La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LAfrica è un continente con una forma triangolare ed è tagliata a metà dallequatore. Dal punto di vista geologico è il più antico dei continenti. Si divide.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LAfrica è un continente con una forma triangolare ed è tagliata a metà dallequatore. Dal punto di vista geologico è il più antico dei continenti. Si divide."— Transcript della presentazione:

1

2 LAfrica è un continente con una forma triangolare ed è tagliata a metà dallequatore. Dal punto di vista geologico è il più antico dei continenti. Si divide in 3 grandi regioni geopolitiche: AFRICA SETTENTRIONALE:Marocco, Algeria,Tunisia, Libia e Egitto. AFRICA EQUATORIALE O TROPICALE: Africa del sud, Africa occidentale, Africa equatoriale e orientale AFRICA MERIDIONALE: Parte australe

3 IL TERRITORIO: È quasi tre volte lEuropa. Ha una forma compatta e coste basse. Il territorio è caratterizzato da TAVOLATI e ALTOPIANI. Laltitudine del continente media è di 700m. Nella parte centro-occidentale troviamo la RIFT VALLEY (spaccatura formatasi 50 milioni di anni fa) dove si trovano le più alte cime africane come il Kilimangiaro e il Kenya. Lungo le coste vi sono catene montuose come quella dellatlante e nel Sahara troviamo i massicci dellahaggar e del tibesti. Le pianure si limitano alla parte costiera. LIDROGRAFIA Lafrica non ha ghiacciai permanenti e lidrografia ha 3 caratteristiche: o Presenza di grandi fiumi come il Nilo o Presenza di laghi come il lago Vittoria, ma anche come il lago Ciad. o Scarsità di acqua (vi sono corsi dacqua temporanei chiamati vidian).

4

5 LE COSTE Le coste sono poco frastagliate, alte e in alcuni punti basse e sabbiose o acquitrinose. Vi sono insenature scarse e alcune isole poco numerose e piccole apparte il Madagascar e altri che sono mete turistiche e quindi molto frequentate

6

7 IL CLIMA Il clima presenta molte varietà: FASCIA EQUATORALE clima caldo e umido. FASCIA TROPICALE clima con temperature elevate e scarse precipitazioni; in corrispondenza del tropico del Cancro cè il deserto del Sahara(corrente fredda delle Canarie). In corrispondenza del tropico del Capricorno cè il deserto della Namibia (corrente fredda del Benguela). FASCIA MEDITERRANEA clima mite, piovoso soprattutto invernale.

8 I VARI AMBIENTI Gli ambienti africani presentano una notevole varietà come quella climatica: FORESTA PLUVIALE (alta biodiversità con fauna ricca di uccelli, rettili, scimmie e insetti.) SAVANA (caratterizzata da grandi distese di erbe con arbusti e alberi isolati.) ZONE DESERTICHE ( come il Sahara dove vi sono animali che si sono abituati al tipo di clima.)

9 Foresta pluviale Savana Zone desertiche

10 GLI ANIMALI DELLAFRICA :

11 LA STORIA AFRICANA: Lafrica è stata la culla dellumanità, dalla nascita degli australopitechi. Anche la nostra specie ha origini africane e dallafrica i sapiens si sono diretti verso altri continenti. Le vicende dellafrica settentrionale sono diverse da quelle del resto del continente. In Egitto cera la civiltà dei faraoni mentre il resto del continente ha avuto una storia diversa, formata da civiltà nomadi e seminomadi. Gli europei iniziarono a interessarsi dell Africa per puro interesse e lesito fu che nacque la tratta degli schiavi africani. Si conta infatti che 10 milioni di Africani siano stati deportati in America e che molti di essi ne siano restati vittime. Gli europei iniziarono a conquistare il continente a fine 1800 perché erano attirati dalle materie prime. Solo dopo la 2° guerra mondiale il periodo di decolonizzazione.

12 Cause politiche dei problemi africani I problemi dellafrica principalmente sono: colonialismo decolonizzazione Sfruttamento delle risorse e confermazione dei confini in epoca coloniale Profonde divisioni etniche

13 più di i minori di 18 anni attualmente impegnati in conflitti nel mondo. La maggioranza di questi hanno da 15 a 18 anni ma ci sono reclute anche di 10 anni L'uso di armi automatiche e leggere ha reso più facile l'arruolamento dei minori; oggi un bambino di 10 anni può usare un AK-47 come un adulto. I ragazzi, non chiedono paghe, affrontano il pericolo con maggior incoscienza (per esempio attraversando campi minati o intrufolandosi nei territori nemici come spie).

