La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Progetto Europeo VIRTEX motore della ricerca e sviluppo di Tessuti Innovativi a difesa della Salute TESSILE E SALUTE Centro Studi Biella 23-24-25 Gennaio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Progetto Europeo VIRTEX motore della ricerca e sviluppo di Tessuti Innovativi a difesa della Salute TESSILE E SALUTE Centro Studi Biella 23-24-25 Gennaio."— Transcript della presentazione:

1 Il Progetto Europeo VIRTEX motore della ricerca e sviluppo di Tessuti Innovativi a difesa della Salute TESSILE E SALUTE Centro Studi Biella Gennaio 2002 Franco La Scola, Klopman International

2 Struttura della Presentazione n Il contenuto della presentazione è diviso in due parti. Nella prima vengono presentati i risultati del Progetto Europeo VIRTEX (acronimo di VIRtual TEXtile),strumento in grado di gestire tutte le fasi dalla Analisi del Rischio allo Sviluppo Prodotto con lausilio di una piattaforma di lavoro aggiornata alla luce delle normative vigenti. La presentazione è corredata da esempi pratici in grado di dimostrare come la tecnologia moderna sia in grado di semplificare situazioni complesse e multidisciplinari. n Nella seconda parte vengono presentati settori applicativi che oggi traggono vantaggi da queste ricerche sui Tessili in relazione alla Salute nei settori Alimentare, Ospedaliero, Farmaceutico, Industriale.

3 VIRTEX VIRTEX : VIRtual organisation of the TEXtile and clothing supply chain for co-operative innovation, quality and environment management (Brite EuRam ) ITV Denkendorf: Coordinatore del progetto Klopman International: Task Leader della catena degli Indumenti di Protezione per linnovazione tecnologica nei Tessili Tecnici. Centrocot: partner della catena Praxi: partner informatico

4 VIRTEX KLOPMAN INTERNATIONAL n Società della Galey & Lord inc. n Maggior produttore in Europa per i tessuti Workwear, Imagewear e Protectivewear n Business in 25 paesi Western Europe, Eastern Europe e North Africa n Certificazioni ISO 9002 and Oeko-Tex 100 n Klopman produce tessuti di qualità ad alte prestazioni per le lavanderie industriali

5 Institute of Textile Technology and Process Engineering Denkendorf supporta in particolare le aziende in attività di ricerca e sviluppo nei settori della tecnologia e dellingegnerizzazione di processo. È collegata con lUniversità di Stoccarda. E membro del German Institutes for Textile and Fiber Research DITF Stuttgart, un centro tecnologico controllato dall Ministero dell Economia del Baden-Wuerttemberg.German Institutes for Textile and Fiber Research DITF Stuttgart VIRTEX

6 CENTRO TESSILE COTONIERO E ABBIGLIAMENTO S.P.A Supporta Aziende in Progetti di Ricerca Internazionale (Virtex…). Opera nel campo della Certificazione di DPI e di marchi internazionali (Oeko-tex,…). Laboratorio Internazionale accredicatato SINAL (oltre 400 tipi di prove eseguibili). VIRTEX

7 La catena degli Indumenti di Protezione End-user Integrazione (virtuale) Utilizzatore finale Klopman Filatore Tessitore Tintore e finitore Micronclean Servizi di Noleggio & lavaggio Alsico Confezionista Centrocot Prove & Certificazione Produttore di fibre n.a.

8 Le nuove frontiere - Obiettivi n Integrare la catena di fornitura per ridurre i tempi di risposta n Modificare il sistema di comunicazione tradizionale tra i partner della catena creando un approccio di tipo orizzontale ai requisiti del cliente (le aziende a monte devono conoscere in anticipo tali requisiti) n sviluppare sistemi informatici per lo svolgimento di alcune attività (sviluppo prodotto)

9 Norme europee: Le Norme sono modificate durante le revisioni periodiche dai Comitati Tecnici e dai Gruppi di Lavoro. Valutazione dei Rischi: Analisi strutturata dellambiente di lavoro che permette di individuare i possibili rischi dellattività lavorativa e identifica i tipi di indumenti e tessuti da utilizzare per la prevenzione ( ad es. antifiamma spesso combinati a tessuti antistatici,) Le nuove frontiere - Variabili

