La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per lo schermo intero, clic su tasto destro e scegli. Per avanzare con la presentazione, frecce. Per chiudere, esc di Federico Barbarossa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per lo schermo intero, clic su tasto destro e scegli. Per avanzare con la presentazione, frecce. Per chiudere, esc di Federico Barbarossa."— Transcript della presentazione:

1 Per lo schermo intero, clic su tasto destro e scegli. Per avanzare con la presentazione, frecce. Per chiudere, esc di Federico Barbarossa

2 Moti uniformemente accelerati Definizione Un moto uniformemente accelerato è un moto in cui la velocità non è costante nel tempo ma il suo valore cambia con regolarità Per t 0 = 0 sec v 0 = 5 m/sec t 0 = 0 sec t 1 = 1 sec t 2 = 2 sec t 3 = 3 sec Per t 2 = 2 sec v 2 = 15 m/sec Per t 3 = 3 sec v 3 = 20 m/sec v 0 = 5 m/s v 1 =10 m/s v 2 =15 m/s v 3 =20 m/sPer t 1 = 1 sec v 1 = 10 m/sec

3 Moti uniformemente accelerati: laccelerazione..e lunità di misura? t 0 = 0 sec t 1 = 1 sec t 2 = 2 sec t 3 = 3 sec v 0 = 5 m/s v 1 =10 m/s v 2 =15 m/s v 3 =20 m/s Δt 1 = 1s Δt 2 = 1s Δt 3 = 1s Δv 1 = 5m/s Δv 2 = 5m/s Δv 3 = 5m/s Definiamo col nome di accelerazione il rapporto tra variazioni di velocità e corrispondenti intervalli di tempo. Prima variazione di velocità Seconda variazione di velocità Terza variazione di velocità Prima variazione di tempo Seconda variazione di tempo Terza variazione di tempo

4 Moti uniformemente accelerati Unità di misura Lunità di misura si ricava dalla composizione delle unità di misura delle grandezze presenti nella definizione di accelerazione Una grandezza velocità Una grandezza tempo s Lunità di misura del tempo Lunità di misura della velocità diviso

5 Moti uniformemente accelerati Unità di misura Lunità di misura si ricava dalla composizione delle unità di misura delle grandezze presenti nella definizione di accelerazione Questa unità di misura sta a significare che il corpo, durante il moto, varia la sua velocità di tanti metri al secondo ogni secondo

6 Moti uniformemente accelerati Definizione Il moto uniformemente accelerato è quel moto caratterizzato dalla seguente regolarità. Laccelerazione è costante La variazione di velocità e il corrispondente intervallo di tempo sono direttamente proporzionali Il rapporto tra la variazione di velocità e il corrispondente intervallo è costante In formula…

7 Moti uniformemente accelerati Relazioni tra le variabili Un moto uniformemente accelerato è caratterizzato da tre variabili t tempo s posizione v velocità Quindi per poter descrivere un m.u.a. occorre conoscere le relazioni tra queste tre variabili. Quindi per poter descrivere un m.u.a. occorre conoscere le relazioni tra queste tre variabili.

8 Moti uniformemente accelerati Relazioni tra le variabili Un moto uniformemente accelerato è caratterizzato da due relazioni fondamentali S/t v/t Quindi per poter descrivere un m.u.a. occorre conoscere le relazioni tra queste variabili. Quindi per poter descrivere un m.u.a. occorre conoscere le relazioni tra queste variabili. Vediamole insieme

9 Moti uniformemente accelerati Relazioni tra le variabili v/t La relazione velocità - tempo

10 Moti uniformemente accelerati Relazione v/t La relazione velocità/tempo descrive come varia la velocità durante lo scorrere del tempo in un m.u.a. Essa si ricava dalla definizione stessa di accelerazione oppure

11 Moti uniformemente accelerati Proviamo ad affrontare un problema 1° domanda: Quale velocità v 3 avrà allistante t 3 = 50 s? 1° domanda: Quale velocità v 3 avrà allistante t 3 = 50 s? Problema Unauto si muove, partendo da ferma, di m.u.a. Nellistante t 1 = 10 s ha una velocità v 1 = 8 m/s; nellistante t 2 = 26 s la sua velocità ha raggiunto il valore v 2 = 20 m/s. Problema Unauto si muove, partendo da ferma, di m.u.a. Nellistante t 1 = 10 s ha una velocità v 1 = 8 m/s; nellistante t 2 = 26 s la sua velocità ha raggiunto il valore v 2 = 20 m/s. Soluzione grafica Trovo il punto 1 v 1 = 8 m/s t 1 = 10 s Trovo il punto 2 v 2 = 20 m/s t 2 = 26 s Traccio la retta che unisce i due punti Trovo la velocità corrispondente allistante t 3 =50s t 3 = 50s v 3 = 37,5 m/s V3V3 V 2 V1V1 t 1 t 2 t 3

