La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonio Messeni Petruzzelli DIMeG,Politecnico di Bari, Italia Economia ed Organizzazione Aziendale (A-K) CdL in Ing. Meccanica CdL in Ing. Meccanica Massimizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonio Messeni Petruzzelli DIMeG,Politecnico di Bari, Italia Economia ed Organizzazione Aziendale (A-K) CdL in Ing. Meccanica CdL in Ing. Meccanica Massimizzazione."— Transcript della presentazione:

1 Antonio Messeni Petruzzelli DIMeG,Politecnico di Bari, Italia Economia ed Organizzazione Aziendale (A-K) CdL in Ing. Meccanica CdL in Ing. Meccanica Massimizzazione del Profitto e lOfferta Concorrenziale

2 Mercato Perfettamente Concorrenziale Ogni impresa non ha alcuna influenza sul prezzo di mercato I prodotti di tutte le imprese sono perfetti sostituti, ossia omogenei Non sussistono costi particolari che ostacolino lentrata (uscita) di unimpresa nel (dal) mercato

3 Profitto È la differenza tra ricavo totale e costo totale (q) = R(q) – C(q) R = Pq C = CF + CV

4 Ricavo Marginale È la variazione di ricavo risultante da un aumento unitario della quantità prodotta

5 Massimizzazione del Profitto Costo, ricavo, profitto C(q) R(q) (q) q* Quantità

6 Massimizzazione del Profitto / q = R/ q – C/ q = 0 R/ q = R C/ q = C R(q) = C(q)

7 Per lImpresa Perfettamente Concorrenziale Costo, ricavo, profitto Quantità

8 Per lImpresa Perfettamente Concorrenziale La curva di domanda dellimpresa d in un mercato perfettamente concorrenziale corrisponde sia alla curva di ricavo medio sia a quella di ricavo marginale. Lungo la curva di domanda prezzo, ricavo medio e ricavo marginale sono sempre uguali

9 Per lImpresa Perfettamente Concorrenziale: Max Profitto C(q) = R = p

10 Massimizzazione del Profitto Prezzo C CMT q* Quantità RM = P A B C D

11 Note Regola di produzione: tra tutti i livelli di produzione possibili, unimpresa dovrebbe scegliere quello in corrispondenza del quale il ricavo marginale è uguale al costo marginale Regola per la cessione dellattività: unimpresa dovrebbe cessare lattività se il prezzo è inferiore al costo medio economico di produzione della quantità che massimizza il profitto

12 Aumento del Costo di Produzione Prezzo Quantità C1C1 C2C2 P q1q1 q2q2

13 Surplus del Consumatore È pari alla differenza tra il prezzo massimo che un individuo è disposto a pagare per un bene e il suo prezzo di mercato

14 Surplus del Produttore È pari alla somma, su tutte le unità prodotte da unimpresa, delle differenze tra il prezzo di mercato di un bene e il costo marginale di produzione SP = R - CV

15 Surplus del Produttore di unImpresa Prezzo CMV q* Quantità P A C D C B

16 Surplus del Produttore di un Mercato Prezzo Q* Quantità P O D

17 Profitto Economico Nullo Unimpresa realizza un profitto economico nullo quando ottiene un rendimento non inferiore a quello che otterrebbe investendo le sue risorse in impieghi alternativi

18 Libertà di Entrata e Uscita In un mercato con libertà di entrata e di uscita, unimpresa entra quando pensa di poter realizzare un profitto positivo nel lungo periodo, ed esce di fronte alla prospettiva di perdite a lungo termine

19 Equilibrio Concorrenziale di Lungo Periodo Tutte le imprese nel settore massimizzano il profitto Non ci sono incentivi a entrare nel settore o ad uscirne Il prezzo è tale per cui la quantità offerta da tutte le imprese è uguale alla quantità domandata dai consumatori

20 Rendita Economica È la differenza tra la somma che limpresa è disposta a pagare per un fattore produttivo e la spesa minima necessaria ad acquistarlo

21 Surplus del Produttore nel Lungo Periodo Corrisponde alla rendita economica che limpresa percepisce per i propri fattori di produzione scarsi

22 Curva di Offerta nel Lungo Periodo Settore a costi costanti: un settore in cui la curva di offerta di lungo periodo è orizzontale Settore a costi crescenti: un settore in cui la curva di offerta di lungo periodo ha pendenza positiva Settore a costi decrescenti: un settore in cui la curva di offerta di lungo periodo ha pendenza negativa

23 Gli Effetti di Imposta Prezzo Q1Q1 Quantità P1P1 O1O1 D O 2 = O 1 + t Q2Q2 P2P2

24 Antonio Messeni Petruzzelli Politecnico di Bari Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale (http://www.dimeg.poliba.it) Viale Japigia – Bari – Italia Contatti


Scaricare ppt "Antonio Messeni Petruzzelli DIMeG,Politecnico di Bari, Italia Economia ed Organizzazione Aziendale (A-K) CdL in Ing. Meccanica CdL in Ing. Meccanica Massimizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google