La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In collaborazione con: Dipartimento di Scienze della Educazione Università di Firenze Dipartimento di Meccanica Università di Firenze Nucleo Scuola dell'Associazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In collaborazione con: Dipartimento di Scienze della Educazione Università di Firenze Dipartimento di Meccanica Università di Firenze Nucleo Scuola dell'Associazione."— Transcript della presentazione:

1 in collaborazione con: Dipartimento di Scienze della Educazione Università di Firenze Dipartimento di Meccanica Università di Firenze Nucleo Scuola dell'Associazione Italiana Cultura della Qualità Tosco – Ligure e City of Goteborg Sweden Nordic Folk Academy Dal progetto aQUa alla BSC (Balanced Scorecard) uno strumento per il monitoraggio, linformazione ed il confronto tra le organizzazioni nellottica del miglioramento continuo. Istituto Regionale di Ricerca Educativa della Toscana Via Cesare Lombroso 6/ Firenze tel fax www. irre.toscana.it/aqua Commissario straordinarioFranco Cambi Direttore Giuseppe Italiano Responsabile del progettoFabio De Michele

2 La BSC come strumento di misura, di pianificazione e di management di una organizzazione La Balanced scorecard (scheda di valutazione bilanciata) rappresenta uno strumento per lanalisi, per lanalisi, il monitoraggio il monitoraggio la gestione strategica la gestione strategica Proposta negli anni Novanta da Norton e Kaplan analizza i risultati non solo da un punto di vista economico ma da quattro prospettive: clienti, clienti, finanziarie, finanziarie, processi interni, processi interni, sviluppo e crescita dellapprendimento organizzativo. sviluppo e crescita dellapprendimento organizzativo.

3 La BSC come strumento di misura, di pianificazione e di management di una organizzazione La BSC si basa su di una serie di indicatori di risultati economici e risultati economici e non economici non economici misurati e tenuti sotto controllo per la gestione della organizzazione. misurati e tenuti sotto controllo per la gestione della organizzazione. La scelta degli indicatori è determinata dalla visione e dalla strategia dellorganizzazione e si muove nella logica del TQM (Total Qualità Management). La scelta degli indicatori è determinata dalla visione e dalla strategia dellorganizzazione e si muove nella logica del TQM (Total Qualità Management).

4 Per avere successo economico come dovremmo presentarci ai nostri azionisti Economico - Finanziari ObiettiviMisureTargetAzioni Per realizzare la nostra visione come increment are la nostra capacità di migliorare e cambiare Economico - Finanziari ObiettiviMisureTargetAzioni Per realizzare la nostra visione come dovremo presentarci ai nostri clienti ClientiObiettiviMisureTargetAzioni Come soddisfare i nostri azionisti e i nostri clienti? In quali processi dovremmo eccellere Processi interni ObiettiviMisureTargetAzioni Visione e strategi a da Kaplan, Norton, Balanced Scorecrad, ISEDI,)

5 La Bsc strumento di pianificazione La visione dellorganizzazione descrive i risultati di lungo periodo che lorganizzazione si aspetta e la strategia descrive come lorganizzazione li vuole raggiungere. La visione dellorganizzazione descrive i risultati di lungo periodo che lorganizzazione si aspetta e la strategia descrive come lorganizzazione li vuole raggiungere. La BSC, mettendo in relazione le quattro prospettive permette alle organizzazioni di pianificare a lungo termine il loro sviluppo e si adatta in modo particolare alla gestione dei servizi e delle amministrazioni pubbliche. La BSC, mettendo in relazione le quattro prospettive permette alle organizzazioni di pianificare a lungo termine il loro sviluppo e si adatta in modo particolare alla gestione dei servizi e delle amministrazioni pubbliche.

6 La Bsc strumento di pianificazione La BSC definisce per ogni prospettiva gli obiettivi specifici, gli obiettivi specifici, gli indicatori da misurare, gli indicatori da misurare, i metodi di misurazione, i metodi di misurazione, i risultati attesi (target) e i risultati attesi (target) e le azioni che devono essere intraprese per realizzarli. le azioni che devono essere intraprese per realizzarli.

