La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quale denominazione? Fachsprachen LSP Langues (langages) spécialisées, de spécialité, langues professionnelles, sur objectif spécifique…. Lingue (linguaggi)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quale denominazione? Fachsprachen LSP Langues (langages) spécialisées, de spécialité, langues professionnelles, sur objectif spécifique…. Lingue (linguaggi)"— Transcript della presentazione:

1

2 Quale denominazione? Fachsprachen LSP Langues (langages) spécialisées, de spécialité, langues professionnelles, sur objectif spécifique…. Lingue (linguaggi) speciali, settoriali, specialistici, di specializzazione, a scopi/fini speciali, microlingue

3 Distinzione Dietro queste denominazioni, è solito operare una distinzione tra: veri e propri sottocodici con un lessico particolare (spesso organizzato in rigidi sistemi di nomenclatura) e eventualmente tratti morfosintattici e testuali caratteristici lingue speciali in senso lato, senza un esteso lessico specialistico, ma comunque legate ad aree particolari di impiego e caratterizzate da determinate scelte lessicali e da formule sintattiche e testuali ricorrenti

4 Quali criteri? I linguaggi specialistici possono essere considerati secondo: i settori/le discipline nei quali vengono utilizzati (medicina, biologia, architettura…) i contesti di comunicazione (situazioni di lavoro / trasmissione di saperi…) i generi e registri (discorso specialistico in laboratorio, conversazione medico/paziente, articolo divulgativo…)

5 Dove si insegnano? Scuola secondaria: Istituti professionali e tecnici Università: per non specialisti di lingua per specialisti di lingua Scuole di specializzazione allinsegnamento secondario

6 Quali lingue ? Scuola secondaria 2000/2001 mpi/pubblicazioni

7 Lingue studiate alluniversità (non specialisti di lingue) Competenze in almeno una lingua europea per tutte le classi di laurea Competenze in almeno due lingue europee per: Scienze della comunicazione Sc. economiche; sc. delleconomia e gestione aziendale Sc. politiche Sc. del turismo Sc. sociali per la cooperazione lo sviluppo e la pace D.M

8 Lingue studiate alluniversità (specialisti di lingue) Classe delle lauree in Scienze della mediazione linguistica: almeno due lingue Classe delle lauree in lingue e culture moderne: almeno due lingue (di cui una dellUe) D.M

9 Lingue richieste dal mercato del lavoro % degli annunci nella stampa che chiedono la padronanza di una lingua straniera- Posizioni qualificate: Su tutta la stampa italiana 1993: 13 % 2000: 24,5 % (di cui 80%: inglese, seguito da tedesco e francese) dati Isfol Sul Corriere della Sera per posizioni in Lombardia 2002: 48,8 % (di cui 75% solo inglese, 20,8% inglese e unaltra lingua. dati Provincia di Milano

10 Scambi con paesi dellUE ICE 2003

11 Provenienza turisti in Italia ENIT 2000

12 Obbiettivi dell'insegnamento della lingua negli indirizzi tecnici/professionali: comunicativo : dotare lo studente di una competenza comunicativa che egli possa usare nelle varie situazioni di natura professionale. culturale: la lingua straniera è inserita nell'area storico- letteraria anche per gli indirizzi di studio in cui prevale il linguaggio settoriale

13 Approccio operativo: la competenza linguistica settoriale è acquisita, mediante lo svolgimento di attività su compiti specifici.specifici Carattere trasversale: gli argomenti affrontati nella lingua straniera vertono su nozioni concettualmente assimilate dagli studenti. Aspetti metodologici

14 Obbiettivi formativi: classi di lauree per non specialisti di lingue Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una (o due) lingua dellUe, nellambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. (1° liv.) Essere in grado di utilizzare in forma fluente scritta e orale, almeno una (o due) lingua dellUe con riferimenti anche ai lessici disciplinari (2°liv.) D.M

15 Obbiettivi formativi: classi di lauree per specialisti di lingue Mediazione linguistica -possedere una solida base culturale e linguistica (…) e sicure competenze linguistico –tecniche orali e scritte -possedere adeguate conoscenze delle problematiche di specifici ambienti di lavoro in relazione alla vocazione del territorio e alle sue possibili evoluzioni (…) Lingue e culture moderne D.M

16 Scuole di specializzazione allinsegnamento secondario Insegnamenti del secondo anno: -linguaggi specialistici (inglesi, francesi, tedeschi) -didattica dei linguaggi specialistici

17 Istruzione linguistica mirata a contesti aziendali Competenza culturale: Cultura nazionale (etnico-linguistica) Cultura aziendale Competenza strategica: valutazione, pianificazione, esecuzione dell'atto comunicativo Competenza socio-linguistica: competenza di registro Competenza pragmatica: realizzazione degli atti linguistici, forza illocutoria, allocuzioni Competenza testuale: generi testuali Competenza linguistica: morfosintattica e lessicale

18 Tendenze : approcci didattici Sviluppo di tutte le competenze scritte e orali Utilizzo delle nuove tecnologie Insegnamenti disciplinari in lingua straniera Percorsi modulari/interdisciplinari su contenuti specifici dell'indirizzo di studio Certificazioni

19 Tendenze: collaborazione con le aziende Stage Prove finali o tesi in azienda: quelle proposte dalle aziende ma anche quelle proposte e ideate dai laureandi in accordo con docenti interessati ProgettiProgetti congiunti

20 RICERCA UNIVERSITARIA SUI LINGUAGGI SPECIALISTI - didattica dei linguaggi specialistici - analisi dei linguaggi specialistici

21 La lingua nei manuali ITC Anni 80 : lingua commerciale= analisi di lettere commerciali spesso estrapolate dal contesto Anni 90 : lettere e documenti sempre più inseriti in contesto di transazione commerciale Anni 2000: insegnamento della lingua commerciale inserito in un contesto economico- aziendale

22 Esempi di compiti aziendali legati alla conoscenza delle lingue SCRITTO Corrispondenza commerciale/ s/compilazione documenti Redazione/revisione/adattamento di testi Acquisizione/analisi di informazioni ORALE Presentazioni Partecipazione riunioni/trattative Telefonate

23 Esempio di progetto: Linguaggi e Attività produttive Finanziamento di un Laboratorio terminologico presso la SSLiMIT di Forli da parte delle imprese e enti locali con 4 obiettivi: avviare unattività terminologica presso la SSLiMIT offrire agli studenti esperienza lavorativa costruire una banca dati e renderla disponibile via internet a studenti, traduttori, terminologi radicare lUniversità nel territorio forlivese

24


Scaricare ppt "Quale denominazione? Fachsprachen LSP Langues (langages) spécialisées, de spécialité, langues professionnelles, sur objectif spécifique…. Lingue (linguaggi)"

Presentazioni simili


Annunci Google