La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Verso un metodo Dalle competenze alla didattica per EAS Dot.ssa Gloria Sinini

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Verso un metodo Dalle competenze alla didattica per EAS Dot.ssa Gloria Sinini"— Transcript della presentazione:

1 Verso un metodo Dalle competenze alla didattica per EAS Dot.ssa Gloria Sinini

2 Ma che cos’è la competenza??

3 La competenza secondo Le Boterf Riconoscimento sociale Processo Ovvero la si esprime mentre la si agisce Prospettiva attoriale

4 Tre dimensioni Oggettiva= aspetti osservabili, comportamenti e prestazioni Soggettiva= risorse interne (componenti motivazionali, cognitive, decisionali e di autoregolazione); sapere, saper fare, saper essere Intersoggettiva= capacità di lavorare in team, abilità relazionali, intelligenza sociale, riconoscibilità delle capacità del singolo dentro l’organizzazione

5 DIMENSIONI CRITERI LIVELLI INDICATORI ANCORE QUALI ASPETTI CONSIDERO? ESEMPI CONCRETI DI PRESTAZIONE IN BASE A COSA GIUDICO? QUALI EVIDENZE OSSERVABILI? QUALE GRADO DI RAGGIUNGIMENTO? Analisi della competenza Analisi della competenza

6 Allora cosa significa progettare per competenze?

7 Un metodo: Episodi di Apprendimento Situato EAS

8 Presupposti teorici  Freinet e la “scuola del fare” (1920 ca.)  Flipped lesson: la lezione rovesciata (Mazur, 1991)  Mobile Learning e micro-learning (Pachler, 2007) «Il metodo degli EAS si deve considerare come un approccio integrale (e integrato) all'insegnamento che, certo, nel caso dell’utilizzo di dispositivi digitali mobili trova la propria applicazione preferenziale, ma che funziona a prescindere dalla loro presenza». Rivoltella, 2013, p. 52 8

9 Un video stimolo per parlare di EAS Un metodo (attivo) basato su: - coinvolgimento attivo degli studenti - anticipazione dei contenuti nel lavoro a casa - lezione a posteriori - lavoro di gruppo - lavoro metariflessivo - Progettazione per competenze

10 Fondamenti di una didattica per EAS Superare l’idea che il pensiero della studente sia errato quando non è «riproduttivo» Sviluppare pensiero critico, creativo, pensiero «divergente» Dove sono le «costanti del sapere»? ◦Momento preoperatorio ◦Momento ristrutturativo: debriefing ◦Dove sviluppare il pensiero creativo? In tutti e 3 i momenti dell’EAS

11 EAS e progettazione Dal contenuto alle attività Apprendimento significativo La progettazione per competenze Curricolo breve

12 Modello per Competenze Iter progettuale : 1.Partire dai risultati -valutazione 2.Analisi della competenza : dimensioni, criteri, indicatori, livelli e descrittori 3.Pianificazione delle azioni progettando attività, metodi, tempi

13 DimensioniCriteriIndicatori Usare i dispositivi tecnici Sa operare e gestire i diversi strumenti tecnologici Consumare criticamente i mediaSa analizzare i messaggi Interpreta i messaggi in relazione al contesto Riconosce il formato dei messaggi Riconosce le diverse tipologie di messaggi Sa controllare i tempi del proprio consumo Usa i diversi media autoregolandosi nella fruizione Sa garantire la sicurezza propria e altrui Non diffonde dati personali propri e altrui Produrre e pubblicare responsabilmente contenuti

14 EAS e valutazione Il new assessment osservazione della prestazione vs inferenza compiti real life performance: – capacità complesse in setting applicativi procedurali – Implica la realizzazione di un prodotto – Informa lo studente sul suo andamento dynamic: – Prove “generative” che richiedono attività e creazione di nuova conoscenza – Centrato sui processi

15 Fase preparatoria 15 Fasi EASAzioni insegnante Azioni studente Logica didattica Preparatoria Assegna compiti Espone framework concettuale Fornisce uno stimolo Dà una consegna Svolge i compiti Ascolta, legge, comprende Problem solving Operatoria Ristrutturativa

