La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV."— Transcript della presentazione:

1 Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV

2 FASCICOLO AZIENDALE non è possibile presentare domanda senza aver prima costituito il fascicolo aziendale non è possibile presentare domanda senza aver prima costituito il fascicolo aziendale  raccoglie i dati di tutti i soggetti che intendono presentare domanda di finanziamento  la gestione dei fascicoli aziendali è stata attribuita all ’ AVEPA (dal 1 gennaio 2006)  AVEPA secondo le modalità previste da apposita convenzione delega i CAA alla tenuta ed alla gestione del fascicolo aziendale

3 la costituzione del fascicolo può essere fatta presso  i CAA Forniscono assistenza alla compilazione e agli eventuali adempimenti burocratici  la Struttura Periferica di AVEPA di Rovigo Non fornisce assistenza alla compilazione Non fornisce assistenza alla compilazione

4 Il fascicolo aziendale viene costituito tramite  1) informatizzazione dei dati del beneficiario nell ’ applicativo AVEPA per la gestione del fascicolo aziendale  2) costituzione e conservazione di un fascicolo aziendale cartaceo, che contiene i documenti comprovanti i dati dichiarati nel fascicolo aziendale informatizzato

5 DOMANDA DI AIUTO  PRESENTAZIONE  RICEVIBILITA ’  AMMISSIBILITA ’  FINANZIABILITA ’

6 1. COMPILAZIONE INFORMATICA DELLA DOMANDA TRAMITE L ’ ACCESSO AI MODULI INFORMATICI PREDISPOSTI DA AVEPA 2. CONSEGNA DELLA DOMANDA CARTACEA E DEGLI ALLEGATI ALLA STRUTTURA PERIFERICA AVEPA DI Rovigo PRESENTAZIONE

7 La compilazione informatica può essere effettuata dal  CAA mandatario  dal singolo richiedente  da un soggetto da questo delegato un soggetto delegato deve acquisire apposita delega sottoscritta dal richiedente un soggetto delegato deve acquisire apposita delega sottoscritta dal richiedente

8 Prima di inviare la richiesta di accesso ai moduli informatici è necessario ottenere la registrazione della propria utenza al seguente indirizzo è necessario ottenere la registrazione della propria utenza al seguente indirizzo La guida alla registrazione è disponibile all ’ indirizzo sopra menzionato alla voce La guida alla registrazione è disponibile all ’ indirizzo sopra menzionato alla voce “ Manuale Operatore ”.

9 Per la compilazione informatizzata della domanda è necessario ottenere una password per entrare nell ’ applicativo  anticipare la richiesta via mail ( )  effettuare la richiesta tramite fax ( ) ( ) fac-simile di richiesta di accesso fac-simile di richiesta di accesso sezione PSR

10 Modalità di presentazione della domanda a)A mano alla SPA di Rovigo entro le ore 13 del 21 Giugno a)A mano alla SPA di Rovigo entro le ore 13 del 21 Giugno b)Tramite raccomandata A.R. o posta celere b)Tramite raccomandata A.R. o posta celere c)A mezzo corriere c)A mezzo corriere

11 Riconoscimento errori palesi Dopo il termine di scadenza per la presentazione della domanda è possibile il riconoscimento di soli errori palesi Dopo il termine di scadenza per la presentazione della domanda è possibile il riconoscimento di soli errori palesi : Non sono errori palesi: a)CUAA :errata o mancata indicazione a)CUAA :errata o mancata indicazione b)P.IVA :errata o mancata indicazione b)P.IVA :errata o mancata indicazione c)Interventi componenti l ’ operazione:errata o mancata indic. c)Interventi componenti l ’ operazione:errata o mancata indic. d)Punteggi richiesti per l ’ operazione : errata o mancata indic. d)Punteggi richiesti per l ’ operazione : errata o mancata indic.

12 RICEVIBILITÀ durante tale fase si verifica  domanda sia stata presentata entro i termini  firma  presenza del codice fiscale (o CUAA) Nel caso in cui anche uno solo degli elementi individuati non sia rispettato e/o presente, la domanda viene considerata irricevibile

13 RICEVIBILITÀ Verificata la ricevibilità il dirigente della SPA di Rovigo provvede All ’ assegnazione dell ’ istruttoria all ’ ufficio competente All ’ assegnazione dell ’ istruttoria all ’ ufficio competente All ’ individuazione del responsabile del procedimento All ’ individuazione del responsabile del procedimento Alla comunicazione di avvio del procedimento ai sensi degli art. 7-8 della legge 241/1990 Alla comunicazione di avvio del procedimento ai sensi degli art. 7-8 della legge 241/1990

14 AMMISSIBILITÀ  la conformità dell ’ operazione alla normativa comunitaria e nazionale normativa comunitaria e nazionale  Il rispetto dei criteri di selezione   la ragionevolezza delle spese proposte   l ’ affidabilità del richiedente

15 AMMISSIBILITA’ Nella fase istruttoria il richiedente ha diritto a prendere visione degli atti del procedimento e di presentare memorie scritte che non possono però comportare un aumento del punteggio Nella fase istruttoria il richiedente ha diritto a prendere visione degli atti del procedimento e di presentare memorie scritte che non possono però comportare un aumento del punteggio

