La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 spire µ-amperometro magnete.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 spire µ-amperometro magnete."— Transcript della presentazione:

1 N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 spire µ-amperometro magnete

2 N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 cosa accade se il magnete viene avvicinato alle spire? durante il movimento del magnete, lo strumento indica una corrente positiva quando il magnete si arresta la corrente torna a 0

3 N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 cosa accade se il magnete viene allontanato dalle spire? durante il movimento del magnete, lo strumento indica una corrente negativa quando il magnete si arresta la corrente torna a 0

4 INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 lesperienza 1 dimostra che è possibile generare delle correnti in un circuito anche in assenza di un generatore esterno: tali correnti prendono il nome di CORRENTI INDOTTE, mentre il fenomeno che le produce si chiama INDUZIONE ELETTROMAGNETICA.

5 INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 2 circuito INDUCENTE circuito INDOTTO se, mediante il potenziometro, si fa variare la i 1 nel circuito indotto circola una corrente indotta i 2 che dura finché varia anche i 1 e cessa non appena i 1 diventa costante se i 1 viene riportata al valore precedente, la corrente indotta cambia segno i1i1 i2i2

6 INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 3 se si inserisce un cilindro di materiale ferromagnetico nelle due bobine accadono le stesse cose già viste nellesperienza 2, ma con correnti indotte molto più intense

7 INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZE 1,2,3 Dal confronto tra le tre esperienze, si può dedurre che: le correnti indotte sono provocate dalla variazione del flusso di campo magnetico concatenato col circuito indotto le correnti indotte sono tanto più elevate quanto maggiore è la permeabilità magnetica µ r del mezzo che riempie lo spazio in cui si trova il circuito le correnti indotte sono determinate dal vettore induzione magnetica B in un circuito chiuso si genera una corrente indotta se il flusso (B) concatenato col circuito varia nel tempo

8 FORZA ELETTROMOTRICE (FEM) INDOTTA se si interrompe il circuito indotto, una eventuale variazione di flusso magnetico concatenato non provoca il passaggio di corrente (circuito aperto!), ma un voltmetro collegato tra i morsetti aperti misura una ddp che prende il neome di FORZA ELETTROMOTRICE INDOTTA

9 CALCOLO DELLA FEM INDOTTA se, in un intervallo di tempo t, si registra una variazione di flusso concatenato col circuito paria a (B) la fem indotta ammonta ad un valore pari a (B)/ t daltra parte, se il circuito indotto è chiuso la fem indotta provoca un passaggio di corrente indotta la quale, a sua volta, genera un campo magnetico nello spazio circostante il circuito la polarità della fem indotta è sempre tale da far sì che il campo magnetico indotto abbia verso opposto a quello della variazione di campo che lha provocato legge di Faraday-Lenz

10 AUTOINDUZIONE i la corrente i che scorre nel circuito genera un campo magnetico B proporzionale alla corrente stessa e le cui linee di forza sono concatenate col circuito stesso: (B)=L i L = coefficiente di autoinduzione del circuito o INDUTTANZA [L] = H (Henry) L= (B)/i [L]=Wb/A

11 AUTOINDUZIONE (cont.) i se i varia (ad esempio agendo sul potenziometro) varia anche (B) nel circuito sorge una fem autoindotta con polarità tale da opporsi alla causa che lha generata (B)=L i

12 INDUTTORI un componente elettrico caratterizzato da un coefficiente di autoinduzione certificato e sufficientemente elevato prende il nome di INDUTTORE quando un induttore è percorso da una corrente continua I, il campo magnetico che si produce al suo interno possiede unenergia:


Scaricare ppt "N S INDUZIONE ELETTROMAGNETICA - ESPERIENZA 1 spire µ-amperometro magnete."

Presentazioni simili


Annunci Google