La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

123/01/2014 SCUOLA PRIMARIA BORGO G. RODARI CLASSE VC A.S. 2008/2009 UN GIORNO A VARIGOTTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "123/01/2014 SCUOLA PRIMARIA BORGO G. RODARI CLASSE VC A.S. 2008/2009 UN GIORNO A VARIGOTTI."— Transcript della presentazione:

1 123/01/2014 SCUOLA PRIMARIA BORGO G. RODARI CLASSE VC A.S. 2008/2009 UN GIORNO A VARIGOTTI

2 23/01/20142

3 3 GITA A VARIGOTTI Ieri, io e la mia classe insieme alla V A, siamo andati a VARIGOTTI con un bus privato da GRAN TURISMO. I nostri obiettivi scolastici erano quelli di imparare cose nuove e divertirci. Di mattina pioveva ed io ero molto preoccupato, ma per fortuna nel pomeriggio il tempo è migliorato.

4 23/01/20144 Alle siamo arrivati a Varigotti, un paesino vicino a SAVONA. Una signora di nome Federica ci ha accompagnato in una scuola dove abbiamo lasciato gli zaini e siamo partiti per vedere la Macchia Mediterranea.

5 23/01/20145 La macchia mediterranea è un tipo di vegetazione che cresce vicino al Mar Mediterraneo, con piante come la valeriana, gli ulivi, il finocchio selvatico, il timo e altre ed è abitata anche da molti animali.

6 23/01/20146 Federica, dopo la passeggiata, ci ha portato nel centro storico di Varigotti, dove abbiamo saputo che vico e crosa sono il nome dei vicoli che servivano in passato per fuggire dai Saraceni. Ci ha spiegato che le case dei pescatori avevano un tetto piatto che serviva per far essiccare il pesce e per avvistare il nemico.

7 23/01/20147 A quei tempi le donne, mentre gli uomini erano a pescare, pregavano per loro e appena tornavano aggiustavano loro le reti, nelle piazze. Le case erano di colore chiaro per fare ritrovare la strada ai pescatori.

8 23/01/20148 Siamo arrivati fino al molo dove abbiamo saputo che in questa zona vivono molti cetacei e quindi la gente non può circolare in mare con barche a motore per non ferirli. La meta successiva è stata la Torre Crena che si trova su un promontorio a picco sul mare, molto suggestivo. Per arrivarci abbiamo seguito un sentiero stretto, ma non pericoloso e Federica ha riconosciuto e descritto moltissimi tipi di piante della Macchia.

9 23/01/20149 Arrivati vicino alla torre abbiamo fatto molte foto ricordo. Eravamo a 72 metri sul livello mare; da lì si vede la grotta dei falsari e la Torre delle streghe che nell antichità fu chiamata così perché dicevano che era stata costruita in una notte. Quando siamo tornati alla scuola abbiamo fatto pranzo e giocato alla guerra e a nascondino.

10 23/01/ Arrivati vicino alla torre abbiamo fatto molte foto ricordo. Eravamo a 72 metri sul livello mare; da lì si vede la grotta dei falsari e la Torre delle streghe che nell antichità fu chiamata così perché dicevano che era stata costruita in una notte. Quando siamo tornati alla scuola abbiamo fatto pranzo e giocato alla guerra e a nascondino.

11 23/01/ Nel pomeriggio siamo andati in un laboratorio del sale e una signora ci ha spiegato perché il mare è salato e come si ricava il sale dal mare. Ho scoperto che nell Antica Roma veniva usato per gli scambi e valeva più delloro. Nellalimentazione non bisogna esagerare con il sale perché fa male. Dopo queste notizie abbiamo fatto dei bellissimi lavoretti con sale e gesso.

12 Il ritorno è stato bello perché con i miei compagni mi sono divertito, concludendo con gioia una bella giornata. Le passeggiate, i posti visitati e il laboratorio mi hanno interessato e fatto conoscere cose nuove!!! (Stefano e Luca) 23/01/201412

13 23/01/201413

14 VARIGOTTI Il giorno 20 Aprile noi alunni della 5C, insieme agli alunni della 5A, ci siamo recati a Varigotti (SV), in autobus. Appena siamo scesi dal pullman la guida ci ha accompagnati in una scuola per consumare una piccola colazione e posare gli zaini. Ci ha fatto visitare il Borgo: era bellissimo! 23/01/201414

15 La 5A è andata subito a fare un laboratorio sul sale, invece noi siamo andati a fare una passeggiata nella macchia mediterranea; ci ha accompagnati la guida, la signora Federica. Ci ha fatto visitare il Borgo: era bellissimo! 23/01/201415

16 Le case erano tutte di colori chiari perché non c'era neanche un faro ed i pescatori potevano vederle anche senza luce. Le case non avevano tetti, ma terrazzi perché così gli abitanti potevano avvistare meglio i Saraceni e potevano anche stendere le reti e i panni al sole. Le case sono state costruite sulla spiaggia. 23/01/201416

17 Mentre camminavamo vedevamo dei piccoli vicoli chiamati "crose" che servivano a condurre al mare in caso di fuga. Un mare così limpido, come quello di Varigotti non penso di averlo mai visto qui in Liguria. Ci sono due motivi per il quale è limpido: 1 perché è una delle aree protette per i cetacei, 2 perché ci sono tante poseidonie oceaniche che sono vere e proprie piante che si sono ambientate a vivere sotto lacqua; queste piante tolgono la sporcizia e così il mare è pulito. 23/01/201417

