La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Infrastrutture telematiche del Canavese 1-21 Piano strategico del Canavese Colleretto Giacosa – Bioindustry Park 30/03/07.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Infrastrutture telematiche del Canavese 1-21 Piano strategico del Canavese Colleretto Giacosa – Bioindustry Park 30/03/07."— Transcript della presentazione:

1 Infrastrutture telematiche del Canavese 1-21 Piano strategico del Canavese Colleretto Giacosa – Bioindustry Park 30/03/07

2 Prevede la realizzazione di una infrastruttura in fibra ottica in grado di intercettare e risolvere la domanda di connettività del sistema delle imprese. Lindividuazione dei punti da connettere è avvenuta dintesa con i Tavoli di Concertazione dei Patti interessati. Il tracciato sarà tale da collegare le aree industriali più interessanti per tipologia e numero di aziende insediate. Infrastrutture telematiche del Canavese Il Progetto dei Patti 2-21

3 Il Progetto dei Patti Il tracciato della direttrice nord Torino – Ivrea è caratterizzato da 15 punti obbligatori: Borgaro, Caselle T.se, Leinì, Volpiano, San Benigno, Foglizzo, Caluso, Strambino, Romano C.se, Ivrea e Colleretto Giacosa. 3-21

4 BIO Tracciato di base Torino Nord mt 4-21

5 Lintervento prevede nuove realizzazioni. E però consentito, dove è possibile, il riutilizzo di infrastrutture esistenti. Lo sfruttamento delle infrastrutture esistenti ha per obiettivo lottimizzazione delle risorse e la riduzione dei tempi nella realizzazione del progetto. Saranno gli operatori a scegliere, sulla base di calcoli circa la loro convenienza, la combinazione di posa ex-novo e utilizzazione, eventuale, delle infrastrutture esistenti. Il Progetto dei Patti 5-21

6 La realizzazione avverrà attraverso una gara dappalto per la fornitura e gestione in concessione, secondo i principi del diritto comunitario. Alla gara potranno partecipare gli operatori di telecomunicazioni, eventualmente in ATI con cablatori che installano fibra. Quella attuata sarà una procedura ristretta, come previsto dallart. 11, lett. B, della direttiva n. 18 del Il contraente verrà individuato applicando il criterio dellofferta più conveniente. Il Progetto dei Patti 6-21

7 Per fornire una stima di massima dei costi dellintervento, è stato calcolato che per realizzare ex-novo le due dorsali si debba intervenire: -su carreggiata extra urbana per mt -su carreggiata urbana per mt -con la tecnica della minitrincea per mt -utilizzando la tecnica no-dig per mt Il Progetto dei Patti 7-21

8 Il quadro economico ipotizzato, in sede di progettazione, si completa tenendo conto che sono stati utilizzati i seguenti costi unitari: -102,41 al mt per mt di scavo tradizionale su carreggiata urbana , ,11 al mt per mt di scavo tradizionale su carreggiata extra urbana , ,94 al mt per mt di scavo in minitrincea , ,18 al mt per mt di scavo no-dig ,63 - 8,91 al mt per 132,836 mt di cavo a 96 fibre , ,66 per ognuno dei 253 pozzetti rompitratta, spillamento e pozzetti utente ,82 -1,91 per la progettazione di dettaglio dellopera, pari ad uno sviluppo di mt , Totale ,36 Il Progetto dei Patti 8-21

9 Il cronoprogramma per la realizzazione dellopera prevede: AttivitàScadenze Approvazione capitolato di gara, CdA CSI-Piemonte 13/03/07 Pubblicazione bando di gara 23/03/07 Ricezione domande di partecipazione aprile/07 Verifica requisiti di partecipazionemaggio/07 Invio lettere dinvitomaggio/07 Ricezione progetti ed offerte economiche luglio/07 Valutazione offerte tecniche settembre/07 Valutazione offerte economicheottobre/07 Aggiudicazione provvisoria novembre/07 Approvazione definitiva CdA CSI-Piemonte novembre/07 Stipula contratto dicembre/07 Realizzazione infrastruttura (240 gg dal contratto) agosto/08 Collaudo rete settembre/08 Il Progetto dei Patti 9-21

10 Il Progetto dei Patti Comunità Montana Valli di Lanzo Un esempio di cosa ci aspettiamo che accada dopo aver posato la fibra 10-21

