La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto interdisciplinare immagine/informatica Classe VA anno scolastico 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto interdisciplinare immagine/informatica Classe VA anno scolastico 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1 Progetto interdisciplinare immagine/informatica Classe VA anno scolastico 2012/2013

2 Questo progetto-laboratorio, suddiviso in 6 unità didattiche, attraverso losservazione, la riflessione,l a sperimentazione intende avvicinare i bambini allarte moderna e contemporanea. Un primo momento è dedicato alla conoscenza dellartista e delle sue opere più famose attraverso la visita virtuale a musei e la navigazione in siti dedicati. In un secondo momento si propone agli studenti di impegnarsi in unattività pratica che cerchi di riprendere alcune delle peculiarità stilistiche dellautore. Un terzo momento è dedicato allapprofondimento delle tematiche artistiche affrontate mediante schede debitamente preparate dallinsegnante FINALITA E STRUTTURA del PROGETTO

3 1853 – 1890 Pittore olandese visse ad Anversa, Parigi e Arles. Lunica cosa che amava fare e che continuò a fare per tutta la vita, fu dipingere: si guardava intorno e ritraeva i contadini al lavoro, i campi di grano, piccoli giardini e paesaggi sconfinati, i suoi amici e le persone semplici che incontrava ogni giorno. Di qualsisi soggetto riusciva a riportare sulla tela anche il carattere, le emozioni, gli stati danimo: accentuando ed esagerando alcuni colori della realtà, otteneva effetti eccezionali. Osservando le sue opere possiamo così conoscere nel profondo i soggetti che ha dipinto, come se li avessimo frequentati a lungo anche noi.

4 Van Gogh viveva in un piccolo paesino della Francia e si dedicava allattività che più gli piaceva, dipingere. Egli riproduceva sulla tela campi coltivati a perdita docchio rendendo le tante sfumature del grano oppure ritraeva la natura nei suoi momenti più tempestosi.

5

6

7 OSSERVANDO LE OPERE DI VINCENT VAN GOGH… Le nostre impressioni: abitava in campagna, disegnava i campi amava i paesaggi e anche il mare ci sono tanti cieli stellati usava colori vivaci, molto intensi, pimpanti usava sfumature particolari le persone non sono mai in primo piano, spesso sono solo sagome forse le mette solo per arricchire il quadro dipingeva molto la notte e i tramonti dipinge a trattini dipinge paesaggi del Sud, lo capiamo dai colori, dal tipo di alberi (gli ulivi), dal sole ci trasmette lidea del caldo forse la sua stagione preferita è lestate

8

9 Il paesaggio è lambiente che ci circonda: è fatto di campi, alberi, montagne, mare, fiumi e case. E costituito di elementi naturali ma anche del lavoro delluomo: i campi arati, i filari delle viti, i ponti sui fiumi …. I paesaggi possono essere calmi, sereni ma anche arrabbiati, infuriati, agitati, o ancora paurosi o tristi

10

11

12

13 Uno dei quadri più famosi è Campo di grano con corvi, un campo di grano dai toni cupi e inquieti che sembra essere mosso dal vento e su cui volano grandi e minacciosi corvi neri. Tutto è agitato e si ha limpressione che stia per accadere qualcosa. Questo paesaggio è così malinconico e tempestoso perché i colori del grano, del cielo e del sentiero sono spezzati da tratti scuri. Lartista ha eseguito rapide pennellate ondeggianti; inoltre i rossi e i verdi del terreno contrastano con il giallo del grano e il blu intenso del cielo e questo ci comunica energia e forza. I colori erano importantissimi per Van Gogh che li utilizzava per suscitare emozioni in chi guardava le sue opere.

14 Van Gogh aveva notato che lerba, le spighe, i cespugli non sono macchie piatte ed allora, per disegnarli usava pennelli sottili e faceva tanti trattini diritti, curvi, arruffati o puntini e cerchietti

15

16

17

18 I RITRATTI di Vincent Van gogh

19 Vincent Van Gogh si dedicò anche a raffigurare le persone. Anche quando non ritraeva paesaggi, cercava di rendere il carattere di ognuno e non solo lapparenza esterna. Anche in questo caso, egli si affidava ai colori. Interpretando la realtà, egli aggiungeva emozioni e temperamento a ciò che vedeva e completava limmagine che dipingeva con significati più profondi. In questo modo ci permette di entrare, senza usare le parole, nel mondo delle persone che ritrae.

20

21

22

23

24

25

26 Per svolgere lintero lavoro si è fatto riferimento al testo di Paolo Marabotto VAN GOGH giallo oro, blu cobalto Lapis Editore.


Scaricare ppt "Progetto interdisciplinare immagine/informatica Classe VA anno scolastico 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google