La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AGROFARMACI già noti come Pesticidi Prof: Filippo M. Pirisi Prof. Paolo Cabras.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AGROFARMACI già noti come Pesticidi Prof: Filippo M. Pirisi Prof. Paolo Cabras."— Transcript della presentazione:

1 AGROFARMACI già noti come Pesticidi Prof: Filippo M. Pirisi Prof. Paolo Cabras

2 Cosa sono sostanze chimiche, naturali o di sintesi, utilizzate per combattere i parassiti delle colture agrarie oppure trovano impiego nella lotta contro i vettori di malattie o contro gli insetti domestici. (Circa il 20% della produzione dei pesticidi viene utilizzato per questo scopo )

3 Il primo Il primo pesticida organico di sintesi immesso nel mercato fu il DDT ( dicloro difenil tricloroetano ) nel 1939

4 Classificazione Insetticidi Insetticidi Acaricidi Acaricidi Fungicidi Fungicidi Erbicidi Erbicidi Altri Altri Nematodicidi Nematodicidi Fumiganti Fumiganti regolatori di crescita regolatori di crescita In base al bersaglio contro il quale sono impiegati

5 Alcuni importanti concetti. 1 La legislazione impone la misura dei residui di agrofaramaci in mg/kg La legislazione impone la misura dei residui di agrofaramaci in mg/kg MRL :maximum residue level : quantità massima di residuo che può essere presente alla raccolta MRL :maximum residue level : quantità massima di residuo che può essere presente alla raccolta MRL è da 100 a 1000 volte più elevato della soglia di pericolosità tossicologica della molecola attiva MRL è da 100 a 1000 volte più elevato della soglia di pericolosità tossicologica della molecola attiva

6 Alcuni importanti concetti. 2 ADI : acceptable daily intake : dose giornaliera assumibile dagli individui senza che compaiano fenomeni di tossicità acuta o/e cronica ADI : acceptable daily intake : dose giornaliera assumibile dagli individui senza che compaiano fenomeni di tossicità acuta o/e cronica NEDI : National estimated daily intake, valore di esposizione calcolato su base nazionale in base ai consumi NEDI : National estimated daily intake, valore di esposizione calcolato su base nazionale in base ai consumi NOEL : no observed effect level; dose senza effetto osservabile NOEL : no observed effect level; dose senza effetto osservabile

7 Sviluppo del mercato mondiale dei pesticidi Anno Valore ( $ bn) Insetticidi (%) Fungicidi (%) Erbicidi (%) Altri (%)

8 Insetticidi CLORURATI CLORURATI ORGANOFOSFORICI ORGANOFOSFORICI CARBAMMATI CARBAMMATI PIRETRODI PIRETRODI ALTRI ALTRI

9 Mercato mondiale degli insetticidi (1998) Aree%Colture%Classi% Europa Occ.15.8Colza1.3Fosforganici37.2 Europa Or.3.9Barbabietola da zuc.3.4Piretroidi18.3 Nord America23.9Cotone22.8Carbammati13.9 Estremo Oriente29.6Riso16.1Clororganici2.5 America Latina13.8Frutta e ortaggi38.9Benzoiluree2.7 Resto del Mondo13.0Cereali5.3altri25.4 Soia2.7 mais9.4

10 Clororganici

11 Struttura di insetticidi clororganici DifeniletaniDDT Dicofol Methoxychlor X= Cl Y= H X= Cl; Y= OH X=OCH 3 Y= H Ciclodieni Aldrin Dieldrin, Endrin Endosulfan Cicloesani HCH, Lindane ( HCH)

12 Metabolismo del DDT DDTDDF DDDDDA

13 Struttura dei fosforganici R R1R1R1R1 FosfatiDichlorvos TionofsfatiChlorpyrifos Fenitrothion Fenthion Parathion

14 Struttura dei fosforganici (2) R R1R1R1R1Ditifosfati Azinphos Methyl Dimethoate Malathion FosfonatiTriclorfon FosforoamidatiAcephate Methamidophos

