La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Testo Unico e ruolo dellISPESL nella sorveglianza dei tumori professionali Convegno Nazionale Inca Cgil Il rischjo cancerogeno occupazionale oggi Milano,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Testo Unico e ruolo dellISPESL nella sorveglianza dei tumori professionali Convegno Nazionale Inca Cgil Il rischjo cancerogeno occupazionale oggi Milano,"— Transcript della presentazione:

1 Testo Unico e ruolo dellISPESL nella sorveglianza dei tumori professionali Convegno Nazionale Inca Cgil Il rischjo cancerogeno occupazionale oggi Milano, 4-5 dicembre 2008 Alessandro Marinaccio ISPESL – Dipartimento di Medicina del Lavoro Laboratorio di Epidemiologia REgistro NAzionale dei Mesoteliomi

2 EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO; LA SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI PROFESSIONALI IN ITALIA OGGI; LE PROSPETTIVE ALLA LUCE DELLART 244 DEL D. LGS 81/2008; TEMI DI DISCUSSIONE E PROPOSTE SINTESI DELLA RELAZIONE

3 D. LGS 277/91. ART. 36 D. LGS 626/94. ART. 71 D. LGS 66/2000 DPCM 308/2002 DL 257/2006 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI PROFESSIONALI ISTITUZIONE DEL REGISTRO NAZIONALE DEI CASI DI ASBESTOSI E DI MESOTELIOMA ASBESTO-CORRELATI SEGNALAZIONE DEI CASI DI TUMORE DI SOSPETTA ORIGINE PROFESSIONALE SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI RISCHI IN MODIFICA DELLART /94 DECRETO ATTUATIVO REGISTRO MESOTELIOMI REGISTRO MESOTELIOMI SECONDO DISPOSIZIONI EX ART 71/626 E ABROGAZIONE 277/91

4

5 D. LGS 277/91. ART. 36 D. LGS 626/94. ART. 71 DPCM 308/2002 DECRETO LEGGE 257/2006 D. LGS 66/2000 ART. 244 DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 DI RIORDINO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI PROFESSIONALI

6 TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO ART. 244 REGISTRAZIONE DEI TUMORI

7 TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO ART. 244 REGISTRAZIONE DEI TUMORI FLOW CHART

8 REGIONI ATTIVE NEL CIRCUITO ReNaM ATTUALMENTE IL DATASET RENAM DISPONE DI ~ 9,000 SEGNALAZIONI DI CASI DI MM. PER OLTRE 6,500 SONO DISPONIBILI LE MODALITA DI ESPOSIZIONE RICERCA ATTIVA, METODI STANDARD RISPETTO A DEFINIZIONE DIAGNOSTICA E ANAMNESTICA SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI MESOTELIOMI

9 Reparti o servizi di anatomia patologica, pneumologia, chirurgia toracica, oncologia. Registri tumore di popolazione, SDO, archivi di mortalità. Questionario strutturato per la indagine della storia professionale, residenziale, familiare Registri tumore di popolazione, SDO, archivi di mortalità. Servizi di medicina del lavoro delle Asl, sedi regionali Inail, contributi previdenziali Inps da Ispesl ATTIVITA DEI COR

10 ATTIVITA DEL REGISTRO NAZIONALE – STRUMENTI Alla luce del progresso scientifico, in collaborazione con i COR Alla luce del progresso tecnologico, con salvaguardia della riservatezza Report nazionali, sito web ReNaM, diffusione dei risultati. Controlli di qualità, predisposizione dataset nazionale, progetti di ricerca

11 11 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI MESOTELIOMI LINEE GUIDA REPORT INCIDENZA LATENZA SOPRAVVIVENZA PREVISIONI ESPOSIZIONE

