La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Risorgimento – Identità Nazionale? -. Miti fondativi Quali sono o possono essere considerati oggi i miti fondativi della nazione? –Il Risorgimento può

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Risorgimento – Identità Nazionale? -. Miti fondativi Quali sono o possono essere considerati oggi i miti fondativi della nazione? –Il Risorgimento può"— Transcript della presentazione:

1 Risorgimento – Identità Nazionale? -

2 Miti fondativi Quali sono o possono essere considerati oggi i miti fondativi della nazione? –Il Risorgimento può essere considerato il mito fondativo della Repubblica (ne fu promotore C.A.Ciampi)? NO. –La Resistenza? SI, anche se rappresentava un momento divisivo della Nazione –La Costituente (1946)? FORSE ma non lo è stata e non rappresenta un mito fondante

3 Miti fondativi Il Risorgimento si presenta come un movimento NON completo E un movimento molto differenziato: Mazzini si oppone a chi favorisce la monarchia, così come accade il contrario E un movimento fratturato: come può essere fondativo?

4 Miti fondativi La nazione italiana viene imposta sulla tante Italie Lidea di nazione ha una grande forza consociativa che parte dai concetti di sangue e razza (tratto comune e forte della società europea dell800) Lidea genealogica viene così estesa dalle corti nobiliari al popolo spingendo i luoghi ed i simboli delle comunità a congiungersi sul comune terreno del sangue e della razza (ius loci e ius sanguinis)

5 Miti fondativi Ius loci e Ius sanguinis si coniugano e si incontrano con il nazionalismo (o nazionalitarismo risorgimentale e post- risorgimentale) Di conseguenza la traslazione identitaria avviene con la morte ed il morire per la patria, che divengono il punto romantico di incontro Nasce così la retorica, il simbolismo ed il mito che ritroviamo nelle allegorie e nei messaggi dellItalia liberale e – in parte per il diverso contesto – nellItalia fascista

6 Miti fondativi LItalia della Prima guerra resiste e si presenta, nel dopoguerra, sullonda dellenfasi patriottica del sacrificio Culto dei martiri e della morte: spazi e territorio ne accolgono la memoria, la loro concretizzazione, luso strumentale

7 Miti fondativi e date simbolo Diversa è la questione delle date, degli avvenimenti, dei luoghi e della memoria come momenti (uguale e differenti; condivisi e no) che cercano di essere o vengono utilizzati come riconoscimento della propria identità Tutti elementi che devono rappresentare più della semplice ricorrenza, ma raccogliere in sé luoghi e spazi della memoria, ritualismi e simbolismi densi, condivisione dei valori e della loro concretizzazione Spesso si contrappone il fatto e lanalisi storica con la nascita o la costruzione di un mito falsificante (uso politico/pubblico della storia)

8 Miti fondativi e date simbolo Le date simbolo sulle quali riflettere: 16 marzo settembre novembre aprile giugno 1946

9 Miti fondativi e date simbolo Alcuni avvenimenti simbolo sui quali riflettere Il Risorgimento La spedizione dei Mille LUnità nazionale La vittoria nella prima guerra mondiale La Resistenza La Liberazione La nascita della Repubblica

10 Miti fondativi e date simbolo Alcuni luoghi simbolo sui quali riflettere: Roma capitale Vittorio Veneto Le piazze (da rappresentazione della guerra a spazi della politica) I fronti delle guerre (1^ e 2^)

11 Miti fondativi e date simbolo Alcune memorie sulle quali riflettere I garibaldini La Prima e la Seconda guerra mondiale Il fascismo La Russia (la rivoluzione o la guerra italiana) La Resistenza La contrapposizione sociale e ideologica

12 Miti fondativi e date simbolo Alcuni simboli e i miti sui quali riflettere Il tricolore Gli inni e le canzoni Roma Milite ignoto, Vittoria mutilata, Prima Guerra Italiani? Brava Gente Laicità e Religione Monarchia e Repubblica Identità locali e identità nazionale (lItalia dei campanili e delle cento città)

13 Combinazioni di miti e fratture Unità – Indipendenza – Unificazione: il 1861 è in grado di rappresentare lItalia ma non può rappresentare il nesso con la fondazione dellItalia Repubblicana Il biennio è un mito fondante che trova trasposizione nellart.1 della Costituzione Tuttavia siamo di fronte alla nazione percepibile e percepita attraverso le narrazioni e i suoi racconti che, in un uso strumentale, possono trasferirsi (erroneamente) nella dimensione fondativa della nazione stessa

14 Combinazioni di miti e fratture Non esiste quindi un mito fondativo ma più miti fondativi della nazione italiana, collocabili in fasi diverse ognuna individualmente valida a identificare la nazione I miti cambiano con il tempo seguendo il mutare della classe dirigente: la storia dItalia e la sua unità sono una frattura di regimi cui si tenta di rispondere con lunificazione Il Risorgimento diviene una sorta di resistenza elitaria posta a mito fondante, ma con una popolazione nazionale inesistente o esclusa

15 Combinazioni di miti e fratture Il riferimento ad una identità ed al suo mito fondante (es. il Risorgimento) può terminare quando finiscono o si esauriscono miti e simboli, a loro volta sostituiti con altri o da altri Sopravvivono oggi i miti ed i simboli del Risorgimento? Risposta aperta e individuale Dove è - di conseguenza - lidentità della Repubblica? Nella Costituzione (Italia una e indivisibile) e nel lavoro (art. 1 e molti altri riferimenti)


Scaricare ppt "Risorgimento – Identità Nazionale? -. Miti fondativi Quali sono o possono essere considerati oggi i miti fondativi della nazione? –Il Risorgimento può"

Presentazioni simili


Annunci Google