La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) 4-5-6 aprile 2013 LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO Contributo di Stefano Lucchini Sindaco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) 4-5-6 aprile 2013 LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO Contributo di Stefano Lucchini Sindaco."— Transcript della presentazione:

1 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO Contributo di Stefano Lucchini Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia

2 2 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia UN NUOVO PARADIGMA: ATTIVARE PROCESSI DI VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO AVENDO COME RIFERIMENTO LA QUALITA DI VITA DELLE COMUNITA Il nuovo paradigma è che si può ottenere di più in termini di qualità della vita e di crescita economica anche se consumiamo meno risorse, ma questo contemporaneamente se si attribuisce valore, anche economico, ad altre componenti non materiali. Attualmente non è possibile dire che per andare in questa direzione esista un percorso codificato ed univoco: la soluzione bisogna ancora individuarla. Quello che sicuramente è vero, è che non sono sufficienti piccole correzioni e modifiche del presente, occorre un profondo cambio di orientamento che consenta la transizione da un modello di sviluppo centrato sul consumo ad uno attento alla sostenibilità ambientale, economica e sociale.

3 3 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia LA VALORIZZAZIONE TROVA ENERGIA DALLE RETI LOCALI – PROMOZIONE DELLE COMUNITA DI CAMBIAMENTO Lidea di progettare un oggi ed un futuro dimensionato alle peculiarità di una specifica comunità necessita di pratiche partecipative che possano interagire con le istituzioni e favorire le progettualità locali. Questo processo può essere attivato con la gestione di laboratori ovvero di comunità di cambiamento fondate sulla corresponsabilità dei diversi soggetti nelle dinamiche e nelle scelte di intervento e finalizzate alla condivisione e allidentificazione della gerarchia dei bisogni e allimportanza delle relazioni quindi, della priorità degli interventi in sintonia non solo con la limitatezza delle risorse, ma ispirate ad un comune progetto di sviluppo sostenibile.

4 LE PISTE PER LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO 4 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia

5 5 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 1.COESIONE E VITA DI COMUNITA Vision Il tessuto dei legami di fiducia e di solidarietà nei borghi e sui territori, aiuta ad alimentare un clima sociale più propenso allintegrazione fra gli abitanti stabili, quelli temporanei e nuovi cittadini. La coesione sociale come un plus delle comunità è una grande opportunità per creare comunità aperte e solidali capaci di rigenerare risorse e opportunità locali, comunità quindi propense ad apprezzare una logica di sviluppo sostenibile e rispettoso dei valori storicamente consolidati.

6 6 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 1.COESIONE E VITA DI COMUNITA Obiettivi specifici promuovere un welfare locale di maggiore prossimità, in gado di farsi carico di coloro che sono in condizioni di maggiore difficoltà; sviluppare una cooperativa di comunità quale strumento condiviso di cooperazione fra cittadini e soggetti economici che, in un quadro di mobilitazione di risorse del lavoro e del volontariato, possa costituire una risposta orizzontale ai fabbisogni di servizio sia a livello integrato con quelli esistenti che di arricchimento delle potenzialità di risposta ai bisogni; promuovere un percorso di accoglienza basato sullintegrazione come valore, sullo scambio di opportunità e sulla valorizzazione delle differenze quale fattore competitivo di una comunità aperta orientata al futuro; attivare processi di accoglienza della comunità locale verso le famiglie che si stabiliscono in un territorio nuovo, a partire dallattivazione di uno sportello di accoglienza, uno spazio per incontrare i neoresidenti e dar loro il benvenuto invitandoli alle iniziative locali, la realizzazione di una mappa con i punti di riferimento significativi (servizi, luoghi daggregazione, associazioni, ecc.) sostenere linclusione di categorie a rischio e prevenire forme di disagio sociale, attraverso lo sviluppo di servizi innovativi basati sullimpiego di tecnologie ICT; sostenere lo sviluppo di soluzioni innovative per migliorare la qualità di vita e la cura della popolazione anziana, attraverso lo sviluppo di nuovi sistemi e servizi finalizzati ad agevolare la mobilità, il prolungamento della vita attiva e ridurre lisolamento sociale, ivi inclusa la realizzazione di approcci diagnostici e terapeutici innovativi per malattie particolarmente critiche.

7 7 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 2.PAESAGGIO URBANO ED EXTRAURBANO Vision Lintervento sui centri storici e la preservazione del paesaggio devono costituire uno strumento complesso di risposta non solo ai problemi funzionali e tecnici ma anche loccasione per valorizzare limmagine del territorio, il paesaggio urbano e naturale, le produzioni agricole locali. Ciò può avvenire a condizione che si attivi un patto tra cittadini e Amministrazione per linnalzamento della qualità degli interventi e che si adotti un approccio innovativo ed intelligente - sul modello dellecologia del paesaggio - capace di sovrapporre agli indicatori di qualità tradizionali quelli relativi ai nuovi parametri della sostenibilità ambientale ed energetica.

