La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il sistema salute e gli infermieri nel futuro della società italiana XVI Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI Bologna 24 marzo 2012 Carla Collicelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il sistema salute e gli infermieri nel futuro della società italiana XVI Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI Bologna 24 marzo 2012 Carla Collicelli."— Transcript della presentazione:

1 Il sistema salute e gli infermieri nel futuro della società italiana XVI Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI Bologna 24 marzo 2012 Carla Collicelli Fondazione CENSIS 1

2 © Censis IDENTIKIT DEGLI INFERMIERI 2

3 © Censis infermieri professionali iscritti allIpasvi 25,2% Nord-Ovest 21,0% Nord-Est 20,9% Centro 32,9% Sud-Isole infermieri professionali iscritti allIpasvi 25,2% Nord-Ovest 21,0% Nord-Est 20,9% Centro 32,9% Sud-Isole Il chi è degli infermieri 6,6 per abitanti +80 mila circa infermieri nel periodo (+26,8%) 77% DONNE 10% STRANIERI +254% ETA 20,7% anni 20,9% anni 9,8% fino a 30 anni 6,6 per abitanti +80 mila circa infermieri nel periodo (+26,8%) 77% DONNE 10% STRANIERI +254% ETA 20,7% anni 20,9% anni 9,8% fino a 30 anni 3

4 © Censis I L PROFILO DEGLI IMMATRICOLATI 4

5 © Censis 2012 Scienze infermieristiche la prima scelta dal 46% nel al 59% nel dal 46% nel al 59% nel con voto di maturità alto voto tra (dal 16% nel al 19% nel ); con voto massimo = da 90 in su (dall11,8% nel al 12,8% nel ) i maschi dal 26,9% nel al 30% del Crescono di poco gli immatricolati però Crescono di poco gli immatricolati però i provenienti dai licei dal 29% nel al 46% del aumentano: Fonte: indagine Censis su dati Miur-Cineca i più giovani (fino a 19 anni) dal 35,6% del al 54% nel dal 35,6% del al 54% nel

6 © Censis P ROSPETTIVE OCCUPAZIONALI ATTUALI E SCENARI FUTURI 6

7 © Censis 2012 Per i laureati in Scienze infermieristiche è facile e rapido trovare lavoro Il 93% dei laureati in Scienze infermieristiche trova lavoro entro 1 anno dal conseguimento della laurea 7

8 © Censis 2012 Scenari occupazionali al * infermieri OGGI infermieri infermieri aggiuntivi Var. PER PORTARE LITALIA AL LIVELLO DEL BENCHMARK OLANDA (1.051 INFERMIERI PER 100 MILA ABITANTI) * infermieri OGGI infermieri infermieri aggiuntivi Var. PER PORTARE LITALIA AL LIVELLO DELLA FRANCIA (894 INFERMIERI PER 100 MILA ABITANTI) 8(*) Dato che include oltre agli infermieri professionali anche le vigilatrici dinfanzia e gli assistenti sanitari per renderlo comparabile con i dati degli altri Paesi

9 © Censis L A GOOD SOCIAL REPUTATION DEGLI INFERMIERI 9

10 © Censis 2012 Positiva valutazione dellattività degli infermieri Nord-Est 86,3% Centro 76,4% Sud-Isole 65,7% Nord-Ovest 77,4% Italiani che hanno avuto rapporto con gli infermieri 75,2% Valutazione positiva 10

11 © Censis 2012 Il buon infermiere: professionale e capace di relazionarsi Nord Ovest Nord Est CentroSud e isole Italia Le capacità tecnico- professionali 65,454,554,748,655,6 La capacità di relazionarsi con i pazienti e i familiari 49,659,943,751,651,2 La cortesia, la gentilezza 45,442,846,944,144,7 Fonte: indagine Censis, 2012 I tre aspetti degli infermieri giudicati migliori dai cittadini (val. %) 11

12 © Censis 2012 Le capacità relazionali: il ruolo della comunicazione Nella Sua esperienza di fronte a richieste di informazione su patologie, terapie, aspetti organizzativi, ecc., gli infermieri: Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole Italia Tendevano a rispondere quando erano in grado di farlo 55,861,860,060,959,5 Tendevano a rinviare sempre e comunque ai medici 34,130,029,327,330,1 Non mi sono sembrati in grado di dare risposte adeguate 10,18,210,711,810,2 Totale100,0 Fonte: indagine Censis, 2012 Gli infermieri di fronte alle richieste di informazioni su patologie, terapie, aspetti organizzativi, ecc. (val. %) 12