7 La Bsc strumento di pianificazione Le misure di ciascuna di queste quattro prospettive sono collegate tra di loro con azioni di causa / effetto con lo scopo di raggiungere gli obiettivi strategici dellorganizzazione definiti dalla vision; Le misure di ciascuna di queste quattro prospettive sono collegate tra di loro con azioni di causa / effetto con lo scopo di raggiungere gli obiettivi strategici dellorganizzazione definiti dalla vision; ognuna delle quattro prospettive ha lo stesso peso e quindi devono essere bilanciate luna con laltra. ognuna delle quattro prospettive ha lo stesso peso e quindi devono essere bilanciate luna con laltra. La BSC è un potente strumento di pianificazione strategica per la Direzione La BSC è un potente strumento di pianificazione strategica per la Direzione traduce la visione e la strategia in risultati da raggiungere traduce la visione e la strategia in risultati da raggiungere permette la loro comunicazione alla organizzazione, assieme alle strategie messe in opera per realizzarle. permette la loro comunicazione alla organizzazione, assieme alle strategie messe in opera per realizzarle.

8 La Bsc strumento di gestione La BSC rappresenta uno strumento per la pianificazione strategica per la pianificazione strategica per la comunicazione per la comunicazione di gestione dellorganizzazione di gestione dellorganizzazione –Tiene sotto controllo gli obiettivi identificati sia a livello complessivo che a livello di singole unità organizzative. Le misure degli indicatori della BSC permettono alla Direzione di –correggere le azioni, –modificare le strategie, –distribuire in maniera diversa risorse, –rivedere i tempi di sviluppo delle azioni. La BSC si trasforma da un sistema di misura ad un sistema di gestione.

9 Chiarire e tradurre la visione in strategia Chiarire la visione Formare il consenso Pianificazione aziendale e definizione degli obiettivi Definire gli obiettivi Allineare le iniziative strategiche Ripartire le risorse Stabilire delle pietre miliari Comunicare e correlare Comunicare ed educare Definire gli obiettivi Collegare le ricompense alle misure di performance Feedback e apprendimento strategico Articolare la visione condivisa Fornire il feedback strategico Facilitare la revisione e lapprendimento della strategia Balanced Scorecard

10 Le Quattro prospettive della BSC: la prospettiva finanziaria Misura il raggiungimento degli obiettivi strategici fissati in coerenza con la missione e la visione dellorganizzazione. Misura il raggiungimento degli obiettivi strategici fissati in coerenza con la missione e la visione dellorganizzazione. Per gli enti statali e senza fini di lucro si configura più come un limite anziché un obiettivo, in quanto questi enti devono limitare le loro spese nellambito del budget prefissato Per gli enti statali e senza fini di lucro si configura più come un limite anziché un obiettivo, in quanto questi enti devono limitare le loro spese nellambito del budget prefissato Il successo delle organizzazioni statali e senza fini di lucro deve essere dimostrato in base allefficacia ed alla efficienza che dimostrano nellutilizzare le risorse finanziarie disponibili nei confronti dei loro clienti – utenti Il successo delle organizzazioni statali e senza fini di lucro deve essere dimostrato in base allefficacia ed alla efficienza che dimostrano nellutilizzare le risorse finanziarie disponibili nei confronti dei loro clienti – utenti

11 Le Quattro prospettive della BSC: la prospettiva del cliente Permette allorganizzazione di individuare le misure fondamentali per adeguare lerogazione del servizio alle necessità del cliente e misurare la loro soddisfazione rispetto al servizio erogato: successo nellerogazione del servizio, successo nellerogazione del servizio, puntualità, puntualità, soddisfazione del cliente, soddisfazione del cliente, fidelizzazione. fidelizzazione.

12 Le Quattro prospettive della BSC: la prospettiva di apprendimento e crescita (Risorse umane) Questa prospettiva misura le capacità dellorganizzazione di fornire le strutture organizzative essenziali per la realizzazione degli obiettivi delle altre tre. Questa prospettiva misura le capacità dellorganizzazione di fornire le strutture organizzative essenziali per la realizzazione degli obiettivi delle altre tre. In particolare analizza In particolare analizza –Competenze del personale –Capacità dei sistemi informativi –Motivazione e adeguamento

13 Le Quattro prospettive della BSC: la prospettiva dei processi interni Misura la capacità della organizzazione di sviluppare processi Misura la capacità della organizzazione di sviluppare processi –coerenti con la propria missione, –finalizzati alle richieste dei clienti, –fondati sul pieno utilizzo delle risorse umane; successo nello sviluppo dei processi interni come successo nello sviluppo dei processi interni come –la qualità, –il tempo di risposta, –il costo e linnovazione del prodotto

