La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quale salute per i nostri figli? Claudio Tortone, Medico di Sanità Pubblica Prevenzione e gestione del Rischio Progetto RETE Scuola Sicura Rivoli-Alpignano-Collegno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quale salute per i nostri figli? Claudio Tortone, Medico di Sanità Pubblica Prevenzione e gestione del Rischio Progetto RETE Scuola Sicura Rivoli-Alpignano-Collegno."— Transcript della presentazione:

1 Quale salute per i nostri figli? Claudio Tortone, Medico di Sanità Pubblica Prevenzione e gestione del Rischio Progetto RETE Scuola Sicura Rivoli-Alpignano-Collegno A.S. 2009/10

2 Risorse Salute positiva Salutogenesi Fattori di rischio Malattia Patogenesi Opportunità di salute Capacità di salute INDIVIDUOCOMUNITÀ Modello European Health Promotion Indicators Development Davies et al. (2006)

3 Risorse Salute positiva Salutogenesi Fattori di rischio Malattia Patogenesi Opportunità di salute Capacità di salute INDIVIDUOCOMUNITÀ Modello European Health Promotion Indicators Development Davies et al. (2006)

4 La salutogenesi si interessa principalmente di ciò crea salute ovvero di tutto ciò che permette alle persone, anche in situazioni di forte avversità ( un trauma, una malattia cronica, la disabilità, precarie condizioni socio-economiche… ), di compiere scelte di salute, utilizzando risorse e appropriandosi di capacità. Antonovsky, 1996 La risorse sono di diverso tipo: - interne: fattori biologici, caratteristiche di personalità, atteggiamenti, abilità psico-sociali… - esterne: beni a disposizione nel proprio contesto, relazioni, servizi… … non ci si riferisce solo a ciò che c’è a disposizione, ma anche a ciò che le persone sono in grado autonomamente, responsabilmente e liberamente di utilizzare e riutilizzare (health literacy)

5 La capacità di saper usare le proprie risorse di resistenza è basata sul proprio senso di coerenza… “un globale, sebbene penetrante, sentimento che qualsiasi cosa accada nella vita essa può divenire comprensibile e può essere gestita. C’è anche uno scopo e un significato legati ad ogni cosa.” Antonovsky, 1996

6 Risorse Salute positiva Salutogenesi Fattori di rischio Malattia Patogenesi Opportunità di salute Capacità di salute INDIVIDUOCOMUNITÀ Modello European Health Promotion Indicators Development Davies et al. (2006)

7 CAMBIAMENTI nello SCENARIO dal semaforo….. ….. alla rotonda Mauro Croce, 2009

8 CAMBIAMENTI nello SCENARIO Lentezza Velocità Ritualità Consumo Socialità Solitudine Manualità Tecnologia Visibilità Invisibilità Contestualizzazione Globalità (de-contestualizzazione) Complessità Semplicità Relazioni Surfing (cogliere le opportunità) Si/No Dipende MODERNITÀPOST-MODERNITÀ crisi?

9 Dahlgren G, Whitehead M Policies and Strategies to Promote Equity in Health. Copenhagen: WHO Regional Office for Europe. c cc complessità m mm molteplicità c cc corresponsabilità

10 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving Il capitale di conoscenza non giova solo agli individui che lo possiedono, ma quando si diffonde a livello collettivo produce benessere per tutti. (J. Heckman, 2009)

11 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving È nei primi anni di vita che i bambini acquisiscono i fondamenti del sistema logico e linguistico. Se in quel periodo i piccoli vivono in famiglie povere di conoscenza il loro sviluppo sarà compromesso. I recuperi sono inefficienti, costosi per gli individui e per le finanze pubbliche che sostengono i sistemi educativi in quei salvataggi tardivi.

12 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving Dunque è importante investire i nidi e scuole di infanzia di qualità: -si offrono punti di partenza meno sfavorevoli ai figli delle famiglie svantaggiate - si mettono le basi per accumulare un buon capitale umano diffuso in futuro - crea posti di lavoro soprattutto al femminile: libera tempo lavoro e consegna reddito da spendere

13 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving Nel Consiglio Europeo con il Trattato di Lisbona i Governi si erano impegnati a favorire l’occupazione femminile con il rafforzamento dei servizi per l’infanzia entro il 2010 Almeno il 33% dell’utenza potenziale Solo Bologna supera l’obiettivo Regione Emilia-Romagna si avvicina Calabria3% Campania2% Puglia 1%

