La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MONITORAGGIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE ANNO SCOLASTICO 2009-2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE Via XXV Aprile 1945, n°85 - Crevalcore Tel.981138-983862.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MONITORAGGIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE ANNO SCOLASTICO 2009-2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE Via XXV Aprile 1945, n°85 - Crevalcore Tel.981138-983862."— Transcript della presentazione:

1 MONITORAGGIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE ANNO SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE Via XXV Aprile 1945, n°85 - Crevalcore Tel (anche FAX) – Sito internet:

2 SCUOLA DELLINFANZIA

3 ASSENZE A.S. 2009/2010 SCUOLA DELLINFANZIA G. DOZZA CREVALCORE SETTOTTNOVDICGENFEBMARAPRMAGGIU TOT ORE ASSENZA INSEGNANTI ; 20 h copertura ins. di sostegno ORE ECCEDENTI INSEGNANTI ORE EFFETTUATE DA SUPPLENTI ORE IN CUI I BAMBINI SONO STATI DIVISI 41,303,30743,30 95,30

4 Tabella delle ore di assenza e delle sostituzioni Scuola dellInfanzia G. Calanca di Caselle. SETOTNOVDICGENFEBMARAPRMAGGIUTOT Assenze Ore eccedenti Ore coperte da supplenti Ore coperte dallinsegnante di sostegno in assenza della bambina disabile Ore in cui si è tenuta sia la sezione sia la bambina disabile in assenza dellinsegnante di sostegno 5 27 Bambini divisi nelle altre sezioni (a Caselle non è praticabile essendoci una sola sezione)

5 CONSIDERAZIONI La tabella è stata compilata su base oraria (un giorno di assenza = 5 ore) La tabella è stata compilata su base oraria (un giorno di assenza = 5 ore) per coprire la giornata, in cui una collega era assente, venivano svolte 3 ore eccedenti (a volte per garantire l'apertura della scuola è stato necessario fare ore 3 e ½); la copertura tramite le supplenti ha previsto 5 ore giornaliere per coprire la giornata, in cui una collega era assente, venivano svolte 3 ore eccedenti (a volte per garantire l'apertura della scuola è stato necessario fare ore 3 e ½); la copertura tramite le supplenti ha previsto 5 ore giornaliere le ore registrate sono quelle di cui siamo certe, tramite le nostre ricostruzioni, ma è possibile la dimenticanza di qualche ora le ore registrate sono quelle di cui siamo certe, tramite le nostre ricostruzioni, ma è possibile la dimenticanza di qualche ora la Scuola dellInfanzia di Caselle è monosezione; vi lavorano 2 insegnanti di sezione e una di sostegno, per cui alcune soluzioni per coprire le assenze, come distribuire i bambini in altre sezioni, non sono praticabili la Scuola dellInfanzia di Caselle è monosezione; vi lavorano 2 insegnanti di sezione e una di sostegno, per cui alcune soluzioni per coprire le assenze, come distribuire i bambini in altre sezioni, non sono praticabili per poter garantire la coperture dellorario della scuola le insegnanti hanno attuato con costante flessibilità diverse strategie, ad esempio: per poter garantire la coperture dellorario della scuola le insegnanti hanno attuato con costante flessibilità diverse strategie, ad esempio: cambi turni fra colleghe per evitare la richiesta di permessi per accedere a visite o impegni familiari cambi turni fra colleghe per evitare la richiesta di permessi per accedere a visite o impegni familiari programmare visite ed esami medici in giornate in cui linsegnante di sostegno era disponibile per coprire le ore sulla sezione mancando la bambina disabile programmare visite ed esami medici in giornate in cui linsegnante di sostegno era disponibile per coprire le ore sulla sezione mancando la bambina disabile agevolare i turni delle supplenti che venivano da lontano con i mezzi pubblici (più di una volta, infatti, le supplenti convocate accettavano lincarico e poi, dopo aver capito lubicazione della nostra scuola e la difficoltà a raggiungerla con i mezzi pubblici, lo rifiutavano) agevolare i turni delle supplenti che venivano da lontano con i mezzi pubblici (più di una volta, infatti, le supplenti convocate accettavano lincarico e poi, dopo aver capito lubicazione della nostra scuola e la difficoltà a raggiungerla con i mezzi pubblici, lo rifiutavano) fare ore eccedenti senza preavviso per coprire unemergenza fare ore eccedenti senza preavviso per coprire unemergenza gestire la sezione ed anche la bambina disabile ( non vedente e con problemi di relazione) in assenza della dicente di sostegno che non veniva sostituita, penalizzando il lavoro didattico della giornata e della sicurezza. gestire la sezione ed anche la bambina disabile ( non vedente e con problemi di relazione) in assenza della dicente di sostegno che non veniva sostituita, penalizzando il lavoro didattico della giornata e della sicurezza.