16 Il lavoro a casa nel metodo EAS  s volgere azione di recupero e rinforzo dei prerequisiti necessari ad affrontare la fase operatoria in aula  p ermettere emersione delle rappresentazioni sul nuovo oggetto di studio  m ettere in relazione il nuovo contenuto con le esperienze pregresse degli discenti e i relativi significati  f amiliarizzare con il lessico che verrà utilizzato nell’EAS  f avorire una prima ricognizione esplorativa sul tema 16 Funzione di anticipazione

17 A casa: Tipologie di lavoro  Lettura (testo o video)  Ricerca (webquest,guidata)  Analisi (problema)  Esperienza  Esemplificazione 17

18 In classe: la fase iniziale della “lezione”  Framework concettuale: elementi-chiave  Situazione-stimolo: provocare, mettere in discussione, enunciare una tesi  Consegna: piano di lavoro 18

19 Fase operatoria 19 Fasi EASAzioni insegnante Azioni studente Logica didattica Preparatoria Assegna compiti Espone framework concettuale Fornisce uno stimolo Dà una consegna Svolge i compiti Ascolta, legge, comprende Sistematizza la sintesi e confronta con il lavoro svolto a casa Problem solving Operatoria Definisce i tempi dell’attività Organizza il lavoro individuale e/o di gruppo Produce e condivide un artefatto Learning by doing Ristrutturativa

20 Fase ristrutturativa 20 Fasi EASAzioni insegnanteAzioni studente Logica didattica PreparatoriaAssegna compiti Espone framework concettuale Fornisce uno stimolo Dà una consegna Svolge i compiti Ascolta, legge, comprende Problem solving OperatoriaDefinisce i tempi dell’attività Organizza il lavoro individuale e/o di gruppo Produce e condivide un artefatto Learning by doing RistrutturativaValuta gli artefatti Corregge le misconceptions Fissa i concetti Analizza criticamente gli artefatti Sviluppa la riflessione sui processi attivati Reflective learning

21 Ristrutturativa: lo studente riflette 21  È il tempo dell’apprendimento  Dal fare(momento operatorio) al riflettere sul fare  Riappropriazione di senso rispetto al momento attivo  Distacco e metacognizione

22 Progettare il momento ristrutturativo Discutere Pubblicare

23 Progettare il momento ristrutturativo DISCUTERE Riflettere sugli artefatti, sul lavoro di produzione: PdF, PdD Fissare i concetti Discutere i temi individuati

24 METDOLOGIA E TECNICHE 1. Docente facilitatore 2. Discussione metacognitiva sui processi (difficoltà, punti di debolezza, punti di forza, “ce l’ho mi manca”) 3. Pubblicazione e Condivisione prodotti Brainstorming Short writing Answer and question Mappe concettuali- mentali Conferenza studenti e confronto con chek list

25 Progettare il momento ristrutturativo PUBBLICARE Riflettere sul proprio apprendimento Condividere Documentare

26 Struttura del metodo Fasi EASAzioni insegnanteAzioni studente Logica didattica PreparatoriaAssegna compiti Espone framework concettuale Fornisce uno stimolo Dà una consegna Svolge i compiti Ascolta, legge, comprende Problem solving OperatoriaDefinisce i tempi dell’attività Organizza il lavoro individuale e/o di gruppo Produce e condivide un artefatto Learning by doing Ristrutturativa Valuta gli artefatti Corregge le misconceptions Fissa i concetti Analizza criticamente gli artefatti Sviluppa la riflessione sui processi attivati Reflective learning

27 Indicazioni biblio-sitografiche Rivoltella, P.C. Fare didattica con gli EAS, Lascuola, Brescia, Sito di SIM, primo numero gratuito


Scaricare ppt "Verso un metodo Dalle competenze alla didattica per EAS Dot.ssa Gloria Sinini"

Presentazioni simili


Annunci Google