La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITALIA DIGITALE Valori e opportunità per il mondo scientifico e le imprese ICT Roma, 28 marzo 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITALIA DIGITALE Valori e opportunità per il mondo scientifico e le imprese ICT Roma, 28 marzo 2011."— Transcript della presentazione:

1 ITALIA DIGITALE Valori e opportunità per il mondo scientifico e le imprese ICT Roma, 28 marzo 2011

2 La larga banda fase 1 Dlgs. 150/2009 – Riforma Brunetta del pubblico impiego Dlgs. 177/ Trasformazione di CNIPA in DigitPA Gennaio Varo del Piano e-gov 2012 Luglio Varo del Piano i2012 Dlgs. 235/ Modifica del Codice dellAmministrazione Digitale (CAD) 2 Le azioni già concluse

3 La larga banda fase 1 completezza normativa con date certe, esigibilità di servizi digitali da parte di cittadini e imprese realizzazioni di diffusione progressiva in corso, con trend positivo in atto: lItalia non è, nel mondo, certamente al livello di digitalizzazione della Corea del Sud, ma va segnalata la recente scalata ai primi posti in Europa 3 Dove siamo oggi

4 4 dal 2009 a oggi il livello di innovazione dei servizi della PA italiana, a confronto con i 27 Paesi UE, è cresciuto, raggiungendo e superando, in molti casi, quello dei Paesi più avanzati a fine 2010, nellindagine European e-Government Benchmarking 2010 di confronto fra gli Stati membri, la Commissione europea attesta che lItalia è tra i Paesi con i migliori risultati in tema di e-Government: prima per disponibilità seconda (ma al 99% dellindicatore) per qualità e innovazione dei 20 servizi prioritari per cittadini e imprese la disponibilità online dei servizi prioritari ha raggiunto il 100% (era il 69% nel 2009), contro una media europea dell82%. In un solo anno lindicatore è cresciuto di ben il 40% la sofisticazione dei servizi offerti è ormai al livello più alto per la quasi totalità dei 20 servizi. Insieme a Germania, Svezia e Portogallo è al 99% rispetto a una media EU27 di circa l89%, appena sotto i Paesi tradizionalmente più avanzati Italia: un Paese digitale

5 5 Disponibilità dei servizi online 2009

6 6 Disponibilità dei servizi online 2010

7 7 4 novembre parte liniziativa Reti amiche, un network di sportelli finalizzato a facilitare laccesso dei cittadini alla PA e la riduzione dei tempi di attesa, moltiplicando i punti di accesso ai servizi in rete 29 gennaio attivo il servizio Linea Amica che fornisce informazioni e assistenza ai cittadini per semplificare la burocrazia e migliorare linterazione con la PA 2 maggio è disponibile il portale innovascuola.gov.it che consente laccesso a contenuti multimediali, dispone di quasi contenuti gratuiti dedicati alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado 8 dicembre 2009 – Qualità dei servizi online : si avvia il percorso di miglioramento riduzione e razionalizzazione dei siti web della PA 1 gennaio è disponibile il portale che permette alla scuola di erogare servizi digitali alle famiglie ed agli studenti I servizi già disponibili (1/2)

8 8 22 marzo 2010 – è attivo vivifacile.gov.it, il servizio di comunicazione integrata con la pubblica amministrazione destinato a cittadini, professionisti e imprese, che dà laccesso ad aree tematiche differenti: la scuola, la salute, la previdenza, la mobilità, il fisco 3 aprile 2010 – Sanità digitale: avviato il servizio di comunicazione telematica dei certificati di malattia 26 aprile 2010 – PEC ai cittadini: parte liniziativa per il rilascio gratuito di una casella di posta elettronica certificata a tutti i cittadini maggiorenni 22 luglio Siti web della PA: disponibili le linee guida per il miglioramento dei siti web pubblici 30 novembre 2010 – PEC ai professionisti: obbligatorio luso della posta elettronica certificata da parte degli appartenenti agli ordini professionali I servizi già disponibili (2/2)

9 9 Dal luglio 2008 al dicembre 2010 il Ministro per la pubblica amministrazione e linnovazione ha firmato 170 protocolli dintesa volti a favorire la diffusione dellinnovazione con PA centrali e locali, imprese, associazioni I Protocolli per linnovazione

10 La larga banda fase 1 conseguire i risultati indicati nella Digital European Agenda in tempi certi sul breve termine conseguire i risultati prestigiosi già raggiunti da Paesi, come la Corea del Sud, sul medio termine 10 Obiettivi di ulteriore sviluppo

11 La larga banda fase 1 usando la strategia di una integrazione fra funzionalità e servizi già realizzati in singole Amministrazioni, è stato dimostrato come sia possibile scalare molte posizioni a livello internazionale la priorità per le successive azioni è valorizzare e diffondere (diffusione progressiva, e non più sperimentazione): esse sono due modalità per generare valore aggiunto quando un numero sufficiente di persone avrà consapevolezza dei servizi via via realizzati, la digitalizzazione si diffonderà con una forte accelerazione 11 La fase attuale di integrazione e diffusione progressiva

12 12 1 gennaio PA digitale: le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale 25 gennaio 2011 – Entrata in vigore del nuovo Codice dellAmministrazione digitale 2 febbraio 2011 – Sanità digitale: è pienamente operativo il servizio di comunicazione telematica dei certificati di malattia 11 aprile 2011 – Scuola digitale: è attivo il servizio di convocazione via PEC degli aspiranti alle supplenze (ca persone) 1 maggio 2011 – Memoria digitale: è attivo il servizio di consultazione online della Gazzetta Ufficiale Storica Servizi in attivazione (1/2)

13 13 1 giugno 2011 – PA digitale: è attivo il servizio di pubblicazione online dei bilanci e delle gare di appalto delle amministrazioni pubbliche 1 settembre 2011 – Scuola digitale: è attivo il servizio di gestione telematica dei flussi di cassa degli istituti scolastici 1 ottobre 2011 – Giustizia digitale: sono attivi i servizi di notifiche digitali e pagamenti online in almeno il 50% degli Uffici Giudiziari 1 ottobre PA trasparente: è attivo il servizio di misurazione e valutazione della performance in ottemperanza del decreto 150/2009 Servizi in attivazione (2/2)

14 La larga banda fase 1 la PA è uno snodo fondamentale anche sul mercato, in quanto domanda che chiama dunque lofferta - un esempio-guida: lhigh-tech public procurement la comunità scientifica costituisce elemento di valore per i prodotti e i servizi delle imprese ICT, che costituiscono lofferta in risposta alla domanda della PA, come garanzia del loro allineamento a livello internazionale il convegno ITALIA DIGITALE racconta questo nuovo mercato alle imprese ICT, a caratura internazionale 14 Perché la PA è un motore importante


Scaricare ppt "ITALIA DIGITALE Valori e opportunità per il mondo scientifico e le imprese ICT Roma, 28 marzo 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google