14 Obiettivi,indicatori, misure attese e risultati Le misure rappresentano la parte essenziale di un sistema di management Le misure rappresentano la parte essenziale di un sistema di management Misure che riguardano Misure che riguardano –indicatori esterni, rispetto ai clienti ai fornitori, alla società –indicatori interni rispetto allo sviluppo dei processi, allapprendimento organizzativo, al personale. Le misure degli indicatori delle quattro prospettive della BSC si collegano tra di loro in una serie di relazioni causa- effetto tra la soddisfazione dei clienti la soddisfazione del personale la fidelizzazione del personale i risultati di mercato le performance finanziarie.

15 Visione bilanciata di una organizzazione basata su misure di Indicatori interni Indicatori interni Processi interni Processi interni Apprendimento e crescita Apprendimento e crescita Indicatori esterni Indicatori esterni Clienti Clienti Mission e finanziari Mission e finanziari Le misure sono bilanciate in quanto scaturiscono da misure di risultato che derivano dagli sforzi passati misure soggettive degli indicatori di performance tese allo sviluppo futuro dellorganizzazione

16 La BSC…. rappresenta un sistema di misura, un sistema di comunicazione, informazione e apprendimento. rappresenta un sistema di misura, un sistema di comunicazione, informazione e apprendimento. descrive la visione del futuro a tutta la realtà organizzativa, creando una visione condivisa. descrive la visione del futuro a tutta la realtà organizzativa, creando una visione condivisa. crea un modello olistico della strategia che consente a tutte le persone di capire in che modo contribuisce al suo successo. crea un modello olistico della strategia che consente a tutte le persone di capire in che modo contribuisce al suo successo. focalizza lo sforzo necessario per raggiungere un certo cambiamento. focalizza lo sforzo necessario per raggiungere un certo cambiamento. Le quattro prospettive della BSC permettono un bilanciamento fra obiettivi a medio e lungo termine e tra misure oggettive e soggettive. Le quattro prospettive della BSC permettono un bilanciamento fra obiettivi a medio e lungo termine e tra misure oggettive e soggettive.

17 Un valore aggiunto: la BSC come strumento di e governance Set di macro indicatori i cui risultati vengono raccolti e messi in rete e monitorati nel tempo, anche per un loro confronto. La BSC metodologia di autoanalisi strumento di informazione verso gli utenti e i decisori politici, con un grosso valore aggiunto per la democrazia, la trasparenza Set di macro indicatori i cui risultati vengono raccolti e messi in rete e monitorati nel tempo, anche per un loro confronto. La BSC metodologia di autoanalisi strumento di informazione verso gli utenti e i decisori politici, con un grosso valore aggiunto per la democrazia, la trasparenzale-governance.

18

19

20 Costruire la BSC Nella costruzione della BSC si devono considerare le relazioni di causa – effetto le relazioni di causa – effetto i driver (le determinanti) delle performance i driver (le determinanti) delle performance il legame con i risultati economici e finanziari il legame con i risultati economici e finanziari

21 Costruire la BSC La costruzione di una BSC può essere vista come lo sviluppo di quattro fasi Fase di analisi e di preparazione Fase di analisi e di preparazione Fase di realizzazione Fase di realizzazione Fase di ricaduta Fase di ricaduta Fase di riflessione Fase di riflessione Suddivise in 13 step Suddivise in 13 step

22 Fase di analisi e di prepa- razione 1 Finalità della organizzazione 13 Riesame ed apprendimento Fase di riflessio- ne 2 Valori essenziali 3Stakeholders 4Analisi 5Visione Fase di realizza- zione 6 Obiettivi strategici 12Azioni Fase di ricaduta 7 Fattori di successo 8 Indicatori chiave di performances 9 Risultati attesi 11 Esame dei risultati 10Azioni

23 I 13 passi della BSC Fase di analisi e di preparazione 1. Finalità dellorganizzazione (contesto normativo, realtà sociale, risorse economiche) 2. Valori fondamentali, cooperazione, democrazia, diritto allapprendimento 3. Stakeholders, gruppi sociali, mercato, burocrati, funzionari, politici 4. Analisi: cosa fare in base ai punti precedenti 5. Visione: cosa vogliamo raggiungere, come e quando raggiungerlo