6 Scuola dellInfanzia C. Paltrinieri Palata Pepoli Durante lanno scolastico , nella Scuola dellInfanzia C. Paltrinieri di Palata Pepoli, in caso di assenza di una delle 4 insegnanti, lorario delle 3 colleghe presenti è stato modificato in modo da assicurare il regolare funzionamento della scuola, creando un turno intermedio. Durante lanno scolastico , nella Scuola dellInfanzia C. Paltrinieri di Palata Pepoli, in caso di assenza di una delle 4 insegnanti, lorario delle 3 colleghe presenti è stato modificato in modo da assicurare il regolare funzionamento della scuola, creando un turno intermedio. Questa soluzione ha provocato, tuttavia, disagio nello svolgimento regolare delle attività didattiche e ha richiesto uno sforzo di flessibilità da parte delle insegnanti interessate. Questa soluzione ha provocato, tuttavia, disagio nello svolgimento regolare delle attività didattiche e ha richiesto uno sforzo di flessibilità da parte delle insegnanti interessate. Questo disagio, però, è stato contenuto in quanto le insegnanti si sono ammalate poco … fino al mese di maggio, quando si è ricorso al turno intermedio per un totale di 21 giorni. Solo in una giornata, per unassenza improvvisa e contemporanea di 2 insegnanti, si è ricorso allutilizzo dellinsegnante di Religione cattolica. Questo disagio, però, è stato contenuto in quanto le insegnanti si sono ammalate poco … fino al mese di maggio, quando si è ricorso al turno intermedio per un totale di 21 giorni. Solo in una giornata, per unassenza improvvisa e contemporanea di 2 insegnanti, si è ricorso allutilizzo dellinsegnante di Religione cattolica. In caso di assenze per malattia superiori ai 15 gg., la copertura è stata assicurata da personale supplente. In caso di assenze per malattia superiori ai 15 gg., la copertura è stata assicurata da personale supplente.

7 SCUOLA PRIMARIA

8 Lanno scolastico 2009/2010 si è contraddistinto per il cronicizzarsi di criticità che, se negli anni passati erano più contenute e maggiormente gestibili, sono ora diventate impattanti. A fronte di minori e significative risorse economiche (fondi per assegnazione delle supplenze e delle ore eccedenti) e di una razionalizzazione di quelle umane (il personale collaboratore scolastico è stato ridotto di 3 unità rispetto agli anni precedenti e non sono stati assegnati posti a compensazione dei collaboratori che si trovano in situazione di lavoro a mansioni ridotte e invalidità), il Collegio dei Docenti e il Consiglio dIstituto hanno agito cercando da un lato di compensare, là dove era possibile, con interventi mirati e studiati ma che rimanevano pur sempre provvedimenti tampone e misure demergenza; dallaltro di adottare deliberazioni che tutelassero il diritto allo studio degli alunni.

9 A inizio anno scolastico mancavano alla scuola primaria 25 h di inglese, non assegnate dallUSP: si è deliberato che tale attività, anche là dove ce nerano le condizioni, non sarebbe stata avviata fino al completamento dellorganico. La situazione si è sbloccata solo a inizio novembre con lassegnazione di quanto richiesto ma non senza un danno didattico per lassenza di tale disciplina nel piano di studi per un mese e mezzo abbondante. Senza contare che, nellattesa, è stato necessario coprire tali ore con personale interno. In più si sono dovuti rivedere gli orari per inserire, con gli adattamenti necessari, le ore di L2. Il Collegio dei Docenti aveva deliberato che non si utilizzassero più le disponibilità del personale interno a svolgere ore eccedenti dal momento che non erano state fornite le risorse per sostenerle e non erano stati liquidati quanti, in passato, le avevano svolte.

