La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TBA Diagnostica per immagini II Displasia Dr. Luca Valbonetti

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TBA Diagnostica per immagini II Displasia Dr. Luca Valbonetti"— Transcript della presentazione:

1 TBA Diagnostica per immagini II Displasia Dr. Luca Valbonetti

2 Esame Radiografico

3

4 Esame radiografico Posizionamento Standard 1 Proiezione standard OFA (Orthopedic Foundation for Animals)

5 apofisi spinosa di L7 nel centro del corpo vertebrale ali dellileo di forma uguale sinfisi sacro-iliaca di aspetto simmetrico Esame radiografico posizionamento

6 Esame radiografico

7 Errori di posizionamento Asimmetria del bacino. Il lato del bacino in cui il ramo dell'ileo appare più stretto è sollevato dal tavolo radiografico. L'asimmetria del bacino comporta una errata valutazione della congruenza articolare e dell'angolo di Norberg perché migliora artificiosamente la congruenza articolare del lato sollevato e peggiora quella dell'altro lato. Eccessiva rotazione interna dei femori: le rotule appaiono sovrapposte alla corticale mediale dei condili femorali. Ciò comporta un falso varismo dei colli femorali ed aumenta artificiosamente la congruenza articolare. Insufficiente rotazione interna dei femori: le rotule appaiono sovrapposte alla corticale esterna dei condili femorali. Ciò comporta un falso valgismo dei colli femorali e riduce artificiosamente la congruenza articolare. Mancato parallelismo dei femori tra di loro che appaiono abdotti e divergenti. Ciò aumenta artificiosamente la congruenza articolare.

8 Errori di posizionamento

9 Posizione a Rana

10 Proiezione con distrazione Serve per calcolare DI=Indice di Distrazione. Si utilizza un apposito distrattore r d DI= 0 Assenza di lassità DI=1 Lassità =al raggio della testa DI< 0.30 Lassità accettabile prognosi buona DI Lassità eccessiva prognosi scarsa DI >0.60 Lassità inccattabile prognosi infausta

11 Anatomia radigrafica normale C: margine acetabolare craniale E: margine cranio laterale D: margine acetabolare dorsale F: fovea capitis P: cicatrice fisaria G: margine acetabolare caudale

12 Gradi di Displasia Normale

13 Gradi di Displasia Gradi di Displasia Grado lieve Grado normale

14 Gradi di Displasia Grado moderato

15 Gradi di Displasia Grado grave

16 Gradi di Displasia

17

18 Grado A (A1-A2) normale La testa del femore e l'acetabolo sono congruenti. Il bordo acetabolare craniolaterale appare netto e leggermente arrotondato. Lo spazio articolare risulta sottile ed uniforme. L'angolo di Norberg è di circa 105° o superiore. Classificazione FCI

19 Grado B (B1-B2) "quasi normale" La testa del femore e l'acetabolo appaiono leggermente incongruenti e l'angolo di Norberg è di circa 105°, oppure l'angolo di Norberg è inferiore a 105° ma il centro della testa del femore si trova medialmente al bordo acetabolare dorsale

20 Grado C "leggera displasia" La testa del femore e l'acetabolo appaiono incongruenti e l'angolo di Norberg è di circa 100° e/o il bordo acetabolare craniolaterale risulta appiattito. Possono essere presenti lievi irregolarità o segni minori di modificazioni osteo-artrosiche. Classificazione FCI

21 Grado D "media displasia" Incongruenza evidente tra la testa del femore e l'acetabolo, con sub- lussazione. L'angolo di Norberg è compreso tra 90° e 100°. Sono presenti un appiattimento del bordo acetabolare craniolaterale e/o segni di osteoartrosi. Classificazione FCI

22 Grado E "grave displasia" Sono presenti modificazioni marcate come lussazione o sublussazione evidente, con angolo di Norberg inferiore a 90°, appiattimento del bordo acetabolare craniolaterale, deformazione della testa del femore (a forma di fungo od appiattita) od altri segni di osteoartrosi Classificazione FCI

23 Angolo di Norberg 105° Tecnica utilizzata per valutare la Sublussazione: ogni misurazione inferiore a 105° è considerata patologica Svantaggio: la neoformazione di tessuto osseo a livello del margine acetabolare craniale può causare false misurazioni.

24 Angolo di Norberg

25

26 Sistema di Willis (anglosassone) 1 - Bordo craniolaterale dellacetabolo 2 - Bordo craniale dellacetabolo 3 - Testa del femore 4 - Fovea capitus 5 - Fossa acetabolare 6 - Bordo caudale dellacetabolo 7 - Bordo dorsale dellacetabolo 8 - Giunzione della testa e del collo del femore 9 - Fossa trocanterica

27 Sistema di Willis (anglosassone) ECCELLENTE Classificazione assegnata a cani che presentano una conformazione superiore rispetto ad altri della stessa età e razza. La testa del femore è alloggiata in profondità, inserendosi perfettamente in un acetabolo ben conformato e lasciando uno spazio articolare sottile. Lacetabolo circonda quasi completamente la testa del femore. BUONO Livello poco meno che superiore, si visualizza comunque una articolazione dellanca ben conformata e congruente. La testa del femore è congruente con lacetabolo ed è ben circondata da esso.

