La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Antonella Portalupi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Antonella Portalupi."— Transcript della presentazione:

1 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Antonella Portalupi

2 Page 2 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attendibilità della valutazione Di conseguenza…. Per rilevare un elemento in bilancio …..esso deve possedere un costo o un valore che possa essere determinato con attendibilità

3 Page 3 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Profili contabili Costo al netto dell’am- mortamento Amortized cost Fair value Valore netto di realizzo Fair value al netto dei costi di dismissione Percentuale di completamento IAS 16 IAS 38 IAS 2 IFRS 5 IFRS 3 IAS 11 IAS 39 IAS 40 IAS 41 IAS 40 IAS 32

4 Page 4 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attivo immobilizzato Valorizzazione in bilancio IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI (Immobili, impianti macchinari) IAS 16Costo al netto dell’ammortamento e delle perdite di valore Costo rivalutato (Fair value meno ammortamento) = costo di sostituzione BENI IN LEASING FINANZIARIOIAS 17Al minore tra FV e valore attuale dei pagamenti minimi dovuti IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI a vita utile definita IAS 38Costo al netto dell’ammortamento e delle perdite di valore Costo rivalutato (Fair value meno ammortamento) raro IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI a vita utile indefinita IAS 38COSTO DI ACQUISIZIONE Al netto di impairment INVESTIMENTI IMMOBILIARIIAS 40FAIR VALUE In base allo stato d’uso COSTO al netto dell’ammortamento e delle perdite di valore

5 Page 5 ammortamento lungo la vita utile in base ai criteri che riflettono la capacità dell’attività di produrre reddito in futuro. Il valore iscritto deve essere assoggettato ad impairment test se vi sono indicatori di perdita di valore Attività immateriali a vita definita L’attività non è assoggettata ad ammortamento, va sottoposta ad impairment test annualmente e ogni volta vi sia un’indicazione di perdita di valore Criteri di ammortamento Attività immateriali a vita indefinita

6 Page 6 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attivo immobilizzato Valorizzazione in bilancio PARTECIPAZIONI Controllate collegate joint venture IAS 27 IAS 28 IAS 39 Costo comprendivo di oneri accessori al netto delle perdite di valore Fair value PARTECIPAZIONI In altre imprese IAS 39FV con contropartita Patrimonio netto (categoria AFS) Se FV non misurabile attendibilmente COSTO TITOLI e altre AF Mantenuti fino a scadenza IAS 39AMORTIZED COST TITOLI Disponibili per la vendita (categoria AFS) IAS 39FV con contropartita Patrimonio netto (categoria AFS) STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO

7 L’obiettivo dell’applicazione del metodo del costo ammortizzato è giungere alla determinazione di un interesse che rappresenti il rendimento economico effettivo dell’investimento. L’amortised cost è calcolato attraverso la determinazione del tasso effettivo (IRR) che è il tasso che sconta esattamente, all’origine, i futuri flussi di cassa contrattuali del finanziamento al netto di tutti i costi di transazione direttamente attribuibili. AMORTIZED COST

8 La società A acquista un titolo con queste caratteristiche: Scadenza a 5 anni Prezzo di acquisto: 1000 Valore nominale: Tasso di interesse nominale: 4,7% (1.250 x 4,7% = 59) Tasso di interesse effettivo: 10% AMORTISED COST Esempio

9 Il costo ammortizzato e la tecnica del tasso interno di rendimento valore nominale a scadenza tasso contrattuale 4,7% - acquistato sotto la parti con differenziale di 250 – flusso di cassa anno zero ° anno2° anno3° anno4° anno5° anno = 59*(1+i)+59*(1+i)+59*(1+i)+59*(1+i)+1309*(1+i) IRR=10%

10 (a) Costo amm. Inizio es (b = a 10%) Interesse attivo (c) Cash flow (d = a + b – c) Costo amm. Fine es. X X X X X AMORTISED COST - IAS 39 IG B 26 Il costo ammortizzato e la tecnica del tasso interno di rendimento

