La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IPERTESTI: APPROFONDIMENTO E COLLABORAZIONE IN RETE DIDATTICA E NUOVE TECNOLOGIE PER LA SCUOLA CHE SI RINNOVA MALNATE 14/12/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IPERTESTI: APPROFONDIMENTO E COLLABORAZIONE IN RETE DIDATTICA E NUOVE TECNOLOGIE PER LA SCUOLA CHE SI RINNOVA MALNATE 14/12/2007."— Transcript della presentazione:

1

2 IPERTESTI: APPROFONDIMENTO E COLLABORAZIONE IN RETE DIDATTICA E NUOVE TECNOLOGIE PER LA SCUOLA CHE SI RINNOVA MALNATE 14/12/2007

3 P ROGETTAZIONE DI IPERTESTI Un esempio: Leroe decadente Progettare percorsi non lineari per una didattica multidisciplinare Mappe cognitive e reti semantiche Nodi dellipertesto e legami ipertestuali Linterfaccia grafica e comunicativa

4 Partiamo da un piccolo ipertesto Partiamo da un piccolo ipertesto La pagina è organizzata nel seguente modo... La pagina è organizzata nel seguente modo... A sinistra i pulsanti di navigazione principali A sinistra i pulsanti di navigazione principali In alto la barra di Explorer In alto la barra di Explorer UN ESEMPIO : L EROE DECADENTE

5 A NALIZZIAMO L IPERTESTO Guardiamo insieme lesempio HOME.HTM HOME.HTM Cerchiamo di inquadrare lambiente Cerchiamo di capire le metafore Analizziamo lefficacia della comunicazione Analizziamo lefficacia dellinterfaccia Verifichiamo la navigabilità

6 P ROGETTARE PERCORSI NON LINEARI : UN ESEMPIO Come è stato creato lipertesto sul tema dellEroe decadente? Ricercare le fonti, testi, immagini, audio, video Partire da un testo lineare Evidenziare le parole dalle quali dovranno partire degli approfondimenti Creare lo StoryBoard

7 M APPE COGNITIVE E RETI SEMANTICHE Molto spesso lo StoryBoard da solo non serve... Spesso è necessario creare la mappa concettuale, la rete semantica dellautore Di seguito vedremo alcune mappe concettuali sui seguenti tre temi: Leroe decadente, Il verismo, Landamento dei mercati

8 7 L EROE DECADENTE

9 IL VERISMO 8

10 I MERCATI 9

11 N ODI DELL IPERTESTO E LEGAMI IPERTESTUALI I nodi dellipertesto sono come delle pagine formato A4 … Ogni nodo in realtà è un file: testo, immagine, audio, video Ogni nodo può essere connesso ad altri nodi attraverso dei legami ipertestuali Se pensiamo alla parete dellaula come ad un hard disk, i nodi sono i fogli formato A4 e i legami dei fili di cotone colorato

12 C REARE UN INTERFACCIA GRAFICA E COMUNICATIVA Nel creare linterfaccia grafica bisogna attenersi ad alcune regole essenziali Bilanciare il più possibile testo e immagini Non affollare la pagina di hotword e di pulsanti Rendere trasparenti le funzioni dei pulsanti di navigazione

13 G LI AMBIENTI AUTORE Creare una presentazione multimediale con PowerPoint Creare legami ipertestuali con Word Creare un giornalino telematico con Word Rivedere linterfaccia grafica e comunicativa

14 C REARE UNA PRESENTAZIONE MULTIMEDIALE CON P OWER P OINT Organizzare le singole diapositive Creare le transizioni (dal menu Presentazione diapositive scegliere il comando Transizione diapositiva) Creare animazioni personalizzate (dal menu Presentazione diapositive scegliere il comando Animazione personalizzata) Creare pulsanti dazione (dal menu Presentazione diapositive scegliere il comando Pulsanti dazione) Creare legami ipertestuali (dal menu Inserisci scegliere il comando Collegamento ipertestuale)

15 C REARE LEGAMI IPERTESTUALI CON W ORD Le funzioni principali di Word sono: Inserisci Segnalibro e Inserisci Collegamento Ipertestuale Se i legami sono interni al documento prima di tutto conviene creare i segnalibri con lopzione Segnalibro a partire dal menu Inserisci... Successivamente sarà necessario servirsi dellopzione Indirizzo riportato nel file, presente nella casella Inserisci Collegamento Ipertestuale per legami intra-documento... Oppure utilizzare lopzione Collegamento a URL o a file per legami esterni al documento

