La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A Te giovane… qualunque sia il Tuo stato di salute, Tu sei giovane e questo a me basta e per questo titolo a Te mi dirigo. Dio vuole servirsi di Te. Dio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A Te giovane… qualunque sia il Tuo stato di salute, Tu sei giovane e questo a me basta e per questo titolo a Te mi dirigo. Dio vuole servirsi di Te. Dio."— Transcript della presentazione:

1 A Te giovane… qualunque sia il Tuo stato di salute, Tu sei giovane e questo a me basta e per questo titolo a Te mi dirigo. Dio vuole servirsi di Te. Dio Ti conosce per nome, Ti guarda, Ti segue e vuole una Tua risposta. Cari giovani, siamo Suoi, siamo di Cristo, ed è Lui che vince in noi. Dobbiamo crederlo profondamente, dobbiamo vivere tale certezza, altrimenti le difficoltà continuamente insorgenti avranno, purtroppo, il potere di far penetrare nei nostri animi quel tarlo insidioso, che si chiama scoraggiamento, assuefazione, supino adattamento alla prepotenza del male (Giovanni Paolo / V/19 79).

2 Dio pone il seme della Sua parola ed il frutto della Redenzione nelle Tue mani; Te li affida e vuole che Tu li faccia sviluppare e fruttificare. Non è dei giovani saper piantare e saper attendere e curare i normali sviluppi di ogni seme? Il Padre ti ha donato il tuo seme, la Sua Parola il Figlio, che è Parola di vita eterna. Gesù, a Sua volta, Ti ripete: Sii mio testimone, testimone di verità, di sacrificio, di figliolanza divina, cresciuta ed aumentata fino a raggiungere il disegno che il Padre ha su di Te, fin dalleternità.

3 Spetta a Te dare la Tua risposta e la Tua cooperazione al Padre, a Dio; il cui nome è Colui che è: ossia lEterno presente; quindi lEterno giovane, chi Ti ha tratto dal nulla e che ora, per mezzo di Suo Figlio, cammina con Te, per introdurti là dove esiste soltanto la Carità, ossia Lui, che è CARITÀ!

4 Anche Maria Santissima, lImmacolata, Ti guarda con simpatia; a Lourdes, a La Salette, a Fatima, a Guadalupe si è circondata di giovani; a loro, con fiducia, ha affidato il Suo cuore. È madre ed è normale che si interessi e trepidi per la salvezza dei Suoi figli. Tu sei giovane; i Tuoi ideali devono essere grandi, luminosi, attraenti. Tu puoi agire; puoi incontrarti con altri giovani; puoi seguire un ideale.

5 La tentazione più sottile – scrive Giovanni Paolo II, citato da Mons. Novarese, sempre in A te giovane - che oggi affligge i cristiani, ed i giovani in particolare, è proprio quella della rinuncia alla speranza nella vittoriosa affermazione di Cristo. Il suggeritore di ogni insidia, il Maligno è da sempre fortemente impegnato nello spegnere nel cuore di ogni uomo la luce di una tale speranza. Non è strada facile quella cristiana, ma dobbiamo percorrerla nella consapevolezza di possedere una forza interiore di trasformazione, comunicataci con la vita divina, che ci è stata donata in Cristo Signore.

6 In virtù della vostra testimonianza – continua Giovanni Paolo II -, voi farete intendere che i più alti valori umani sono assunti in un cristianesimo vissuto con coerenza, e che la fede evangelica non propone soltanto una visione nuova delluomo e delluniverso, ma dona soprattutto la capacità di realizzare un tale rinnovamento. A questo proposito, vi ricordo le parole rivolte al giovani dai Padri Conciliari a conclusione del Concilio Ecumenico:

7 La Chiesa guarda a voi con fiducia e con amore. Essa possiede ciò che fa la forza e la bellezza dei giovani: la capacità di rallegrarsi per ciò che comincia, di darsi con generosità, di rinnovarsi e ripartire per nuove conquiste. Senza la certa speranza nella vittoria di Cristo in voi e nel mondo che vi circonda non vi può essere ottimismo, e senza ottimismo non può sussistere quella serena giocondità che è propria dei giovani. Sono ancora troppi i giovani, oggi, che hanno già rinunciato alla giovinezza (Giovanni Paolo II - 06/05/1979).

8 Riprende Mons. Novarese: E Tu puoi restare ai margini della vita? Il Centro Volontari della Sofferenza, il movimento che vuol riunire ammalati e sani, in risposta allImmacolata, Ti invita a collaborare per la salvezza del mondo. Ti presento, quindi, un itinerario di silenzio interiore: ascolto della voce di Dio per lattuazione della volontà del Padre. Ti presento un ideale di preghiera; attraverso il quale i Tuoi orizzonti si dilateranno ed il Tuo cuore imparerà ad amare. Ti presento un ideale con cui puoi salvare anime che non si salverebbe se tu non dessi la Tua risposta. Provati a ripetere linverso e comprenderai la Tua responsabilità.

9 Ascolta linvito! È una proposta leale la mia. Fidati, va incontro alla Vergine Santa con lentusiasmo della Bernardetta, dei bambini di Aljustrel, dei giovani della Salette, di Caterina Labouré. La Madonna Ti attende, Ti guarda, Ti sorride. Ella vuol fare di Te un giovane che viva di ideali, di fede e damore, che si doni senza riserve. Lo Spirito Santo Ti illumini, Ti guidi, Ti sostenga. Sac. Luigi Novarese


Scaricare ppt "A Te giovane… qualunque sia il Tuo stato di salute, Tu sei giovane e questo a me basta e per questo titolo a Te mi dirigo. Dio vuole servirsi di Te. Dio."

Presentazioni simili


Annunci Google