La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 XXII Convegno Annuale SISP 2008 Pavia, 4-6 settembre Sezione 10. Regionalismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 XXII Convegno Annuale SISP 2008 Pavia, 4-6 settembre Sezione 10. Regionalismo."— Transcript della presentazione:

1 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 XXII Convegno Annuale SISP 2008 Pavia, 4-6 settembre Sezione 10. Regionalismo e Politiche Locali Panel: Politiche locali per la regolazione dello sviluppo Nicola Pasini, Università degli Studi di Milano 04 settembre 2008

2 2 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: le strategie internazionali Qual è il propulsore che spinge un ente sub- nazionale a muoversi sulla scena internazionale? Quali strumenti utilizzano le Regioni e le città metropolitane? I fenomeni che su scala globale ne hanno favorito laffermazione: Il processo, inevitabile, di globalizzazione e di forte interdipendenza dei mercati; Il ruolo di organismi sovranazionali (U.E.); I mutamenti istituzionali a favore di un maggior/minor ruolo dei livelli sub-nazionali XXII Convegno Annuale SISP 2008

3 3 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e le strategie internazionali Milano declina le sue relazioni internazionali: Generalmente per creare o incrementare le opportunità per il territorio lombardo efficacia esterna; In particolare nel caso Expo 2015, dallinizio del progetto si sviluppa linterlocuzione politica tra Città, Regione e Governo centrale efficacia interna; I principali attori locali aspirano a legittimare la richiesta di maggiori spazi di autonomia. XXII Convegno Annuale SISP 2008

4 4 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano, lExpo 2015 e il nuovo protagonismo delle Città, delle Regioni e delle Autonomie Funzionali dentro e fuori i confini nazionali Linterdipendenza economica, sociale, culturale e politica trasforma government e governance degli enti sub-nazionali Necessario ripensamento delle funzioni: non più solo gestione dei servizi pubblici; anche formulazione di strategie di portata internazionale; attuazione di Politiche Territoriali Verso un aumento della complessità dellarena/e decisionale Incrementa il numero degli attori con caratteristiche peculiari; Nuovo rapporto col territorio e tra centro e periferia; Nuovo dovere di accountability e responsabilità dirette e indirette assunte con tutti gli stakeholders XXII Convegno Annuale SISP 2008

5 5 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 domanda di ricerca Il percorso di costruzione delle attività internazionali di Milano (e Lombardia) avviene con: ampio coinvolgimento dei diversi soggetti/attori in unottica di governance condivisa delle responsabilità istituzionali oppure ogni istituzione gioca un proprio ruolo strategico secondo il livello che occupa anche in competizione/conflitto con gli altri attori posizionati sulle diverse scale territoriali? Quale interlocuzione esiste tra tutte le istituzioni sub-nazionali (Regione, Provincia, Comune) e il Governo Nazionale? XXII Convegno Annuale SISP 2008

6 6 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 modalità di interazione 1 La modalità di interazione tra i diversi attori dipende dalla posta in gioco del momento…. Nelle prime fasi di presentazione della candidatura di Milano e di competizione con Smirne ha prevalso un atteggiamento volto alla Collaborazione (problem solving) in grado di mobilitare commitment, energie e risorse straordinarie Dopo il 31 marzo 2008, giorno dellassegnazione dellExpo 2015 a Milano, si alternano fasi di Conflitto (conflict) a fasi di Contrattazione (bargaining) - frammentazione del sistema decisionale scarsamente integrato - sia per divergenza politica circa lallocazione di risorse scarse, - sia per limiti finanziari in dotazione ai livelli istituzionali più prossimi alla cittadinanza XXII Convegno Annuale SISP 2008

7 7 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 modalità di interazione 2 Il comportamento strategico degli attori presenti nellarena Expo 2015 come utile case study delle relazioni tra Stato-Regione-Enti Locali Il concetto di City-Region VS Le forme di Metropolitan-Governance (Brenner 2003:297) Throughout western Europe, metropolitan governance is back on the agenda. Since the early 1990s, new forms of city–suburban cooperation, regional coordination, region wide spatial planning and metropolitan institutional organization have been promoted in major city–regions. In contrast to the forms of metropolitan governance that prevailed during the Fordist-Keynesian period – which emphasized administrative modernization, inter-territorial equalization and the efficient delivery of public services – the newest wave of metropolitan governance reform is focused upon economic priorities such as territorial competitiveness and attracting external capital investment in the context of geo-economic and European integration. (…)From this perspective, contemporary forms of metropolitan institutional reform are interpreted as key expressions of ongoing processes of state rescaling through which territorial competitiveness is being promoted at a regional scale, albeit in highly contradictory, often self-undermining ways. XXII Convegno Annuale SISP 2008

