La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FAVOLE A MERENDA PROGETTO CONTINUITA’ SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA A.S. 2014-2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FAVOLE A MERENDA PROGETTO CONTINUITA’ SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA A.S. 2014-2015."— Transcript della presentazione:

1 FAVOLE A MERENDA PROGETTO CONTINUITA’ SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA A.S

2 PROGETTO CONTINUITA’ 1°,2°,3° SEZIONE SCUOLA INFANZIA E 1°A e 1°C SCUOLA PRIMARIA CAMPOMAGGIORE

3

4 Il lupo bussa alla porta.Toc, toc, toc.“Chi è?” chiede la gallina. E il lupo risponde: “Sono il lupo”. La gallina si spaventa: “Il lupo!”.“Non aver paura, gallina, sono vecchio e non ho più neanche un dente. Lasciami scaldare al tuo caminetto e permettimi di preparare la mia zuppa di sasso.”La gallina non sa cosa fare; certo non è tranquilla, ma è curiosa:non ha mai visto un lupo dal vero, lo conosce solo dalle storie...E le piacerebbe molto assaggiare una zuppa di sasso. Decide di aprire la porta. Il lupo entra, sospira e chiede:“Gallina, per favore, portami una pentola”. “Una pentola?!” si spaventa la gallina.“Senti, gallina, c’è pur bisogno di una pentola per cucinare. E’ notte. E’ inverno. Un vecchio lupo si avvicina al villaggio dove vivono gli animali. La prima casa che incontra è quella della gallina e la invita a preparare una zuppa di sasso.”“Non lo sapevo” ammette la gallina.“Non l’ho mai assaggiata.”Allora il lupo comincia a spiegare la ricetta: “In una pentola mettere un grande sasso, aggiungere acqua e aspettare che bolla.” “Tutto qui?” chiede la gallina.“Sì, questo è quanto.”“Io, nelle mie zuppe”, dice la gallina “aggiungo sempre un po’ di sedano.”“si può, dà sapore”, dice il lupo. E tira fuori dal suo sacco un grande sasso. Ma il porcello ha visto il lupo che entrava nella casa della gallina. E’ preoccupato. Bussa alla porta. LA ZUPPA DI SASSO

5 Toc, toc, toc.“Tutto bene?”“Entra, porcello! Con il lupo stiamo preparando una zuppa di sasso.”Il porcello si stupisce: “Una zuppa di sasso?Soltanto con un sasso?”“Certo!” risponde la gallina. “Ma si può aggiungere un po’ di sedano, che dà sapore.”Il porcello chiede se si possono aggiungere delle zucchine. “Si può”, dice il lupo. Allora il porcello corre a casa sua e ritorna con delle zucchine. Ma l’oca e il cavallo hanno visto il lupo che entrava nella casa della gallina. Sono preoccupati e bussano alla porta. Toc, toc, toc. “Entrate”, dice la gallina. “Il lupo, il porcello e io stiamo preparando una zuppa di sasso.”E il porcello precisa:“Con un po’ di sedano e di zucchine”. L’oca, che ha viaggiato molto, sostiene di aver assaggiato una volta, in Egitto, una zuppa di sasso, e che c’erano anche i porri. Se ne ricorda bene perché il porro è ciò che preferisce nella zuppa. La gallina chiede al lupo:“E’ possibile fare una zuppa di sasso con i porri?”. “Sì, è possibile.”

6 Allora l’oca e il cavallo corrono a casa loro e ritornano con i porri. Ma la pecora, la capra e il cane sono preoccupati perché hanno visto il Lupo che entrava nella casa della gallina. Non hanno bisogno di bussare alla Porta perché è già spalancata.“Che cosa state facendo?” chiedono.“Il lupo,il porcello, l’oca, il cavallo e io stiamo preparando una zuppa di sasso”, risponde la gallina.” Potete immaginare il seguito: la pecora, la capra e il cane portano le carote, il coniglio porta il pomodoro e il gatto porta la bieta, la mucca propone le patate, ognuno corre a casa propria e ritorna con le verdure, verdure per tutti i gusti. Ora tutti si siedono in circolo attorno al camino. Si raccontano barzellette,discutono. La gallina esclama: “Com’è bello essere tutti insieme! Dovremmo organizzare delle cene più spesso”. “All’inizio pensavo che avremmo mangiato un brodo di gallina”, dice il porcello. E il coniglio chiede al lupo di raccontare qualcuna delle sue terribili storie, per conoscere il suo punto di vista. Ma l’acqua bolle nella pentola il lupo l’assaggia con il mestolo. “Credo che la zuppa sia pronta”, dice. Il lupo serve tutti gli animali. La cena dura fino a tardi, ognuno si serve per ben tre volte. Poi il lupo tira fuori dal suo sacco un coltello appuntito e... infilza il sasso:“Non è ancora cotto”, dice. “Se permettete me lo riprendo per la cena di domani.” La gallina chiede: “Te ne vai di già?”. “Sì”, risponde il lupo.“Ma vi ringrazio per questa bella serata.” “Tornerai presto?” chiede il coniglio. Il lupo non risponde. Ma non credo sia mai ritornato.