13 © Censis 2012 Il buon infermiere secondo gli italiani 1 Quali sono le cose più importanti che si aspetta da un infermiere quando entra in relazione con lui nei vari contesti (ospedale, pronto soccorso, studio medico, ecc.)? Nord Ovest Nord EstCentroSud e isole Italia Che sappia creare un buon clima relazionale, attento agli aspetti psicologici, umani 64,974,064,763,966,3 Che abbia un ottimo livello tecnico professionale 69,962,658,658,362,3 Che sappia darmi spiegazioni sulla diagnosi, la terapia (magari rendendo più accessibile quello che dice il medico) 26,226,025,824,725,5 Che sia aggiornato su cure, tecnologie, farmaci, ecc. 16,513,113,217,115,4 Che sia attento a risolvere i problemi che mi riguardano, anche quelli legati agli aspetti alberghieri, del vitto, ecc. 6,46,96,45,26,1 Fonte: indagine Censis, 2012 Cosa si aspettano gli italiani da un infermiere quando entrano in relazione con lui (val. %) entrano in relazione con lui (val. %) 13

14 © Censis 2012 Il buon infermiere secondo gli italiani 2 Quali sono le cose più importanti che si aspetta da un infermiere quando entra in relazione con lui nei vari contesti (ospedale, pronto soccorso, studio medico, ecc.)? anni anni anni 65 anni e più Totale Che sappia creare un buon clima relazionale, attento agli aspetti psicologici, umani 62,965,369,165,966,3 Che abbia un ottimo livello tecnico professionale 61,661,764,760,362,3 Che sappia darmi spiegazioni sulla diagnosi, la terapia (magari rendendo più accessibile quello che dice il medico) 25,725,522,429,525,5 Che sia aggiornato su cure, tecnologie, farmaci, ecc. 16,515,215,415,115,4 Che sia attento a risolvere i problemi che mi riguardano, anche quelli legati agli aspetti alberghieri, del vitto, ecc. 7,27,05,25,76,1 Fonte: indagine Censis,

15 © Censis L APPEAL DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA 15

16 © Censis 2012 Voglio fare linfermiere PER L84,2% DEGLI INTERVISTATI 82, anni 82, anni 85, anni 86,2 65 anni e più Classi di età E UNA SCELTA DA INCORAGGIARE Ripartizione geografica 85,3 Nord-Ovest 89,8 Nord-Est 83,8 Centro 80,4 Sud-Isole 16

17 © Censis 2012 Perché fare linfermiere è una buona scelta 1 Nord Ovest Nord EstCentroSud e isole Italia Ha un alto valore sociale, di aiuto verso gli altri 79,583,972,272,176,6 Si trova facilmente occupazione 52,042,443,947,246,9 Ci sono prospettive di carriera 12,67,510,15,98,9 È tutto sommato ben retribuito 6,48,611,88,68,6 Principali motivi per cui gli intervistati consiglierebbero ad un figlio/parente/amico di iscriversi al corso di laurea in Scienze infermieristiche (val. %) Fonte: indagine Censis,

18 © Censis 2012 Perché fare linfermiere è una buona scelta anni anni anni 65 anni e più Totale Ha un alto valore sociale, di aiuto verso gli altri 71,274,579,878,176,6 Si trova facilmente occupazione 44,548,047,446,546,9 Ci sono prospettive di carriera 13,99,07,28,18,9 È tutto sommato ben retribuito 10,56,69,68,48,6 Principali motivi per cui gli intervistati consiglierebbero ad un figlio/parente/amico di iscriversi al corso di laurea in Scienze infermieristiche (val. %) Fonte: indagine Censis,

19 © Censis 2012 Perché non fare linfermiere anni anni anni 65 anni e più Totale È un lavoro troppo duro 75,663,458,059,263,0 È malpagato 39,038,039,130,637,0 Ci sarà meno spazio per gli infermieri, visti i tagli alla sanità 22,032,443,540,835,7 E' un lavoro che si può fare solo se non si trova altro 9,811,311,610,210,9 Fonte: indagine Censis, 2012 Principali motivi per cui gli intervistati sconsiglierebbero ad un figlio/parente/amico di iscriversi al corso di laurea in Scienze infermieristiche (val. %) 19