14 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving

15 Educare alle competenze psico-sociali o capacità utili per la vita “Sviluppo di abilità cognitive, emotive e relazionali che consentono all’individuo di operare con competenza sia sul piano individuale che sociale…” Gestione dell’emotività Gestione dello stress Autocoscienza Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni Pensiero creativo Pensiero critico Decision making Problem solving

16 insegnamento ed educazione apprendimento ben-essere (dal punto di vista…) avere sentire essere salute scuola famiglia comunità territorio condizioni scolastiche contesto e ambiente materie scolastiche e organizzazione orari, numerosità classi punizioni, sicurezza servizi, salute mensa,… relazionisociali relazioni socialiclima dinamiche di gruppo relazione insegnanti- studenti relazioni tra pari bullismo co-operazione con le famiglie direzione,… strumenti per l’affermazione di sé valorizzazione degli studenti guida, sostegno promozione dell’autostima, dell’uso della creatività,… salutemalattieinfortuni,… tempo The School well-being Model (Konu and Rimpela, 2002)

17 “competenze personali, interpersonali e interculturali, che riguardano tutte le forme di comportamento che consentono alle persone di partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale e lavorativa...., come anche di risolvere i conflitti, ove ciò sia necessario”. l’educazione alla salute come assunzione del rispetto di se stessi e degli altri e l’educazione stradale come educazione alla responsabilità nelle proprie scelte e nelle proprie azioni. Documento d’indirizzo per la sperimentazione dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”

18 QUALE SICUREZZA? EDUCATIVO FORMATIVO edificio sicuro comportamenti sani e sicuri, stili di vita condivisione e rispetto delle regole procedure per la sicurezza ruoli e compiti definiti competenze personali, interpersonali … … STRUTTURALE TECNICO- ORGANIZZATIVA

19 Risoluzione di Vilnius MIGLIORARE LE SCUOLE ATTRAVERSO LA SALUTE Terza Conferenza Europea delle Scuole promotrici di Salute giugno 2009, Vilnius, Lituania

20 La promozione della salute è l’arte e la scienza di aiutare la gente a scoprire le sinergie tra le loro passioni principali e la migliore salute, migliorando le motivazioni che portano ad una salute ottimale, sostenendola nel cambiare i propri stili di vita per avanzare verso uno stato di salute ottimale. La salute ottimale è un equilibrio dinamico di salute fisica, emozionale, sociale, spirituale e intellettuale. Il cambiamento dello stile di vita può essere facilitato attraverso la combinazione dell’apprendimento esperienziale, che aumenta la conoscenza, fa crescere la motivazione e crea capacità ed, ancora più importante, attraverso la creazione di opportunità che aprono l’accesso ad ambienti che rendono scelte più facili le pratiche positive di salute. Michel P. O’Donnell, AJPH, 2008

21 “Ho capito… che sono tante anche le risposte che bisogna trovare dentro di noi. Ciò che intendo è una libertà di idee: intellettuale, artistica, spirituale. Un percorso necessario per liberarsi dalle gabbie che ci impone la società d’oggi con i suoi cliché, opprimenti soprattutto per le donne. È questa l’unica via che abbiamo per la felicità.” “So bene che qui nasci povero, morirai povero. A meno che non ti venga offerta un’opportunità. Che si chiama istruzione.”

22 La nostra mente non sta nella testa come siamo soliti credere, ma nel nostro corpo e precisamente nei sistemi psico-neuro-endocrino e immunitario, che non sono circuiti chiusi, ma di continuo attraversati e modificati dagli stimoli ambientali che quando sono favorevoli, garantiscono le condizioni di benessere e salute e, quando sono sfavorevoli, l’insorgenza di malattie (Soresi E. Il cervello anarchico, UTET 2005)

23 complesso delle azioni capacità cambiamenti possibilità di governo singoli comunità Il complesso delle azioni dirette non solo ad aumentare le capacità degli individui, ma anche ad avviare cambiamenti sociali, ambientali ed economici, in un processo che aumenti le reali possibilità di governo, da parte dei singoli e della comunità, dei determinanti di salute. Promozione della Salute Health Promotion Glossary, OMS 1998

24 “I programmi di promozione della salute hanno un maggiore successo se sono integrati nella vita quotidiana delle comunità, basati basati sulle tradizioni locali e condotti condotti da membri della comunità stessa”. tratto da Delineare il futuro della Promozione della salute: le priorità per l’azione, IUHPE Vancouver 2007


Scaricare ppt "Quale salute per i nostri figli? Claudio Tortone, Medico di Sanità Pubblica Prevenzione e gestione del Rischio Progetto RETE Scuola Sicura Rivoli-Alpignano-Collegno."

Presentazioni simili


Annunci Google