7

8

9

10

11

12 Il gustoso piatto a base di peperoni, melanzane, zucchine e pomodoro, saporito e poco costoso, può diventare emblema dei piatti realizzati con prodotti a chilometro zero per il sapiente utilizzo di ortaggi locali e la fusione di profumi ben armonizzati tra loro, ottenuti con ingredienti sani, non particolarmente costosi. La ratatouille è una tipica preparazione francese composta da verdure che vengono cotte separatamente e poi unite alla fine, in modo da rispettare i tempi di cottura di ciascuna di esse. Ingredienti per 4 persone 1 melanzana 2 zucchine medie 1 peperone 1 cipolla bianca 2 spicchi d’aglio 500 g di pomodori freschi rosmarino, origano e sale timo, basilico e prezzemolo 4 cucchiai d’olio extravergine di oliva

13

14 CONOSCIAMO I PRODOTTI CHE L ’ UOMO COLTIVA

15 PER SCEGLIERE I PIU ’ SALUTARI

16 .

17

18 SCUOLA DELL ’ INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA DI GABELLETTA PROGETTO CONTINUITA ’ “ COSTRUIAMO LA CASETTA DI HANSEL E GRETEL ”

19 " C'erano una volta due fratellini di nome Hansel e Gretel, che abitavano in una casina vicino al bosco. La madre e il padre erano molto poveri e un giorno si convinsero ad abbandonare i bambini nel bosco perché non potevano più sfamarli. Una volta rimasti soli, Hansel e Gretel cominciarono ad avere paura e capirono di essere stati abbandonati. Così, si misero in cammino per tornare a casa e giunsero davanti una casetta di zucchero. Mentre affamati mangiavano un pezzetto di muro, apparve sulla porta una vecchina che li invitò ad entrare. Non sapendo che la vecchina era una strega che attirava i bambini per poi mangiarli, i piccini entrarono. Ma subito la vecchia imprigionò Hansel e costrinse Gretel alle faccende di casa. La strega prima di mangiare il bambino voleva aspettare che fosse un po' ingrassato, per questo lo faceva mangiare molto. Il giorno dell'esecuzione di Hansel arrivò, la vecchia fece preparare il forno a Gretel, ma quando la strega aprì lo sportello del forno per vedere se aveva raggiunto al temperatura giusta, i due fratellini la spinsero dentro e si liberarono definitivamente di lei. La strega era ricca e i bambini si impadronirono dei suoi tesori e felici tornarono a casa."

20

21

22

23 Ingredienti ricetta originale: 6 tazze di farina,1 cucchiaino di bicarbonato di sodio,½ cucchiaino di lievito in polvere,1 tazza di burro morbido,1 tazza di zucchero di canna,4 cucchiaini di zenzero e 4 di cannella in polvere,1 ½ cucchiaino di chiodi di garofano macinati, ½ cucchiaino di sale,½ cucchiaino di pepe, 1 ½ tazza di melassa per noi miele vista la difficoltà nel reperire la melassa, 2 uova.

24

25

26 LE RICETTE DI RICCIOLI D’ORO E DEI SUOI AMICI

27 Orzotto di papà orso all’arancia Con l’orzo perlato potrete preparare l’orzotto all’arancia, un primo piatto molto facile. Ovviamente per la realizzazione dovete usare delle arance biologiche, visto che la scorza viene usata per aromatizzare il piatto. Il prezzemolo è la nota finale di freschezza e colore, che regala un bellissimo contrasto. Ingredienti per l’orzotto all’arancia (dosi per 4 persone): orzo perlato g320 mezza cipolla piccola una manciata di grana brodo vegetale 1 l 1 arancia prezzemolo Preparazione: 1 Spellate la cipolla e tritatela finemente, mettetela a rosolare in 2 cucchiai di olio, versate l’orzo perlato e fate tostare un minuto, quindi iniziate ad aggiungere brodo bollente, come se stesse facendo un risotto. 2 Mentre cuoce l’orzo, spremete l’arancia e sbucciatela, facendo attenzione alla parte bianca. Tagliate la buccia a julienne, e unite all’orzo 5 minuti prima del termine della cottura a. 3 Quando l’orzo sarà cotto fate mantecare con il succo di arancia e poco grana padano. Completate con prezzemolo fresco e servite. olio extravergine di oliva

