole scarl Consorzi energia Fondazione High Tech

18 PROMOZIONE Campagne incentivanti (es: primo anno contributo gratuito) Materiale promozionale (es: brochure)

19 PLACE Consulenza e assistenza diretta in sede o presso l’azienda associata Incontri, convegni e seminari Sito internet:  Notizie sempre aggiornate  Approfondimenti  Agenda  Newsletter settimanale ed personalizzate attraverso un sistema di profilazione degli utenti registrati

20

21 segmentazione Variabili di segmentazione del mercato: Caratteristiche del sistema Composizione del settore manifatturiero Addetti impiegati

22 Caratteristiche del sistema economico  PICCOLE-MEDIE IMPRESE CON PRESENZA DI ALCUNE GRANDI MULTINAZIONALI  INTERRELAZIONI TRA IMPRESE  CULTURA DEL LAVORO E ATTITUDINE IMPRENDITORIALE  FORTE PROPENSIONE PER I PROCESSI E I PRODOTTI D‘ INNOVAZIONE  FORTE TENDENZA ALL’ESPORTAZIONE

23 DISTRETTI INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA Distretto Metalmeccanico Distretto HT Distretto Legno Arredo

24 Brianza: settore manifatturiero

25 Brianza : struttura produttiva

26 BRIANZA Addetti per settori economici Fonte: CCIAA MB 2009

27 COMPOSIZIONE ASSOCIATI PER SETTORE Fonte:AIMB 2010

28 COMPOSIZIONE ASSOCIATI PER NUMERO DI ADDETTI Fonte:AIMB 2010

29 PRESENZA ALL’ESTERO

30 MODALITA’ DI PRESENZA ALL’ESTERO Fonte: AIMB 2007


Scaricare ppt "CONFINDUSTRIA MONZA E BRIANZA Marketing e sviluppo associativo Università Bicocca, 18 Marzo 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google