La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lapparato endocrino insieme al sistema nervoso coordina e controlla le attività cellulari e il metabolismo, ma con meccanismi e tempi diversi: veloci per.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lapparato endocrino insieme al sistema nervoso coordina e controlla le attività cellulari e il metabolismo, ma con meccanismi e tempi diversi: veloci per."— Transcript della presentazione:

1 Lapparato endocrino insieme al sistema nervoso coordina e controlla le attività cellulari e il metabolismo, ma con meccanismi e tempi diversi: veloci per il nervoso, più lenti e di lunga durata per lendocrino. Gli organi e le cellule con funzione endocrina, producono ormoni che vengono generalmente riversati nel circolo sanguigno, raggiungono strutture bersaglio che rispondono allo stimolo ormonale attraverso recettori cellulari specifici. Gli ormoni sono : peptidi o glicoproteine steroidi

2 Lipofisi o ghiandola pituitaria è una piccola ghiandola endocrina in continuità con il diencefalo, contenuta in una depressione dellosso sfenoide chiamata sella turcica. Lipofisi è formata da due parti diverse sia per origine embrionale, sia per il tipo di produzione ormonale: Neuroipofisi Adenoipofisi

3 Il lopo posteriore dellipofisi o Neuroipofisi è formato da tre parti: - eminenza mediana - peduncolo dellinfundibolo - pars nervosa Lipofisi anteriore o adenoipofisi è formata da tre parti: - pars tuberalis - pars intermedia -pars distalis La parte intermedia si trova fra neuro e adenoipofisi

4 La neuroipofisi si forma dal pavimento del diencefalo, lipotalamo a partire da unevaginazione chiamata infundibolo a cui rimane unito attraverso il peduncolo ipofisario. Comprende tre parti: l eminenza mediana, una pars nervosa e il peduncolo. Essa è costituita da cellule gliali, i pituiciti e da lunghe fibre nervose i cui corpi cellulari sono situati nellipotalamo e sintetizzano neurosecreti che fluiscono poi negli assoni e vengono riversati direttamente nei capillari sanguigni. Per questo motivo la neuroipofisi è definito organo neuroemale.

5 Nella neuroipofisi si trovano i neuriti dei neuroni dei nuclei sopraottico e paraventricolare che si connettono con il sistema portale ipofisario e con il circolo sistemico I neuroni della neuroipofisi sono definiti neurosecretori perché producono ormoni che viaggiano attraverso gli assoni e vengono poi immessi in circolo

6 I neuroni neurosecretori producono ormoni che vengono: A)inviati attraverso il sistema portale ipofisario alladenoipofisi i fattori di rilascio o inibenti modulandone lattività B) rilasciati nel circolo sanguigno (vasopressina o ADH e ossitocina)

7 Ormoni prodotti dalla neuroipofisi e rilasciati nel circolo sistemico sono: ossitocina che provoca contrazioni delle fibrocellule muscolari lisce dellutero e della gh. mammaria; ormone antidiuretico (ADH) o vasopressina che agisce sulle cellule dei tubuli renali aumentando il riassorbimento di acqua e sui vasi aumentando la pressione sanguigna

8 Alcuni ormoni prodotti dalla neuroipofisi – releasing factors – vengono inviati attraverso il sistema portale ipofisario alladenoipofisi, e ne modulano lattività secre- toria. Ladenoipofisi a sua volta regola lattività di altri organi bersaglio attraverso la produzione di diversi ormoni, che stimolano altri organi bersaglio a produrre altri ormoni i quali con un meccanismo a feed back, controllano lattività della neuroipofisi Neuroipofisi Adenoipofisi Organi bersaglio

9 Ladenoipofisi sintetizza diversi ormoni detti tropine che regolano lattività di altre ghiandole endocrine La parte intermedia produce lormone intermedina o melanotropo che regola la sintesi e la distribuzione dei granuli di melanina nei melanofori.