12 QUESTIONI EPIDEMIOLOGICHE APERTE: CASI DI MESOTELIOMA ED ESPOSIZIONE AD AMIANTO IGNOTA CASI DI MESOTELIOMA SENZA ESPOSIZIONE AD AMIANTO ? IL REGISTRO NAZIONALE DEI MESOTELIOMI HA DOCUMENTATO CHE PER UN NUMERO DI RILEVANTE DI CASI DI MESOTELIOMA NON E POSSIBILE IDENTIFICARE LE CIRCOSTANZE DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO -SI TRATTA DI UN DATO STRUTTURALE ? -SI TRATTA DI UN DATO DIPENDENTE DALLA QUALITA DELLE INFORMAZIONI ? LA RISPOSTA PIU PLAUSIBILE SEMBRA LA SECONDA LASSENZA DI UN LIVELLO DI DOSE/SOGLIA, LUBIQUITARIO UTILIZZO DELLAMIANTO PRIMA DEL BANDO E LE OGGETTIVE DIFFICOLTA DI ANAMNESI, DEVONO INDURRE AD AVERE SEMPRE CAUTELA NELLESCLUDERE UNESPOSIZIONE AD AMIANTO ANCHE IN ASSENZA DI ELEMENTI DI PRIMA EVIDENZA.

13 QUESTIONI EPIDEMIOLOGICHE APERTE: ESPOSIZIONE AMBIENTALE E CASI DI MESOTELIOMA IL REGISTRO NAZIONALE DEI MESOTELIOMI HA DOCUMENTATO CHE CIRCA IL 4% DEI CASI DI MESOTELIOMA RILEVATI ORIGINANO DA ESPOSIZIONI DI TIPO AMBIENTALE ED UN ULTERIORE 4% DA ESPOSIZIONI DI TIPO FAMILIARE; QUESTI SOGGETTI AMMALATI NON HANNO ALCUN TIPO DI RICONOSCIMENTO; FONDO PREVISTO DALLA FINANZIARIA (ARTT ) PER TUTTE LE VITTIME DI MALATTIA ASBESTO CORRELATA: IMPLEMENTAZIONE DISATTENDE IL PRINCIPIO

14 QUESTIONI EPIDEMIOLOGICHE APERTE: ESPOSIZIONE AMBIENTALE E CASI DI MESOTELIOMA IL REGISTRO NAZIONALE DEI MESOTELIOMI HA DOCUMENTATO CHE CIRCA IL 4% DEI CASI DI MESOTELIOMA RILEVATI ORIGINANO DA ESPOSIZIONI DI TIPO AMBIENTALE ED UN ULTERIORE 4% DA ESPOSIZIONI DI TIPO FAMILIARE; QUESTI SOGGETTI AMMALATI NON HANNO ALCUN TIPO DI RICONOSCIMENTO; FONDO PREVISTO DALLA FINANZIARIA (ARTT ) PER TUTTE LE VITTIME DI MALATTIA ASBESTO CORRELATA: IMPLEMENTAZIONE DISATTENDE IL PRINCIPIO

15 QUESTIONI EPIDEMIOLOGICHE APERTE: ESPOSIZIONE AMBIENTALE E PREVENZIONE SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA PER LA PREVENZIONE IL CASO BIANCAVILLA ETNEA (SICILIA) E DEGLI AFFIORAMENTI DI TREMOLITE IN LOCALITA LAGONEGRO (BASILICATA) SONO ESTREMAMENTE SIGNIFICATIVI DEL RUOLO DELLA SORVEGLIANZA PER LA PREVENZIONE: IL CASO SACCHI IN JUTA E LE MACCHINE DEL SETTORE TESSILE NON AMIANTO SONO ALTRI ESEMPI SIGNIFICATIVI DEL CIRCOLO VIRTUOSO: SORVEGLLIANZACAUSALITAPREVENZIONE EPIDEMIOLOGICACOMUNICAZIONE

16 TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO ART. 244 REGISTRAZIONE DEI TUMORI

17 Incidenza (casi per 100,000/anno): (maschi) e (femmine) Sopravvivenza (a 5 anni) 47% (maschi) e 51% (femmine) (a 1 anno) 78% (maschi) e 80% (femmine) Fattori di rischio polveri di legno, cuoio, composti del cromo esavalente e del nichel; formaldeide, silice, amianto, fibre di vetro, fumo di tabacco, radiazioni ionizzanti. SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI NASO-SINUSALI

18 Settori di esposizione lavorazione del legno, produzione primaria del cromo, di vernici cromate (placcatura), industria tessile (soprattutto nelle donne), lavorazione del cuoio Frazione eziologica professionale Molto alta per lassociazione fra adenocarcinomi ed esposizione professionale a polveri di legno duro nei falegnai, carpentieri, industria del mobile 10-40% Latenza anni SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI NASO-SINUSALI

