La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ritardo mentale e abilità cognitive Didattica e Pedagogia Speciale 28 ottobre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ritardo mentale e abilità cognitive Didattica e Pedagogia Speciale 28 ottobre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Ritardo mentale e abilità cognitive Didattica e Pedagogia Speciale 28 ottobre 2005

2 Cosè il ritardo mentale? Cosè lintelligenza?

3 Definizioni di ritardo mentale DSM IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders - 4th edition) dellAPA (American Psychiatric Association) Manuale della AAMR (American association on Mental Retardation) ICF (International Classification of Functioning, disability and health) dellOMS

4 In comune fra queste def. Funzionamento intellettivo inferiore alla media Compromissione del comportamento adattivo in relazione ad una serie di aree (comunicazione, cura della persona, vita in famiglia, capacità sociali-interpersonali, uso delle risorse della comunità, autodeterminazione, capacità di funzionamento scolastico, lavoro, tempo libero, salute e sicurezza) Esordio prima dei 18 anni

5 Età di insorgenza: entro il 18° anno detà Netta con forme di deterioramento cognitivo prodotte da traumi o degenerazioni dei tessuti nervosi

6 Distribuzione del QI nella popolazione Media della popolazione (>-2 DS; <+2 DS) 100 Scala Stanford-Binet Scala Wechsler Ritardo mentale (>-2 DS) Superdotazione (>+2 DS) 96% 68% QI

7 N.B. sono dei test dunque vanno considerati: Affidabilità concettuale (errori di costrutto) Affidabilità metodologica (errori di misurazione)

8 subtest verbali: Informazioni Somiglianze Aritmetica Vocabolario Comprensione Memoria di cifre SCALA WISC-R subtest di performance: Completamento di figure Storie figurate Disegno con cubi Ricostruzione di oggetti Cifrario Labirinti

9 PAUSA

10 Dimensioni del funzionamento adattivo: Capacità di vita indipendente Capacità di assumere le responsabilità legate alla vita comune

11 Abilità adattive Comunicazione Cura della persona Lavoro Capacità di funzionamento scolastico Vita in famiglia Uso delle risorse di comunità Autodeterminazione Capacità sociali Salute Uso del tempo libero

12 Comportamento adattativo età del soggetto Durante l'infanzia: 1. sviluppo senso-motorio; 2. abilità comunicative; 3. abilità di autonomia nella cura personale (usare il bagno, vestirsi, ecc.); 4. socializzazione. Durante il periodo scolastico (oltre alle precedenti 4): 5. applicazione delle abilità scolastiche di base alle attività di vita quotidiana (uso del denaro, compilazione moduli, …); 6. capacità critiche nel rapporto con l'ambiente (assumere un comportamento assertivo e non passivo, …); 7. abilità sociali (partecipare ad attività di gruppo, instaurare relazioni interpersonali soddisfacenti, …). Durante la tarda adolescenza e l'età adulta (oltre alle precedenti 7): 8. abilità lavorative; 9. capacità di vivere in maniera autonoma e responsabile nella comunità Valutazione delladattamento per area con seguente ratio:

13 Valutazione del R.M. attraverso concetto di funzionamento adattivo pone alcune questioni: Influenza aspettative sociali, culturali e storiche misuraz. rischia di essere inficiata da sistema valoriale Non esistono ancora scale di valutaz. soddisfacenti x validità è attendibilità Influenza fattori esterni allabilità in sé: disturbi medici o psichiatrici, motivazione, istruzione, prospettive e ambiente socio-economico, …

14 Molto frequente I sistemi classificatori non prevedono criteri di esclusione Relazione eziologica di difficile identificazione Comorbilità (fisiologica e personologica)

15 Dati epidemiologici

16 Decorso Gravità del ritardo (+ profondo – possibilità di recupero socio cognitivo) Associazione con disturbi neurologici e organici (epilessia,...) Disponibilità di interventi riabilitativi efficaci Precocità di trattamenti medici e psicologici

17 Qualità del pensiero tipiche dei soggetti con R.M. Concretezza (no astraz.; no irreversibilità del pensiero; bassa creatività e scarsa pianificazione...) Rigidità (no estensione della conoscenza al di fuori della situazione di acquisizione; tutto o niente; no mediazione fra obiettivi; no adattam. alla realtà;...) Disturbi percettivi (più lenta, imprecisa e tendente a sincretismo) Basse capacità attentive e mnestiche (probabilmente a livello organizzativo; no reiterazione) Metacognizione


Scaricare ppt "Ritardo mentale e abilità cognitive Didattica e Pedagogia Speciale 28 ottobre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google