La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La psicologia in Russia prima della rivoluzione del 17 Lambiente culturale è caratterizzato da: Psicologia spiritualista Psicologia spiritualista maggior.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La psicologia in Russia prima della rivoluzione del 17 Lambiente culturale è caratterizzato da: Psicologia spiritualista Psicologia spiritualista maggior."— Transcript della presentazione:

1 La psicologia in Russia prima della rivoluzione del 17 Lambiente culturale è caratterizzato da: Psicologia spiritualista Psicologia spiritualista maggior esponente: Celpanov Riflessologia Riflessologia maggiori esponenti: Secenov, Bechterev, Pavlov

2 La psicologia spiritualista Loggetto della psicologia è la coscienza; i processi psicologici e i comportamenti sono visti come fenomeni che hanno origine allinterno del soggetto e non si possono ridurre a processi di natura materiale Loggetto della psicologia è la coscienza; i processi psicologici e i comportamenti sono visti come fenomeni che hanno origine allinterno del soggetto e non si possono ridurre a processi di natura materiale Il metodo da seguire in psicologia è quello introspettivo, già seguito da Wundt e dallo strutturalismo Il metodo da seguire in psicologia è quello introspettivo, già seguito da Wundt e dallo strutturalismo

3 La riflessologia Oggetto di studio sono le basi neurologiche e fisiologiche dei comportamenti e dei processi mentali (studio dei riflessi nervosi) Oggetto di studio sono le basi neurologiche e fisiologiche dei comportamenti e dei processi mentali (studio dei riflessi nervosi) È una concezione che riduce i processi psichici a processi elementari e di natura biologica È una concezione che riduce i processi psichici a processi elementari e di natura biologica Il metodo di indagine è quello sperimentale e osservativo Il metodo di indagine è quello sperimentale e osservativo

4 I riflessi meccanismo di base dellarco riflesso: meccanismo di base dellarco riflesso: stimolo – centro nervoso - reazione Processi elementari riflesso spinale Processi elementari riflesso spinale Processi complessiriflesso cerebrale Processi complessiriflesso cerebrale i comportamenti vengono appresi attraverso linterazione con lambiente, ma secondo meccanismi basati sui riflessi (Secenov, I riflessi del cervello, 1863)

5 Gli studi di Pavlov Nobel nel 1904 per i risultati dello studio della fisiologia della digestione Nobel nel 1904 per i risultati dello studio della fisiologia della digestione Studio dei riflessi condizionati e teoria dellattività nervosa superiore Studio dei riflessi condizionati e teoria dellattività nervosa superiore Osservazione della salivazione psichica Osservazione della salivazione psichica

6 Condizionamento classico PRIMA DEL CONDIZIONAMENTO SC (suono)nessuna risposta SI (cibo)RI (salivazione) DURANTE IL CONDIZIONAMENTO Sc (suono) seguito da SI (cibo)RI (salivazione) DOPO IL CONDIZONAMENTO SC (suono)RC (salivazione) SC: stimolo condizionato RI: riflesso incondizionato SI: stimolo incondizionato RC: riflesso condizionato

7 La Scuola storico-culturale A confronto con la psicologia spiritualista riconosciuta ufficialmente, nasce un nuovo indirizzo di psicologia, quello storico culturale: Istituto di psicologia di Mosca (1924) – con direttore Kornilov Istituto di psicologia di Mosca (1924) – con direttore Kornilov maggiori rappresentati sono: maggiori rappresentati sono: Vygotskij – Leontev - Lurija

8 FONDAMENTI DELLA PROSPETTIVA STORICO-CULTURALE Distinzione tra processi psichici di base e processi psichici superiori Distinzione tra processi psichici di base e processi psichici superiori Riferimento alle tesi del materialismo dialettico di Marx Riferimento alle tesi del materialismo dialettico di Marx La psiche é il prodotto di evoluzione animale influenzato da fattori storici e culturali La psiche é il prodotto di evoluzione animale influenzato da fattori storici e culturali Studia i processi psicologici attraverso lo studio delle attività quotidiane e delle caratteristiche della cultura nella quale gli individui operano Studia i processi psicologici attraverso lo studio delle attività quotidiane e delle caratteristiche della cultura nella quale gli individui operano