15 Carbammati

16 Struttura dei carbammati N-methylcarbamateCarbaryl Carbofuran Ethiofencarb Methiocarb N,N-DimethylcarbamatePirimicarb Oxime-carbamateMethomyl

17 Piretroidi

18 Struttura dei piretroidi Con alcool 3- fenossibenzilico Permethrin Con alcool α-ciano 3-fenossibenzilico Cypermethrin Deltamethrin Fenvalerate Tau-fluvalinate O COOCH CN C H Pr i NHF 3 C Cl

19 Benzoiluree

20 Struttura delle benzoiluree Diflubenzuron Flufenoxuron Hexaflumuron Teflubenzuron Triflumuron

21 Tossicologia degli Insetticidi

22 Tossicologia degli Insetticidi (1/5) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) Clororganici Aldrin * DDT II Dicofol III Dieldrin * Endosulfan II Endrin γ-HCH (Lindane) II * somma di aldrin + dieldrin

23 Tossicologia degli Insetticidi (2/5) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) Fosforganici Azinphos methyl Ib Chlorpyrifos II Dimethoate II Fenitrothion II Fenthion250<50.007II Malathion III Methamidophos Ib Parathion Ia Quinalphos17503-II Tetrachlorvinphos III

24 Tossicologia degli Insetticidi (3/5) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) Carbammati Carbaryl II Carbofuran Ib Ethiofencarb II Methiocarb II Pirimicarb II Propoxur II

25 Tossicologia degli Insetticidi (4/5) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) Piretroidi Cypermethrin II Deltamethrin135-> II Fenvalerate II Tau-fluvalinate II Permethrin II

26 Tossicologia degli Insetticidi (5/5) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) Benzoiluree diflubenzuron> III flufenoxuron> III hexaflumuron> III teflubenzuron> III triflumuron> III

27 Fungicidi

28 Mercato mondiale degli Fungicidi (1998) Aree%Colture%Classi% Europa Occ.42.2Colza0.7Benzimidazoli5.9 Europa Or.2.8Barbabietola da zuc.0.9Triazoli19.5 Nord America12.3Cotone1.8Anilidi sostituite8.4 Estremo Oriente28.1Riso16.5Organofosforici3.8 America Latina11.6Frutta e ortaggi49.6Morfoline2.4 Resto del Mondo3.0Cereali27.5Strobilurine7.4 Soia0.9Altri sistemici15.2 mais1.8Ditiocarbammati14.1 Inorganici7.3 Altri non-sistemici16.1

29 Fungicidi inorganici Zolfo Zolfo Estremamente puro ( %) Estremamente puro ( %) esenti da selenio (dannoso per l'uomo e gli animali) esenti da selenio (dannoso per l'uomo e gli animali) Il potere fungicida dello zolfo è in funzione Il potere fungicida dello zolfo è in funzione della temperatura (10-12°C con gli zolfi più fini e sui 18-20°C con quelli più grossolani ed aumenta progressivamente sino ai 40°C; E' da tenere presente che gli zolfi ad alte temperature diventano fitotossici, per cui in piena estate i trattamenti devono essere effettuati nelle prime ore del mattino) della temperatura (10-12°C con gli zolfi più fini e sui 18-20°C con quelli più grossolani ed aumenta progressivamente sino ai 40°C; E' da tenere presente che gli zolfi ad alte temperature diventano fitotossici, per cui in piena estate i trattamenti devono essere effettuati nelle prime ore del mattino) della finezza delle particelle della finezza delle particelle dell'umidità relativa (diminuisce con l'aumentare dell'umidità) dell'umidità relativa (diminuisce con l'aumentare dell'umidità) Rame Rame ossicloruro: (Cu2Cl(OH)3 ossicloruro: (Cu2Cl(OH)3 solfato (CuSO4·5H2O), solfato (CuSO4·5H2O), idrossido (Cu(OH)2) idrossido (Cu(OH)2) Il suo uso continuativo ha determinato un notevole incremento dei livelli nel suolo, per cui ha creato problemi ambientali di tipo ecotossicologico Attualmente è sotto osservazione per una sua eventuale limitazione d'uso.