11 Page 11 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attivo immobilizzato Valorizzazione in bilancio DERIVATI Di copertura dei flussi di cassa IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting FV con contropartita PN DERIVATI Di copertura fair value IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting Valutazione simmetrica del sottostante CREDITI FINANZIARI A LUNGO TERMINE IAS 39AMORTIZED COST ATTIVITA’ BIOLOGICHE E PRODOTTI AGRIcOLI IAS 41FV meno costi al punto vendita COSTO Più oneri accessori

12 Page 12 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attivo corrente Valorizzazione in bilancio RIMANENZEIAS 2Minore tra costo e valore netto di relaizzo Metodi FIFO Costo medio ponderato LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE IAS 11Metodo della percentuale di completamento ATTIVITA ‘ FINANZIARIE CREDITI IAS 39AMORTIZED COST TITOLI E altre attività fin. Disponibili per la vendita (categoria AFS) IAS 39FV con contropartita Patrimonio netto (categoria AFS) TITOLI e altre attività fin. Posseduti per trading IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO

13 Page 13 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Attivo corrente Valorizzazione in bilancio STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO DERIVATI Di copertura dei flussi di cassa IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting FV con contropartita PN DERIVATI Di copertura fair value IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting Valutazione simmetrica del sottostante Altre partecipazioniIAS 39COSTOFV ATTIVITA’ BIOLOGICHE E PRODOTTI AGRICOLI IAS 41FV meno costi al punto vendita COSTO Più oneri accessori

14 Page 14 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Passivo non corrente Valorizzazione in bilancio STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO DERIVATI Di copertura dei flussi di cassa IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting FV con contropartita PN DERIVATI Di copertura fair value IAS 39FV Con contropartita CE Se hedge accounting Valutazione simmetrica del sottostante

15 Page 15 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Passivo non corrente Valorizzazione in bilancio FINAZIAMENTI A LUNGO TERMINE IAS 39AMORTIZED COST FONDIIAS 37Valore attuale dell’obbligazione alla data di bilancio FONDI PER IMPOSTE DIFFERITEIAS 12Passività non attualizzata del valore che si prevede di pagare alle autorità fiscali STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO

16 Page 16 La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo Passivo corrente Valorizzazione in bilancio DEBITI COMMERCIALIIAS 39AMORTIZED COST ALTRI DEBITIIAS 39AMORTIZED COST STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI IAS 39FV con contropartita CONTO ECONOMICO

17 Page 17 Sale of goods SALE OF GOODS:  Rischi/benefici trasferiti  Nessun coinvolgimento nella gestione dell’attività  Probabilità di incasso  Attendibilità nella valutazione del compenso  Attendibilità di misurare il costo Construction contracts Sale of goods Rendering of services Interest Royalties, dividends Risks/rewards transfer No continuing involvement Probable benefits inflow Measurable revenue Measurable costs incurred Measurable costs to complete Right to payment established Measurable stage of completion Costs incurred identified Costs incurred recoverable Multiple elements Substance

18 Page 18 Revenue recognition Multiple elements IAS 18 para 13: in particolari circostanze, è necessario applicare i criteri di rilevazione alle parti separatamente identificabili di una singola operazione allo scopo di riflettere la sostanza economica dell’operazione stessa. Quando il ricavo è costituito da piu` elementi, che maturano in momenti diversi, il ricavo deve essere scisso nei vari componenti, che saranno imputati al conto economico nei periodi appropriati in base alle caratteristiche dei vari elementi. Risks/rewards transfer No continuing involvement Probable benefits inflow Measurable revenue Measurable costs incurred Measurable costs to complete Right to payment established Measurable stage of completion Costs incurred identified Costs incurred recoverable Rendering of services Multiple elements Interest Construction contracts Sale of goods Dividends, royalties Substance