11 Rete Wireless del Canavese A fine 2002 con il Progetto Isacco, Fond. CRT e Provincia di Torino, 15 Comuni dellEporediese sono stati collegati con una rete Wireless, realizzata dal Gruppo Ribes. Liniziativa che nel 2004 ha collegato altri 4 Comuni, era rivolta esclusivamente alle Amministrazioni Pubbliche. E in corso una evoluzione tesa a coinvolgere altri Comuni della stessa zona con estensione dellofferta di servizio anche allutenza privata, famiglie e imprese

12 Area oggi interessata dalla rete Wireless 12-21

13 Comuni serviti dalla rete Wireless con il Progetto Isacco Andrate, Carema, Nomaglio, Quassolo, Quincinetto, Settimo Vittone BanchetteColleretto GiacosaFiorano LessoloLoranzèParella PavoneQuagliuzzoSalerano C.se SamoneScarmagno Strambinello 13-21

14 Sviluppo della rete Wireless in Larga Banda Nel 2006, nellambito del progetto regionale Wi-Pie, sono state realizzate le dorsali regionali per collegare i capoluoghi provinciali più Ivrea a Torino. In questo modo è stato realizzato un nodo Top-Ix anche ad Ivrea. Lopportunità ha consentito, tra laltro, la costituzione del Consorzio Co.Impresa (Ribes e Netsurfing) che ha aderito a Top-Ix e ai suoi programmi di sviluppo. La Provincia, da parte sua, sta attrezzando il nodo di Villa Gianotti come Centro Stella di una più potente rete wireless

15 Comuni aggiunti nel 2006 alla rete Wireless BorgofrancoChiaveranoTavagnasco Comuni con il servizio esteso a cittadini e imprese dopo il 2006 AndrateColleretto Giacosa ParellaSalerano Samone Nuove aree in corso di connessione Bioindustry ParkVal Chiusella Nuova opportunità: collaborazione con AEG Coop, società distributrice del gas 15-21

16 Copertura finale del Canavese 16-21

17 WI-PIE Progetto Valli Orco e Soana Dorsale in fibra ottica Collegamento wireless tra fibra ottica e traliccio Rete di contribuzione f.o. Pont – FP – Tr1 – Val Soana f.o. Bardonetto – Tr2 f.o. Rosone – Tr3 – Valle Orco

18 Esempi di connettività e tariffe correnti Torino, via Castelgomberto 2 Mbps Torino, Pza Castello 10 Mbps Ivrea, cso Vercelli, Mbps Torino, via Maria Vittoria100 Mbps Costi di una coppia di fibra spenta. 3 al mt nella direttrice Torino – Cuneo. 6 al mt nella direttrice Torino – Ivrea 18-21

19 Corso Vercelli ad Ivrea Nella sede provinciale, interamente cablata, sono insediati il Centro per lImpiego, il Circondario e lUMA - Ufficio Macchine Agricole. Sono installati 56 telefoni e circa 40 postazioni di lavoro elettronico, connesse ad un link a 2 Mbps con Torino. Alcune macchine del CPI sono a disposizione delle aziende per linoltro delle comunicazioni aziendali obbligatorie

20 Il contributo della Provincia allo sviluppo dei servizi telematici. Comunicazioni aziendali obbligatorie.. Sportello virtuale dello spettacolo.. Supporto al Commissariato di PS nei rapporti con gli extracomunitari.. Servizi per il mondo rurale.. Auto-aggiornamento dei dati personali posseduti dal CPI.. Supporto alle scuole medie superiori (SMS, scambio dati con Unito e Polito).. Sperimentazione di un Centro per il Telelavoro.. Sportello telematico per le pratiche edilizie.. Gestione del flusso documentale

21 Nuovo contributo della Provincia allo sviluppo delle reti E in fase di elaborazione uno studio di fattibilità per la costituzione di una Rete Telematica in grado di collegare in larga banda (2 Mbps o più) le Scuole superiori. Si prevede di utilizzare le diverse tecnologie ed opportunità presenti nellarea del canavese


Scaricare ppt "Infrastrutture telematiche del Canavese 1-21 Piano strategico del Canavese Colleretto Giacosa – Bioindustry Park 30/03/07."

Presentazioni simili


Annunci Google