20 © Censis 2012 LItalia ha bisogno di avere più infermieri 1 Per il 68,5% degli italiani gli infermieri oggi in Italia sono troppo pochi 20

21 © Censis 2012 LItalia ha bisogno di più infermieri 2 Giudizio sulladeguatezza del numero degli infermieri in Italia allo stato attuale (val. %) Secondo Lei, allo stato attuale in Italia ci sono: Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole Italia Pochi infermieri 71,465,569,167,568,5 Il numero è adeguato 26,331,325,928,628,0 Troppi infermieri 2,33,25,03,93,5 Totale100,0100,0100,0100,0100,0 Fonte: indagine Censis,

22 © Censis B OCCIATO IL NUMERO CHIUSO AL CORSO DI LAUREA IN S CIENZE INFERMIERISTICHE 22

23 © Censis 2012 Numero chiuso al corso di laurea in Scienze infermieristiche? Un errore 1 Abbiamo bisogno di più infermieriAbbiamo bisogno di più infermieri 31,6% La selezione la deve fare la capacità di andare avanti nel percorso di studi 29,7% Perché: Un errore 61,3% degli italiani ritiene che il numero chiuso sia 23

24 © Censis 2012 Come valuta il numero chiuso per laccesso al corso di laurea in Scienze infermieristiche? Nord Ovest Nord EstCentroSud e isole Italia Un errore di cui: 68,755,152,164,1 61,3 abbiamo bisogno di più infermieri e così rischiamo di non averli nel futuro 38,426,322,634,1 31,6 la selezione la deve fare la capacità di andare avanti nel percorso di studi 30,328,829,530,0 29,7 Una cosa giusta di cui: 31,344,947,935,9 38,7 è un buon modo per fare selezione 24,830,338,327,2 29,3 anche se occorrerebbe ampliare un po i numeri 6,514,69,68,7 9,4 Totale100,0 Valutazione degli intervistati sul numero chiuso per laccesso al corso di laurea in Scienze infermieristiche (val. %) Fonte: indagine Censis, 2012 Numero chiuso al corso di laurea in Scienze infermieristiche? Un errore 2 24

25 © Censis 2012 Test dingresso al corso di laurea in Scienze infermieristiche? Secondo i diplomati e i laureati è da cambiare Opinione degli intervistati sulla modalità di accesso (prova con test) al corso di laurea in Scienze infermieristiche (val. %) Per l'accesso al corso di laurea in scienze infermieristiche è prevista una prova con test (quiz) a risposta multipla; su tale base viene selezionato chi accede alla facoltà, secondo Lei: Nessuno/ elemen- tare Media inf. /Qual. Prof. DiplomaLaureaTotale E un modo adeguato per fare sezione 49,240,535,832,637,8 Forse non è adeguato, ma credo non ci siano alternative 28,126,224,022,324,7 E errato, bisogna cambiare 22,733,340,245,137,5 Totale100,0 Fonte: indagine Censis,

26 © Censis I L FUTURO DELL INFERMIERE NELLA SANITÀ SECONDO GLI ITALIANI 26

27 © Censis 2012 Aspetti della professione che saranno importanti anche in futuro 90,9% E un lavoro che si sceglie 88,5% Si lavora molto 81,4% Si lavora con spirito di adattamento 80,0% E un lavoro da posto fisso, con stipendio sicuro 27

28 © Censis 2012 Aspetti che secondo gli intervistati caratterizzano lattività dellinfermiere, in particolare pensando al futuro della sanità Aspetti che secondo gli intervistati caratterizzano lattività dellinfermiere, in particolare pensando al futuro della sanità (val. %) Quali tra i seguenti aspetti caratterizzano linfermiere nella sua percezione, in particolare pensando al futuro della sanità? Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole Italia Lavorano molto 91,191,488,085,088,5 Lavorano poco 8,98,612,015,011,5 Hanno spirito di adattamento 83,188,182,175,681,4 Non hanno voglia di sacrificarsi 16,911,917,924,418,6 È un lavoro da professionisti che magari hanno uno studio, partita iva, contratti di consulenza 23,822,517,916,720,0 È un lavoro da posto fisso, con stipendio sicuro 76,277,582,183,380,0 E' di fatto un lavoro di ripiego 10,05,611,39,19,1 È un lavoro che si sceglie 90,094,488,790,990,9 Fonte: indagine Censis,