10 Per quanto riguarda il reclutamento del personale docente molte sono state le difficoltà a reperire personale soprattutto per brevi periodi (lontananza, mancato reperimento, accettazione iniziale poi ripensamento, ecc.). Molti docenti hanno volontariamente e gratuitamente coperto le loro classi in caso di assenza dei colleghi, senza possibilità di recupero; altri hanno scalato le ore di supplenze dagli organi collegiali e dalla programmazione. Per questultima modalità non si può non sottolineare come questi incontri siano fondamentali per la progettazione dIstituto e per la condivisione del profilo educativo dello stesso. Privarsene significa non riconoscerne il valore; se ne deve garantire, sempre, la tutela. In casi limite 2 classi sono state ospitate nel salone polivalente dal momento che, una delle due, era priva del docente.

11 La copertura delle assenze del personale docente è stato possibile con le ore a disposizione del personale interno e, molto raramente, con la nomina di supplenti. Con le ore a disposizione del personale interno si è provveduto a coprire per 8 ore il tempo scuola e tempo mensa delle classi 1 C (33 h) e 1 D (29 h); a garantire 2 ore per lo studio assistito come alternativa allIRC, mantenendo 1 h di compresenza per classe. Qualora, per le sostituzioni, il pacchetto delle ore a disposizione non fosse stato sufficiente, le classi in questione venivano smembrate in piccoli gruppi, accolti in altre classi. Tale modalità che poteva presentarsi con cadenza quasi giornaliera, non è stata priva di aspetti negativi. Oltre allassenza di una lezione vera e propria, alla mancanza molto spesso di banchi e sedie, è da registrare che larrivo di nuovi bambini in classe ha modificato e il clima e le attività della classe ospitante. Oltre a problemi gestionali, è stato necessario riadattare lattività didattica alle mutate condizioni. E opportuno sottolineare che si è compromessa lattività didattica della classe non coperta ma anche delle altre 4/5 classi che accoglievano i gruppi.

12 Alcuni docenti hanno dovuto allungare, per lunghi periodi, i loro orari di servizio per attendere la sostituzione dei colleghi assenti. Ci sono state classi che hanno visto alternarsi gli insegnanti ad ogni ora. I genitori di una classe, poiché mancava linsegnante di inglese, dal momento che le ore non erano state ancora assegnate, preferivano ritirare i loro figli, firmando luscita anticipata piuttosto che ritrovarseli divisi in tante classi. In unaltra classe, stante lassenza di uninsegnante per 2 mesi, non si è provveduto a sostituirla.

13 Per quanto riguarda la situazione degli alunni disabili occorre evidenziare che: - un alunno, la cui certificazione avrebbe previsto una copertura totale, per 2 pomeriggi alla settimana non ha frequentato perché non gli è stata garantita; - a un alunno è stato assegnato il docente di sostegno solo a gennaio, quando ne avrebbe avuto diritto a partire dallinizio dellanno scolastico; - non tutti gli alunni gravi hanno avuto la copertura totale come prevista per legge (il rapporto è 1:1); - in caso di assenza del personale di sostegno, altri insegnanti con la medesima qualifica venivano dirottati sui casi più gravi (è stato leso il diritto di chi ne è stato privato); - le nuove disposizioni previste per le certificazioni sono più complesse e creano difficoltà di gestione ai genitori con inevitabili dilatazioni dei tempi; - non è risultata funzionale, seppur prevista dalla normativa vigente, lassegnazione dello stesso insegnante di sostegno a due bambini della stessa classe, soprattutto se i bambini hanno necessitato di lavoro differenziato/individualizzato per problematiche differenti.

14 Inoltre, non meno importante, il MIUR, per lanno 2009, non ha provveduto ad erogare il fondo per il funzionamento didattico ed amministrativo: non si sono coperte le spese necessarie allattività didattica (facile consumo per le classi) e amministrativa (contratti di manutenzione macchine fotocopiatrici e laboratori di informatica). Nel primo caso, là dove era una pratica, si è ricorsi alla cassa scolastica con i contributi dei genitori; nel secondo caso il Consiglio dIstituto ha deliberato di chiedere un contributo volontario alle famiglie. Lo stesso materiale dei laboratori è stato finanziato dal Comitato dei genitori, con grande disponibilità e generosità. Previsione non rosee per il prossimo anno: fin da ora si sa che mancheranno 2 posti recuperati, questanno, dal completamento dei part-time. Inoltre la disponibilità delle ore di compresenza, che questanno si utilizzavano anche per le sostituzioni, saranno sempre più destinate al completamento orario di altre classi.

