La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione Fondamenti della Musicale a.a. 2011-12 - LGCaprioli Forma schema strutturale di –un brano specifico –un genere di composizione –uno stile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione Fondamenti della Musicale a.a. 2011-12 - LGCaprioli Forma schema strutturale di –un brano specifico –un genere di composizione –uno stile."— Transcript della presentazione:

1 Comunicazione Fondamenti della Musicale a.a LGCaprioli Forma schema strutturale di –un brano specifico –un genere di composizione –uno stile Le componenti musicali che concorrono a caratterizzare una forma sono –tipologia di melodia –linguaggio armonico –caratteristiche ritmiche –strumentazione

2 Unarchitettura formale in musica trova le proprie fondamenta nellopposizione dialettica tra i poli della –ripetizione –differenziazione Landamento di una forma presenta sovente una struttura a dialogo (per bilanciamento o per contrasto), di cui si percepiscono alcune coppie di elementi –proposta/risposta –comparazione/contrasto –forza/debolezza –slancio/riposo –varietà/unità FCM 2011/12

3 Dal punto di vista percettivo, la forma è ciò che lascoltatore avverte come coerente e logico, ciò che rende lopera percepita come un organismo unitario In termini formali, la frase costituisce lunità di misura della musica –elemento di senso compiuto dal punto di vista dellaspetto ritmico, melodico, armonico Larticolazione di una forma si rappresenta schematicamente indicando le varie sezioni (p.e. introduzione, prima parte, transizione, ripresa, coda etc.) con le lettere dellalfabeto, come si usa fare per lo schema metrico-rimico di una poesia FCM 2011/12

4 Limitazione in musica consiste nella reiterazione di unidea (p.e. una melodia) ripresentata in maniera variata (p.e. ad unaltezza diversa), in modo da mantenere inalterate le proprie caratteristiche di riconoscibilità –percettivamente, il meccanismo dellimitazione favorisce il fruitore nella messa in atto dun ascolto partecipato, nel corso del quale ogni ripetizione riconosciuta funge da punto di riferimento e elemento strutturante della forma FCM 2011/12

5 Il canone Il canone è –una forma di contrappunto a più voci (XIV sec. Rota di Reading, Sumer is icumen) –un genere di composizione la prima voce –espone una melodia le altre voci –entrano una dopo laltra (canone perpetuo: flusso ciclico) –ripetono esattamente la melodia della prima voce (imitazione ad altezze differenti, p.e. canone allVIII) FCM 2011/12

6 La Fuga La fuga è –uno stile musicale polifonico ad imitazione –un genere di composizione (XVII sec.) La prima voce –espone una tema caratteristico (Soggetto) la seconda voce –risponde riprendendo il tema di fuga alla dominante (una V sopra, una IV sotto), spesso con mutazione la prima voce –propone un secondo tema di contrasto (Controsoggetto) Nella sezione dellarticolazione si modula –soggetto/controsoggetto subiscono segmentazioni e variazioni combinate e continue nello stile del contrappunto (trasporto, retrogradazione, aumentazione, diminuzione etc.) I punti salienti, dal punto di vista formale, sono –Esposizione –Divertimento –Stretto FCM 2011/12

7 Forma bipartita La forma bipartita (detta anche forma di Lied, o song form) è struttura musicale tra le più semplici, nella quale si oppongono due idee tematiche –AB (AAB; AABB etc.) Forma strofica Nella forma strofica una medesima melodia si ripete identica sotto ad un testo di volta in volta diverso –AAAAA Nella forma strofica con ritornello si alternano, indefinitamente, due idee musicali di cui la prima (A) appare ogni volta accompagnata da un testo diverso, mentre nella seconda (B) ritornellata vengono sempre ripetuti identici testo e musica –ABABABAB FCM 2011/12

8 Rondeau Nel Rondeau un tema principale ritorna ciclicamente (subendo anche variazioni), intercalato da episodi contrastanti –ABACABA –ABACADAEA… FCM 2011/12

9 W. A. Mozart ( ), Adagio e fuga in do min. K546 (1788), Quartetto Debussy Fabrizio de André, Volta la carta Jean-Philippe Rameau ( ), Rondeau da Les Indes Galantes (1735), AABACA FCM 2011/12

10 Forma tripartita La forma tripartita (ABA), detta anche forma chiusa, è una forma bipartita che presenta come ultima sezione una ripetizione (detta ricapitolazione o da capo) di A –Nel caso di unaria, il da capo (nel quale si concentrano le variazioni estemporanee da parte dellesecutore) ha rappresentato nel periodo barocco dellopera un momento topico di massima estetizzazione del virtuosismo FCM 2011/12