30 Ditiocarbammati EBDC (etilenbisditiocarbammati) (maneb, mancozeb) EBDC (etilenbisditiocarbammati) (maneb, mancozeb) Tra i prodotti di degradazione è presente l'etilen tiourea (ETU) Tra i prodotti di degradazione è presente l'etilen tiourea (ETU) prodotto potenzialmente cancerogeno si forma prodotto potenzialmente cancerogeno si forma durante le normali condizioni di stoccaggio, soprattutto per azione dell'umidità durante le normali condizioni di stoccaggio, soprattutto per azione dell'umidità Questo prodotto è presente anche nel formulato come impurezza Questo prodotto è presente anche nel formulato come impurezza Per limitarne la presenza come residuo negli alimenti è stato posto un limite massimo dello 0.5% nel principio attivo tecnico al momento della commercializzazione. Per limitarne la presenza come residuo negli alimenti è stato posto un limite massimo dello 0.5% nel principio attivo tecnico al momento della commercializzazione. dialchil dithiocarbammati (thiram, ziram) dialchil dithiocarbammati (thiram, ziram) Questi composti non sono sistemici e agiscono per contatto fogliare

31 Benzimidazoli Il primo noto fu il thiabendazole Il primo noto fu il thiabendazole Sono fungicidi sistemici Sono fungicidi sistemici penetrano attraverso la cuticola all'interno della pianta dove esplicano la loro azione fungicida penetrano attraverso la cuticola all'interno della pianta dove esplicano la loro azione fungicida Benomyl e thiofanate methyl si trasformano in carbendazim Benomyl e thiofanate methyl si trasformano in carbendazim

32 Dicarbossimidi procymidone e chlozolinate sono sistemici procymidone e chlozolinate sono sistemici iprodione e vinclozolin sono fungicidi di contatto con attività sia preventiva che curativa iprodione e vinclozolin sono fungicidi di contatto con attività sia preventiva che curativa Lo svilupparsi di fenomeni di resistenza ne ha ridotto l'efficacia

33 Triazoli Rappresentano quasi il 20% del mercato Rappresentano quasi il 20% del mercato Alla stessa classe appartengono numerosi composti Alla stessa classe appartengono numerosi composti Sono fungicidi sistemici Sono fungicidi sistemici Il meccanismo d'azione di questi fungicidi è la loro capacità di interferire con la biosintesi dei biosteroidi o di inibirne la biosintesi dell'ergosterolo Il meccanismo d'azione di questi fungicidi è la loro capacità di interferire con la biosintesi dei biosteroidi o di inibirne la biosintesi dell'ergosterolo Sono utilizzati a dosi molto basse ed hanno generalmente una tossicità molto bassa per i mammiferi

34 Anilinopirimidine cyprodinil, mepanipyrim, pyrimethanil cyprodinil, mepanipyrim, pyrimethanil Sono fungicidi sistemici Sono fungicidi sistemici Agiscono sulla biosintesi degli amino acidi e su enzimi cellulari chiave Agiscono sulla biosintesi degli amino acidi e su enzimi cellulari chiave Sono poco tossici per l'uomo

35 Strobilurine Azoxystrobin e Kresoxim-methyl Azoxystrobin e Kresoxim-methyl Queste molecole sono state sintetizzate come sviluppo del prodotto naturale strobilurina Queste molecole sono state sintetizzate come sviluppo del prodotto naturale strobilurina Sono poco tossici per l'uomo

36 Struttura dei fungicidi dithiocarbamati benzimidazolici dicarbossimidi x x x Benomyl Carbendazim Thiabendazole Thiophanate methyl Maneb Mancozeb Thiram Zineb Ziram Chlozolinate Iprodione Procymidone Vinclozolin

37 Bitertanol Cyprocazonazole Hexaconazole Propiconazole Tebuconazole Struttura dei fungicidi triazolici anilinopirimidine strobilurine Cyprodinil Mepanipyrim Pyrimethanil Azoxystrobin Kresoxim Methyl