10 Le nuove frontiere : Le Norme Internazionali ISO: –Comitati Tecnici di normazione: »TC 94 SC 13 Indumenti di Protezione n WG 6 (guanti chirurgici e teli)…. »TC 38 Tessili - lavaggi industriali Europee EN: –Comitati Tecnici di normazione : TC 162 Indumenti di Protezione n WG 1(reuisiti gen.), WG2(fiamma e calore), ecc… »TC 205 Dispositivi Medici n WG 14 (guanti chirurgici e teli) »TC 248 Tessuti e materiali tessili n WG 16 Tessili per il sistema sanitario n WG 17 Qualità igienica dei tessuti Italiane UNI: –Comitato UNI Guanti e Indumenti di Protezione –Comitato UNI Dispositivi Medici non Attivi

11 Le nuove frontiere : Le Norme (2) n Per esempio, trovandoci in un sito ospedaliero dove è richiesta una protezione contro agenti infettivi, ci troviamo di fronte ad una attività normativa proveniente da 2 Comitati Tecnici : –TC 205 WG 14 per la prEN 13795: Surgical drapes,gowns and clear air suits used as medical devices……………..La normativa fa esplicito riferimento alla prevenzione di infezioni e trasferimento microbico durante procedure chirurgiche. –TC 162 WG 3 per la prEN 14126: ………for Protective Clothing against infective agents. In questo caso la normativa intende proteggere,chi indossa il DPI, da agenti infettivi esterni. Sono esclusi da questa normativa gli indumenti intesi alla prevenzione durante procedure chirurgiche (vedi sopra). n Ciò a dimostrazione della necessità anche per gli addetti ai lavori di strumenti in grado di aiutare nella selezione dei DPI.

12 Le Nuove Frontiere: Valutazione dei rischi attraverso nuove metodologie Lo scopo degli indumenti di protezione è di assicurare protezione da rischi di varia natura. Una valutazione dettagliata dei possibili rischi non è solo un obbligo delle aziende ma anche un supporto alla ricerca e sviluppo di prodotti tessili innovativi. Di seguito viene presentato lo stato dellarte di una valutazione dei rischi eseguita con una tecnologia innovativa sviluppata allinterno del progetto europeo VIRTEX.

13 Integrazione di Metodi e Strumenti Procedura per lo sviluppo di un prodotto integrato per la catena di fornitura definita nel progetto Virtex Trasformazione in Requisiti cosa sviluppare? QFD QFD Sviluppo del Prodotto come organizzare lo sviluppo ? Workflow Workflow Specifiche del Prodotto qual è lesigenza dellutilizzatore? Risk Analysis Risk Analysis tempo Interfaccia col cliente comune Metodo comune Progetto comune

14 Risk Analysis - Concetti Analisi strutturata dellambiente di lavoro e delle condizioni di tale ambiente Elenco delle risposte possibili, basate su una rete semantica. Risposte multiple possibili Copre sia la protezione dei prodotti che la protezione dellindividuo Suggerisce uno o più tipi e livelli di protezione necessaria (norme EN, ecc.) e possibili combinazioni di indumenti Basato sul CBR (Case-based Reasoning) filosofia che utilizza casi ed esperienze precedenti

15 Risk Analysis - Struttura Database Prodotti Norme Casi di base Casi precedenti (problemi e soluzioni) Informazioni generali Web-Server Integrato Problema Descrizione dellambiente di lavoro Similitudine Regole Collegamento Tipo di protezione, Prodotti Soluzione

16 Risk Analysis – Esempio (1) Seconda pagina, DPI, selezione dei rischi possibili e degli oggetti manipolati Hazards object Object type Hazards surrounding Object position

17 Risk Analysis – Esempio (2) Risultato di primo livello: individuazione delle Norme Detected norms Available products Norm details (tests) Detailed Analysis Similar Cases (CBR)

18 QFD - Quality Function Deployment Supporto per la trasformazione sistematica dei Requisiti dellutilizzatore in caratteristiche del prodotto e pianificazione/progettazione del prodotto. Primo punto: House of Quality. Qualità = soddisfazione del Cliente Requisiti del cliente cosaMatrice delle relazioni Caratteristiche del prodottocome Risultati qualitativi Comparazione risultati Correlazioni

19 Quality Function Deployment (QFD) Integrato QFD utilizzato nella completa catena di fornitura includendo tessuto, confezione e lavaggio industirale. Esempio: Indumenti per Cleanroom

