La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE Felice Carugati e Patrizia Selleri Capitolo 2 La prospettiva storico-culturale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE Felice Carugati e Patrizia Selleri Capitolo 2 La prospettiva storico-culturale."— Transcript della presentazione:

1 1 PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE Felice Carugati e Patrizia Selleri Capitolo 2 La prospettiva storico-culturale

2 2 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Verso una definizione di Psicologia delleducazione = Psicologia applicata alle dinamiche di APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO In ambito anglofono: 1910 prima rivista Educational Psychology In Francia: Psychologie de léducation

3 3 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Prospettiva associazionista e comportamentista La prima psicologia delleducazione inizi XX secolo Prospettiva cognitivista Istruzione Programmata Elaborazione dellinformazione e e strategie di metacognizione

4 4 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale La prima psicologia delleducazione: -esigenze applicative -non studia i contesti di apprendimento -approccio individualista

5 5 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Prospettiva storico-culturale russa: il contributo di Vygotskij Le funzioni mentali che si sviluppano nel bambino devono essere studiate attraverso le attività pratiche nella vita quotidiana e cioè nel contesto sociale, storico e culturale nel quale si manifestano e si costruiscono La seconda psicologia delleducazione inizi XX secolo

6 6 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Le funzioni psicologiche superiori hanno origine nelle attività pratiche della vita quotidiana, attraverso lappropriazione di artefatti culturali (strumenti materiali e simbolici) costruiti e trasmessi dal proprio gruppo sociale

7 7 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale La cultura secondo Vygotskij è linsieme degli artefatti costruiti, utilizzati e accumulati dai gruppi sociali nel corso della loro esperienza storica. Origine sociale delle funzioni psicologiche superiori

8 8 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Legge dello sviluppo culturale : ogni funzione psichica si presenta due volte nel corso dello sviluppo culturale degli uomini e si può osservare nello sviluppo dei bambini: inizialmente sul piano sociale come attività svolta fra persone e successivamente sul piano individuale come attività padroneggiate dallindividuo quando opera da solo.

9 9 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Le forme sociali e storico-culturali influenzano le caratteristiche degli strumenti cognitivi nei bambini Ruolo fondamentale degli adulti in quanto esperti della cultura…

10 10 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale … La nozione di ZONA DI SVILUPPO PROSSIMALE(ZOPED) sviluppo attuale La distanza fra il livello di sviluppo attuale, definito dal tipo di abilità mostrata da un soggetto che affronta individualmente un compito sviluppo potenziale e il livello di sviluppo potenziale di cui un soggetto dà prova quando affronta un compito del medesimo tipo con lassistenza di un soggetto più esperto (adulto o coetaneo)

11 11 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale ZOPED e processi di apprendimento – insegnamento … ZOPED e processi di apprendimento – insegnamento Secondo Vygotskij, linsegnamento è efficace quando si colloca oltre il livello di sviluppo attuale dellalunno, offrendo lopportunità di attivare quelle funzioni psicologiche o abilità che sono in fase di costruzione.

12 12 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale In un secondo momento, a partire dalle interazioni sociali avvenute, lalunno interiorizza i contenuti dellinsegnamento e li utilizza in maniera autonoma Diventa quindi centrale nella teoria di Vygotskij il ruolo che le interazioni sociali mediate dal linguaggio svolgono nellacquisizione delle funzioni mentali superiori a livello individuale

13 13 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale È lindividuo studiato mentre svolge le attività di cui sta costruendo il significato, allinterno del contesto sociale e culturale in cui vive Lunità di analisi della Zoped

14 14 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Storia e cultura Adulti ZOPED Bambino

15 15 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Strumenti per favorire la Zoped Zoped fra coetanei - apprendimento cooperativo - apprendimento reciproco Zoped e vita quotidiana Linee di sviluppo della prospettiva di Vygotskij:

16 16 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Gli strumenti delladulto per favorire la Zoped a scuola Osservazione dei comportamenti Utilizzo della contingenza Feedback Istruzioni sul compito Porre domande Strutturazione cognitiva Scaffolding

17 17 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Zoped fra coetanei Diverse ricerche hanno illustrato che compagni scelti per affiancare e sostenere i loro coetanei in difficoltà scolastica beneficiano di questa opportunità addirittura più degli stessi alunni in difficoltà

18 18 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Apprendimento cooperativo E uno strumento didattico che utilizza piccoli gruppi di studenti che lavorano insieme per migliorare reciprocamente il loro apprendimento. Crea un contesto di classe responsabile e collaborativo nel quale possono attivarsi processi cognitivi di ordine superiore indotti da pratiche quali le discussioni di gruppo, negoziazione e mediazione dei conflitti, spiegazioni e argomentazioni ad alta voce (Johnson, Johnson, Holubec 1994)

19 19 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Strumento didattico proposto da Palincsar e Brown [1984] per integrare abilità di decodifica e di comprensione di testi. Un insegnante e un piccolo gruppo di alunni leggono in silenzio una porzione di un testo e successivamente si impegnano a turno a discutere sul significato di ciò che hanno letto. Viene individuato un responsabile della discussione (linsegnante o un alunno) che inizia a porre domande a proposito del tema centrale del testo letto e poi riassume il contenuto con le proprie parole Apprendimento reciproco

20 20 Carugati, Selleri - Psicologia delleducazione, Il Mulino, 2005 Capitolo 2. La prospettiva storico-culturale Losservazione di adulti impegnati in attività quotidiane con i bambini possono essere descritte allinterno della nozione di Zoped: gli adulti offrono una ricca varietà di strumenti di supporto ai piccoli (spiegazioni verbali, dimostrazioni pratiche, collegamenti concettuali, anticipazione previsione di eventi, facilitazione di un compito, oltre che incoraggiamenti e lodi) aiutandoli ad acquisire abilità e competenze sempre più complesse (funzioni psicologiche superiori) Zoped e vita quotidiana


Scaricare ppt "1 PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE PSICOLOGIA DELLEDUCAZIONE Felice Carugati e Patrizia Selleri Capitolo 2 La prospettiva storico-culturale."

Presentazioni simili


Annunci Google