La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia."— Transcript della presentazione:

1 Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia e Ostetricia Direttore Prof. A. Cianci FISIOLOGIA DELLAPPARATO GENITALE FEMMINILE Prof. M. Panella

2 INTRODUZIONE La funzione riproduttiva femminile è regolata da un complesso sistema di integrazioni di tipo NEUROENDOCRINO che coinvolgono: ipotalamo ipofisi ovaie Strutture che compongono lasse riproduttivo

3 Ipotalamo Produce e Secerne dai suoi nuclei fattori di rilascio ( releasing factor) CRF ( corticotropin releasing factor) ACTH TRH ( thyrotropin releasing factor) TSH GnRH (gonadotropin releasing factor) LH-FSH

4 Adenoipofisi Porzione anteriore della ghiandola ipofisaria che rappresenta assieme allovaio la componente ENDOCRINA dellasse riproduttivo Stimolata dal GnRH secreto dallipotalamo, produce e Rilascia nel circolo ematico le gonadotropine : LH ormone luteinizzante FSH ormone follicolo stimolante Ormoni da cui dipende la ciclicità ovarica

5 Ovaio Organo doppio con la caratteristica di avere una specifica alternanza funzionale tra il destro e il sinistro Lo stimolo delle gonadotropine (dellFSH prima e poi dellLH) permette ai follicoli(componenti funzionali dellovaio) di inziare la loro maturazione; di questi uno soltanto sarà quello che giungerà ad ovulare. Con la maturazione dei follicoli lovaio produce ormoni steroidi: Estradiolo Progesterone Androgeni

6 Regolazione feedback

7 Funzione ipotalamo-ipofisaria Completato lo sviluppo puberale nella femmina i nuclei ipotalamici sopraottico e paraventricolare producono e secernono in maniera pulsatile il GnRH Il rilascio pulsatile è la risultante di molte modulazioni di: Tipo positivo ( noradrenalina) Tipo negativo (oppioidi endogeni,CRF,serotonina,dopamina)

8 Funzione ipotalamo-ipofisaria Il GnRH attraverso il circolo portale ipofisario raggiunge ladenoipofisi e ne stimola la funzione in modo alternante. Le cellule gonadotrope con larrivo di questo stimolo episodico rilasciano nella stessa maniera le gonadotropine : FSH -LH Il GnRH inoltre induce la neosintesi di gonadotropine e dei recettori di membrana per il GnRH

9 Ciclo Ovarico Si intende tutto linsieme delle variazioni che si realizzano a seguito dello stimolo gonadotropinico nellovaio e che portano alla maturazione dei follicoli, allovulazione e successivamente,alla formazione del corpo luteo SI DIVIDE IN DUE FASI: FASE FOLLICOLARE FASE LUTEALE

10 Ciclo Ovarico La FASE FOLLICOLARE vede come protagonista la stimolazione dell FSH; dura circa 14 gg, ma è di particolare interesse clinico ricordare che, può variare la sua durata a più di 14gg (è lovulazione che avviene più tardivamente) talvolta anche a meno 10-11gg La FASE LUTEALE vede come protagonista la stimolazione dellLH, dura 14gg mantenendosi pressochè costante come durata. Lintervallo tra un ciclo ovarico e laltro si modifica quindi solo per lo spostamento del momento dellovulazione

11 Ciclo Ovarico FASE FOLLICOLARE LFSH stimola le cellule della granulosa dei follicoli primordiali inducendone la replicazione e lattivazione Aumentando di numero le cellule si dispongono in più strati ed iniziano a sintetizzare steroidi Quindi la stimolazione dellFSH ha come effetto laumento dello spessore dello strato delle cellule della granulosa del FOLLICOLO PRIMORDIALE, che così diviene PRIMARIO e successivamente SECONDARIO e poi PREOVULATORIO

12 Ciclo Ovarico FASE FOLLICOLARE La stimolazione dellFSH induce: La sintesi di ormoni androgeni che, aromatizzati dalle stesse cellule della granulosa,sono trasformati in estradiolo. Laumento di sintesi dei recettori di membrana per le stesse gonadotropine FSH ed LH

13 Ciclo Ovarico FASE FOLLOCOLARE Più follicoli sono coinvolti (fino a 6-10) ma uno solo, raramente due, completeranno la loro maturazione così da giungere allo stadio di FOLLICOLO PRE-OVULATORIO Gli altri andranno incontro ad involuzione o atresia.

14 Ciclo Ovarico FASE FOLLICOLARE Durante questa fase di maturazione si realizza un interessante Feed-Back negativo Lestradiolo i cui livelli vanno aumentando dal 1° giorno della fase follicolare verso il 14°esercita una inibizione sul rilascio di FSH dallipofisi Contemporaneamente si assiste ad un aumento dei recettori per lFSH sulle cellule della granulosa e della loro sensibilità per lFSH Permettendo così a concentrazioni sempre più basse di FSH di stimolare le cellule della granulosa

15 Ciclo Ovarico FASE FOLLICOLARE Verso il 12°-13° giorno I livelli di FSH sono troppo bassi per sostenere unadeguata produzione di estradiolo, per cui le concentrazioni cominciano a ridursi Per il meccanismo di FEED BACK alla riduzione dellestradiolo consegue un aumento rapido dei livelli di FSH (picco periovulatorio)accompagnato da quello dellLH ROTTURA DEL FOLLICOLO E LIBERAZIONE DELLA CELLULA UOVO

16

17 Ciclo Ovarico FASE LUTEALE Inizia con lovulazione ed è lLH la gonadotropina che guida questa fase LLH determina sulle cellule della teca linduzione di vie sintetiche che portano ad una riduzione della produzione di estradiolo e ad un aumento della sintesi di PROGESTERONE, si forma in pratica il CORPO LUTEO I livelli di progesterone raggiungono i valori massimi tra il 5°e l8° gg dopodichè se non si instaura una gravidanza,iniziano a calare.

18 Ciclo Ovarico FASE LUTEALE I livelli di PROGESTERONE saranno molto bassi verso il 12°-14° giorno della fase luteale (26°-28°g del ciclo mestruale)ed attiveranno lo: SFALDAMENTO DELLENDOMETRIO MESTRUAZIONE

19 Ciclo mestruale

20 Ciclo Mestruale Segue le variazioni ormonali del ciclo ovarico Nella fase follicolare a livello endometriale sono presenti solo gli sfondati ghiandolari Lo STIMOLO ESTROGENICO induce la rapida proliferazione endometriale oltre che la ricostituzione della trama vascolare sottomucosa

21 Ciclo Mestruale Nella fase luteale il progesterone blocca la replicazione cellulare la neoformazione dei vasi capillari sottomucosi e induce un aumento della ritenzione idrica tissutale sottomucosa Lo spessore dellendometrio e della sottomucosa si raddoppia fin ad essere di 10-15mm e si prepara per un eventuale impianto. Verso l8°-9°g della fase luteale la secrezione di P si riduce e non è più tale da mantenere la ottimale vitalità delle cellule endometriali SFALDAMENTO ENDOMETRIO MESTRUAZIONE

22 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Universita degli Studi di Catania Facoltà di Medicina e Chirurgia Policlinico Universitario G.Rodolico – Catania Unità Operativa Complessa di Ginecologia."

Presentazioni simili


Annunci Google