10 Ladenoipofisi è costituita da cordoni cellulari con differenti affinità tintoriali per i coloranti e quindi vengono distinte Cellule cromofobe Cellule cromofile acidofile basofile Cellule acidofileCellule basofile e/o cromofobe

11 Ormoni prodotti dalladenoipofisi sono: Ormone tireotropo - TSH - stimola la tiroide Ormone corticotropo- ACTH –stimola la corticale del surrene Ormone somatotropo- STH- ha azione generalizzata sulla crescita Ormoni gonadotropi, follicolostimolante – FSH- e luteinizzante – LH- agiscono sulle gonadi Ormone prolattina ha azione sulla gh. Mammaria Ciascuno di questi organi produrrà ormoni specifici il cui tasso ematico influirà sul controllo della neuroipofisi.

12 La tiroide è una ghiandola impari posta nel collo sotto la laringe, ai lati della trachea; è formata da due lobi congiunti da un tratto chiamatoistmo. E rivestita da una capsula connettivale che penetra e la divide in lobuli. Il parenchima è organizzato in follicoli.

13 I follicoli tiroidei sono formati da un epitelio cubico semplice che circondano una cavità occupata dalla colloide. Il loro aspetto varia a seconda dello stato funzionale. Nella colloide sono temporaneamente immagazzinati gli ormoni della tiroide che vengono poi immessi in circolo. Le cellule epiteliali hanno una doppia polarità perché possono pompare il secreto sia verso la cavità sia verso i capillari sanguigni.

14 La tiroide produce due ormoni la Triiodotironina, T3 (forma attiva) e la Tetraiodotironina o tiroxina T4. Questi vengono accumulati nella colloide coniugati ad una proteina la tireoglobulina,prodotta dalle cellule follicolari, ma al momento del rilascio se ne distaccano e gli ormoni vengono riversati in circolo dopo aver attraversato le cellule follicolari. Gli ormoni tireoidei influenzano tutti i processi metabolici di tipo ossidativo ed energetici, sono molto importanti nelle fasi di accrescimento.

15 Fra i follicoli tiroidei sono presenti cellule parafollicolari, chiare cellule C, con funzione endocrina. Producono lormone calcitonina, che regola il livello ematico di calcio, con funzione antagonista al paratormone, prodotto dalle ghiandole paratiroidi.

16 Le paratiroidi sono quattro piccole masse situate posteriormente alla tiroide, due in corrispondenza di ciascun lobo. Sono organizzate in forma di cordoni cellulari e capillari sanguigni in cui viene riversato il paratormone, la cui funzione è quella di regolare, il tasso di calcio ematico.

17 Le ghiandole surrenali sono due piccoli organi situati sul polo Superiore di ciascun rene. Sono ricoperte da una capsula connettivale E sono riccamente vascolarizzate Sono costituite da due parti corticale e midollare, differenti per origine embrionale, organizzazione istologica e produzione di ormoni

18 Midollare Corticale Sezione trasversale di ghiandola surrenale

19 La zona reticolare produce androgeni La zona fascicolata produce corticosteroidi e glicocorticoidi con effetti sul metabolismo e in particolare su quello glucidico. La zona glomerulare produce mineralcorticoidi, fra cui aldosterone che agisce sul riassorbimento renale di sodio. I cordoni cellulari che costituiscono la corteccia appaiono diversamente organizzati e formano tre strati a diversa produzione ormonale

20 Midollare La midollare del surrene è di origine neuroectodermica e le sue cellule producono due ormoni adrenalina e noradrenalina (catecolamine) che esercitano gli stessi effetti del sistema nervoso ortosimpatico.

21 Le catecolamine hanno effetto sul metabolismo glucidico e lipidico e sul metabolismo energetico in generale, mobilizzando i depositi di grasso e glicogeno Regolano la pressione sanguigna agendo sui vasi Agiscono sulla muscolatura liscia delle vie respiratorie Lo stress determina un rapido rilascio di catecolamine.


Scaricare ppt "Lapparato endocrino insieme al sistema nervoso coordina e controlla le attività cellulari e il metabolismo, ma con meccanismi e tempi diversi: veloci per."

Presentazioni simili


Annunci Google