11 Scena e Aria –Opera italiana dellOttocento (Bellini, Donizetti, Verdi) –La forma chiusa dellaria vocale viene incastonata in unarticolazione drammaturgica divisa in più fasi susseguenti tra loro collegate Recitativo Aria (Cantabile, bi- o tripartita.) Tempo di mezzo (transizione) Cabaletta (veloce e ritmicamente caratterizzata) FCM 2011/12

12 Gaetano Donizetti ( ), Lucia di Lammermoor (1835), Il dolce suono (Atto II, scena e aria), Natalie Dessay RECITATIVO Il dolce suono mi colpì di sua voce!... Ah! quella voce 'è qui nel cor discesa!... Edgardo! Io ti son resa: fuggita io son da' tuoi nemici... ~ Un gelo mi serpeggia nel sen!... trema ogni fibra!... vacilla il piè!... Presso la fonte, meco t'assidi alquanto... Ahimè!... sorge il tremendo fantasma e ne separa!... Qui ricovriamci, Edgardo, a piè dell'ara... sparsa è di rose!... un'armonia celeste di', non ascolti? ~ Ah, l'inno suona di nozze!... il rito per noi, per noi s'appresta!... Oh me felice! Oh gioia che si sente, e non si dice! ARIA (cavatina) Ardon dincensi … splendono le sacre faci intorno!... Ecco il ministro! Porgimi la destra.... Oh lieto giorno! Alfin son tua, sei mio! A me ti dona un dio... ogni piacer più grato mi fia con te diviso del ciel clemente un riso la vita a noi sarà! (coro) In sì tremendo stato, di lei, signor, pietà. TEMPO DI MEZZO Savanza Enrico … CABALETTA Spargi di quache pianto il mio terrestre velo, mentre lassù nel cielo io pregherò per te... al giunger tuo soltanto fia bello il ciel per me! FCM 2011/12

13 Canzone moderna schema bipartito detto strofa-ritornello AB (con ripetizioni), vicino alle tradizioni popolari mediterranee. A volte è presente un introduzione schema tripartito (variato) senza ritornello AABA, detto chorus- bridge, tipico della ballad americana (Tin Pan Alley, poi Brodway) Nella pop music, spesso lelemento imitativo viene realizzato in forma di background dal coro che ripete melodia e versi finali cantati dal solista FCM 2011/12

14 Dido, White flag (Intro-Verse-Chorus-Verse-Chorus-Bridge-Chorus) Introduzione Verse I know you think that I shouldn't still love you, Or tell you that. But if I didn't say it, well I'd still have felt it where's the sense in that? I promise I'm not trying to make your life harder Or return to where we were Chorus I will go down with this ship And I won't put my hands up and surrender There will be no white flag above my door I'm in love and always will be Verse I know I left too much mess and destruction to come back again And I caused nothing but trouble I understand if you can't talk to me again And if you live by the rules of "it's over" then I'm sure that that makes sense Chorus I will go down with this ship etc. Bridge And when we meet Which I'm sure we will All that was there Will be there still I'll let it pass And hold my tongue And you will think That I've moved on.... Chorus (3 volte) I will go down with this ship etc. FCM 2011/12

15 Forma sonata Struttura formale tripartita che raggiunge il proprio apice stilistico nellambito della musica strumentale del periodo classico (Mozart, Haydn, Beethoven) –Primo movimento (Allegro) di una sinfonia, un quartetto, un concerto –codificata da A. Reicha ( ), attivo a Vienna e Parigi. Traité de melodie (1814); A. B. Marx Die Lehre von der musikalischen Komposition ( ) ESPOSIZIONE –Tema A (tonica) –Ponte (modulante) –Tema B (dominante, relativa, o tonalità vicina) SVILUPPO (elaborazione) –Tema A + ponte + Tema B: trattamento modulante (termina nella dom. di A) RIPRESA (riesposizione) –Tema A (tonica) –ponte (tonica) –Tema B (tonica) –Coda (tonica) FCM 2011/12

16 Ludwig van Beethoven ( ), Sinf. n. 6 in Fa magg. La Pastorale, op. 68 (1808), I mov. Allegro non troppo, dir. Myung-Whun Chung Erwachen heiterer Empfindungen bei der Ankunft dem Lande FCM 2011/12

17 L. B. Meyer, Sul riascoltar musica, Milella 1995 L. B. Meyer, Style and Music, 1989 M. Baroni / R. Dalmonte / C. Jacoboni, Le Regole della Musica, indagine sui meccanismi della comunicazione, EDT 1999 Rosalba Deriu, Capire la forma, EDT 2004 Richard Middleton, Studiare la popular music, Feltrinelli 2001 FCM 2011/12


Scaricare ppt "Comunicazione Fondamenti della Musicale a.a. 2011-12 - LGCaprioli Forma schema strutturale di –un brano specifico –un genere di composizione –uno stile."

Presentazioni simili


Annunci Google