19

20 Fixed assets Fixed assets IAS 16 Property plant and equipment IAS 40 Investment property IAS 17 Finance lease IFRIC 1

21 Page 21 Immobilizzazioni materiali Ambito di applicazione IAS 16 - Immobili, impianti e macchinari costituiscono attività materiali che: sono possedute per essere utilizzate nella produzione o nella fornitura di beni o di servizi, per affittarle ad altri o per scopi amministrativi, e ci si attende che siano utilizzate per più di un esercizio IAS 40 – Gli investimenti immobiliari sono immobili (e/o terreni) posseduti al fine di percepire canoni di locazione o per l’apprezzamento del capitale investito o per entrambe le motivazioni, piuttosto che per: l’uso nella produzione o nella fornitura di beni o di servizi, o per scopi amministrativi (cd. uso proprietario – IAS 16), o la vendita nel normale svolgimento dell’attività imprenditoriale (rimanenza – IAS 2)

22 Page 22 COSTI DIRETTI Costo di acquisto COSTI DIRETTAMENTE ATTRIBUIBILI Personale utilizzato per la produzione dell’asset Costi sostenuti per la preparazione del sito produttivo Costi di trasporto Costi di istallazione Onorari a professionisti quali ad esempio architetti e ingegneri Costi stimati per il ristoro del sito produttivo Costi per l’effettuazione di test Interessi su finanziamenti (facoltativo) Componenti del costo di acquisto -IAS 16

23 Page 23 No Costi inerenti a studi di fattibilità No Costi inerenti alla riallocazione di macchinari per consentirne l’istallazione di nuovi No Costi sostenuti su un asset in grado di essere utilizzati ma la cui domanda non è ancora quella attesa No Training allo Staff Sì Approntamento del sito NoPerdite operative iniziali dovute alla sotto utilizzazione dell’asset Capitalizzabili? Costi Costi capitalizzabili

24 Page 24 IAS 16– Oneri per lo smantellamento e il ripristino ambientale I costi per lo smantellamento, ripristino e similari devono essere accantonati in uno specifico fondo, nella misura in cui siano attendibilmente stimabili e implichino per l’entità l’insorgenza di un’obbligazione legale o implicita. Contabilmente, si deve:  calcolare il valore attuale netto degli oneri che si ritiene di dover pagare alla data in cui verranno effettivamente sostenuti;  capitalizzare nell’asset il valore attuale del prevedibile esborso (IAS 16.16);  rilevare in contropartita la passività in conformità allo IAS 37 (Fondo);  rilevare in ciascun esercizio l’onere finanziario implicito.

25 Page 25 IFRIC 1 – Oneri per lo smantellamento e il ripristino ambientale Chiarisce come trattare negli esercizi successivi: il cambiamento dei flussi finanziari richiesti per estinguere l’obbligazione il cambiamento nelle condizioni di mercato ai fini della determinazione del tasso di attualizzazione l’incremento della passività per effetto del trascorrere del tempo Simili effetti devono essere rilevati: come rettifica del valore contabile dell’attività, nella misura in cui i cambiamenti si riferiscono alla porzione dell’attività ancora da ammortizzare; o come costi o ricavi a conto economico, nella misura in cui i cambiamenti riguardino la porzione delle attività che è già stata ammortizzata nell’esercizio corrente e nei precedenti

26 Page 26 DUE MODELLI SI MISURAZIONE: Costo ammortizzato Misurazione al costo meno fondo ammortamento e impairment Costo rivalutato (rara applicazione) Rappresentato dal fair value meno fondo ammortamento e impairment. Se una voce di tangible asset è rivalutata l’intera classe deve essere rivalutata (e.g. Terreni, fabbricati, macchinari ecc.) Misurazione successiva (1)

27 Page 27 Misurazione successiva – Costo rivalutato (2)

28 Page 28 Fair value di terreni e edifici = valore di mercato (perizia qualificata) di impianti e macchinari = valore di mercato o costo di sostituzione ammortizzato

29 Page 29 Ammortamenti Riparto sistematico sulla vita utile Criterio di ammortamento: riflette modalità di godimento benefici futuri Vita utile: periodicamente rivista Fabbricati - vita limitata - ammortizzabili Revisione del criterio di ammortamento

30 Page 30 Costo Costo – valore residuo (spesso non materiale) al termine del suo utilizzo Ripartito lungo al vita utile dell’asset sistematicamente. Il valore residuo deve essere rivisto almeno ogni anno. Variazioni contabilizzate prospettivamente L’ammortamento calcolato anche quando il fair value eccede il valore di carico MA, se il VALORE RESIDUO > del VALORE DI CARICO stop all’ammortamento. Valore da ammortizzare

31 Page 31 Vita utile – utilità attesa (a)il periodo di tempo nel quale ci si attende che un bene sia utilizzato dall’impresa; o (b)la quantità di produzione o il numero di unità simili che l’impresa si attende di ottenere dal suo utilizzo. Vita utile: Vita utile: periodicamente rivista Se rivista Se rivista: quota di ammortamento dell’esercizio corrente e per quelli successivi deve essere rettificata.