8 8 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 gli attori 1 Attori Istituzionali: – Bureau Internazionale des Espositions (BIE) – Governo Italiano; – Comune di Milano; – Regione Lombardia; – Provincia di Milano; – Comuni di Rho-Pero; – Regioni e province limitrofe e altre; – Regione di Shanghai XXII Convegno Annuale SISP 2008 Analisi degli attori presenti nellarena decisionale da settembre 2006 a marzo 2008 Attori non Istituzionali 1: – Partiti politici – Camera di commercio; – Università; – Fondazione Fiera Milano; – Borsa Merci – Unione del Commercio di Milano – Promos – Assolombarda – Organizzazioni sindacali – Fondazione Cariplo – Banche italiane (Mediobanca, UniCredit, Intesa-SanPaolo, Banco di Brescia) – Compagnie Assicurative (Sai, Alleanza, Generali) – Organizzazione no-Profit Placet Finance

9 9 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 gli attori 2 Attori Non Istituzionali 2: – MicroVentures Spa – Comitato lombardo per la Moda – A2A, Telecom, Eni e Finmeccanica – Fondazioni con sguardo al sociale (OltreVenture, Ambrosiaeneum ecc) – Associazioni dinteressi diffusi; – Investitori nazionali e stranieri; – Albergatori e Ristoratori; – Comitati di Oppositori (No-Expo, Fermiamo lExpo) – Comitato Grazie Milano Expo Confcommercio - AsssimpredilAnce - Coldiretti - Unione Artigiani XXII Convegno Annuale SISP 2008 Analisi degli attori presenti nellarena decisionale da settembre 2006 a marzo 2008 Attori Non Istituzionali 3: - Confapi - Compagnia Opere - Legacoop - SEA - Scala - Touring Club Italiano – Ascobaires, coordinamento delle associazioni di via di Milano – Associazione Milano Bella da vivere

10 10

11 11

12 12 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015

13 13 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 e il multilevel government Livello Internazionale e sovranazionale Bie, U.E., PVS Livello macro Stato Livello meso Regione Livello micro Comune XXII Convegno Annuale SISP 2008

14 14 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 Quale strategia di governance Modalità di interazioni fra gli attori sino al 31 marzo 2008 giorno dellassegnazione Expo a Milano Sindaco Moratti Promotore Governo Prodi Attori non istituzionali Provincia di Milano Regione Lombardia Collaborazione e contrattazione XXII Convegno Annuale SISP 2008

15 15 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 Quale strategia di governance 1 Modalità di interazioni fra gli attori dopo il 31 marzo 2008 lavori ancora in corso, stop and go, conflitto, negoziazione, cooperazione tattica Sindaco Moratti Promotore Governo Prodi Attori non istituzionali Provinca di Milano Regione Lombardia Conflitto e negoziazione XXII Convegno Annuale SISP 2008

16 16 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 Quale strategia di governance 2 : verso una gestione conflittuale dellevento? Expo: parte di una politica nazionale, coinvolgimento di diversi livelli istituzionali; Carattere pluralistico policy making, network decisionale frammentato, ascendente - discendente. XXII Convegno Annuale SISP 2008 D.L 112, 26/06/2008, art.14: Expo Milano 2015 D.p.d.c.m, 23/07/2008 : -Stato Italiano (governo) -CIPEM -COSDE (L.Moratti 31/12/2016) -Collegio Alta Sorveglianza -SOGE Spa (con amministratore unico) -Tavolo istituzionale (presieduto dalla Regione Lombardia)

17 17 Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 Modello verticistico vs. modello partecipato? Centro vs. Periferia? Modello Verticistico Modello Partecipato Fase 1 Moratti vs Formigoni Fase 2 Moratti vs Tremonti bottom up top down Fase 3 Interlocutoria, confusa, stop and go, alleanze e contrapposizioni tattiche Fase 4 Centro vs Periferia Governo Moratti, Penati, (LN ambigua) Formigoni (mediatore) CIPE CIPEM rivisto Altri XXII Convegno Annuale SISP 2008

18 18 Fonti: Bibliografia Normativa, Circolari, Giurisprudenza Articoli di stampa Documenti ufficiali e ufficiosi Interviste e dichiarazioni Webgrafia XXII Convegno Annuale SISP 2008

19 Grazie per lattenzione XXII Convegno Annuale SISP 2008


Scaricare ppt "Le nuove relazioni interistituzionali nei sistemi multilivello: Milano e lExpo 2015 XXII Convegno Annuale SISP 2008 Pavia, 4-6 settembre Sezione 10. Regionalismo."

Presentazioni simili


Annunci Google