La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Seminario Itale Un progetto di integrazione fra sistemi: la catalogazione in ALEPH500 con lutilizzo del protocollo SBN-MARC Udine 20 aprile 2006 Antonio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Seminario Itale Un progetto di integrazione fra sistemi: la catalogazione in ALEPH500 con lutilizzo del protocollo SBN-MARC Udine 20 aprile 2006 Antonio."— Transcript della presentazione:

1 Seminario Itale Un progetto di integrazione fra sistemi: la catalogazione in ALEPH500 con lutilizzo del protocollo SBN-MARC Udine 20 aprile 2006 Antonio Scolari Le procedure di certificazione

2 2 Gruppo di mantenimento del protocollo SBNMARC Istituito dal Comitato nazionale di Coordinamento SBN il Il gruppo è costituito da sei membri: –Giovanni BERGAMIN (BNCF) - Coordinatore –Gabriella CONTARDI, ICCU –Gianna GOBERTI, Università degli Studi di Parma; –Valdo PASQUI, Università degli Studi di Firenze; –prof. Giovanni Maria SACCO, Università degli Studi di Torino; –Antonio SCOLARI, Università degli Studi di Padova;

3 3 Compiti del Gruppo di mantenimento a) definisce, pubblica e aggiorna le metodologie di test e le suite di test previste per i vari livelli di interoperabilità; b) garantisce il mantenimento e la documentazione di almeno un ambiente operativo (test bed) sufficiente a supportare leffettuazione dei suddetti test e a garantire un contesto uniforme e coerente per dati e funzioni a tutti i soggetti interessati ai test; c) mantiene una lista degli implementatori comprensiva di schede descrittive del livello di certificazione conseguito e dei riferimenti ai loro siti Web; d) certifica le successive release degli applicativi; e) promuove, anche di concerto con gli implementatori, iniziative per la diffusione e levoluzione del protocollo SBN-MARC.

4 4 Attività del Gruppo stesura di una bozza di iter procedurale per la certificazione, approvata con modifiche dal Comitato nazionale di Coordinamento SBN elaborazione di materiali per le pagine web dedicate alla certificazione: preparazione di –Questionario informativo delle funzioni supportate dal software che chiede la certificazione di conformità al Protocollo SBNMARC –Documento per l'identificazione dellapplicativo per il quale si richiede la certificazione – Casi di test sessioni di certificazione

5 5 Livelli di certificazione Livello di base: libro moderno, libro antico,authority degli autori Livello di cooperazione e profili 1.Cattura 2.Cattura e localizzazione per possesso 3.Cattura e localizzazione per possesso, creazione e correzione dei record non condivisi 4.Cattura e localizzazione per possesso e gestione, creazione, correzione ed allineamento Tipi di materiale (oltre libro moderno e libro antico) Musica / Grafica / Cartografia Authority files (oltre Autori) Titoli uniformi / Titoli di composizione / Marche / Luoghi / Soggetti

6 6 Iter procedurale A)Richiesta di certificazione allICCU B)Gestione della fase istruttoria della richiesta da parte dellICCU C)Recepimento della richiesta da parte del Gruppo D)Effettuazione delle operazioni previste per il conseguimento della certificazione E)Comunicazione dellesito della certificazione F)Rilascio del certificato

7 7 CHI CERTIFICA Il gruppo di mantenimento effettua i test di conformità dei software che effettuano la richiesta Il responsabile del procedimento amministrativo è il Direttore dellICCU Sulla base dei risultati del test il Direttore dellICCU propone al Comitato Nazionale SBN il rilascio della certificazione La certificazione viene rilasciata dal Comitato Nazionale SBN

8 8 Test di certificazione -le suite di test da eseguire, riferite ai quattro livelli di cooperazione previsti, al profilo base e agli altri profili individuati, sono pubbliche e descritte sul sito Web -per ogni suite di test sono predisposti alcuni esempi -lambiente di certificazione è diverso da quello di sperimentazione e contiene una replica dellIndice SBN di esercizio -lambiente di certificazione viene profilato attraverso le opportune parametrizzazioni in base a quanto specificato nella scheda allegata alla richiesta di certificazione -durante la sessione di certificazione i messaggi di richiesta e risposta del Protocollo SBNMARC vengono loggati -il Gruppo si avvale dellInterfaccia Diretta SBN come strumento di verifica e verbalizza le sessioni di verifica con le varie suite di test.

9 9 Cosa viene verificato? Viene verificata la conformità del software applicativo oggetto della certificazione al Protocollo SBNMARC per il livello di cooperazione e per i profili indicati dal soggetto richiedente La verifica viene quindi effettuata sulle transazioni effettuate (controllo dei log in formato XML) NON FA PARTE DELLA PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE LA VALUTAZIONE SULLA QUALITÀ DEL PRODOTTO SPECIFICO E LE SOLUZIONI ADOTTATE PER LA GESTIONE DEL COLLOQUIO

10 10 A che punto siamo sono pervenute finora 8 richieste di certificazione è stato attivato dallICCU lambiente per i test di certificazione presso il CED dellICCU la suite di test preparata ha dimostrato di essere efficace per consentire una verifica campionaria della funzionalità del colloquio sono stati eseguiti i test per 6 prodotti, le certificazioni saranno emanate con atto ufficiale dal Comitato Nazionale SBN

11 11 Sessioni effettuate


Scaricare ppt "Seminario Itale Un progetto di integrazione fra sistemi: la catalogazione in ALEPH500 con lutilizzo del protocollo SBN-MARC Udine 20 aprile 2006 Antonio."

Presentazioni simili


Annunci Google