32 Page 32 Ogni componente significativa di una voce di tangible asset deve essere ammortizzata separatamente. Il costo sostenuto inizialmente deve essere allocato ad ogni sua componente e ammortizzata di conseguenza (es. Struttura di un aereo e il motore dello stesso) L’ammortamento deve essere imputato a conto economico a meno che non possa essere capitalizzato nel valore di un’altra attività (e.g rimanenze di magazzino) Ammortamento

33 Page 33 Finance Lease Se sono sostanzialmente trasferiti tutti i rischi e i benefici relativi alla proprietà Operating Lease Se non sono sostanzialmente trasferiti tutti i rischi e i benefici relativi alla proprietà Sostanza sulla forma IAS 17 Finance Lease

34 Page 34 IAS 17 - Leasing Classificazione Leasing finanziario diritto di utilizzare un bene e trasferimento di tutti i rischi e i benefici correlati alla proprietà Leasing operativo categoria residuale 2

35 Page 35 La classificazione delle operazioni di leasing adottata si basa sulla attribuzione dei rischi e dei benefici derivanti dalla proprietà di un bene locato al locatore o al locatario. Un leasing è classificato come finanziario se trasferisce, sostanzialmente, tutti i rischi e i benefici connessi alla proprietà. Un leasing è classificato come operativo se non trasferisce, sostanzialmente, tutti i rischi e i benefici derivanti dalla proprietà. Classificazione delle operazioni

36 Page 36  il leasing trasferisce la proprietà del bene al locatario al  termine del contratto;  il locatario ha l’opzione di acquisto del bene a un prezzo che ci si attende sia sufficientemente inferiore al fair value alla data alla quale si può esercitare l’opzione cosicché, all’inizio del leasing, è ragionevolmente certo che essa sarà esercitata;  la durata del leasing copre la maggior parte della vita economica del bene anche se la proprietà non è trasferita; e  all’inizio del leasing il valore attuale dei pagamenti minimi dovuti per il leasing equivale almeno al fair value del bene locato; e  i beni locati sono di natura così particolare che solo il locatario può utilizzarli senza dover apportare loro importanti modifiche. Indicatori

37 Page 37 Esempio: Calcolo dell’onere finanziario implicito 37  durata 8 anni  maxicanone iniziale di €  canoni annuali da €  opzione di acquisto al termine della locazione €  valore di mercato €  vita utile 12 anni valore attuale dei flussi di cassa per il locatore = 0 ( ) = Va (1+x) (1+x) (1+x) (1+x) (1+x) -5 ……. Va (i+x) –n = nell’esempio = 7,55% annuale

38 Page 38 Esempio: Piano di rimborso ANNORATA QUOTA QUOTA DEBITO INTERESSICAPITALE RESIDUO

39 Page 39 Contabilizzazione per il locatario

40 Page 40 Contabilizzazione per il locatario

41 Page 41 Contabilizzazione per il locatario

42 Page 42 Contabilizzazione per il locatore I locatori devono rilevare nel loro stato patrimoniale i beni posseduti oggetto di operazioni di leasing finanziario ed esporli come credito a un valore uguale all’investimento netto nel leasing. La rilevazione dei proventi finanziari deve essere basata su modalità che riflettano un tasso di rendimento periodico costante sull’investimento netto residuo del locatore.