28 SPREMUTA DI ARANCIA PICCOLO ORSO Scegliere con cura le arance. Le migliori sono quelle con la buccia sottile (da spremuta, appunto) perché, al contrario di quelle da tavola (con la buccia più spessa), hanno più succo. Vi consigliamo quindi le sanguinelle o le tarocco. Ricordate inoltre di preferire arance biologiche! Tagliate le arance a metà nel senso della lunghezza, in modo cioè di tagliare a metà gli spicchi; in questo modo sarà più facile spremerle. Spremetele con l’apposito spremiagrumi e versate il succo ottenuto in quattro bicchieri. La spremuta è pronta! Idee e varianti Per una bevanda più dolce, potete aggiungere un cucchiaino di zucchero o di miele in ciascun bicchiere. Se vi piace, inoltre, potete versare nei bicchieri anche la polpa che sarà rimasta nello spremiagrumi

29 INSALATA DI ORZO ALLA RICCIOLI D’ORO INGREDIENTI 250 g di orzo perlato, 2 arance, una carota, 500 g di melone bianco, una cipolla di Tropea, 40 g di menta fresca, 1 cucchiaino di zucchero, 2 cucchiai di aceto di mele, 8 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe. Preparazione Lava l'orzo sotto l'acqua corrente poi versalo in una casseruola con abbondante acqua fredda e cuoci per 45 minuti circa. pulisci la menta e mettine 20 g in una casseruolina con lo zucchero, 1 dl circa di acqua, l'aceto e un poco di sale. Lascia cuocere in modo da ridurre almeno della metà il liquido. Quindi spegni, copri bene e lascia insaporire. Spunta la carota, lavala e grattugiala con una grattugia a fori larghi. Elimina tutti i semi e filamenti al melone e taglialo a fettine sottili. Sbuccia le arance e affettale, pela la cipolla e affettala finemente. Filtra l'infuso di menta, premi bene le foglie, poi aggiungi al liquido ottenuto la rimanente menta tritata, 6 cucchiai di olio. Adesso devi solo mescolare tutto quanto. Scola l'orzo, passalo velocemente sotto l'acqua corrente, mettilo in una terrina e condiscilo con il restante olio, il sale e il pepe. Suddividi l'orzo nei piatti, aggiungi la frutta e la verdura e, prima di servire, completa con la salsa alla menta

30 Crostata mamma orsa con orzo e arancia candita Ingredienti : - pasta sfoglia - gr. 200 di orzo perlato - gr. 100 di scorza di arancia candita - 1 bicchierino di maraschino - gr. 100 di panna fresca - gr. 350 di latte fresco - gr. 100 di zucchero - 5 tuorli - 1 uovo - zucchero a velo per decorare Procedimento : mettere l’orzo in acqua fredda per mezz’ora e mettere l’arancia candita a macerare nel maraschino. Quindi scolare l’orzo metterlo in una pentola a pressione, ricoprirlo con acqua e cuocerlo per circa 20 minuti a partire dal fischio. Una volta cotto, metterlo in un tegame con il latte e la panna e lasciare cuocere a fuoco basso fino a quando l’orzo non ha assorbito i liquidi. Dopodiché aggiungere lo zucchero, i 5 tuorli, l’arancia candita (scolata) e mescolare bene. Mentre il composto raffredda, foderare con la pasta sfoglia una tortiera del diametro di cm. 24 (i bordi della sfoglia devono avere un’altezza di circa 4-5 cm) riempire con il composto, quindi girare i bordi di sfoglia verso l’interno della torta e con la sfoglia rimasta, tagliata a strisce, fare il solito “reticolato” sulla crostata. Spennellare il reticolato e i bordi di sfoglia con l’uovo leggermente sbattuto e cuocere in forno a 180° per circa 50 minuti. Una volta fredda, sfornare e prima di servire, spolverare con zucchero a velo.

31

32


Scaricare ppt "FAVOLE A MERENDA PROGETTO CONTINUITA’ SCUOLA DELL’INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA A.S. 2014-2015."

Presentazioni simili


Annunci Google