La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEZIONE 7 DELLA SCUOLA DEL SABATO GIOVANNI APOSTOLO PER IL SABATO 16 AGOSTO 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEZIONE 7 DELLA SCUOLA DEL SABATO GIOVANNI APOSTOLO PER IL SABATO 16 AGOSTO 2008."— Transcript della presentazione:

1 LEZIONE 7 DELLA SCUOLA DEL SABATO GIOVANNI APOSTOLO PER IL SABATO 16 AGOSTO 2008

2 Quando, Giovanni, seguì Gesù per la prima volta? Quando ascoltò Giovanni Battista Dopo la pesca miracolosa nel lago Suo fratello Giacomo gli parlò di Gesù e lo seguì Giovanni 1: 35-42

3 Quando decise di lasciar tutto e seguire Gesù? Quando Giovanni il Battista parlò di Gesù Dopo la pesca miracolosa nel lago Dopo il miracolo delle nozze di Cana Marco 1: 16-20

4 Hai preso un impegno serio per Gesù, abbandonando ogni altra cosa?

5 In quali occasioni i figli del tuono mostrarono i loro difetti di carattere? Marco 10: Chiesero orgogliosamente di sedere nei posti donore nel regno di Gesù. Luca 9: Volevano far scendere fuoco dal cielo e consumare un villaggio dei samaritani perchè non lo vollero ricevere. Marco 9: Hanno proibito ad unuomo di scacciare i demoni nel nome di Gesù perché non era un discepolo.

6 Voi certo berrete il calice che io bevo e sarete battezzati del battesimo di cui io sono battezzato (Marco 10: 39) Pensa alle più recenti dure lezioni da te vissute: Che cosa ti hanno insegnato? In quale altro modo diverso dalla sofferenza avresti potuto imparare quelle cose? Quali altri insegnamenti ritiene di dover apprendere?

7 Il 66% del Vangelo di Giovanni è composto di materiale unico che non troviamo negli altri Vangeli. Quale di questi racconti si trova unicamente nel Vangelo di Giovanni? Le nozze di Cana Il paralitico di Betesda Gesù cammina sulle acqueLa risurrezione di Lazzaro L incontro con Nicodemo La moltiplicazione dei pani Matteo 14: Marco 6: Luca 9: Gv. 6: 1-15 Gv. 5: 1-18Gv. 2: 1-12 Gv. 3: 1-15 Matteo 14: Marco 6: Gv. 6: Gv. 11: 1-44

8 Logos = Parola Cosera Logos agli occhi del lettore ebreo? La Parola del Dio che creò la terra, ma anche quella dei suoi insegnamenti, della sua legge, la Parola che indica in che modo luomo debba vivere. Cosera Logos per il lettore greco? Una forza vitale che teneva insieme luniverso Cosera Logos per Giovanni? Logos è una PERSONA, è diventata carne ed ha fatto irruzione nella storia dellumanità per portare la salvezza a tutti gli uomini

9 Inginocchiati in segno di gratitudine, con fede e umile ubbidienza davanti al Creatore e Salvatore Gesù (LOGOS)

10 In lui [logos] era la vita, e la vita era la luce degli uomini (Giovanni 1: 4) Giovanni 6: 35 Giovanni 6: 63 Giovanni 10: 10 Giovanni 10: 28 Giovanni 14: 6 Giovanni 17: 3 Giovanni 3: 36 Giovanni 5: 26 Giovanni 8: 12 Giovanni 11: 25 Giovanni 20: 31 Chi crede nel Figlio ha VITA eterna Il Figlio ha VITA in se stesso Io sono il pane della VITA Le parole che vi dico sono spirito e VITA Chi mi segue, avrà la luce della VITA Io sono venuto affinché abbiano la VITA E io dò loro la VITA eterna e non periranno mai Io sono la risurrezione e la VITA Io sono la via, la verità e la VITA Questa è la VITA eterna, che conoscano te Queste cose sono state scritte affinché abbiate VITA nel suo nome Metti in ordine queste dichiarazioni sulla VITA

11

12 "L'amore fiducioso e la devozione disinteressata manifestati nella vita e nel carattere di Giovanni, presentano lezioni di grande valore per la chiesa cristiana. L'amabilità che il discepolo manifestò successivamente non discendeva da una qualità innata del suo animo. Per natura egli aveva dei seri difetti. Egli, oltre ad essere orgoglioso e avido di onori, era facile ai risentimenti quando qualcuno lo offendeva. Non a caso lui e suo fratello erano stati chiamati: "Figli del tuono". Temperamento violento, desiderio di vendetta, spirito di critica: queste erano le caratteristiche dell'amato discepolo...

13 ... Ma dietro tutto questo il divino Maestro intravide un cuore zelante, sincero e disposto ad amare. Gesù rimproverò il suo egoismo, deluse le sue ambizioni, provò la sua fede e gli rivelò quello di cui necessitava: considerare la bellezza della santità e la potenza trasformatrice dell'amore." Ellen White - Gli Uomini che vinsero unimpero, Pg. 338

14 Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore (1ª Giovanni 4: 8) Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello rimane nella luce e non c'è nulla in lui che lo faccia inciampare (1ª Giovanni 2: 9-10) Carissimi, ora siamo figli di Dio, ma non è stato ancora manifestato ciò che saremo. Sappiamo che quand'egli sarà manifestato saremo simili a lui, perché lo vedremo com'egli è (1ª Giovanni 3: 2) Poiché questo è il messaggio che avete udito fin da principio: che ci amiamo gli uni gli altri (1ª Giovanni 3: 11) La trasformazione del carattere che Gesù operò in Giovanni si può vedere chiaramente nelle tre epistole da lui scritte.

15 Ora, a tavola, inclinato sul petto di Gesù, stava uno dei discepoli (Giovanni), quello che Gesù amava (Giovanni 13: 23) Quale fu il segreto del cambiamento nel carattere di Giovanni?

16

17


Scaricare ppt "LEZIONE 7 DELLA SCUOLA DEL SABATO GIOVANNI APOSTOLO PER IL SABATO 16 AGOSTO 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google