14

15 Povertà (dovuta anche ai conflitti oltre che al fenomeno della colonizzazione) Profonde carenze nelle infrastrutture (mancanza ponti, strade, canali, ecc.) Malattie (dovute alla poca igiene, al clima, alla denutrizione ecc.; spesso sono incurabili come l'AIDS) Mancanza di strutture sanitarie Mancanza d'acqua Analfabetismo (dovuto spesso ai Governi: fa comodo che la popolazione resti ignorante e perciò non sia in grado di comprendere le frodi e non sia a conoscenza dei propri diritti) Enorme debito estero Arretratezza agricola e industriale (a causa della mancanza di macchinari, dovuta alla povertà) Formazione di campi profughi per i civili scampati alla guerra

16 IL LAVORO MINORILE CAUSE Interessi e responsabilità del nord del mondo Povertà delle famiglie Povertà dello stato sociale Caratterizzato da: Forme pessime (schiavitù,lavoro forzato …) Sfruttamento CONSEGUENZE: Povertà sotto tutti i punti di vista Analfabetismo Salute del minore Danni psicologici CONSEGUENZE: Povertà sotto tutti i punti di vista Analfabetismo Salute del minore Danni psicologici

17 Riforma agraria Infrastrutture Microcredito Piccole meccanizzazioni Acqua potabile Istruzione gratuita IL NOSTRO AIUTO: Prodotti equo-solidali Marchi di qualità sociale Consumo ridotto IL NOSTRO AIUTO: Prodotti equo-solidali Marchi di qualità sociale Consumo ridotto

18 La popolazione Popolazione di circa persone Densità media di 31 abitanti per km2 Distribuzione non omogenea Crescita demografica tra le più alte del mondo. Povertà nella maggior parte del continente causa così migrazioni interne e emigrazioni. Le città La popolazione urbana è in continuo aumento e anche le città lo sono. La crescita di centri urbani porta a un aumento delle periferie. Nelle grandi città come il Cairo, il Lagos sono centri ricchi mente in alcuni parti del continente ci sono le SLUMS.

19 LE SLUMS DI LAGOS Nelle slums di Lagos ci vivono più di 13 milioni di abitanti abitate spesso da diversi gruppi etnici. Le baracche sono prive di servizi essenziali e sono costruite senza nessun piano regolatore. Le strade non sono asfaltate e questo favorisce il distacco dai quartieri separando le zone metropolitane.

20

21 LA POPOLAZIONE a nord del deserto del Sahara vive una popolazione dalla pelle bianca con cultura e lingua araba al confine meridionale del deserto del Sahara vivono i Berberi a sud del Sahara vivono le persone dalla pelle scura che posso no essere divise in diversi gruppi (gruppo sudanese,Etiopi,etnie del Corno d'Africa,gruppo nilotico) sono presenti ancora popoli antichi che sono in continuo spostamento tra cui: Pigmei,Koisan San. al sud sono presenti gli Afrikaner nel Madagascar vivono i Malgasci LE LINGUE Le lingue parlate in Africa sono molto articolate,semplificando tutto si può dire che: nella fascia mediterranea e settentrionale si parla l'arabo nel Corno d'Africa sono diffuse 70 lingue e 200 dialetti,la lingua ufficiale dell'Etiopia è l'aramaico nel'Africa subsahriana la lingua principale è il sudanese, il nilo- sahariano e il bantu nell'Africa meridionale si parlano le lingue khoisanidi in Madagascar si parlano il bantu

22

23 Le religioni Lislam è la religione più diffusa in tutta lAfrica a nord dell equatore. Conta più di 300 milioni di fedeli in tutto il continente. Il cristianesimo è unaltra grande religione presente in Africa. Ci sono poi le religioni tradizionali Cioè le religioni detteanimiste dove tutti gli elementi della natura hanno uno spirito vitale e per questo il rapporto con la natura è fondamentale da parte della popolazione.

24 Leconomia Lafrica è ricca di materie prime ma lindice di povertà è molto alto. La repubblica sudafricana è la principale potenza mineraria e lAfrica è tra i primi produttori mondiali di uranio. Merita di essere ricordata la copper belt, La fascia del rame che va dallo Zaire allo Zambesi.

25 UN ECOMONIA DISOMOGENEA Grandi differenze nelle sviluppo Paesi avviati verso lo sviluppo economico. Paesi che stanno lentamente emergendo Paesi che vivono in condizioni di estrema povertà

26 LAfrica resta inoltre uno dei continenti meno industrializzato del mondo. Prevalgono invece: Agricoltura di sussistenza Monocolture di piantagioni Multinazionali Limitato tessuto industriale Disastrosa situazione economica avantaggia diversi paesi come USA, Cina e Giappone


Scaricare ppt "LAfrica è un continente con una forma triangolare ed è tagliata a metà dallequatore. Dal punto di vista geologico è il più antico dei continenti. Si divide."

Presentazioni simili


Annunci Google