La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sviluppo sociale: Le Teorie classiche 1. Toeorie della Socializzazione 2. Freud 3. Erikson 4. Watson 5. Skinner 6. Bandura 7. Piaget.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sviluppo sociale: Le Teorie classiche 1. Toeorie della Socializzazione 2. Freud 3. Erikson 4. Watson 5. Skinner 6. Bandura 7. Piaget."— Transcript della presentazione:

1 Sviluppo sociale: Le Teorie classiche 1. Toeorie della Socializzazione 2. Freud 3. Erikson 4. Watson 5. Skinner 6. Bandura 7. Piaget

2 1. Cosè la socializzazione? Acquisizione di –Credenze –Valori –Comportamenti Chi/cosa contribuisce a socializzare i bambini? - genitori, pari, scuola, ecc. - Instituzioni

3 1. Cosè la socializzazione? Socializzazione ha tre importanti funzioni: –Regolare I comportamenti –Promuovere la crescita individuale –Perpetuare lorine sociale

4 2. Le teorie There is nothing as practical as a good theory. --Kurt Lewin Qualè la funzione delle teorie?

5 3. Teoria di Freud Teoria dello sviluppo psicosessuale –Maturazione dellistinto sessuale Le azioni umane sono guidate da motivazioni inconsce

6 3. La teoria di Freud Instinto –Forza biologica innata che motiva risposte Repressione/Rimozi one –Dimenticare motivato Pensieri che producono ansia sono spinti fuori dalla consapevolezza cosciente

7 3. La teoria di Freud Tre componenti della personalità –Es Componente innata; guidata dallistinto –Ego Componente razionale; lio matura –Superego Standard morali internalizzati; tra 3 e 6 anni Eros –Istinto di Vita Thanatos –Istinto di morte

8 3. Metodi freudiani Ipnosi Libere associazioni Analisi dei sogni –Mostrano le motivazioni represse nellinconscio

9 Gli stadi dello sviluppo psicosessuale freudiano Orale: nascita fino ad un anno Anale: 1-3 anni Fallico: 3 -6 anni Latenza: 6-12 anni Genitale: dalladolescenza in avanti

10 3. Contributi della teoria freudiania Idea della motivazione inconscia Inpatto delle esperienze precoci Idea che I bambini siano mossi da energie sessuali Aspetti emotivi dello sviluppo psic. Del b. –amore, paura, ansia, ecc.

11 3. Critiche alla teoria freudiana Testabilità Non ci sono molte evidenze che I conflitti psicosessuali presicano lo siluppo ricerca su pochi individui

12 4. La teoria di Erikson Una teoria psico-sociale dello sviluppo

13 4. Erikson Anche Erikson crea una teoria stadiale –Ogni stadio contiene specifici compiti di sviluppo Procede oltre la teoria freudiana –Include 8 stadi anzichè 5; comprende età adulta –B. e adulti si adattano attivamente allambiente

14 Gli stadi di Erikson: 1. Fiducia vs. sfiducia: nascita / 1 anno 2. Autonomia vs. vergogna e dubbio: 1-3 years 3. Iniziativa vs. colpa: 3-6 anni 4. Industriosità vs. inferiorità:6-12 anni 5. identità Ego vs. diffusione del ruolo: adolescenza (12-20) 6. Intimità vs. isolamento: giovane adulto ( ) 7. Generatività vs. stagnazione: media adultità ( ) 8. Integrità dell Ego vs. disperazione: tarda adultità (anziani)

15 Gli stadi di Erikson 1. Fiducia vs. sfiducia (nascita verso 1 anno) Fidarsi dellaltro per assolvere ai propri bisogni Madre agente sociale chiave

16 Stadi di Erikson 2. Autonomia vs. vergona e dubbio (1-3 anni) Imparare a essere indipendente, es. mangiare e vestirsi da sè (non saperlo fare Procura vergogna) Genitori sono gli agenti sociali chiave

17 Stadi di Erikson 3. Iniziativa vs. colpa(3-6 anni) Accettare responsibilità che sarebbe troppo difficile assumersi Obiettivi potrebbero essere in contrasto con I membri della famiglia Bambini con iniziativa ma senza ledere I sentimenti altrui Famiglia è lagente sociale chiave

18 Stadi di Erikson 4. Industriosità vs. inferiorità (6- 12 anni) –Gestione di competenze sociali e scolastiche. –Comparazione di sè con gli altri –Obiettivo dello stadio è autostima –Insegnanti e pari aumentano il loro ruolo di agenti sociali

