La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

07/01/10 MENDEL. Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "07/01/10 MENDEL. Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura."— Transcript della presentazione:

1 07/01/10 MENDEL

2 Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura Quinto livello struttura Sesto livello struttura Settimo livello struttura Ottavo livello struttura Nono livello strutturaFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello 07/01/10 Perché proprio i piselli?? La scelta di Mendel della pianta del pisello (pisum sativum) per i suoi esperimenti fu dovuta per diverse ragioni: Le piante si trovavano in commercio ed erano facilmente coltivabili; Le numerose varietà avevano caratteristiche assai differenti che si manifestavano inalterate e riapparivano in un raccolto dopo l'altro;

3 07/01/10 Lereditarietà Il concetto base concepito dal monaco era molto innovativo per lepoca, egli infatti dedusse che l'ereditarietà era un fenomeno dovuto ad agenti specifici contenuti nei genitori, al contrario di quanto creduto fino a quel tempo. Non si può tuttavia ancora parlare di genetica.

4 07/01/10 Le linee pure Le linee pure sono caratteristiche molto evidenti della stessa specie di pisello, (es. del seme: liscio o rugoso; colore del giallo o verde) grazie alle quali questa pianta si prestava facilmente, infatti il monaco poteva impollinare a piacimento i suoi vegetali. Egli operò con un vastissimo numero di esemplari perché sapeva che le leggi della probabilità si manifestano sui grandi numeri.

5 07/01/10 Le 3 leggi di Mendel Dopo 7 anni di studi sulle caratteristiche ereditarie della pianta del pisello Mendel è giunto a riassumere il suo lavoro in 3 leggi, : Legge della dominanza Legge della segregazione Legge dellassortimento indipendente generalmente sono valide per tutti gli organismi animali e vegetali a struttura cellulare, mentre non lo sono nei batteri e nei virus

6 Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura Quinto livello struttura Sesto livello struttura Settimo livello struttura Ottavo livello struttura Nono livello strutturaFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello 07/01/10 Legge della dominanza (o legge della omogeneità del fenotipo) incrociando due individui puri che differiscono per un dato carattere, chiamati generazione parentale (P),si ottengono nella prima generazione (F1) discendenti con caratteristiche omogenee rispetto al carattere in questione. Questo significa che, in ogni caso, nella F1 uno dei caratteri antagonisti scompare completamente, senza lasciare traccia. Questo carattere e altri dello stesso tipo vengono detti recessivi, mentre quelli che determinano il fenotipo della pianta prendono il nome di dominanti.

7 07/01/10 e il carattere non presente nella F1? dall'analisi della «seconda generazione filiale» o F2, riappaiono i caratteri scomparsi nella generazione precedente. Queste caratteristiche, presenti nella generazione parentale (P) e ricomparse nella F2, dovevano in qualche modo essere presenti anche nella generazione F1, sebbene non evidenti.

8 07/01/10 Uneccezione alla regola Esistono anche delle eccezioni alla legge della dominanza: una pianta può presentare fiori di vario colore. Se si incrocia una pianta con fiori rossi con una con fiori bianchi, si ottiene un fiore rosa (bocca di leone) perché entrambi i geni dei colori sono dominanti; in questo caso si chiama dominazione incompleta.

9 07/01/10 Legge della segregazione La F2 quindi era composta da caratteri sia dominanti che recessivi, però legati dal rapporto 3:1. Mendel intuì che la comparsa dei caratteri antagonisti e le loro proporzioni costanti nella F2 potevano essere spiegate ammettendo che le caratteristiche fossero determinate da fattori separati. Questi fattori, riteneva Mendel, dovevano trovarsi nelle piante F1 in coppie: un componente di ogni coppia era ereditato dal padre e l'altro dalla madre

10 Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura Quinto livello struttura Sesto livello struttura Settimo livello struttura Ottavo livello struttura Nono livello strutturaFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello 07/01/10 Il quadrato di Punnet Quindi la F1, dovendo avere entrambi i caratteri, può essere scritta come Yy, di conseguenza chiamarla eterozigote; però c'è da ricordare che un organismo eterozigote manifesta nel suo fenotipo (aspetto esteriore) solo l'allele (carattere) dominante. Mentre la P è formata da organismi yy e YY, cioè da linee pure, chiamati anche omozigoti. Chiarito il significato di tali parole possiamo cercare una spiegazione del rapporto 3:1. Uno dei modi più semplici è il quadrato di Punnet, dal nome del genetista inglese che per primo o utilizzò per l'analisi dei caratteri determinati geneticamente. Il quadrato di Punnet utilizza le leggi della probabilità.

11 Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura Quinto livello struttura Sesto livello struttura Settimo livello struttura Ottavo livello struttura Nono livello strutturaFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello 07/01/10 Legge dellassortimento indipendente prendendo in considerazione degli incroci tra piante di piselli che differivano per due caratteri,un genitore produceva semi lisci e gialli e l'altro rugosi e verdi, i caratteri liscio e giallo sono dominanti, mentre rugoso e verde sono recessivi. Mendel, seguì il medesimo procedimento che aveva usato con il primo esperimento, ed ottenne risultati simili, ma significativi. La F1 era composta per intero da componenti genotipicamente eterozigoti (quindi fenotipicamente con semi lisci e gialli), mentre fra i componenti della F2

12 07/01/10 Enunciato della legge "...quando si formano i gameti, gli alleli di un gene si separano indipendentement e dagli alleli di un'altro gene".

13 07/01/10 Il rapporto 9:3:3:1 Su 16 combinazioni, 9 sono gli individui che presentano i due caratteri dominanti, 1 è l'individuo con i due caratteri recessivi, 3 e 3 sono gli individui con le due combinazioni alternative di caratteri dominanti e recessivi. 9/16 di piselli gialli e lisci; 3/16 di piselli gialli e grinzosi; 3/16 di piselli verdi e lisci; 1/16 di piselli verdi e grinzosi.

14 07/01/10

15


Scaricare ppt "07/01/10 MENDEL. Cliccate per modificare il formato del testo della struttura Secondo livello struttura Terzo livello struttura Quarto livello struttura."

Presentazioni simili


Annunci Google