La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria A.A. 2014/2015 Turano Claudia 152326 Sorbara Silvia 152137 Principato Antonella 151460 Pisano Francesca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria A.A. 2014/2015 Turano Claudia 152326 Sorbara Silvia 152137 Principato Antonella 151460 Pisano Francesca."— Transcript della presentazione:

1

2 Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria A.A. 2014/2015 Turano Claudia Sorbara Silvia Principato Antonella Pisano Francesca Palermo Anna Maria Prof. Maurizio De Rose

3

4 Destinatari Scuola dell’infanzia Tempi di attuazione Tre giorni scolastici Spazi di attuazione Sezione della scuola dell’infanzia

5 Finalità del progetto Le finalità del progetto saranno quelle di far acquisire ai bambini di età 4 e 5 anni competenze di base in matematica, partendo dallo sfondo integratore “Biancaneve e i 7 nani”. Obiettivi Formativi  Ascoltare e comprendere le narrazioni e la lettura di storie;  Raggruppare e ordinare secondo criteri diversi;  Contare e nominare i numeri da 1 a 7;  Essere in grado di compiere ragionamenti logici proposti durante il gioco;  Giocare e lavorare in modo costruttivo e creativo con gli altri bambini;  Acquisire le dimensioni piccolo/grande.

6 Metodologie/ procedure LLettura della fiaba e comprensione del concetto di numero, spazio e tempo; BBrainstorming individuale di termini incontrati durante la lettura della fiaba; DDiscussione collettiva. Strumenti MMicrosoft PowerPoint; PPC; PProiettore.

7 Il progetto è strutturato nelle seguenti fasi : I FASE: RACCONTO DELLA FIABA E DISCUSSIONE COLLETTIVA II FASE: SUDDIVISIONE IN SEQUENZE LOGICHE III FASE : «LA SETTIMANA DEI 7 NANI» IV FASE : I COLORI DELL’ARCOBALENO V FASE : «LA CASETTA DEI 7 NANI» VI FASE : VERIFICA FINALE

8 I FASE: RACCONTO DELLA FIABA E DISCUSSIONE COLLETTIVA Biancaneve e i Sette Nani C'era una volta una bella principessa di nome Biancaneve: aveva i capelli neri come l'ebano, la bocca rossa come una rosa e la carnagione bianca come la neve. La sua cattiva matrigna,la regina, possedeva uno specchio magico, a cui rivolgeva sempre la stessa domanda: ‘’Specchio, servo delle mie brame, chi è la più bella del reame?’’ E sempre lo specchio rispondeva: "Sei tu la più bella del reame!” Ma la regina, temendo che un giorno la bellezza della principessa superasse la sua, vestì la piccola di stracci. E la costrinse ai lavori più pesanti. Biancaneve, però era sempre allegra e cresceva più graziosa che mai. Così un giorno, lo specchio disse che era lei la più bella del reame.

9 Arrabbiatissima, la regina incaricò allora un cacciatore di ucciderla. Ma l'uomo non ne ebbe il coraggio: suggerì alla fanciulla di fuggire e non tornare mai più alla reggia. Biancaneve corse via spaventata e si rifugiò nel bosco buio. Laggiù scorse una casetta. "E' permesso?" chiese, entrando. Non c'era nessuno. I proprietari erano sette nani del bosco: Dotto, Gongolo, Pisolo, Eolo, Brontolo, Mammolo e Cucciolo. Al loro ritorno, rimasero meravigliati nel trovare un'estranea in casa. "Sono Biancaneve," si presentò allora la principessa e raccontò la sua triste storia. I nanetti, commossi, l'invitarono a rimanere a vivere con loro. La fanciulla accettò felice.

10 Ma la regina scoprì che Biancaneve era ancora viva! Grazie a un filtro magico, si trasformò in una strega e avvelenò una mela. Poi si recò nel bosco e, fingendosi una mendicante, offrì a Biancaneve la mela stregata. "Coraggio, dalle un morso!" Non appena la fanciulla l'ebbe assaggiata, per l’ incantesimo, cadde in un sonno profondo. Intanto gli animali del bosco erano corsi ad avvertire i nani. "Eccola là!" esclamarono, vedendo la strega che si allontanava veloce. Mentre la inseguirono, scoppiò un terribile temporale. La malvagia regina si arrampicò fin sulla cima di un profondo burrone. Proprio allora, un fulmine la fece precipitare dalla roccia. I nani decisero di costruire un'urna di cristallo e oro, dove deposero Biancaneve. Ma la Finché un giorno passò di là un principe, che rimase incantato dalla bellezza della giovane. Sceso da cavallo, la baciò. Quel bacio ruppe l'incantesimo e Biancaneve si svegliò. Che gioia per tutti! Biancaneve e il principe si sposarono e vissero sempre felici e contenti.

11 II FASE: SUDDIVISIONE IN SEQUENZE LOGICHE

12 1

13 1 2

14 1 2 3

15

16

17

18 III FASE: «LA SETTIMANA DEI SETTE NANI» LUNED Í è il più piccino si chiama Cucciolo, è tanto carino! MARTED Í col raffreddore Eolo starnutisce a tutte le ore ETCì! ETCì! ETCì! MERCOLED Í è grassottello si chiama Gongolo è un po’ monello.

19 GIOVED Í c’è un gran sapiente si chiama Dotto non scorda niente. VENERD Í c’è un nano musone si chiama Brontolo il brontolone. SABATO con il suo dolce viso ecco Mammolo ci fa un sorriso. La DOMENICA… che russare! è proprio Pisolo che va a riposare. Ronf… ronf… ronf…

20 IV FASE: I COLORI DELL’ARCOBALENO

21 V FASE: «LA CASETTA DEI 7 NANI» Apparecchia per tutti i nani e conta… Clicca sulle posate!!

22

23

24

25

26

27

28

29

30 Chi è il protagonista? VI FASE: VERIFICA FINALE

31

32

33 In quali luoghi si svolge la fiaba?

34

35

36

37 Qual è il personaggio cattivo?

38

39

40 "...e vissero felici e contenti!"


Scaricare ppt "Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria A.A. 2014/2015 Turano Claudia 152326 Sorbara Silvia 152137 Principato Antonella 151460 Pisano Francesca."

Presentazioni simili


Annunci Google