38 Tossicologia dei fungicidi (1/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) ditiocarbamati Maneb> III Mancozeb> III Thiram III Zineb> III ziram III Benomyl> 5000> III Carbendazim> III Thiabendazole III Thiophanate methyl benzimidazoli

39 Tossicologia dei fungicidi (2/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) dicarbossimidi triazoli Chlozolinate> III Iprodione> III Procymidone III Vinclozolin> III Bitertanol> III Cyproconazole10201-II Hexaconazole III Propiconazole II Tebuconazole

40 Tossicologia dei fungicidi (3/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) anilinopirimidine strobilurine Cyprodinil> III Mepanipyrim> III pyrimethanil> III Azoxystrobin> III Kresoxin-methyl>

41 Erbicidi

42 Mercato mondiale degli Erbicidi (1998) Aree%Colture%Classi% Europa Occ.22.6Colza3.2Triazine7.0 Europa Or.3.1Barbabietola da zuc.5.6Amidi11.3 Nord America44.0Cotone5.6Carbammati3.8 Estremo Oriente12.8Riso11.1Uree8.6 America Latina14.9Frutta e ortaggi15.0Toluidine4.1 Resto del Mondo2.6Cereali20.6Ormoni2.9 Soia19.1Diazine3.5 mais19.8Difenil eteri2.2 Sulfoniluree7.6 Imidazolinoni5.9 Bipiridili3.5 Amino acidi derivati19.9 Arilfenossipropionati5.1 Cicloesandioni1.2 Piridine3.0 Benzonitrili1.5 altri12.7

43 Fenossiderivati Hanno dato l'avvio alla moderna pratica del diserbo chimico Hanno dato l'avvio alla moderna pratica del diserbo chimico Chimicamente sono molto simili alle auxine, ormoni che nella pianta regolano i processi fisiologici alla base dell'accrescimento Chimicamente sono molto simili alle auxine, ormoni che nella pianta regolano i processi fisiologici alla base dell'accrescimento Sostituendosi alle auxine interferiscono sulla crescita Sostituendosi alle auxine interferiscono sulla crescita Sono erbicidi selettivi, sistemici Sono erbicidi selettivi, sistemici Si applicano alle foglie in post-emergenza Si applicano alle foglie in post-emergenza Sono utilizzati a dosi molto basse (0.1 %)

44 Dipiridilici Diquat e paraquat Diquat e paraquat Chimicamente dei sali quaternari d'ammonio Chimicamente dei sali quaternari d'ammonio Non sono selettivi Non sono selettivi Agiscono rapidamente per contatto sulle parti verdi della pianta, ma non sulle parti legnose Agiscono rapidamente per contatto sulle parti verdi della pianta, ma non sulle parti legnose Inibisce la fotosintesi clorofilliana Inibisce la fotosintesi clorofilliana Vengono adsorbiti irreversibilmente dai colloidi del terreno Vengono adsorbiti irreversibilmente dai colloidi del terreno Non sono biologicamente attivi

45 Amidi Si dividono in tre gruppi Si dividono in tre gruppi acetammidi (es:difenamide) acetammidi (es:difenamide) anilidi (es: alachlor, propanil) anilidi (es: alachlor, propanil) benzamidi (es:isoxaben) benzamidi (es:isoxaben) Sono prodotti di largo consumo (11.3%) in quanto utilizzati su colture di grande diffusione come riso, mais, frumento e soia Sono prodotti di largo consumo (11.3%) in quanto utilizzati su colture di grande diffusione come riso, mais, frumento e soia Esplicano in genere un'azione anti-germinello, ma possono essere assorbiti anche dalle giovani radici. Esplicano in genere un'azione anti-germinello, ma possono essere assorbiti anche dalle giovani radici.