28 Sistema di Willis (anglosassone) DISCRETO Questo grado di classificazione è assegnato in presenza di lievi irregolarità dellarticolazione dellanca. Larticolazione è più ampia rispetto al fenotipo buono a causa di un lieve scivolamento della testa del femore fuori dallacetabolo, che provoca un lieve grado di incongruenza articolare (sublussazione). È altresì possibile una leggera deviazione verso linterno della superficie dellacetabolo sottoposta a carico (bordo dorsale dellacetabolo) che fa apparire lacetabolo leggermente appiattito.

29 Sistema di Willis (anglosassone) DISPLASIA LIEVE Si riscontra una sublussazione significativa nel punto in cui la testa del femore fuoriesce parzialmente dallacetabolo provocando unincongruenza e aumento dello spazio articolare. Lacetabolo è solitamente appiattito e copre solo parzialmente la testa del femore. Normalmente non si riscontrano alterazioni da osteoartrosi in questo grado di classificazione e, se il cane è giovane (dai 24 ai 30 mesi), è possibile effettuare unulteriore radiografia ad unetà successiva per una seconda valutazione. La maggior parte dei cani in questo gruppo rimangono affetti da displasia e mostrano una progressione della malattia con precoci alterazioni da artrosi. Tuttavia, alcuni cani mostrano un miglioramento nella conformazione dellanca con lavanzare delletà. Poiché la displasia dellanca è una malattia cronica e progressiva, maggiore è letà del cane, più accurata sarà la diagnosi di displasia (o di sua assenza). In cani di due anni detà, la diagnosi radiografica di displasia dellanca ha unaccuratezza del 95%; con lavanzare delletà del cane, laccuratezza aumenta progressivamente. E senzaltro il caso di effettuare radiografie di controllo se la prima è stata effettuata in un periodo in cui vi era un effetto ambientale noto – come inattività fisica ed alti livelli di estrogeni in prossimità o durante un ciclo di estro – che potrebbe indurre ad una diagnosi errata di lieve displasia dellanca.

30 Sistema di Willis (anglosassone) DISPLASIA GRAVE Questa classificazione è assegnata laddove vi siano prove radiografiche di marcata displasia. E presente una sublulssazione significativa, la testa del femore fuoriesce in parte o del tutto dallacetabolo appiattito. Come nel caso di displasia moderata, anche in questo caso vi sono notevoli alterazioni secondarie da osteoartrosi a carico del collo e della testa del femore, alterazioni del bordo acetabolare e notevoli alterazioni anomale della tramatura ossea.

31 Comparazione OFA0BVAFCI Metodo Willis o AnglosassoneMetodo FCI Excellent0 - 4 A Good Fair B Borderline C Mild D Moderate E Severe OFA: Orthopedic Foundation for Animals BVA: British Veterinary Association FCI: Fédération Cynologique Internationale

32 Displasia del Gomito Airdale Terrier Alano Basset Hound Bearded Collie Bernese Bovaro delle Fiandre Bracco italiano Cane Corso Chow-Chow Cocker Spaniel Dogue de Bordeaux Mastino napoletano Pastore belga Pastore bergamasco Pastore tedesco Retrievers Rottweiler San Bernardo Shar-pei Spinone italiano Terranova RAZZE PER LE QUALI E' PARTICOLARMENTE INDICATO IL CONTROLLO PER LA DISPLASIA DEL GOMITO

33 Anatomia del gomito

34 Displasia del Gomito Valutazione dellArtrosi a) profilo dorsale del processo anconeo; b) margine anteriore della testa del radio c) margine craniale del processo coronoideo mediale d) profilo del condilo omerale laterale e) incisura trocleare dellulna f) margine distale del condilo mediale dellomero g) profilo mediale del processo coronoideo mediale

35 ED

36 FCP

37 FCP Typical posture of a Rottweiler with fragmented coronoid process. Note the external rotation of both forelegs. DJD

38 UAP

39 UAP Sviluppo scheletrico nel cane.

40 UAP

41 OCD

42 Displasia del Gomito Posizionamento Esame Radiografico. PROIEZIONE MEDIO- LATERALE FLESSA A 45° PROIEZIONE SAGITTALE


Scaricare ppt "TBA Diagnostica per immagini II Displasia Dr. Luca Valbonetti"

Presentazioni simili


Annunci Google