43 Page 43 Contabilizzazione per il locatore *

44 Page 44 Lease operativo Contabilizzazione per il locatario I pagamenti per un leasing operativo devono essere imputati come costo al conto economico a quote costanti per la durata del leasing a meno che sia un criterio sistematico diverso a rispecchiare le modalità temporali di godimento dei benefici da parte dell’utilizzatore

45 Page 45 IAS 40 Investment property Identificazione Immobili detenuti per beneficiare canoni di locazione o incrementi di valore di proprietà o acquisiti tramite finance lease Esclusi: immobili occupati dal proprietario immobili destinati alla vendita immobili (es. terreni) posseduti tramite leasing operativo

46 Page 46 IAS 40 Valutazione Fair value presunzione che FV può essere determinato utili/perdite a CE; oppure Costo rettificato (fair value nelle note) (ai sensi dello IAS 16)

47 Page 47 Fair Value Valore di mercato - “il + alto ottenibile dall’utilizzo ottimale ” Effettive condizioni e circostanze alla data di chiusura Mercato attivo - prezzi correnti se non esiste mercato attivo: prezzi recenti stima dei flussi di cassa basati su contratti esistenti IAS 40 incoraggia l’utilizzo di esperti esterni

48 IAS 38 Intangible assets

49 Page 49 IAS 38 – Attività Immateriali Attività non monetaria, controllata, identificabile, senza consistenza fisica, che è in grado di dare futuri benefici economici, come: Software Licenze Marchi Brevetti

50 Page 50 Attività acquisite separatamente valorizzati in base al costo di acquisto Attività generate internamente costi di ricerca e sviluppo Acquisizioni come parte di un’aggregazione aziendale separazione dal goodwill Acquisizioni attraverso contributi pubblici IAS 38 – Fonti di acquisizione di intangible assets

51 Page 51 IAS 38 – Attività Immateriali Costi di sviluppo Costi di sviluppo devono essere capitalizzati se esiste: a) la possibilit à tecnica di completare l ’ intangible asset affinch è possa essere utilizzato o pronto per essere venduto; b) l ’ intenzione della societ à di completare l ’ intangible asset; c) la capacit à di utilizzare o vendere il bene; d) un mercato dove l ’ intangible può essere venduto o dove possono essere venduti i prodotti generati utilizzando l ’ intangible o, se utilizzato internamente, l ’ utilit à dell ’ intangible; e) adeguate risorse tecniche, finanziare per terminare lo sviluppo del bene e per utilizzare o vendere il bene; e f) una misura attendibile dei costi attribuibili all ’ intangible durante la fase di sviluppo.

52 Page 52 Criteri di identificazione e contabilizzazione Risorsa immateriale 3. In grado di generare futuri benefici economici? 1. Identificabile? 2. Controllata? Identificata 4. Probabile che i futuri benefici economici si realizzeranno? 5. Il costo è attendibilmente quantificabile? Non è un’attività immateraile Contabilizzo Non contabilizzo Si No Si No Si No

53 Page 53 Measurement Contabilizzazione iniziale: COSTO Costi successivi in genere a conto economico Costo ammortizzato* in base al valore rivalutato* con rif. ad un mercato attivo * al netto di ammortamento e perdite di valore

54 Page 54 Recognition – internally generated intangible assets Avviamento generato internamente NO! Attività immateraili generate internamente Costi di ricerca Sviluppo NO! Solo se soddisfatte le condizioni

55 Page 55 ammortamento lungo la vita utile in base ai criteri che riflettono la capacità dell’attività di produrre reddito in futuro. L’avviamento inizia quando il bene è disponibile per l’uso e cessa qunado il bene è dismesso o classificato com “held for sale”. Il valore iscritto deve essere assoggettato ad impairment test se vi sono indicatori di perdita di valore Attività immateriali a vita definita l’impairment test deve essere condotto secondo le metodologie previste dallo IAS 36 l’attività non è assoggettata ad ammortamento, va sottoposta ad impairment test annualmente e ogni volta vi sia un’indicazione di perdita di valore Attività immateriali a vita indefinita Criteri di ammortamento

56 Page 56 IAS 38 – Ammortamento Valore residuo = zero a meno che: impegno di terzi all’acquisto mercato attivo, valore residuo determinabile; mercato esisterà alla fine della vita utile?

57 Page 57 Domande ?

58


Scaricare ppt "La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Antonella Portalupi."

Presentazioni simili


Annunci Google