19 Stadi di Erikson 5. Identity vs. role confusion (12-20 years) Ponte tra infanzia e maturità Chi sono? Si stabilisce identità sociale e occupazionale I pari agenti sociali chiave

20 Stadi di Erikson 6. Intimità vs. isolamente (20-40 anni) Si rinforza amicizia e relazioni amorose amanti, coniugi, e amici cari sono agenti sociali chiave

21 Stadi di Erikson 7. Generatività vs. stagnazione (40-60 anni) Deve diventare produttivo al lavoro, crescere la famiglia o aiutare le generazioni più giovani Restituire Standard sono definiti culturalmente coniugi, figli, e norme sociali sono agenti sociali chiave

22 Stadi di Erikson 8. Integrità dellEgo vs. disperazione (60-80 anni) Guardarsi indietro e vedere la vita come saliente e felice o deludente Promesse mantenute o non mantenute? obiettivi? esperienze di vita determinano gli esiti delle crisi

23 Contributi e critiche alla teoria di Erikson Punti positivi: razionale e attento alladattività Negativi: non spiega realmnte meccanismo di sviluppo

24 5. La prospettiva dellapprendimento: Watson Comportamentismo Comincia con John Watson –Primo teorico dellapprendimento sociale Idea che il b.possa essere liberamente modellato –Bambino visto come una tabula rasa Mostrò come le paure possano essere facilmente apprese –Piccolo Albert e il topino bianco

25 6. Skinner Condizionamento operante oIl bambino apprende ad operare in un ambiente o a utilizzare comportamenti osservandone I loro effetti Rinforzi Positivi e negativi o Rinforzi: conseguenza di un atto che aumenta la liceità di un comportamento e.g., un comportamento aggressivo può essere rinforzato quando i pari assecondano Punizione

26 7. Bandura Teoria cogniti –Bandura –Apprendimento per osservazione

27 7. Lesperimento della bambola Bobo I bambini vedevano un film con uno sperimentatore aggressivo con Bobo doll Tre condizioni sperimentali 1. Condizione di ricompensa 2. Condizione di punizione 3. Senza conseguenze

28 n40hU

29 7. Lesperimento della bambola Bobo Due test –Test di Performance –test di apprendimento Risultato? Test di Performance : I bambini che vedevano punire lattore imitavano meno. Test di apprendimento: nessuna differenza tra le condizioni. Tutti I b. hanno appreso e possono riprodurre laggressione quando ricompensati.

30 Sviluppo cognitivo e teoria di bandura sono strettamente connesse: Imitazione Bandura provò limitazione dei b. di ciò che vedevano in TV –Implicazioni?

31

32 k2YdkQ1G5QI

33 Meltzoff (1988) –1b. Di 14 mesi imitavano semplici azioni viste in TV 24 ore prima –2 anni azioni imitative complesse se I b. ne capisconono le ragioni Sviluppo cognitivo e teoria di bandura sono strettamente connesse: Imitazione

34 7. Relazione tra la teoria di Bandura e lo sviluppo del linguaggio Mediatori verbali –Codifica verbale del comportamento modellato che il b. che osserva conserva nella memoria –Indicano un livello di processamento più profondo –Si sviluppano con le attività verbali Coates e Hartup (1969) –Mostrarono un film a b. di 4-5 anni e7-8 anni Alcuni devono descrivere ciò che vedono (attivi) Altri devono solo guardare (passivi)

35 Mediatori verbali Numero medio delle risposte corrette Età dei bambini

36 Mediatori Verbali Shaffer suggerisce che a 7-8 anni luso di etichette verbali per spiegare, cè unaltra spiegazione? Il processamento verbale aiuta limmagazinamento

37 8. Piaget Most Important Principles in Piagets Theory –The mind is dynamic –The mind is organized

38 8. Piaget Concetti base: Schemi Adattamento: per assimilazione e accomodamento Equilibrazione

39 Gli stadi di sviluppo piagetiani Sensomotorio: nascita- 2 anni Preoperatorio: anni Operatorio concreto: 6 / anni Operatorio formale: 12 anni in su

40 Concetti piagetiani più avanzati Operazione Centratura Compito del contenitore Inclusione nella classe Conservazione Reversibilità Compensazione

41 Egocentrismo nello sviluppo Età prescolare Esaminato con compiti di prospettiva spaziale Adolescenti Pubblico imaginario Racconto personale Adulti?


Scaricare ppt "Sviluppo sociale: Le Teorie classiche 1. Toeorie della Socializzazione 2. Freud 3. Erikson 4. Watson 5. Skinner 6. Bandura 7. Piaget."

Presentazioni simili


Annunci Google