16 C REARE UN GIORNALINO TELEMATICO CON W ORD Lidea del giornalino di classe o di scuola forse è vecchia Allora pensiamo ad un giornalino che circola in rete Intranet o Internet Come fare? Sicuramente partire da un testo di Word, magari in duplice colonna e con immagini accattivanti Successivamente salvare i file in formato HTML (dal menu File scegliere il comando Salva come HTML)

17 R IVEDERE L INTERFACCIA GRAFICA E COMUNICATIVA È qui che ci si gioca gran parte della scommessa Bisogna essere molto comunicativi Usare frasi semplici, metafore, icone con messaggi univoci Bilanciare le videate avendo la consapevolezza che ogni videata dovrebbe essere in grado di vivere da sola

18 R IVEDIAMO … LA PAGINA DI O SCAR W ILDE La pagina è bilanciata? Ci sono le informazioni essenziali? Sono presenti delle metafore? Ci sono oggetti multimediali?

19 C REARE, ORGANIZZARE E PUBBLICARE UN SITO W EB Salvare i file di Word in Html Creare un nuovo sito Web Con FrontPage Explorer Creare la Home Page del nuovo sito Web Collegare alla Home Page i file del Web Migliorare esteticamente un sito

20 L A CLASSE VIRTUALE : UNA FINESTRA SUL MONDO Che cosa è una classe virtuale? È sicuramente una classe aperta al mondo. Ma come può comunicare con gli altri? Con la posta elettronica... Creando gruppi di discussione... Organizzando dei meeting in rete con Net Meeting Discutendo in gruppo con le Chat Line

21 L A POSTA ELETTRONICA È un modo di comunicare in cui è possibile scambiare messaggi e file in tempo differito con persone sparse in qualsiasi parte del mondo Le distanze diventano virtuali: tutte le persone sono alla stessa distanza da chi scrive. Sono dietro lo specchio

22 Componi messaggio Invia e ricevi Utilizza la rubrica Trova contatti Posta in arrivo Posta in partenza ed altro... O UT L OOK : IL POSTINO DI W INDOWS

23 N EWS G ROUP : I GRUPPI DI DISCUSSIONE Parlare tutti insieme, in tempo differito, sullo stesso argomento Linsegnante fa una domanda e ogni alunno della classe allargata prova a rispondere Ogni partecipante alla lista di discussione sa le risposte di tutti i suoi compagni di classe virtuale

24 N ET M EETING : … È QUI LA FESTA ? È uno strumento interattivo per organizzare conferenze in rete È possibile utilizzare il computer proprio come se fosse un videotelefono Si possono utilizzare applicazioni condivise e lavorare contemporaneamente su una lavagna grafica

25 U N ESEMPIO Condividendo la lavagna è possibile lavorare su una stessa idea Avendo due telecamere è possibile utilizzare il telefono come se fosse un video telefono ed esporre le proprie idee

26 L E C HAT L INE : ovvero se Dante e Beatrice si fossero incontrati per caso su una Chat Una Chat Line permette di comunicare in tempo reale, attraverso la scrittura, secondo una modalità simile alla conversazione telefonica La discussione spesso è animata per cui si rende necessario lintervento di un moderatore (chat con moderatore)

27 D ISCUTERE IN LIBERTÀ È possibile registrare e salvare una conversazione È possibile registrare e salvare una conversazione Si può liberamente discutere su un determinato problema in quanto lidentità dei presenti può essere tenuta nascosta Si può liberamente discutere su un determinato problema in quanto lidentità dei presenti può essere tenuta nascosta

28 C ONCLUSIONI La multimedialità in rete permette a tutte le scuole e a qualsiasi scuola di raccontarsi e di mettere in comune alcune delle proprie esperienze e proposte didattiche, sapendo che il confronto con gli altri aiuta spesso a sorprendersi della qualità del proprio lavoro Per una scuola che si rinnova il futuro è presente. È qui... basta solo crederci!

29


Scaricare ppt "IPERTESTI: APPROFONDIMENTO E COLLABORAZIONE IN RETE DIDATTICA E NUOVE TECNOLOGIE PER LA SCUOLA CHE SI RINNOVA MALNATE 14/12/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google