9 LEV VYGOTSKIJ ( )

10 Percorso intellettuale dal 1913/17 studi di filosofia e giurisprudenza a Mosca dal 1913/17 studi di filosofia e giurisprudenza a Mosca durante la Rivoluzione del 17 insegna e compie studi sui bambini disabili; si occupa di psicologia dellarte durante la Rivoluzione del 17 insegna e compie studi sui bambini disabili; si occupa di psicologia dellarte Nel 1924 collabora con lIstituo di psicologia di Mosca Nel 1924 collabora con lIstituo di psicologia di Mosca 1928/31 studi sul linguaggio e sulle funzioni mentali superiori 1928/31 studi sul linguaggio e sulle funzioni mentali superiori 1932/34 studi sul ruolo delle emozioni e vari temi psicologici 1932/34 studi sul ruolo delle emozioni e vari temi psicologici 1934 muore precocemente di tubercolosi, pubblicazione di Pensiero e linguaggio 1934 muore precocemente di tubercolosi, pubblicazione di Pensiero e linguaggio Nel periodo staliniano la suo opera è messa al bando, solo a partire dagli anni 60 vengono pubblicate in traduzione inglese le sue opere Nel periodo staliniano la suo opera è messa al bando, solo a partire dagli anni 60 vengono pubblicate in traduzione inglese le sue opere

11 Tesi principale Per Vygotskij: Lo sviluppo cognitivo è essenzialmente un processo sociale e il compito della psicologia è spiegare come le funzioni intellettuali superiori, ad esempio il linguaggio, il pensiero, il ricordo, emergano dalle esperienze sociali del bambino

12 Processi e comportamenti in prospettiva evolutiva cè continuità tra il comportamento animale e quello delluomo in prospettiva evolutiva cè continuità tra il comportamento animale e quello delluomo ma tra animale e uomo vi è un salto qualitativo causato dallo sviluppo dei processi psichici superiori dipendenti dal contesto storico-culturale ma tra animale e uomo vi è un salto qualitativo causato dallo sviluppo dei processi psichici superiori dipendenti dal contesto storico-culturale

13 STRUTTURA PROCESSI PSICHICI SEQUENZA S-R (PROCESSI DI BASE) SEQUENZA S-R (PROCESSI DI BASE) S-R E STIMOLO-STRUMENTO (PROCESSI SUPERIORI), ESEMPIO IL LINGUAGGIO S-R E STIMOLO-STRUMENTO (PROCESSI SUPERIORI), ESEMPIO IL LINGUAGGIO

14 LEGGE GENETICA GENERALE DELLO SVILUPPO CULTURALE FUNZIONI PSICHICHE SVILUPPATE NELLE RELAZIONI SOCIALI (INTERSOGGETTIVITA), INTERPSICHICHE, DIVENTANO IN SEGUITO INTERNE, INTRAPSICHICHE, AD ESEMPIO IL LINGUAGGIO CHE DA INTERPSICHICO, RELAZIONALE DIVENTA INTERNO, EGOCENTRICO, INTERIORIZZATO

15 I processi psichici (attenzione, percezione) sono determinati da fattori biologici ed ambientali. I processi psichici (attenzione, percezione) sono determinati da fattori biologici ed ambientali. Lo sviluppo psichico umano è caratterizzato dalluso di strumenti costruiti dalluomo per raggiungere fini pratici e dalluso del linguaggio Lo sviluppo psichico umano è caratterizzato dalluso di strumenti costruiti dalluomo per raggiungere fini pratici e dalluso del linguaggio. Tale sviluppo non implica mutamenti di tipo biologico è la cultura che crea particolari forme di comportamento Tale sviluppo non implica mutamenti di tipo biologico è la cultura che crea particolari forme di comportamento

16 Priem = strumento (stimolo-mezzo) SIMBOLI(linguaggio) UOMO STRUMENTI UTENSILI APPRESI NEL CONTESTO SOCIALE E INTERIORIZZATI (LEGGE GENETICA GENERALE DELLO SVILUPPO CULTURALE) costituiscono il SALTO DIALETTICO che modifica qualitativamente il rapporto S-R