15 GIORNI DI SCUOLA EFFETTIVI SETOTTNOVDICGENFEBMARAPRMAGGIUTOTALE GG sono stati cassati dal computo i gg. di chiusura per inagibilità neve e per allestimento seggio per elezioni regionali.

16

17 SCUOLA PRIMARIA G. LODI CREVALCORE TABELLA DELLE ORE NELLE QUALI LE CLASSI, IN CASO DI ASSENZA DEL DOCENTE, SONO STATE DIVISE IN GRUPPI POI OSPITATI IN ALTRE CLASSI

18 CLASSI SCUOLA LODI SETOTTNOVDICGENFEBMARAPRMAGGIUTOTALE ORE 1 A B C 2, ,5 1 D E 0 2 A B C D 4 2 1,55, A B C D E A B1,526, C 0 4 D E A B C D E 0 TOTALE ORE PER MESE 1032,0029,5010,006,0053,5047,5029,0024,

19

20

21 CLASSI SCUOLA PIZZOLI SETOT T NO V DI C GE N FEBMA R AP R MA G GI U TOTALE ORE PARI A 1ª1ª gg lunghi + 1 h 2ª2ª sett. + 2 h 3ª3ª sett + 2 gg lunghi + 3 h 4ª4ª sett. + 1 gg corto 5ª5ª sett + 3 h TOTALE ORE PER MESE ORE DI DIVISIONI DELLE CLASSI SCUOLA PRIMARIA U. PIZZOLI PALATA PEPOLI

22

23 DISPONIBILITA E SOSTITUZIONI SCUOLA PRIMARIA U. PIZZOLI – PALATA PEPOLI PRESSO IL PLESSO U. PIZZOLI SONO STATE COPERTE h 87 DI ASSENZE (RECUPERI COLLEGI E PROGRAMMAZIONE, PERMESSI, ECC.) PRESSO IL PLESSO U. PIZZOLI SONO STATE COPERTE h 87 DI ASSENZE (RECUPERI COLLEGI E PROGRAMMAZIONE, PERMESSI, ECC.) LINSEGNANTE REBOTTINI LORENZA, A PARTIRE DAL 28/09/09, AVEVA A DISPOSIZIONE, IN ORARIO NON FRONTALE, UNORA SETTIMANALE DA UTILIZZARE PER LE SOSTITUZIONI E CUMULABILI QUINDICINALMENTE (n. 31 SETTIMANE = n. 31 ORE PRESTATE) LINSEGNANTE REBOTTINI LORENZA, A PARTIRE DAL 28/09/09, AVEVA A DISPOSIZIONE, IN ORARIO NON FRONTALE, UNORA SETTIMANALE DA UTILIZZARE PER LE SOSTITUZIONI E CUMULABILI QUINDICINALMENTE (n. 31 SETTIMANE = n. 31 ORE PRESTATE)

24

25

26 DIAGRAMMA DELLE ORE DI DIVISIONE DELLE CLASSI SCUOLA PRIMARIA G. LODI CREVALCORE SCUOLA PRIMARIA U. PIZZOLI PALATA PEPOLI

27 SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO M. POLO

28 Classisettembreottobrenovembredicembregennaiofebbraiomarzoaprilemaggiogiugno 1A A A B B B C C C D D D E E E F TOT Ore in cui le classi sono state divise a.s. 2009/10

29

30 Ore in cui i docenti di sostegno sono stati utilizzati per sostituire CLASSE SETTOTTNOVDICGENFEBBMARAPRMAGGIU TOT 1A+DSA A A B B 0 3B C C 2 2 3C D D 3D 2 2 1E 1 1 2E 3E F NB. Le ore conteggiate comprendono classe unita e cambio classe, cioè docente di sostegno utilizzato per coprire un'altra classe diversa da quella in cui era in servizio