46 Dinitroaniline Trifluralin Trifluralin Sono applicati al suolo dove vengono assorbiti dalle radici Sono applicati al suolo dove vengono assorbiti dalle radici Inibiscono la germinazione dei semi e bloccano lo sviluppo delle giovani plantule Inibiscono la germinazione dei semi e bloccano lo sviluppo delle giovani plantule Essendo prodotti fotolabili e volatili, richiedono un immediato incorporamento nel terreno Essendo prodotti fotolabili e volatili, richiedono un immediato incorporamento nel terreno Sono erbicidi selettivi usati in pre-emergenza Sono erbicidi selettivi usati in pre-emergenza

47 Uree Questi erbicidi vengono assorbiti principalmente attraverso l'apparato radicale Questi erbicidi vengono assorbiti principalmente attraverso l'apparato radicale Sono erbicidi selettivi usati in pre-emergenza Sono erbicidi selettivi usati in pre-emergenza Sono erbicidi sistemici selettivi Sono erbicidi sistemici selettivi Agiscono come inibitori della fotosintesi Agiscono come inibitori della fotosintesi Secondo gli standard moderni questi composti sono usati a dosi elevate (0.4-4 kg/ha).

48 Triazine Simazina Simazina Questi composti sono inibitori fotosintetici che sono assorbiti dalle foglie e dalle radici Questi composti sono inibitori fotosintetici che sono assorbiti dalle foglie e dalle radici Sono dotati di una grande stabilità chimica e quindi molto persistenti nell'ambiente Sono dotati di una grande stabilità chimica e quindi molto persistenti nell'ambiente Risultano selettive per un limitato numero di colture (mais, sorgo, bietola, etc) Risultano selettive per un limitato numero di colture (mais, sorgo, bietola, etc) Tra i composti più noti l'atrazina, per i problemi legati all'inquinamento delle falde acquifere

49 Sulfoniluree Chlorsolfuron Chlorsolfuron Il meccanismo d'azione di questi erbicidi è l'inibizione della biosintesi di amino acidi essenziali Il meccanismo d'azione di questi erbicidi è l'inibizione della biosintesi di amino acidi essenziali Sono erbicidi sistemici selettivi che possono essere assorbiti sia dalle foglie che dalle radici. Sono erbicidi sistemici selettivi che possono essere assorbiti sia dalle foglie che dalle radici. Sono utilizzati a bassissime dosi (10-20 g/ha) ed sono poco tossici per l'uomo e per lambiente

50 Aminoacidi derivati Questa classe di composti hanno la quota di mercato più alta col 19.9% Questa classe di composti hanno la quota di mercato più alta col 19.9% Classificati anche come organofosforici Classificati anche come organofosforici Glyphosate Glyphosate caratterizzato da elevata sistemicità ed ampio spettro d'azione caratterizzato da elevata sistemicità ed ampio spettro d'azione Agisce inibendo la sintesi degli aminoacidi aromatici Agisce inibendo la sintesi degli aminoacidi aromatici E' commercializzato anche in forma di sali E' commercializzato anche in forma di sali Il grande successo di questi erbicidi è legato alla mancanza di residui nel terreno e alla bassissima tossicità

51 Fenossiderivati Dipiridilici dicarbossimidi 2,4- D MCPA Dinitramine Pendimethanil Trifluralin 2Cl - Diquat Paraquat Struttura dei fungicidi (1/3)

52 Glyphosate Glufosinate NH 4+ Struttura dei fungicidi (2/3) Aminoacidi derivati Alachlor Diphenamid Isoxaben Metolachlor Propanil Amidi Uree Chlortoluron Diuron Linuron

53 Atrazine Simazine Terbuthylazine Struttura dei fungicidi (3/3) Triazine Chlorsulfuron Rimsulfuron Triasulfuron Solfoniluree

54 Tossicologia degli Erbicidi

55 Tossicologia dei fungicidi (1/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) fenossiderivati dipiridilici dinitroaniline 2,4 D II MCPA III Diquat II Paraquat II Dinitramine3000>2000-III Pendimethanil1250>100-III Trifluralin> III

56 Tossicologia dei fungicidi (2/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) ammidi uree Alachlor III Diphenamid1050>2000-III Isoxaben> III Metolachlor580--II Propanil> III Chlorotoluron> III Diuron III Linuron III