17 Linguaggio: strumento culturale STRUMENTO PREMINENTE GRAZIE AL QUALE VIENE TRASFERITA LESPERIENZA A LIVELLO SOCIALE STRUMENTO PREMINENTE GRAZIE AL QUALE VIENE TRASFERITA LESPERIENZA A LIVELLO SOCIALE IL LINGUAGGIO CONSENTE AI BAMBINI DI REGOLARE LE PROPRIE ATTIVITA IL LINGUAGGIO CONSENTE AI BAMBINI DI REGOLARE LE PROPRIE ATTIVITA IL LINGUAGGIO VIENE INTERIORIZZATO E SI TRASFORMA IN PENSIERO IL LINGUAGGIO VIENE INTERIORIZZATO E SI TRASFORMA IN PENSIERO

18 IL LINGUAGGIO CONSENTE AI BAMBINI DI REGOLARE LE PROPRIE ATTIVITA IL LINGUAGGIO CONSENTE AI BAMBINI DI REGOLARE LE PROPRIE ATTIVITA I MONOLOGHI INDICANO CHE I BAMBINI HANNO ACQUISITO LUSO DEL LINGUAGGIO COME STRUMENTO DI PENSIERO I MONOLOGHI INDICANO CHE I BAMBINI HANNO ACQUISITO LUSO DEL LINGUAGGIO COME STRUMENTO DI PENSIERO VERSO LA FINE DEL PERIODO PRESCOLARE IL LINGUAGGIO VIENE INTERIORIZZATO E SI TRASFORMA IN PENSIERO VERSO LA FINE DEL PERIODO PRESCOLARE IL LINGUAGGIO VIENE INTERIORIZZATO E SI TRASFORMA IN PENSIERO

19 Pensiero e linguaggio (1934) hanno radici genetiche differenti: hanno radici genetiche differenti: Negli animali e nel bambino piccolo vi sono attività intellettive più o meno evolute indipendenti dal linguaggio, e allo stesso tempo il bambino può usare forme primitive di linguaggio senza la presenza di processi di pensiero Verso i due anni pensiero e linguaggio iniziano ad interagire Verso i due anni pensiero e linguaggio iniziano ad interagire

20 Evoluzione del linguaggio STRUMENTO DI COMUNICAZIONE (1 ANNO ½ - 2 ANNI) INTERIORIZZAZIONE STRUMENTO DI REGOLAZIONE DEL COMPORTAM. (4 ANNI)

21 Confronto Piaget-Vygotskij sul linguaggio Vygotskij (esternointerno) Vygotskij (esternointerno) si sviluppa attraverso linterazione con lambiente sociale Piaget (internoesterno) Piaget (internoesterno) si sviluppa grazie allo sviluppo del pensiero Linguaggio egocentrico Per Vygotskij è un fenomeno di passaggio dalle Per Vygotskij è un fenomeno di passaggio dalle funzioni interpsichiche a quelle intrapsichiche Per Piaget è una manifestazione immediata Per Piaget è una manifestazione immediata dellegocentrismo infantile

22 Somiglianze con Piaget Natura attiva del bambino Natura attiva del bambino Approccio costruttivista Approccio costruttivista Importanza di interazione tra soggetto e oggetto: Importanza di interazione tra soggetto e oggetto: -Piaget: oggetto è mondo fisico; -Piaget: oggetto è mondo fisico; -Vygotskij: oggetto è persona, prodotto sociale -Vygotskij: oggetto è persona, prodotto sociale

23 LO SVILUPPO PER TAPPE LO SVILUPPO E CARATTERIZZATO DA UN PROCESSO DI STRATIFICAZIONE DOVUTO ALLA COMBINAZIONE DI ELEMENTI BIOLOGICI E CULTURALI LO SVILUPPO E CARATTERIZZATO DA UN PROCESSO DI STRATIFICAZIONE DOVUTO ALLA COMBINAZIONE DI ELEMENTI BIOLOGICI E CULTURALI QUINDI LO SVILUPPO CAMBIA A SECONDA DELLA CULTURA E DEL LINGUAGGIO USATO QUINDI LO SVILUPPO CAMBIA A SECONDA DELLA CULTURA E DEL LINGUAGGIO USATO