8 8 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 2.PAESAGGIO URBANO ED EXTRAURBANO Obiettivi specifici integrare la pianificazione urbana esistente migliorando gli effetti attesi, nel medio periodo, sul piano estetico- architettonico, dellefficienza energetica degli edifici e del decoro ed organizzare degli spazi quali luoghi di ospitalità; sviluppare sistemi di mobilità urbana sostenibili e perseguire lobiettivo di azzerare le emissioni di gas climalteranti nellambiente urbano; sostenere la qualità abitativa, il social Housing e la qualità di vita e la dinamica comunitaria fra residenti; rafforzare linterconnessione fra il paesaggio urbano e lagricoltura di prossimità promuovendo percorsi di interfunzionalità che, basati sulla valorizzazione delle biodiversità, siano portatori di vantaggi economici e di qualità reale per i cittadini; potenziare le iniziative e gli interventi per il sostegno alle esigenze abitative, promuovendo laumento dellofferta pubblica, privata e cooperativa di case in affitto non solo a favore delle categorie sociali tradizionalmente svantaggiate ma anche a favore dei nuovi fabbisogni manifestati da studenti, giovani coppie e famiglie monoreddito. promuovere, nellambito del settore edilizio e in chiave sostenibile, lo sviluppo di nuove soluzioni, tecnologie e nuovi materiali ad alta prestazione, diretti, secondo il principio dello zero impact building, al miglioramento dellefficienza energetica e alla riduzione dellimpatto ambientale. promuovere lo sviluppo di nuove conoscenze, soluzioni tecnologiche innovative, impianti, costruzioni e prodotti altamente innovativi che, secondo uno schema di Ambient Intelligence ed Ambient Assisted Living, permettano di ridisegnare lambiente di vita domestico in modo da garantire una migliore qualità della vita delle persone, linclusione, la sicurezza, nonché una piena autonomia delle persone diversamente abili.

9 9 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 3.CITTA (E BORGHI) INTELLIGENTI Vision Il tema dellenergia, luso senza sprechi, la produzione senza deturpare le risorse naturali, la gestione delle risorse che non diventi mero costo ma opportunità, abbracciano trasversalmente ogni vettore di sviluppo e crescita delle nostre comunità. Le Smart Cities, le città intelligenti, sono loccasione per far maturare un insieme di metodi di governo urbano e di buone prassi: le soluzioni tecnologiche disponibili, insieme ad un percorso partecipato e diffuso delle scelte programmatiche con la concreta e semplice gestione quotidiana dei vettori energetici, consentiranno alle nostre comunità di migliorare la loro qualità ambientale a vantaggio del benessere dei cittadini e delle future generazioni.

10 10 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 3.CITTA (E BORGHI) INTELLIGENTI Obiettivi specifici sviluppare in unottica eco-sostenibile nuove modalità di gestione e valorizzazione dei rifiuti, attraverso lo sviluppo di sistemi tecnologici innovativi integrati per la raccolta, il trasporto, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti materiali (soprattutto in loco); lo sviluppo di tecnologie per il monitoraggio, controllo e riduzione dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi derivanti dallimpiego di sostanze pericolose; la messa a punto di soluzioni tecnologiche per il riutilizzo dei reflui e degli scarti della lavorazione industriale, anche in chiave energetica; lo sviluppo di tecnologie per la realizzazione di nuovi prodotti derivanti dal riciclo dei materiali di scarto. promuovere, nellambito della mobilità urbana, su gomma, lo sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni ICT innovative finalizzate a migliorare linteroperabilità dei sistemi informativi logistici promuovere lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche e gestionali in grado di favorire la produzione e la gestione integrata a livello locale delle diverse fonti energetiche rinnovabili e dei relativi sistemi di distribuzione; promuovere lo sviluppo di servizi innovativi al pubblico, con particolare riguardo al settore E-government, e alle imprese, con particolare riferimento alle PMI, mediante lo sviluppo di prototipi funzionanti che contribuiscano ad adottare e diffondere piattaforme cloud e le relative applicazioni e servizi. Le nuove tecnologie dovranno essere in grado di migliorare la qualità e laccessibilità dei servizi, garantire elevati standard di interoperabilità tra sistemi cloud differenti, promuovere implementazioni di riferimento basate su soluzioni open source, ridurre i costi di adozione da parte delle imprese di nuove tecnologie ICT, incrementando il ritorno degli investimenti e riducendo il time to market dei loro prodotti/servizi.