24 I 13 passi della BSC Fase di realizzazione 6. Definizione degli obiettivi strategici, da raggiungere e sviluppare 7. Fattori di successo: staff, competenze, apprendimento organizzativo, mercato, informazioni 8. Indicatori chiave di performance 9. Risultati attesi 10. Azioni da intraprendere

25 I 13 passi della BSC Fase di ricaduta 11. Esame dei risultati 12. Azioni Fase di riflessione 13. Riesame ed apprendimento

26 Ipotesi di indicatori per la BSC nella scuola italiana Quello che segue è un primo tentativo di individuare, anche sulla base delle esperienze di altri paesi, un set di indicatori per le quattro prospettive che si adattino alla realtà della scuola italiana. Quello che segue è un primo tentativo di individuare, anche sulla base delle esperienze di altri paesi, un set di indicatori per le quattro prospettive che si adattino alla realtà della scuola italiana. Si tratta di una bozza di lavoro, allo stato ancora iniziale, che deve esser perfezionata nel confronto con le scuole che parteciperanno al Progetto, per una sua condivisione, che permetta anche lo sviluppo di pratiche di confronto e di benchmarking. Si tratta di una bozza di lavoro, allo stato ancora iniziale, che deve esser perfezionata nel confronto con le scuole che parteciperanno al Progetto, per una sua condivisione, che permetta anche lo sviluppo di pratiche di confronto e di benchmarking. La proposta si riferisce alla scuola secondaria di II grado La proposta si riferisce alla scuola secondaria di II grado

27 Prospettiva finanziaria: missione ed economia Indicatore Oggetti da misurare Costi per la gestione finanziaria Incremento di bilancio Tecnologie della informazione e della comunicazione Outsourcing Costi per studenti Valutare i costi rispetto a a. Attività integrative didattiche b. Acquisto nuove attrezzature Costi per servizi aggiuntivi agli studenti ed ai genitori Spese per attività di promozione Spese per progetti integrati Servizi alla persona Attività extracurriculari

28 Prospettiva del Cliente: studenti e genitori Indicatore Oggetti da misurare Fidelizzazione Rapporto allievi in ingresso / allievi in uscita per ciclo scolare Immagine globale della scuola Disciplina Funzionamento della scuola Differenziazione offerta formativa Numero allievi promossi Soddisfazione degli studenti Rapporti interpersonali e clima Preparazione dei docenti Criteri di valutazione Soddisfazione per la scelta della scuola Soddisfazione dei genitori i. c. s.

29 Prospettiva: risorse umane Indicatore Oggetti da misurare Formazione del personale Formazione in servizio per anno Attività di ricerca e progetti per anno Formazione esterna per anno Continuità didattica Continuità rispetto al ciclo formativo Turnover del personale Assenze Soddisfazione del personale Coinvolgimento nelle scelte Accesso alle informazioni Incentivi economici e riconoscimenti Clima e ambiente di lavoro Soddisfazione professionale Leadership Incarichi del personale Docenti con incarichi formalizzati ATA con incarichi formalizzati

30 Prospettiva: processi e attività (1) Indicatore Oggetti da misurare Apprendimenti Media dei voti del primo quadrimestre Confronto con prove standard nazionali Promozione con debiti - Recupero Potenziamento - Andamento del corso di studi Utilizzazione laboratori Utilizzo nuove tecnologie nella didattica Gestione organizzazione Tempo impiegato per unità di lavoro prodotto Divulgazione delle informazioni sia allinterno che allesterno Modalità di comunicazione ai genitori, agli studenti, Esterna, al personale Incremento numero di nuovi studenti per annualità

31 Prospettiva: processi e attività (2) Indicatore Oggetti da misurare OutputOutcome Coinvolgimento nelle scelte Accesso alle informazioni Incentivi economici e riconoscimenti Clima e ambiente di lavoro Soddisfazione professionale Leadership Incarichi del personale Docenti con incarichi formalizzati ATA con incarichi formalizzati

32 La BSC serve a: Pianificare Implementare Comunicare Coinvolgere


Scaricare ppt "In collaborazione con: Dipartimento di Scienze della Educazione Università di Firenze Dipartimento di Meccanica Università di Firenze Nucleo Scuola dell'Associazione."

Presentazioni simili


Annunci Google