24 ETA STABILI E CRITICHE Le età stabili sono caratterizzate da cambiamenti microscopici che accumulandosi creano il presupposto di un salto qualitativo Le età critiche sono quelle in cui la personalità del bambino cambia: dallallattamento alla prima infanzia (1 anno di vita)dallallattamento alla prima infanzia (1 anno di vita) rivolta allambiente (3 anno di vita)rivolta allambiente (3 anno di vita) difficoltà sul piano educativo (7 anno di vita)difficoltà sul piano educativo (7 anno di vita) difficoltà e fase maturazione sessuale (13 anno di vita)difficoltà e fase maturazione sessuale (13 anno di vita)

25 APPRENDIMENTO SPONTANEO- FINO AI TRE ANNI SPONTANEO- FINO AI TRE ANNI SPONTANEO-REATTIVO 3-6 ANNI SPONTANEO-REATTIVO 3-6 ANNI REATTIVO ANNI REATTIVO ANNI

26 APPRENDIMENTO E SVILUPPO MENTALE SVILUPPO FORME SUPERIORI DEL PENSIERO LEGATO ALLE RELAZIONI SOCIALI SVILUPPO FORME SUPERIORI DEL PENSIERO LEGATO ALLE RELAZIONI SOCIALI APPRENDIMENTO E UNA FORMA GENERALE DELLO SVILUPPO APPRENDIMENTO E UNA FORMA GENERALE DELLO SVILUPPO ZONA PROSSIMALE DI SVILUPPO ZONA PROSSIMALE DI SVILUPPO

27 ZONA PROSSIMALE DELLO SVILUPPO E LA DISTANZA TRA CIO CHE IL BAMBINO PUO CONSEGUIRE SENZA LASSISTENZA DI ALTRE PERSONE E CIO CHE PUO OTTENERE CON LAIUTO DI ESPERTO

28 IN ALTERNATIVA AI TEST INTELLETTIVI CHE SOSTENEVANO CHE LE MISURE STATICHE MISURANO IL FUNZIONAMENTO MENTALE DI UN INDIVIDUO. IN ALTERNATIVA AI TEST INTELLETTIVI CHE SOSTENEVANO CHE LE MISURE STATICHE MISURANO IL FUNZIONAMENTO MENTALE DI UN INDIVIDUO. PER VYGOSTKIJ LE FUNZIONI MENTALI CHE SI STANNO SVILUPPANDO NEL BAMBINO DEVONO ESSERE OSSERVATE DOVE SI COSTRUISCONO E CIOE NELLE ATTIVITA DI COLLABORAZIONE E NON NEL SINGOLO BAMBINO PER VYGOSTKIJ LE FUNZIONI MENTALI CHE SI STANNO SVILUPPANDO NEL BAMBINO DEVONO ESSERE OSSERVATE DOVE SI COSTRUISCONO E CIOE NELLE ATTIVITA DI COLLABORAZIONE E NON NEL SINGOLO BAMBINO

29 IN ETA SCOLARE: IMPORTANZA IMITAZIONE E COOPERAZIONE IN ETA SCOLARE: IMPORTANZA IMITAZIONE E COOPERAZIONE CONSIDERARE DUE PARAMETRI: SVILUPPO ATTUALE E QUELLO PIU VICINO CONSIDERARE DUE PARAMETRI: SVILUPPO ATTUALE E QUELLO PIU VICINO

30 ZONA DI SVILUPPO PROSSIMALE Abilità completamente sviluppate nel bambino Abilità che il bambino inizia ad apprendere e che esegue se aiutato Abilità oltre le possibilità attuali del bambino

31 Punti della teoria LA CULTURA SPECIFICA E LE INTERAZIONI LA CULTURA SPECIFICA E LE INTERAZIONI SOCIALI SONO FONDAMENTALI PER LO SVILUPPO COGNITIVO NON ESISTE PIU LIMMAGINE DEI BAMBINI SOLITARI DI PIAGET NON ESISTE PIU LIMMAGINE DEI BAMBINI SOLITARI DI PIAGET MAGGIORE IMPORTANZA AI DIFFERENTI RITMI DI APPRENDIMENTO NELLO SVILUPPO MAGGIORE IMPORTANZA AI DIFFERENTI RITMI DI APPRENDIMENTO NELLO SVILUPPO


Scaricare ppt "La psicologia in Russia prima della rivoluzione del 17 Lambiente culturale è caratterizzato da: Psicologia spiritualista Psicologia spiritualista maggior."

Presentazioni simili


Annunci Google