31

32 DAI DATI SI RILEVA CHE: - nel corso dellanno scolastico 2009/2010, alla data del 19 Maggio 2010, le classi con il docente assente sono state smembrate per un totale di 309 ore. - Per 309 volte alcune classi sono state costrette ad ospitare fino a 5/6 alunni. - Le classi già numerose, cioè di 24/25 alunni, in alcune occasioni hanno raggiunto il numero di 28/30 allievi presenti nellaula, contravvenendo alle norme sulla sicurezza. - Gli insegnanti di sostegno -vedi tabella n.2- hanno sostituito il docente assente per 147 ore o sulla classe di appartenenza o addirittura su classi diverse. - Per 76 ore linsegnante di attività alternativa è stato utilizzato per la sostituzione di colleghi, portando nelle classi gli alunni di attività alternativa o lasciandoli in classe con linsegnante di religione cattolica. - il progetto DSA non ha avuto piena realizzazione in quanto il docente incaricato ha dovuto effettuare ore di supplenza. I DATI RACCOLTI ED ELABORATI CONFERMANO CHE NEL CORSO DELLATTUALE ANNO SCOLASTICO: - abbiamo dovuto affrontare enormi difficoltà nel gestire lorganizzazione quotidiana della scuola in caso di assenza dei docenti, con conseguente ricorso al parcheggio degli alunni, divisi in classi diverse dalla propria, creando disagio nelle classi obbligate ad ospitarli e pregiudicando così il regolare svolgimento delle attività didattiche. - Le classi, di per sé già numerose, in diverse occasioni hanno raggiunto un numero complessivo di 28/30 alunni, contravvenendo pertanto alle norme vigenti sulla sicurezza. - Molti ragazzi dovevano effettuare questi spostamenti in contemporanea, portandosi la propria sedia e servendosi delle scale, per cui si sono create situazioni di caos e di pericolosità. - I ragazzi che vivono in situazioni di disagio o con difficoltà di apprendimento, in forte aumento in questi ultimi anni, essendo stati inseriti in classi numerose e senza linsegnante di sostegno, non hanno fruito degli insegnamenti individualizzati di cui necessitavano. - Per assicurare la funzionalità della scuola e il buon livello dellofferta formativa, le famiglie hanno dovuto contribuire economicamente a causa dei continui tagli dei finanziamenti alle scuole pubbliche, anche per le più concrete e semplici esigenze quali la carta da fotocopie (vedi tabella n. 3). LA CRITICITA DI QUESTE SITUAZIONI HA LIMITATO: il diritto allo studio degli alunni; il supporto didattico agli allievi con difficoltà; la professionalità dei docenti; la sicurezza; la funzionalità e la qualità della scuola

33 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE FINANZIAMENTI MIUR ENTRATEriscosse Dotazione ordinaria , , , , ,61 USCITE funzionamento , , , , ,00 supplenze , , , , ,47 indennità 5.152, , , , ,82 ore eccedenti , , , , ,70 FIS , , , , ,93 Funzioni str. e agg.ve , , , , ,57 RESIDUI ATTIVIper supplenze , , , ,50 -

34 LA SCUOLA PUBBLICA DEVE GARANTIRE IL PIENO DIRITTO ALLO STUDIO E PARI OPPORTUNITA FORMATIVE PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE. LA SCUOLA PUBBLICA DEVE GARANTIRE IL PIENO DIRITTO ALLO STUDIO E PARI OPPORTUNITA FORMATIVE PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE. LA SCUOLA PUBBLICA DEVE AVERE TUTTE LE RISORSE AFFINCHE I DOCENTI POSSANO LAVORARE CON SERENITA E DIGNITA E NON IN CONTINUA SITUAZIONE DI EMERGENZA. LA SCUOLA PUBBLICA DEVE AVERE TUTTE LE RISORSE AFFINCHE I DOCENTI POSSANO LAVORARE CON SERENITA E DIGNITA E NON IN CONTINUA SITUAZIONE DI EMERGENZA. SOLO ATTRAVERSO QUESTE GARANZIE LA SCUOLA PUBBLICA POTRA ASSICURARE UNA PROGETTAZIONE DIDATTICA E FORMATIVA DI QUALITA. SOLO ATTRAVERSO QUESTE GARANZIE LA SCUOLA PUBBLICA POTRA ASSICURARE UNA PROGETTAZIONE DIDATTICA E FORMATIVA DI QUALITA. Il Collegio dei Docenti unificato approva allunanimità nella seduta del 9 giugno 2010 Il Collegio dei Docenti unificato approva allunanimità nella seduta del 9 giugno 2010 Il Consiglio dIstituto approva allunanimità nella seduta del 6 luglio 2010 Il Consiglio dIstituto approva allunanimità nella seduta del 6 luglio 2010


Scaricare ppt "MONITORAGGIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE ANNO SCOLASTICO 2009-2010 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CREVALCORE Via XXV Aprile 1945, n°85 - Crevalcore Tel.981138-983862."

Presentazioni simili


Annunci Google