La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Empatia: simulazione e teoria della mente. Riconoscimento delle espressioni facciali Goldman e Sripada 2005 Theory-Theory (TT): attribuzione di unemozione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Empatia: simulazione e teoria della mente. Riconoscimento delle espressioni facciali Goldman e Sripada 2005 Theory-Theory (TT): attribuzione di unemozione."— Transcript della presentazione:

1 Empatia: simulazione e teoria della mente

2 Riconoscimento delle espressioni facciali Goldman e Sripada 2005 Theory-Theory (TT): attribuzione di unemozione attraverso un processo inferenziale che pone in relazione lespressione di un volto con uno specifico stato emotivo Simulation-Theory (ST): attribuzione di unemozione attraverso la riproduzione da parte dellosservatore dello stato rilevato nel volto osservato: 1. Generate and test model 2. Reverse simulation model 3. Reverse simulation with as if loop 4. Unmediated resonance model Mediato dalla mimica Non mediato dalla mimica

3 Theory-Theory (TT): Teoria della mente (ToM)

4

5 ToM: correlati anatomo-funzionali (I) Gallagher et al. (2003)

6 ToM: correlati anatomo-funzionali (II) Shallice (2001)

7 Simulation-Theory (ST): Riconoscimento mediato dalla mimica

8 Il sistema mirror nella scimmia Rizzolatti et al Lo stimolo visivo efficace per attivare i neuroni specchio è losservazione di un effettore che interagisce con un oggetto Alcuni neuroni specchio sono specifici per singoli atti motori (es. grasping), mentre altri sono meno specifici, e rispondono a due o più atti motori

9 Il sistema mirror nelluomo (I) Rizzolatti et al Nelluomo il sistema mirror è stato individuato nellarea omologa dellF5, ovvero la 44 di Brodmann (area di Broca)

10 Il sistema mirror nelluomo (II) Buccino et al Azioni senza oggetto Bocca: masticare Mano: afferramento Piede: calciare o premere Rosso (bocca); Verde (mano); Blu (piede) Azioni con oggetto Bocca: addentare una mela Mano: afferrare una tazza Piede: calciare una palla

11 Muscolatura coinvolta nelle espressioni emotive Niedenthal 2007

12 Mimica ed espressioni facciali (I) L'osservazione passiva di espressioni facciali genera nell'osservatore un'attività mimica rapida, involontaria e inconsapevole Zigomatico maggiore Corrugatore delle sopracciglia Dimberg et al. 2000

13 Mimica ed emozioni: evidenze a favore Niedenthal 2007

14 Simulation-Theory (ST): Riconoscimento mediato dalla mimica Goldman e Sripada 2005 Generate and test simulationReverse simulation

15 Simulation-Theory (ST): Riconoscimento NON-mediato dalla mimica Goldman e Sripada 2005 as if loopunmediated resonance Rappresentazione condivisa tra il target e losservatore

16 Riconoscimento mediato dalla mimica: previsioni su popolazioni cliniche Goldman e Sripada 2005 Le teorie simulative prevedono che: 1. Se un paziente non è in grado di provare unemozione, allora non sarà in grado di riconoscere quella stessa emozione (paired deficits, Goldman e Sripada 2005) 2. Un deficit di produzione dei movimenti facciali dovrebbe compromette la capacità di riconoscere le espressioni facciali 2a. Linterferenza con lattivazione della muscolatura facciale dovrebbe ridurre la capacità di riconoscimento

17 Previsione 1: paired deficits (disgusto) Evidenze a favoreEvidenze contro Disgusto – Pazienti con lesione dellinsula Calder et al Adolphs et al

18 Previsione 1: paired deficits (paura) Keysers e Gazzola 2006 Paired deficits

19 Previsione 2: paralisi della mimica/deficit di riconoscimento Evidenze a favoreEvidenze contro Calder et al (sindrome di Möbius) + (NC)+ (BC, LP) Keillor et al (paralisi facciale bilaterale) +

20 Previsione 2a: face blocking/deficit di riconoscimento (I) Esperimento 1 Registrazione EMG da zigomatico maggiore, buccinatore, orbicularis oris, levatore A. Attività interferente (bite, gum, lip, rest) B. Produzione volontaria (imitazione o esecuzione su comando) di espressioni facciali (happy, disgust, fear, sad) Oberman et al. 2007

21 Previsione 2a: face blocking/deficit di riconoscimento (II) Esperimento 2 Riconoscimento di espressioni facciali durante interferenza La condizione bite interferisce specificamente con il riconoscimento della felicità Oberman et al. 2007

22 Controllo della mimica Hopf et al. 2000; Ross e Mathiesen 1998; Topper et al Risposta volontaria Risposta involontaria Riposo Deficit Risposta volontaria Deficit Risposta involontaria (emotiva) Lesione ponte ventrale Lesione tegmento pontino

23 Generate and test simulation: proposta di un modello ibrido teorico/simulativo Generazione di una possibile emozione Produzione di unespressione facciale attraverso lattivazione volontaria della mimica Attivazione del circuito condiviso, coinvolto nella elaborazione emotiva (amigdala/insula) Rappresentazione cognitiva ed episodica dellemozione percepita Confronto con il target Fase inferenziale Fase simulativa

24 If a salesman of second hand cars smiled broadly while bragging about the quality of a rusty old car, our simulation circuitry could make us share his enthusiasm, but semantic knowledge about second-hand car salesmen could lead to a different conclusion… (Bastiaansen et al. 2009). Interazione tra processi simulativi ed interpretativi (I)

25 Stimoli: immaginare se stessi, il proprio amato o un estraneo in situazioni dolorose dal punto di vista fisico (ed es., chiudersi un dito un una porta, avere le dita dei piedi schiacciate da un oggetto pesante, essere punti da un ago) Cheng et al Interazione tra processi simulativi ed interpretativi (II)

26 Interazione tra processi simulativi ed interpretativi (III) Cheng et al. 2007


Scaricare ppt "Empatia: simulazione e teoria della mente. Riconoscimento delle espressioni facciali Goldman e Sripada 2005 Theory-Theory (TT): attribuzione di unemozione."

Presentazioni simili


Annunci Google