La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Problem Solving Collaborativo (2) 2014/2015 L. Mazzella – V. Anesin.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Problem Solving Collaborativo (2) 2014/2015 L. Mazzella – V. Anesin."— Transcript della presentazione:

1 Problem Solving Collaborativo (2) 2014/2015 L. Mazzella – V. Anesin

2 Un cenno di teoria… Le fasi del problem solving tradizionale E di quello collaborativo CPS: fine o mezzo?

3 Ambito di riferimento Lev Vygotsky – zona di sviluppo prossimale Lev Vygotsky zona di sviluppo prossimale Cosa lo studente sa fare Zona di sviluppo prossimale Cosa lo studente non sa fare da solo ma riesce a fare lavorando con un partner più competente Cosa lo studente non sa fare

4 Robert Glaser, psicologo cognitivista americano ( ) : monitorare progressi attraverso livelli di competenza crescente, valutazione autentica – compito autentico, livelli EQF 1-4 (pag.30) Robert Glaservalutazione autenticalivelli EQF 1-4 Livello di sviluppo 1 Livello di sviluppo 2 Livello di sviluppo 3 Livello di sviluppo 4 Livello di sviluppo 5 Indicatori di abilità Criteri di comportamento

5 Problem solving - modelli G. Polya 1973PISA 2003/2012ATC21S Capire il problemaEsplorare e capireRaccogliere e condividere informazioni sui collaboratori e sul compito Stabilire un pianoRappresentare e formulare Trovare collegamenti e relazioni, organizzare e categorizzare le informazioni Eseguire il pianoPianificare ed eseguireCostruire strategie e procedure con metodo «se… allora» Monitorare il lavoro svolto e controllare obiettivi Monitorare e riflettereTestare le ipotesi con metodo «what if» e controllare processi e soluzioni

6 Il modello unitario di Lucangeli

7 Comprensione del testo Capacità di interpretare il testo del problema (struttura verbale + struttura matematica) Rappresentazione Capacità di rappresentare le informazioni contenute nel testo mediante uno schema che le strutturi e le integri Capacità di costruire un rapporto tra i dati e le incognite in un modello integrato Categorizzazione Capacità di classificare il problema in base alle operazioni necessarie per la soluzione Capacità di coglierne la struttura essenziale sottostante agli aspetti immediatamente percepibili Pianificazione Capacità di suddividere in fasi operative il processo di soluzione Capacità di ipotizzare un piano che tenga conto di obiettivi intermedi tra loro collegati Monitoraggio e valutazione Capacità di esercitare un controllo strategico sul processo di soluzione, stimare i risultati e valutarne l’appropriatezza (metacognizione=autoistruzioni, automonitoraggio, autovalutazione)

8 Test – Problem Solving SPM – Test dell’abilità di soluzione dei problemi (Lucangeli, Tressoldi, Cendron)

9 E se aggiungiamo la collaborazione? Esplorazione dello spazio del problema Raccolta e condivisione delle informazioni Discussione dei collegamenti e degli schemi Discussione delle regole e delle possibilità Formulazione di regole e ipotesi CPS Competenze cognitive Competenze sociali

10 CPS: strumento o competenza a se stante? coinvolge ragionamento induttivo e deduttivo può essere insegnato direttamente è un fattore di facilitazione di altre competenze… ma può essere usato anche in situazioni indipendenti dal curricolo


Scaricare ppt "Problem Solving Collaborativo (2) 2014/2015 L. Mazzella – V. Anesin."

Presentazioni simili


Annunci Google