La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UN MODELLO DI QUALITA PER LE-LEARNING 3 Marzo 2005 Expo dellEducazione e del Lavoro Patrizia Appari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UN MODELLO DI QUALITA PER LE-LEARNING 3 Marzo 2005 Expo dellEducazione e del Lavoro Patrizia Appari."— Transcript della presentazione:

1 UN MODELLO DI QUALITA PER LE-LEARNING 3 Marzo 2005 Expo dellEducazione e del Lavoro Patrizia Appari

2 Partecipanti al progetto CSA di Milano Università di Firenze: Prof. Mario Rotta Cepas – Ente certificatore delle professioni Didasco – Agenzia di formazione accreditata presso il MIUR

3 Obiettivi indagare i motivi della qualità inerenti i molteplici modelli di e-learning esistenti proporre criteri per la valutazione dei modelli, per mezzo della definizione di un quadro di strumenti di qualità per le.learning, incentrato sulle tematiche di processo e sul controllo qualità fornirne sostegno pratico per il miglioramento della qualità delle offerte formative che prevedono anche luso della distanza attraverso la produzione di linee guida, orientamenti, modelli, metodologie, strumenti

4 Risultati attesi Prima fase: studiare le aspettative e le esigenze che i docenti pensano di poter soddisfare attraverso tali modelli di formazione Seconda fase: elaborare linee guida Terza fase: erogare sperimentalmente un percorso di e-learning costruito secondo i principi della qualità

5 Questionario

6 Motivi dellindagine Conoscenza dei modelli di e-learning - Stima del possibile tempo da dedicare – Costo sostenibile SEZIONE 1 Organizzazione e supporto organizzativo SEZIONE 2 Risorse umane SEZIONE 3 Infrastrutture tecnologiche SEZIONE 4 Gestione dei processi di insegnamento/apprendimento SEZIONE 5 Valutazione

7 - E richiesto un riconoscimento ministeriale dellente erogatore: 62% - Il percorso di formazione e-learning.deve essere strutturato in modo da richiedere al corsista di dedicare da 1 a 5 ore per settimana. - Il 55% sostiene che i corsi dovrebbero essere gratuiti, il 33% è disposto a spendere non più di 200 euro.

8 - La presenza di figure specifiche è richiesta secondo la seguente necessità: tutor online 70% responsabile della qualità 35% manager didattico 29% - Lassistenza del tutor deve svolgersi attraverso le seguenti forme: assistenza continua ( ) 73% periodica (FAQ) 26% ad appuntamento (chat) 19%

9 Gli spazi dinterazione necessari sono. Forum 63% Mailing list 39% Chat 23% I servizi richiesti sono i seguenti: Accesso da qualsiasi postazione 86% Assistenza tecnica 65% Tempo di risposta ai problemi 24 ore: 64% Presenza del contratto formativo 52%

10 Luso di linguaggi diversi da quello verbale è così auspicato: visivo 60% iconico 47% musicale 12% La possibilità di individualizzazione del percorso didattico è richiesta dal 54%, laccesso a risorse integrative dal 57%.

11 Per quanto riguarda il sistema di valutazione, viene richiesta: - la presenza di esercitazioni 57% Tempo da dedicare alle esercitazioni: un terzo del corso 56% - la presenza di prove di autovalutazione 57% Tempo da dedicare alle autovalutazioni: un quinto del corso 63% -la presenza di e finali test di verifica intermedi 50% Tempo da dedicare ai test di verifica intermedi e finali: un quinto del corso 53%

12 - La certificazione finale: certificazione con crediti formativi 79% attestato di partecipazione 56% certificazione dellimpegno didattico e temporale 45% -Gli esami finali devono essere svolti a distanza: 66%. Devono essere previste forme di analisi della ricaduta sul vissuto professionale: 85%

13 ORGANIZZAZIONE 1.RICONOSCIMENTO DEL CORSO 2.SERVIZI ESSENZIALI CHE LORGANIZZAZIONE DEVE GARANTIRE 3.SERVIZI ESSENZIALI DI SUPPORTO AMMINISTRATIVO CHE LORGANIZZAZIONE DEVE GARANTIRE

14 FIGURE COINVOLTE - PRODUZIONE DEI CONTENUTI: PROJECT MANAGER – INSTRUCTIONAL DESIGN - ORGANIZZAZIONE E SERVIZI: SEGRETERIA ORGANIZZATIVA/AMMINISTRATIVA - ORGANIZZAZIONE E SERVIZI: AMMINISTRATORE DI RETE - ORGANIZZAZIONE E SERVIZI: ESPERTO DI PIATTAFORME - ORGANIZZAZIONE E SERVIZI: INFORMATION BROKER - DOCENZA E SUPPORTO: TUTOR ON LINE - DOCENZA E SUPPORTO: DOCENTE ESPERTO - MANAGEMENT E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO: QUALITY MANAGER

15 PRODUZIONE 1.RILEVAMENTO DEI PRE-REQUISITI DEI CORSISTI 2.STIPULA DEL CONTRATTO FORMATIVO 3.PRESENZA DI STRUMENTI PER LINDIVIDUALIZZAZIONE E LA PERSONALIZZAZIONE 4.PRESENZA DI STRATEGIE DIRETTE DI SUPPORTO AI CONTENUTI 5.PRESENZA DI STRATEGIE INDIRETTE DI SUPPORTO AI CONTENUTI 6.PRESENZA DI STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLAPPRENDIMENTO IN ITINERE ATTRAVERSO RISPOSTE COMPENSATIVE IMMEDIATE RISPETTO A PROVE STRUTTURATE

16 SPECIFICHE TECNICHE DELLA PIATTAFORMA 1.PERSONALIZZAZIONE 2.MOTORI DI RICERCA 3.FORMATI SUPPORTATI 4. TOOLS PER LA TRASFORMAZIONE DI FILE 5. PRINCIPALE TECNOLOGIA: LEARNING OBJECT 6. ACCESSIBILITÀ: USER ABILITY WAI, WCAG, W3C 7. REQUISITI DI SISTEMA 8. PROFILI UTENTE

17 VALUTAZIONE 1.PRESENZA DI STRUMENTI DI VALUTAZIONE EX ANTE 2.PRESENZA DI STRUMENTI DI VALUTAZIONE IN ITINERE 3.PRESENZA DI STRUMENTI DI VALUTAZIONE EX POST

18 Il documento prodotto costituirà la base di lavoro per la realizzazione di un corso e-learning che tratterà del Sistema di valutazione e dello strumento portfolio (tematica rilevata dallindagine come primaria tra i bisogni di formazione) che verrà erogato dal CSA di Milano ai docenti milanesi che lo richiederanno nellanno scolastico Gli esperti disciplinari che partecipano alla terza fase progetto: -Prof. Mario Castoldi - Università di Torino -Prof. Mario Comoglio – Università Salesiana Roma SVILUPPI ,


Scaricare ppt "UN MODELLO DI QUALITA PER LE-LEARNING 3 Marzo 2005 Expo dellEducazione e del Lavoro Patrizia Appari."

Presentazioni simili


Annunci Google