16 FINANZIABILITA’ TRA LE DOMANDE AMMESSE IN GRADUATORIA, SULLA BASE DEGLI IMPORTI RESI DISPONIBILI DAL BANDO, VENGONO INDIVIDUATE LE DOMANDE FINANZIABILI TRA LE DOMANDE AMMESSE IN GRADUATORIA, SULLA BASE DEGLI IMPORTI RESI DISPONIBILI DAL BANDO, VENGONO INDIVIDUATE LE DOMANDE FINANZIABILI La formale approvazione delle fasi di ammissibilità e finanziabilità delle domande è competenza di una commissione congiunta GAL- AVEPA istituita con Decreto del Direttore di AVEPA N. 176 DEL e s.m.i. La formale approvazione delle fasi di ammissibilità e finanziabilità delle domande è competenza di una commissione congiunta GAL- AVEPA istituita con Decreto del Direttore di AVEPA N. 176 DEL e s.m.i. entro 120 giorni solari dalla data di chiusura termini per la presentazione delle domande di aiuto entro 120 giorni solari dalla data di chiusura termini per la presentazione delle domande di aiuto

17 FINANZIABILITA’ la commissione è costituita da 2 componenti la commissione è costituita da 2 componenti del GAL e da 2 della SPA di ROVIGO del GAL e da 2 della SPA di ROVIGO Valuta l ’ applicazione dei criteri di selezione Valuta l ’ applicazione dei criteri di selezione stabiliti dal bando e predispone la graduatoria delle domande ammissibili per ciascuna misura/sottomisura/azione stabiliti dal bando e predispone la graduatoria delle domande ammissibili per ciascuna misura/sottomisura/azione

18 Comunicazione di finanziabilità Successivamente al decreto di finanziabilità AVEPA invia una lettera ai beneficiari ammessi a finanziamento Successivamente al decreto di finanziabilità AVEPA invia una lettera ai beneficiari ammessi a finanziamento  gli importi ammessi a finanziamento  i tempi di esecuzione dell ’ operazione  le modalità di presentazione delle domande di pagamento (anticipo, acconto, saldo)  le modalità di rendicontazione delle spese  gli obblighi di pubblicità del finanziamento comunitario  gli altri obblighi e le sanzioni

19  Le operazioni con interventi strutturali  Le operazioni con altri interventi materiali  Le operazioni con interventi immateriali Determinazione della spesa

20 Le operazioni con interventi strutturali  Costruzione ristrutturazione fabbricati ecc.  Acquisto e installazione impianti (idrico-sanitario, termico, elettrico)  Sistemazione delle aree esterne computo metrico estimativo analitico utilizzando per le opere edili il prezziario Regionale e per gli impianti tecnologici quello dei lavori pubblici

21 Scelta del fornitore basata sul confronto tra almeno tre preventivi di spesa elaborati da ditte in concorrenza impianti tecnologici macchinari attrezzature componenti edili non a misura Le operazioni con altri interventi materiali

22  spesa superiore ai 5.000,00 euro: è necessaria breve relazione redatta e sottoscritta da un tecnico qualificato  spesa inferiore ai 5.000,00 euro (IVA esclusa): il preventivo prescelto è indicato da una dichiarazione del beneficiario

23 Le operazioni con interventi immateriali (ricerche di mercato, brevetti, studi, attività divulgative, ecc..) È sempre necessario presentare tre offerte di preventivo di ditte in concorrenza presentare tre offerte di preventivo di ditte in concorrenza con dettagliate informazioni sul: con dettagliate informazioni sul: - fornitore del servizio - le modalità di esecuzione del progetto Se non è possibile disporre di tre offerte di preventivo Se non è possibile disporre di tre offerte di preventivo - relazione descrittiva di un tecnico qualificato che dimostri l ’ impossibilità di individuare altri soggetti concorrenti che dimostri l ’ impossibilità di individuare altri soggetti concorrenti Se legate al progetto max. 25% della spesa totale ammessa

24 Prestazioni volontarie non retribuite quantificate nel computo metrico analitico quantificate nel computo metrico analitico Possono essere riconosciute  solo per alcune tipologie di beneficiari (imprenditore agricolo o forestale, membri della sua famiglia, soci di consorzi forestali)  solo per alcuni tipi di interventi non sono riconosciute le prestazioni volontarie non retribuite nella realizzazione di opere edilizie

25 documentazione da presentare  permesso a costruire o DIA. (integrabili entro 60 giorni dalla scadenza per la presentazione delle domande)  documentazione relativa alla disponibilità dell ’ immobile  autorizzazione del proprietario a realizzare gli interventi  relazione di valutazione di incidenza o dichiarazione del tecnico che tale documento non è necessario  in caso di Società o Enti pubblici: - delibera che approva il progetto e autorizza la presentazione della domanda di contributo - delibera che approva il progetto e autorizza la presentazione della domanda di contributo - rispetto della normativa generale appalti (solo enti pubblici)