29 © Censis 2012 Avranno sempre più riconoscimento economico e di status …. oggi per il 66,4% gli infermieri guadagnano poco Per il 71,0% è una professione destinata ad avere un maggiore riconoscimento come stipendi, status sociale, percorsi di carriera 29

30 © Censis 2012 Esiste già oggi comunque un mercato privato Ha fatto ricorso ad un infermiere privatamente pagando di tasca propria 5,8% ITALIA 5,8% ITALIA 10,9% Sud-Isole 10,9% Sud-Isole 30

31 © Censis 2012 Il futuro dellinfermiere Opinioni degli intervistati sul futuro della professione dellinfermiere (val. %) Per il futuro Lei ritiene che linfermiere sia una professione: Nord Ovest Nord EstCentroSud e isole Italia Importante per la sanità che avremo, fatta di prevenzione e di territorio e di pochi ospedali ad alta specializzazione 88,296,597,283,490,0 Con una relazione più stretta con le nuove tecnologie 90,290,788,681,487,0 Con sempre più stranieri 64,258,557,858,559,9 Con meno donne e più uomini 14,526,315,218,618,3 Fonte: indagine Censis,

32 © Censis L A CRESCENTE CENTRALITÀ DELLE CAPACITÀ RELAZIONALI ED I NUOVI SPAZI DI RESPONSABILITÀ 32

33 © Censis 2012 E un lavoro che richiede soprattutto capacità psicologica, relazionale, di approccio alle persone, oltre che di competenze tecniche 82,6% La centralità della capacità relazionali oggi e, soprattutto, nella sanità del futuro 33

34 © Censis 2012 Priorità per il settore infermieristico nel prossimo futuro Quali sono le priorità secondo Lei per il settore infermieristico nel prossimo futuro in vista di una sanità migliore dal punto di vista dei pazienti? anni anni anni 65 anni e più Italia Migliorare la preparazione psicologica, relazionale 40,347,146,750,746,8 Aumentare il numero di infermieri che escono dalle nostre università 35,234,145,042,739,9 Migliorare il rapporto con le nuove tecnologie 40,339,334,435,837,0 Migliorare la manualità, la capacità di utilizzare i dispositivi e le attrezzature medicali 31,331,228,532,030,5 Formarli di più agli aspetti organizzativi dellattività medica 13,712,014,211,812,9 Prepararli ad essere liberi professionisti, lavoratori autonomi e non solo dipendenti di strutture sanitarie 9,98,07,45,57,5 Fonte: indagine Censis,

35 © Censis 2012 Promuovere un upgrading della professione infermieristica che innalzi la qualità della sanità ESEMPIO DEL PRONTO SOCCORSO Far trattare i casi meno gravi (codici bianchi) dagli infermieri, nel rispetto di linee guida, piuttosto che dai medici, smaltendo così le file di attesa il 48,5% è FAVOREVOLE 35

36 © Censis 2012 Opinioni degli intervistati sul fatto che in alcuni Pronto Soccorso i casi meno gravi (i codici bianchi) siano trattati dagli infermieri piuttosto che dai medici Come valuta il fatto che in alcuni Pronto soccorso i casi meno gravi (i codici bianchi) siano trattati dagli infermieri (nel rispetto di linee guida e procedure) piuttosto che dai medici, smaltendo così le file di attesa? Nord Ovest Nord Est Centro Sud e isole Italia Buona idea, ovviamente purché gli infermieri abbiano le professionalità adeguate e seguano le linee guida indicate dai medici 49,965,041,442,148,5 Non sono d'accordo, ci deve sempre e comunque essere il medico 40,530,852,850,544,5 Non so 9,64,25,87,47,0 Totale100,0100,0100,0100,0100,0 Fonte: indagine Censis,

37 © Censis Infermieri. La forza di una nuova cultura per il sistema salute Grazie!


Scaricare ppt "Il sistema salute e gli infermieri nel futuro della società italiana XVI Congresso Federazione Nazionale Collegi IPASVI Bologna 24 marzo 2012 Carla Collicelli."

Presentazioni simili


Annunci Google