57 Tossicologia dei fungicidi (3/3) CLASSELD 50 (mg/kg ratto) NOEL (mg/kg ratto) ADI (mg/kg p.c.) Classe Tossicità (OMS) triazine solfoniluree Atrazine III Simazine> III Terbuthylazine III Chlorsulfuron III Rimsulfuron> III Triasulfuron> III amminoacidi derivati Glyphosate5600> III Glufosinate NH III

58 Limite Massimo del Residuo (MRL) di Folpet in differenti Nazioni Paese MRL (mg/kg) melacocomerouvalattugafragolapomodoro Brasile Cile Grecia Israele Italia USA = Non Registrato

59 Classificazione di tossicità secondo l'OMS LD 50 su ratto (mg/kg p.c.) Classeoraledermale solidiliquidisolidiliquidi Molto tossicoIa tossicoIb Moderatamente tossico II Poco tossicoIII

60 Classificazione di tossicità secondo lUE LD 50 orale su ratto (mg/kg p.c.) liquidisolidi Molto tossico 25 5 tossico nocivo

61 Classificazione di tossicità secondo lUE PesticidaDose (g di p.a./ha) Residui (mg/kg) Deltamethrin Benalaxyl Vinclozolin

62 Residui (mg/kg)su foglie di lattuga trattata con carbofuran in formulazioni granulare alla dose di 750 g di p.a./ha Giorni dal trattamento Carbofuran <

63 Residui (mg/kg) di cyromazine su sedano dopo trattamento a dosi di 270 g di p.a./ha di con diversi volumi di distribuzione Residui (mg/kg) di cyromazine su sedano dopo trattamento a dosi di 270 g di p.a./ha di con diversi volumi di distribuzione Volume di distribuzione (l/ha) con elettrostatico Cyromazine

64 Residui (mg/kg) di insetticidi su olive di due cultivar differenti dopo il trattamento cultivarAzinphosDiazinonDimethoateMetidathionParathionQuinalphos methyl Yacouti 1,821,341,603,011,401,84 Koroneik 3,023,464,714,254,263,56

65 Residui (mg/kg) su carciofo e lattuga di diverse coltivar dopo il trattamento ColturaCultivarformaDimethoateParathionPyrazophos Carciofomasedu2,204,021,16 spinoso sardo1,401,960,53 ColturaCultivarformaChlozolinateParathion Lattuga romana 6,181,19 iceberg 1,750,36

66 Residui (mg/kg) su pesche di Fenbutatin oxide e Pirimicarb dopo il trattamento. Giorni dalFenbutatin oxideGiorni dalpirimicarb trattamentoPeso (g)residuitrattamentoPeso (g)residui serra 0501,800241, ,364291, ,068310, , , , ,36 --(1,84)--(1,38) campo 0451,760510, ,123660, ,637830, , , , ,10 --(0,68)--(0,23)

67 Residui (mg/kg) di Dimethoate su diversi frutti dopo il trattamento Giorni dal trattamento AlbicoccaAranciaOlivaPescaSusinaUva 01,510,411,600,971,081,13 70,790,221,080,310,050,21 140,450,17 0,22n.d.0,26 210,220,17-0,12-0,28 280, ,28 350,

68 Residui (mg/kg) di Ethiofencarb e suoi metaboliti su lattuga dopo il trattamento Giorni dalPesoE. solfossido E. solfoneEthiofencarb trattamento(g)fenolo 0969,218,771,666, ,79n.d.1,731, ,60n.d.0,71n.d ,71n.d.0,22n.d.

