La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I Facoltà di MEDICINA e CHIRURGIA. Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Con il DTC è possibile valutare: Microemboli nel corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I Facoltà di MEDICINA e CHIRURGIA. Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Con il DTC è possibile valutare: Microemboli nel corso."— Transcript della presentazione:

1 I Facoltà di MEDICINA e CHIRURGIA

2 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Con il DTC è possibile valutare: Microemboli nel corso della procedura Modificazioni della velocità media nella ACM allapertura del filtro Numero dei microemboli residui dopo aver posizionato il filtro

3 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma

4 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Vengono registrati microemboli

5 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma EMBOLI CORPUSCOLATI Segnali isolati Ampiezza BOLLE Segnali raggruppati (a doccia) Ampiezza >60 dB

6 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Stenting carotideo e segnali microembolici (DTC) Passaggio attraverso larco aortico Cateterizzazione della carotide comune (Predilatazione) Posizionamento del sistema di protezione Rilascio dello stent e pallonamento Estrazione dei cateteri Angiografia

7 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Studio dellarco aortico prima del trattamento

8 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Apertura del sistema di protezione

9 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma APERTURA INCOMPLETA POSIZIONE DEL FILTRO DISASSATA FILTRO DI Ø INCONGRUO

10 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma 50 pazienti Introduzione e retrazione dei cateteri Angiografia Stenting e pallonamento 5 (18.5%) 22 (81.5%) 50 (100%) ? 31 (67.4%) 15 (32.6%) 27 (54.0%) 50 (100%) 46 (92.0%) Pazienti con MES MES gassosi MES corpuscolati Correlazione fra MES e fasi della procedura MES = segnali microembolici

11 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Stenting carotideo TEA carotidea Minor stroke 2 (4%) 1 (2%) MES 50 (100%) 37 (74%) n° MES (60 media) 2-30 (5 media) Post-op MES 5 casi - Post-op DWI + 22 (44%) 2 (4%) (5 les media) 16 unilat 6 bilat Peggioramento capacità cognitive 18 (36%) 2 (4%)

12 SHUNT A -V (emboli gassosi) AREE SILENTI PICCOLE LESIONI EMBOLI ENCEFALO Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma

13 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Emboli cerebrali asintomatici

14 corpuscolati di maggiori dimensioni ravvicinati nel tempo Emboli a rischio Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma

15 analisi istomorfometrica da 0.7 a micron materiale trombotico cellule schiumose cristalli di colesterolo microemboli Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma

16 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma MES registrati nelle 6 ore successive Flusso conservato nella ACM (DWI positiva a 48 ore per microembolie) Una incompleta copertura della lesione Una incompleta adesione dello stent alla parete carotidea

17 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma

18 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Valutazione cognitiva (4 test) Questionario SF-12 Mini mental state Beck depression inventory Self-rating anxiety state

19 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma si generano troppi microemboli stenting carotideo non va effettuato su tutti i pazienti e da tutti i centri vanno affinate le procedure non cè ancora lo stent ottimale la protezione cerebrale è ancora inadeguata

20 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma controindicazioni allo stenting carotideo trombo endoluminale placche diffuse dellaorta e dei tronchi brachiocefalici tortuosità o calcificazioni importanti dei vasi epiaortici calcificazioni anulari della biforcazione paziente neurologicamente instabile paziente <55-65 anni

21 Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma restenosi pregressi interventi sul collo o terapia radiante biforcazione alta paziente a rischio di clampaggio carotide controlaterale occlusa paziente ad alto rischio indicazioni allo stenting carotideo


Scaricare ppt "I Facoltà di MEDICINA e CHIRURGIA. Cattedra di Chirurgia Vascolare Sapienza – Università di Roma Con il DTC è possibile valutare: Microemboli nel corso."

Presentazioni simili


Annunci Google