11 11 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 4.CULTURA ED IDENTITA Vision Fare ed essere comunità in luoghi a misura duomo, significa ricercare uno stile di vita e di valori che favoriscono la riappacificazione fra luomo e lambiente, suggellando il reciproco interesse nel riequilibrio dei rapporti. Il patrimonio culturale materiale ed immateriale trasmesso di generazione in generazione è costantemente ricreato dalla comunità in funzione del suo ambiente, della sua interazione con la natura e la storia, e dà, alla comunità stessa, un senso didentità e di continuità. Nel racconto nuovo del territorio dovrà affermarsi la varietà dellofferta culturale e saranno decisivi il contributo, lattenzione e la vivacità delle giovani generazioni, la volontà di mettersi in gioco per contribuire sia alla salvaguardia che allevoluzione della struttura sociale, economica-produttiva ed ambientale dei territori e dei loro contesti.

12 12 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 4.CULTURA ED IDENTITA Obiettivi specifici promuovere un piano condiviso di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale (materiale ed immateriale) assicurando la sua preservazione nel tempo, la sua piena e sostenibile fruizione e la sua utilizzazione per rafforzare il carattere identitario locale e leconomia della conoscenza; promuovere lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche per la diagnostica, il restauro, la conservazione, la digitalizzazione e la fruizione dei beni culturali materiali e/o immateriali;

13 13 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 5.ECONOMIA DELLESPERIENZA E DELLOSPITALITA Vision I borghi e le loro comunità spesso sono come soggetti attivi delleconomia dellesperienza, ovvero artefici di una ospitalità nuova e capace di far partecipare il visitatore al ritmo di vita locale per uno sviluppo sostenibile del turismo che vada incontro ai bisogni dei turisti ma allo stesso tempo protegga e migliori le opportunità per il futuro. Con politiche di valorizzazione dei propri elementi tipici, il piccolo comune è in grado di esprimere, come dimostrano diverse esperienze di successo, la sua, del tutto unica, capacità di offrire al visitatore, escursionista o turista, una risposta alla ricerca di comunità, relazioni umane, tipicità, identità in cui egli può riconoscersi e compiere esperienze gratificanti.

14 14 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 5.ECONOMIA DELLESPERIENZA E DELLOSPITALITA Obiettivi specifici concepire un modello di ospitalità innovativo, pensato per incrociare lesperienza (identità, saper fare, storia) del luogo con i desideri degli ospiti (turisti, visitatori e nuovi residenti) che aspirano a scoprire una destinazione unica e a vivere una esperienza; promuovere un modello di ricettività composto da strutture piccole e diffuse, di carattere in grado di fornire qualità e di assicurare una ospitalità da ricordare; supportare la creazione di una piattaforma di offerta integrata, fra gli operatori, in grado di ottimizzare i servizi, di generare economie di scala e di esprimere una immagine unica e coordinata;

15 15 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 6.SAPER FARE PRODUTTIVO E IMPRENDITORIALITA Vision La creatività artigiana è sapienza di comunità. Le imprese artigiane producono beni e/o realizzano servizi di prossimità che concorrono significativamente a determinare il grado e il livello di qualità di vita di una comunità locale, creando occupazione, stabilità sociale, e possibilità di sviluppo futuro. Lartigianato è portatore di un valore sociale che il settore crea attraverso linterazione con i soggetti economici e sociali del territorio, con la collettività e con lambiente circostante. Nei borghi, dove la cultura del saper fare non è direttamente collegata con il farsi impresa, è necessario puntare sulla promozione dellautoimprenditorialià, fornire esempi di imprenditorialità, diffondere buone pratiche e lavorare tenendo ben presenti le opportunità che offre il mercato.

16 16 Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia 6.SAPER FARE PRODUTTIVO E IMPRENDITORIALITA Obiettivi specifici valorizzare il saper fare locale quale risorsa strategica per rigenerare talenti, rilanciare produzioni di piccola scala portatrici di lavoro e per facilitare il connubio fra produzione, lavoro e cultura – arte; facilitare lo scambio intergenerazionale nel saper fare affinché le persone anziane con competenze possano diventare i mentori di giovani desiderosi di costruire un progetto pensato per mettersi alla prova; sostenere le reti corte locali fra imprese allo scopo di sviluppare forti economie di scala e di prossimità, di agevolare la ricerca di sbocchi di mercato comuni e per formare un sistema coordinato di operatori economici che mattono al centro del loro agire.

17 GRAZIE DELLATTENZIONE Stefano Lucchini Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) aprile 2013 Assisi (PG) – 6 aprile Contributo di Stefano Lucchini – Sindaco di Sauris (UD) – Vice Presidente Nazionale Associazione Borghi Autentici dItalia


Scaricare ppt "Scuola ANCI per Giovani Amministratori – Assisi (PG) 4-5-6 aprile 2013 LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO Contributo di Stefano Lucchini Sindaco."

Presentazioni simili


Annunci Google