19 LINEE GUIDA RENATUNS ISPESL

20 20 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI DEL NASO-SINUSALI (ReNaTuNS) ESPERIENZE IN CORSO ESPERIENZE IN CORSO: PIEMONTEATTIVI TOSCANA LOMBARDIA MARCHE FATTIBILITA VENETO

21 21 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI DEL NASO-SINUSALI (ReNaTuNS) PROSPETTIVE DECRETO ATTUATIVO UTILITA DI UNATTIVITA PRE/DECRETO DIFFUSIONE DEI RISULTATI IN UN AMBITO NAZIONALE COORDINATO

22 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DEI TUMORI PROFESSIONALI

23 SFIDE APERTE SFIDE APERTE IN ORDINE ALLA QUESTIONE DEI TUMORI PROFESSIONALI OGGI IN ITALIA 16 ANNI DOPO IL BANDO NORMATIVA ATTUATIVA PER LART 244 DEL D. LGS 81/2008 COMPENSAZIONE SORVEGLIANZA DELLE ESPOSIZIONI

24 TUMORI E LAVORO – COMPENSAZIONE -UNA DELLE QUESTIONI CRITICHE E LA EVIDENTE SOTTOVALUTAZIONE DEGLI INDENNIZZI PER TUMORE DEL POLMONE ASBESTO-CORRELATO; NEL PERIODO CASI DI TUMORE DEL POLMONE CAUSATO DA AMIANTO PER OGNI CASO DI MESOTELIOMA; LE ANALISI EPIDEMIOLOGICHE MISURANO UN RAPPORTO ASSAI PIU ELEVATO (1:1 NELLE STIME PIU CONSERVATIVE) (vedi anche Marinaccio; Br J Cancer 2008); -SEMPRE IN TEMA AMIANTO UNALTRA QUESTIONE ATTIENE AI CASI DI MM CON ESPOSIZIONE NON PROFESSIONALE (VEDI FONDO FINANZIARIA 2007) -IN GENERALE APPARE UNA DIFFICOLTA NELLA FRUIZIONE DEI DATI INAIL DEI CASI DI TUMORE PROFESSIONALE INDENNIZZATI

25 DISAGGREGANDO PER TIPOLOGIA, IL RAPPORTO FRA CASI DI MESOTELIOMA E CASI DI TUMORE DEL POLMONE ASBESTO- CORRELATO RISULTA COSTANTEMENTE PIU BASSO DELLUNITA MALATTIE ASBESTO-CORRELATE COMPENSAZIONE

26 NEGLI ULTIMI 15 ANNI, MEDIAMENTE TALE QUOTA E DEL 67%. IL RAPPORTO FRA CASI DI MESOTELIOMA E TPAC E PARI A: TPAC/MM = 0.39 MALATTIE ASBESTO-CORRELATE COMPENSAZIONE

27 ESPOSIZIONE A BASSE DOSI; RELAZIONE DOSE/RISPOSTA; EFFICACIA STRUMENTI DI PROTEZIONE. ESPOSIZIONE AD AGENTI CANCEROGENI - SORVEGLIANZA

28 TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO ART. 243 REGISTRAZIONE DEGLI ESPOSTI AD AGENTI CANCEROGENI MALATTIE ASBESTO-CORRELATE ESPOSIZIONI IN ATTUALITA

29 TEMI DI RIFLESSIONE SFIDE APERTE IN ORDINE ALLA QUESTIONE DEI TUMORI PROFESSIONALI OGGI IN ITALIA NORMATIVA ATTUATIVA PER LART 244 DEL D. LGS 81/2008 COMPENSAZIONE INDENNIZZARE I CASI DI MESOTELIOMA IN RAGIONE DELLA DIAGNOSI (ESPERIENZA FRANCESE) SORVEGLIANZA DELLE ESPOSIZIONI

30 GRAZIE PER LATTENZIONE! Alessandro Marinaccio ISPESL Dipartimento di medicina del lavoro Registro Nazionale dei Mesoteliomi (ReNaM)


Scaricare ppt "Testo Unico e ruolo dellISPESL nella sorveglianza dei tumori professionali Convegno Nazionale Inca Cgil Il rischjo cancerogeno occupazionale oggi Milano,"

Presentazioni simili


Annunci Google