12 Moti uniformemente accelerati Proviamo ad affrontare un problema 1° domanda: Quale velocità v 3 avrà allistante t 3 = 50 s? 1° domanda: Quale velocità v 3 avrà allistante t 3 = 50 s? Problema Unauto si muove, partendo da ferma, di m.u.a. Nellistante t 1 = 10 s ha una velocità v 1 = 8 m/s; nellistante t 2 = 26 s la sua velocità ha raggiunto il valore v 2 = 20 m/s. Problema Unauto si muove, partendo da ferma, di m.u.a. Nellistante t 1 = 10 s ha una velocità v 1 = 8 m/s; nellistante t 2 = 26 s la sua velocità ha raggiunto il valore v 2 = 20 m/s. Soluzione matematica Per calcolare v 3 devo applicare Trovo il valore dellaccelerazione Sostituisco e trovo la relazione v/t specifica di questo m.r.u. Sarà v 3

13 Moti uniformemente accelerati Relazioni tra le variabili S/t La relazione spazio - tempo

14 Moti uniformemente accelerati Equazione oraria Un corpo in movimento di m.u.a,occupa continuamente posizioni successive. Lequazione matematica che descrive il succedersi di tali posizioni in funzione del tempo (cioè con il passare del tempo), si chiama equazione oraria del m.u.a. Si tratta quindi di una relazione tra la variabile tempo t e la variabile spazio s Un corpo in movimento di m.u.a,occupa continuamente posizioni successive. Lequazione matematica che descrive il succedersi di tali posizioni in funzione del tempo (cioè con il passare del tempo), si chiama equazione oraria del m.u.a. Si tratta quindi di una relazione tra la variabile tempo t e la variabile spazio s s – s 0 = v 0 ·(t – t 0 ) + ½ a·(t – t 0 ) 2 Istante iniziale Velocità iniziale Posizione iniziale Accelerazione Se si vuole determinare lo spazio percorso Δs e si conosce lintervallo di tempo Δt del moto accelerato, si può utilizzare lequazione oraria scritta più sinteticamente così:

15 Moti uniformemente accelerati Equazione oraria Se si conosce lequazione oraria di un moto, si conosce landamento del moto. In altre parole si conosce la posizione che il corpo assumerà in ogni istante. s – s 0 = v 0 ·(t – t 0 ) + ½ a·(t – t 0 ) 2 Equazione oraria di un generico m.u.a. Per conoscere lequazione oraria di uno specifico m.u.a. devo conoscere. s0s0 v0v0 t0t0 a Esempio

16 Moti uniformemente accelerati Equazione oraria Un corpo, che si muove di m.u.a, si trova nella seguente condizione: s 0 = 0 m (posizione iniziale) t 0 = 0 s (istante in cui si trova nella posizione s 0 V 0 = 5 m/s (velocità iniziale) a = 2 m/s 2 (accelerazione) DOMANDA: quale posizione s occuperà (cioè quanto spazio avrà percorso partendo dalla posizione s 0 ), dopo 1 minuto dallistante t 0 ? s = ? s = ? m t = 60 s a = 2 m/s 2 s 0 = 0 m t 0 = 0 s Spazio percorso Δs = s - s 0 Tempo impiegato Δt = t - t 0 RAPPRESENTAZIONE SCHEMATICA

17 Moti uniformemente accelerati Equazione oraria Un corpo, che si muove di m.u.a, si trova nella seguente condizione: s 0 = 0 m (posizione iniziale) t 0 = 0 s (istante in cui si trova nella posizione s 0 V 0 = 5 m/s (velocità iniziale) a = 2 m/s 2 (accelerazione) DOMANDA: quale posizione s occuperà (cioè quanto spazio avrà percorso partendo dalla posizione s 0 ), dopo 1 minuto dallistante t 0 ? s = ? Scriviamo lequazione oraria nella sua forma generica s – s 0 = v 0 ·(t – t 0 ) + ½ a·(t – t 0 ) 2 s – 0 = 5·(t – 0) + ½ 2·(t – 0) 2 s – 0 = 5·(60 – 0) + ½ 2·(60 – 0) 2 Risolviamo s = 5·60 + ½ 2·(60) 2 s = = S = m Sostituiamo i valori dati Sostituiamo il valore di t che ci interessa (t = 1 min. = 60 s) RISPOSTA: dopo 1 minuto si troverà nella posizione s = metri. SOLUZIONE MATEMATICA


Scaricare ppt "Per lo schermo intero, clic su tasto destro e scegli. Per avanzare con la presentazione, frecce. Per chiudere, esc di Federico Barbarossa."

Presentazioni simili


Annunci Google