La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di aggiornamento AFFIDO FAMILIARE A.A.A. Cerchiamo : Amore … Aiuto Accoglienza S. Giorgio di Nogaro 6 maggio 2011 Dr.ssa Illia MARTELLINI – psicologa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di aggiornamento AFFIDO FAMILIARE A.A.A. Cerchiamo : Amore … Aiuto Accoglienza S. Giorgio di Nogaro 6 maggio 2011 Dr.ssa Illia MARTELLINI – psicologa."— Transcript della presentazione:

1 Corso di aggiornamento AFFIDO FAMILIARE A.A.A. Cerchiamo : Amore … Aiuto Accoglienza S. Giorgio di Nogaro 6 maggio 2011 Dr.ssa Illia MARTELLINI – psicologa – Direttore S.O.S. Area Materno Infantile Territoriale – Servizi Consultoriali – ASS 5 Bassa Friulana AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 5 Il FOCOLARE

2

3 Ha bisogno nutrirsi dormire Essere curato nell igiene personale Ha bisogno Di essere amato

4 E un intervento temporaneo di aiuto e di sostegno ad un minore che proviene da una famiglia in difficoltà.

5 Attraverso lAFFIDAMENTO il bambino incontra una famiglia che, accogliendolo presso di sé, si impegna ad assicurargli una adeguata risposta ai suoi bisogni affettivi ed educativi Attraverso lAFFIDAMENTO il bambino incontra una famiglia che, accogliendolo presso di sé, si impegna ad assicurargli una adeguata risposta ai suoi bisogni affettivi ed educativi

6

7 DISCIPLINADELLADOZIONEEDELLAFFIDAMENTO DEI MINORI DEI MINORI

8 OGNI BAMBINO HA DIRITTO A CRESCERE NELLA PROPRIA FAMIGLIA DI ORIGINE

9 IMPOSSIBILITA TEMPORANEA DELLA FAMIGLIA DI ORIGINE

10

11 REQUISITO FONDAMENTALE PER L IDONEITA é L ACCETTAZIONE del bambino con la sua realtà psichica e familiare La DISPONIBILITA ad assicurare laccudimento, listruzione, leducazione tenendo conto anche delle indicazioni dei genitori del bambino stesso

12 Art.4 1. Laffidamento familiare è disposto dal servizio sociale locale, previo consenso manifestato dai genitori o dal genitore esercente la potestà, ovvero dal tutore, sentito il minore che ha compiuto gli anni dodici e anche il minore di età inferiore, in considerazione della sua capacità di discernimento.

13 2. Ove manchi lassenso dei genitori esercenti la potestà o del tutore, provvede il tribunale per i minorenni. Si applicano gli articoli 330 e seguenti del codice civile. (Art. 333 Condotta del genitore pregiudizievole ai figli Quando la condotta di uno o di entrambi i genitori non è tale da dare luogo alla pronuncia di decadenza prevista dall'art. 330, ma appare comunque pregiudizievole al figlio, il giudice, secondo le circostanze può adottare i provvedimenti convenienti e può anche disporre l'allontanamento di lui dalla residenza familiare. Tali provvedimenti sono revocabili in qualsiasi momento).

14 Art. 330 Decadenza dalla potestà sui figli Il giudice può pronunziare la decadenza della potestà quando il genitore viola o trascura i doveri (147; Cod. Pen. 570) ad essa inerenti o abusa dei relativi poteri con grave pregiudizio del figlio. In tale caso, per gravi motivi, il giudice può ordinare l'allontanamento del figlio dalla residenza familiare.

15 provvedimento di affidamento familiare 3. Nel provvedimento di affidamento familiare devono essere indicate specificatamente : motivazionile motivazioni, tempii tempi modii modi dellesercizio dei poteri riconosciuti allaffidatario, modalità i rapporti con il minore le modalità attraverso le quali i genitori e gli altri componenti il nucleo familiare possono mantenere i rapporti con il minore.

16 servizio sociale locale responsabilità vigilanza lobbligo di tenere costantemente informatiDeve altresì essere indicato il servizio sociale locale cui è attribuita la responsabilità del programma di assistenza, e la vigilanza durante laffidamento con lobbligo di tenere costantemente informati il giudice tutelare o il tribunale per i minorenni.

17 servizio sociale locale responsabilità vigilanzariferireIl servizio sociale locale cui è attribuita la responsabilità del programma di assistenza, e la vigilanza durante laffidamento, deve riferire al giudice tutelare o al tribunale per i minorenni del luogo in cui il minore si trova, ogni evento di particolare rilevanza presentare una relazione semestraledeve presentare una relazione semestrale sullandamento del programma di assistenza, sulla sua presumibile ulteriore durata e sullevoluzione delle condizioni di difficoltà del nucleo familiare di provenienza.

18 provvedimento periodo di presumibile durata dellaffidamento non può superare ventiquattro mesi è prorogabile sospensionerechi pregiudizio al minore.Comma 4. Nel provvedimento deve inoltre essere indicato il periodo di presumibile durata dellaffidamento che deve essere rapportabile al complesso di interventi volti al recupero della famiglia dorigine. Tale periodo non può superare la durata di ventiquattro mesi ed è prorogabile, dal tribunale per i minorenni, qualora la sospensione dellaffidamento rechi pregiudizio al minore.

19 Laffidamento familiare cessa sia venuta meno situazione di difficoltà temporanea della famiglia doriginecomma 5. Laffidamento familiare cessa con provvedimento della stessa autorità che lo ha disposto, valutato linteresse del minore, quando sia venuta meno la situazione di difficoltà temporanea della famiglia dorigine che lo ha determinato, ovvero nel caso in cui la prosecuzione di esso rechi pregiudizio al minore.

20

21

22 Art. 44. Disciplina ladozione in casi particolari Ladozione è consentita nei casi in cui ci sia uno stato di abbandono del minore e previa valutazione del Tribunale dei Minorenni può essere concessa la possibilità di adozione del minore in affido a: preesistente rapporto stabile e duraturo … a) persone unite al minore da vincolo di parentela fino al sesto grado o da preesistente rapporto stabile e duraturo…)

23

24

25

26

27

28 Il gruppo viene costituito nel 1998 inizialmente vi fanno parte n° 9 famiglie : n° 2 di Latisana n° 2 di Muzzana del Turgnano n° 1 di Precenicco n°1 di Teor n°2 di Carlino n° 1 di Fagagna

29 Sino ad oggi sono state valutate 50 famiglie Di cui 30 hanno avuto almeno un bambino in affido

30 Oggi abbiamo n° 14 famiglie disponibili


Scaricare ppt "Corso di aggiornamento AFFIDO FAMILIARE A.A.A. Cerchiamo : Amore … Aiuto Accoglienza S. Giorgio di Nogaro 6 maggio 2011 Dr.ssa Illia MARTELLINI – psicologa."

Presentazioni simili


Annunci Google