26 VARIANTI Sono considerate varianti tutti i cambiamenti all ’ operazione approvata che comportino in particolare  il cambio del beneficiario  il cambio della sede dell ’ investimento o delle superfici oggetto di impegno  modifiche tecniche sostanziali degli interventi approvati  modifica della tipologia degli interventi approvati nel corso della realizzazione dell’operazione non sono AMMESSE

27 “MODIFICHE NON SOSTANZIALI” “ introduzione di più idonee soluzioni tecnico economiche che non alterano le finalità, la natura, la funzione e la tipologia dell ’ operazione ” “ introduzione di più idonee soluzioni tecnico economiche che non alterano le finalità, la natura, la funzione e la tipologia dell ’ operazione ”  possono essere autorizzate anche in sede consuntiva dall ’ incaricato all ’ accertamento finale  è opportuno che il beneficiario richieda all ’ ufficio di esprimere un parere circa la possibilità di apportare tale modifica  Non possono comportare una variazione della spesa tra interventi superiore al 10% della spesa ammessa per l ’ operazione.

28   decesso del beneficiario   incapacità professionale di lunga durata dello stesso   espropriazione di una parte rilevante dell ’ azienda   calamità naturale grave   distruzione accidentale dei fabbricati aziendali adibiti all ’ allevamento I termini di scadenza 6 mesi attrezzature - 18 mesi opere e impianti per l’esecuzione delle operazioni per l’effettuazione delle relative spese non sono prorogabili salvo causa di forza maggiore

29 DOMANDA DI PAGAMENTO  ANTICIPO  ACCONTO  SALDO

30 ANTICIPO   possono essere richiesti anticipi del 50% dell ’ aiuto pubblico concesso (operazioni finanziate con provvedimenti assunti nel 2009 e nel 2010)   presentazione di garanzia fideiussoria pari al 110% dell ’ anticipo da erogare

31 ANTICIPO L ’ anticipo può essere richiesto entro non oltre quattro mesi dalla data di pubblicazione nel BUR del decreto di concessione del finanziamento L ’ erogazione dell ’ aiuto avviene entro 30gg dalla presentazione della domanda

32 ACCONTI SALDI Le spese per l ’ intervento devono essere state sostenute:  DOPO LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA  PRIMA DEL TERMINE PER LA CONCLUSIONE DELL ’ INTERVENTO  DAL BENEFICIARIO  NON IN CONTANTI

33 ACCONTI SALDI L ’ importo massimo riconoscibile, compreso l ’ eventuale anticipo, non può superare l ’ 80% del contributo concesso L ’ importo massimo riconoscibile, compreso l ’ eventuale anticipo, non può superare l ’ 80% del contributo concesso Per le operazioni con spesa ammessa inferiore o uguale a € è possibile un unico acconto, se importo superiore 2 acconti Per le operazioni con spesa ammessa inferiore o uguale a € è possibile un unico acconto, se importo superiore 2 acconti

34 ACCONTI SALDI La richiesta di acconto non può essere avanzata nei 2 mesi precedenti alla data prevista per la conclusione dell ’ intervento La richiesta di acconto non può essere avanzata nei 2 mesi precedenti alla data prevista per la conclusione dell ’ intervento La procedura di erogazione dell ’ acconto e del saldo si conclude entro 60gg dalla presentazione della domanda di pagamento La procedura di erogazione dell ’ acconto e del saldo si conclude entro 60gg dalla presentazione della domanda di pagamento

35 ACCONTI SALDI Modalità di Pagamento Ammesse Modalità di Pagamento Ammesse a) Bonifico o Ricevuta bancaria b) Bollettino Postale tramite conto corrente postale c) Vaglia Postale tramite conto corrente postale d) Assegno non trasferibile e) Mandato di pagamento (enti pubblici) f) Carta di Credito

36 ACCONTI SALDI Modalità di Pagamento Ammesse Modalità di Pagamento Ammesse g) Pagamenti effettuati da intermediari finanziari sulle basi di contratti di prestito non agevolato con oggetto esclusivo il bene finanziato dal PSR

37 ACCONTI SALDI Modalità di Pagamento non ammesse Modalità di Pagamento non ammesse a)Pagamenti in contanti b)Pagamenti tramite assegni circolari (tranne che per acquisto di beni immobili) c)Pagamenti regolati anche con parziale ritiro dell ’ usato dal venditore d)Pagamenti effettuati non dal soggetto beneficiario e)Pagamenti su titoli inferiori a 50€

38 Gli interventi finanziati devono essere mantenuti e non subire modifiche sostanziali per un periodo  di 7 anni per le strutture  di 5 anni per macchine e attrezzature dalla pubblicazione del decreto di finanziamento nel BUR

39 STRUTTURA PERIFERICA DI ROVIGO Via D.ALIGHIERI 2/A Tel.: ZANON LUIGI 0425/ ZANETTI MASSIMO 0425/377205


Scaricare ppt "Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV Struttura Periferica di Rovigo PROCEDURE AMMINISTRATIVE DOMANDE ASSE IV."

Presentazioni simili


Annunci Google