69 Effetto dei lavaggio sul residui delle olive FitofarmaciSolubilità*Residui (mg/Kg) in acquacampione (mg/l) Azinphos28C3,022,732,152,121,010,72 methylW1,852,491,401,280,920,79 Diazinon60C3,462,631,741,531,461,15 W2,291,721,730,911,531,27 Dimethoate23300C4,713,432,352,300,910,76 W4,022,471,701,980,850,82 Metidathion200C4,253,812,892,632,511,67 W3,592,882,512,362,551,74 Parathion55C4,264,582,29 1,691,35 methylW3,034,671,512,361,711,40 Quinalphos18C3,561,901,751,460,881,06 W2,381,701,280,810,931,09 * C = controllo, W = campioni lavati in acqua

70 Variazione dei residui (mg/kg) di alcuni fitofarmaci durante il processo di essiccazione di albicocche e susine FruttoPesoalbicocca (g)dimethoatefenitrothionziram fresco460,120,030,12 essiccato8,60,14n.d.0,27 reidratato10,50,09n.d.0,22 FruttoPesoSusina (g)dimethoatefenitrothionziram fresco32,1-0,14- essiccato9,1-n.d.- reidratato10,2-n.d.-

71 Residui (mg/kg) di alcuni insetticidi su oliva e relativo olio PesticidaolivaResaolioFattore %Conc. olio Azinphos methyl1,03163,103,0 0,69161,622,3 Diazinon1,11163,783,4 0,35141,955,6 Dimethoate1,08160,240,22 0,1716n.d.0 Metidathion3,01152,3 1,28163,372,6 Parathion methyl0,61162,914,8 0,19141,337,0 Quinalphos0,68162,133,1 0,20140,804,0

72 Residui (mg/kg) di pesticidi in uva, mosto e vino FitofarmaciUvaMostoVino FiorecentrifugatoIn biancomacerazione Azoxystrobin Benalaxyl0,890,430,240,360,12 Cyprodinil5,544,010,180,700,74 1,030,36n.d.0,180,21 Dimethoate1,130,900,910,920,90 0,280,15 0,14 Fenthion0,280,220,200,210,24 Folpet 16 1,081.11n.d. Fluazinam n.d Fludioxonil1,86 0,78 1,79 0,39 1,20 n.d. 0,71 0,23 0,50 n.d.

73 FitofarmaciUvaMostoVino FiorecentrifugatoIn biancomacerazione Kresoxim-methyl Iprodione3,001,400,800,60- Metalaxyl-1,69-1,30- 1,091,04--- Parathion methyl0, ,250,21 Pyrimethanil1,621,661,291,041, ,941,021,01 Quinalphos0.180,060,02n..dn.d Tebuconazole3,163,131,350,960,98 0,420,20n.d.0.160,22 Vinclozolin,4,301,500, ,060,030,01 Residui (mg/kg) di pesticidi in uva, mosto e vino

74 Risultati dei programmi di monitoraggio per i residui dei pesticidi dei 15 paesi della UE nel 1998 e degli USA nel 1999 PaesicampioniPesticidicampionicampioni con analizatitrovatisenzaresidui MRL No. %% Belgio Danimarca Germania Grecia Spagna Francia Irlanda Italia

75 Risultati dei programmi di monitoraggio per i residui dei pesticidi dei 15 paesi della UE nel 1998 e degli USA nel 1999 PaesicampioniPesticidicampionicampioni con analizatitrovatisenzaresidui MRL No. %% Lussenburgo Olanda Austria Portogallo Finlandia Svezia Inghilterra EU

76 Risultati dei programmi di monitoraggio per i residui dei pesticidi dei 15 paesi della UE nel 1998 e degli USA nel 1999 PaesicampioniPesticidicampionicampioni con analizatitrovatisenzaresidui MRL No. %% USA nazionali importati

77 Esposizione del consumatore medio italiano ai pesticidi nel 1999 pesticidaADI ( μg/kg di p. corporeo/ giorno) NEDI ( μg/kg di p. corporeo/ giorno) NEDI/ADI % Acephate Azinphos methyl Buprofezin Chlorthalonil Chlorpyrifos methyl Cyprodinil Dimethoate Omethoate Parathion methyl Pyrimethanil Quinalphos <0.01 Teflubenzuron Vinclozolin


Scaricare ppt "AGROFARMACI già noti come Pesticidi Prof: Filippo M. Pirisi Prof. Paolo Cabras."

Presentazioni simili


Annunci Google