20 Concurrent Engineering (CE) Concurrent Engineering (CE) è un framework per uno sviluppo prodotto migliore e più rapido tempo Strategia Ideazione Progettazione Realizzazione prototipo Industrializzazione Produzione Sequenza tradizionale Strategia Produzione Ideazione Progettazione Realizzazione Industrializzazione CE (parallelo) tempo Information Loop

21 Workflow Esterno 2 22 Valutazione 1 Specifiche di prodotto 3 Riesame del progetto 444 Realizzazione dei prototipi 555 Prove esterne 666 Valutazione delle prove 7 Validazione dei prototipi Strumento basato su Internet per la progettazione co- operativa con diversi partner

22 Il futuro di Virtex n Il progetto Virtex ha dimostrato come sia possibile integrare –Condizioni di Lavoro –Normative Internazionali –Esperienze pratiche –Certificazioni di Prodotto n elaborando una soluzione appropriata e confacente allo stato dellarte normativo. Il motore di ricerca si è dimostrato veloce ed in grado di gestire situazioni complesse. n In futuro, un arricchimento di prodotti ed esperienze sarà possibile qualora venga utilizzato un portale dedicato al tema della protezione (in via di allestimento).

23 I Prodotti Tessili Protettivi negli ambienti di vita e di Lavoro n Il mercato dei Dispositivi di Protezione Individuale e dei Dispositivi Medici(di questo tratteremo ) si arricchisce continuamente di soluzioni ed il Tessile Funzionale ovvero il Tessile con documentate prerogative prestazionali misurate da organismi notificati, assume un ruolo sempre più importante. n Il livello prestazionale non deve essere lunico requisito ad accompagnare il tessile, ma il Comfort,la atossicità dei residui di lavorazione, la manutenzione intesa come ripristino igienico e funzionale e la possibilità di riciclo devono accompagnare la scelta di un prodotto. n Di seguito una breve panoramica di questo mercato, degli attuali prodotti Klopman e della Innovazione in corso.

24 Indumenti di protezione Il mercato degli indumenti di protezione è rivolto a due settori: 1. Indumenti destinati a proteggere il lavoratore dai rischi (Dispositivi di Protezione Individuale) 2. Indumenti destinati a proteggere prodotti o pazienti dalla contaminazione (sale bianche,dispositivi medicali,farmaceutici,…). Alcune volte gli indumenti devono svolgere entrambe le funzioni :

25 Il mercato degli indumenti di protezione Milioni di metri quadri mercato tessuti tecnici europeo 98

26 Il Mercato Protettivo Il Mercato Protettivo n La crescita è stimolata dalle Nerme Europee n La dimensione del mercato è di ca. 65 milioni di metri di tessuti da telaio corrispondentia circa 27 mio di capi con una crescita media del 2.7 % Protectivewear Market/Yr growthPPEEuropean Norm Flame RetardantGrowing/2.5%YesEN531,470, 469…. High VisibilityGrowing/4.1%YesEN471 ChemicalGrowing/2.2% YesDraft 13034,EN368/9, Anti-StaticGrowing/5.9%YesEN C.R/Electr.Ass.Growing/5.2%YesEN100015/IEC Food /Agri/HosGrowing/3.6%N/ADraft Operating TheatreGrowing/3.7%YesDraft /5 Foul Weather Growing/1.8% Yes EN 343

27 I TESSUTI (1) I TESSUTI (1) u Bioguard –Si tratta di un nuovo gruppo di prodotti in Cotone- Poliestere in grado di fornire la protezione del principio SANITIZED in modo duraturo. La prevenzione di crescita batterica, la durata nel tempo e la resistenza ai lavaggi industriali,li rendono ideali in situazioni a rischio quali alimentare,farmaceutico, ospedaliero.

28 I TESSUTI (2) I TESSUTI (2) uChemex –Linea di tessuti in Poliestere-Cotone Hydrofoil per coniugere lalta traspirabilità con la repellenza ad agenti chimici e biologici secondo la norma pr EN uMulti-Pro –Tessuti protettivi multi-funzione Ignifughi, Anti-statici e Chimici per settori Petrolchimico,Energia (EN470, EN531, EN1149-1, prEN13034).

29 I TESSUTI (3) I TESSUTI (3) u Luminex –Tessuti Alta Visibilità in Poliestere-Cotone anche in combinazione con Hydrofoil per una maggiore protezione (EN471). La elevata resistenza coloristica (x50 lavaggi industriali) ed il comfort della mischia ne privilegiano limpiego nel settore della Pubblica Amministrazione. u Flamesafe –Tessuti PROBAN ® resistenti a Fuoco, Calore (EN470-1 & EN531). La resistenza allarco elettrico e alle faville incandescenti ne estendono limpiego a tutti i settori Industriali con rischio analogo.

30 I TESSUTI (4) I TESSUTI (4) uVektron –Tessuti a Barriera per impieghi specifici in Sale Bianche a controllo particellare(En ) in sala operatoria (pr En 13795), Alimentare e farmaceutico.La densa armatura dei filamenti in poliestere antistatici, ne caratterizza luso in aree controllate e per uso in rivestimenti Anti-Acari; le microfibre anti-statiche vengono impiegate per il comfort richiesto in sala operatoria; limpiego di filati Pontella® ne caratterizza luso in settori controllati Alimentare, farmaceutico e sanitario. uCoverstat –Tessuti Anti-statici per aree critiche Industriali di Assemblaggio componenti Elettronici(Telestat Plus), Energia(Coverstat) e Telecomunicazioni (Radar). Le norme EN & EN /1-5 sono alcune norme di riferimento.

31 Progetti e Obbiettivi Futuri n Le aree in forte sviluppo sono : n Ricerca e Comunicazione –Gli attuali veicoli di comunicazione tra chi fa ricerca in campo tessile e chi ne può beneficiare nella filiera e al consumo, verrà arricchita da strumenti evoluti(es. Virtex) in grado di ridurre i tempi e i costi di lancio di nuovi prodotti con un vantaggio reciproco tra lindustria ed il consumo. Nei capitolati compariranno riferimenti alla compatibilità fisiologica dei tessili (Oeko-Tex),i livelli prestazionali in riferimento alle normative vigenti,i criteri di manutenzione, le possibilità di riciclo per un minore impatto ambientale.

32 Progetti e Obbiettivi Futuri n I Prodotti Innovativi a difesa della salute –Alcuni esempi di Tessili Innovativi. » tessuto Vektron 9200 esd sviluppato con filati Pontella® per la CRI (protezione biologica+anti-statico, ad elevato comfort). »Tessili che assorbono in superfice ma non lasciano passare i liquidi biologici (Vektron PD barriera per sala operatoria). »Tessili in grado di svolgere una azione selettiva sugli acari e le loro polveri lasciando passare laria (Vektron 4010). »Tessili ad assorbimento selettivo di onde elettromagnetiche per ridurre lesposizione umana (Radar 215,300).

33 Progetti e Obbiettivi Futuri n Manutenzione –Il servizio di Lavaggio & Noleggio dei DPI è già ora una realtà da privilegiare nella manutenzione di questi indumenti. Lapporto di questi professionisti delligiene è anche a salvaguardia dei requisiti prestazionali che il lavaggio domestico non è in grado di garantire al di là di considerazioni di merito. –Aziende specializzate sono già oggi in grado di offrire un servizio specializzato su tutto il territorio nazionale (es. Linen Supply Italiana). n Compatibilità e Riciclo –La scelta di un tessile munito di certificazione Oeko Tex ® che ne attesti la assenza di residui pericolosi ed una possibilità di riciclo al termine della vita dellindumento sono una salvaguardia di salute e ambiente oggi possibili.

34 Klopman International Brands under Quality & Environmental Commitment Öko-Tex Standard 100 R E G I S T E R E D C O M P A N Y ISO 9002 Il marchio Oeko-Tex applicabile ai tessuti Klopman aggiunge una caratteristica importante ai tessuti tecnici,ovvero la rispondenza a severi criteri di limitazione delle sostanze tossiche residue (pesticidi, formaldeide,metalli pesanti,PH,solidità del colore,..) aggiornati dalle autorità sanitarie.

35 In Conclusione n Lausilio di Tecnologie evolute in grado di analizzare scenari complessi (ambientali e normativi),è già in grado di fornire un valido aiuto alla ricerca delle soluzioni Tessili più appropriate, a difesa della salute degli operatori in aree a rischio. La cooperazione tra gli attori della filiera tessile e le aziende destinatarie di questi prodotti, è un requisito essenziale per ottenere benefici condivisi.

36


Scaricare ppt "Il Progetto Europeo VIRTEX motore della ricerca e sviluppo di Tessuti Innovativi a difesa della Salute TESSILE E SALUTE Centro Studi Biella 23-24-25 Gennaio."

Presentazioni simili


Annunci Google