18 Successivamente la signora Federica ci ha portato sulla Punta di Crena dove c'è una torre, che serviva per avvistare i Saraceni. Durante il cammino abbiamo visto tante piante : quella che mi ha colpita di più è la così detta Strappa braghe, simile a rovi. Siamo poi andati a vedere i resti di alcune torri e i muri fatti tutti a secco, cioè con pietre, sabbia e acqua. 23/01/201418

19 E stata dura, ma finalmente siamo arrivati in cima; purtroppo non ci hanno fatto visitare la torre all'interno, però da lassù c'era una vista fantastica e si vedeva anche l'entrata nella grotta dei "Falsari". Siamo stati attratti da un nido di gabbiani reali, molto belli. I maschi si sono messi a girare sopra di noi per proteggere il nido. 23/01/201419

20 In una collina si vedeva una torre che si chiama"Torre delle Streghe". Finita l'escursione siamo andati a pranzare. Subito dopo pranzo siamo andati in spiaggia dove abbiamo giocato e poi siamo andati a fare un laboratorio sul sale. Il sale è un alimento che i Romani vendevano attraverso il baratto: aveva l'importanza dell'oro; esso fa anche bene alla circolazione, in piccole dosi. Questa gita è stata bella anzi bellissima!!! ( Giulia e Chiara) ( Giulia e Chiara) 20

21 23/01/201421

22 L AREA NATURALE DI PUNTA CRENA Lunedì 20 aprile 2009 siamo andati in gita a Varigotti ;il tempo di mattina era brutto,mentre a mezzogiorno circa sono spuntati dei raggi di sole. A Varigotti siamo andati noi della 5C insieme alla 5A in pullman;lobbiettivo scolastico era capire come si ricava il sale. Per lantichità il sale era come oro o soldi; una piccola quantità di sale fa bene alla circolazione, invece una dose esagerata fa male. 23/01/201422

23 Il laboratorio labbiamo svolto con la signora GIORGINA, di pomeriggio,ci ha insegnato come si ricava il sale; dopo ci ha fatto mischiare il sale con il gesso colorato in modo che il sale diventasse colorato. Diventato colorato lo abbiamo versato in una bottiglia di vetro che abbiamo portato a casa. 23/01/2014

24 Nella mattinata siamo andati a fare una passeggiata nel bosco con la signorina Federica che ci mostrato delle piante della macchia Mediterranea come la pianta strappa braghe e la Poseidonia oceanica che ha la funzione di mantenere il mare pulito. Anche i pesci depongono le uova, perché la Poseidonia oceanica li protegge dai pesci più grandi. 23/01/201424

25 Quando eravamo nel bosco abbiamo visto il nido di gabbiani; dopo siamo andati in una delle torri davvistamento dei nemici, di nome TORRE CRENA. Le case non hanno un tetto a punta, ma una terrazza che serve per avvistare i nemici, in particolare i saraceni e per far seccare i pesci. Le reti dei pescatori venivano cucite nelle piazze. Le crose sono dei vicoli che hanno lo sbocco sul mare. Siamo andati in spiaggia e Federica ci ha parlato della Poseidonia oceanica. 23/01/201425

26 I pescatori di Varigotti non avevano barche a motore ma barche a remi molto piccole,di nome GOZZO. A Varigotti gira la voce che il castello delle streghe sia stato costruito in una notte; cera anche la grotta dei falsari. (Matteo e Alessio) (Matteo e Alessio) 23/01/2014

27 27

28 CON UN PIZZICO DI SALE LABORATORIO Esistono tanti tipi diversi di Sali … ma il più famoso è il SALE ALIMENTARE DA CUCINA, che viene comunemente usato per cucinare. Il nome scientifico del sale da cucina è CLORURO di SODIO. Il sale si presenta come una polvere bianca cristallina; è una sostanza senza odore, ma con un sapore inconfondibile e molto amaro. 23/01/201428

29 DA DOVE VIENE IL SALE? Da dove arriva il sale che usiamo per cucinare? Il sale si può ottenere dalle miniere di salgemma ( depositi di sale che si sono formati migliaia di anni fa da laghi salati da cui lacqua è evaporata) oppure dallacqua marina). Perché lacqua del mare è salata? I sali presenti nelle acque dei mari e degli oceani provengono dalla dissoluzione 23/01/201429

30 delle rocce della crosta terrestre operata dalle acque di scorrimento cioè i fiumi. Nel mare ci sono diversi tipi di Sali. Il cloruro di sodio è quello presente in maggior quantità. In ogni litro di acqua di mare ci sono circa 30 g di sale da cucina. Se si osserva lacqua marina il sale però non si vede … questo succede perché il sale è molto solubile, cioè si scioglie facilmente nellacqua. 23/01/201430

31 LE SALINE Nel bacino del Mediterraneo il sale veniva prodotto tramite vasche costruite dalluomo in riva al mare: le saline. Le saline sono impianti in cui il cloruro di sodio viene estratto dalle acque di mare che ne contengono in abbondanza. Lacqua di mare viene messa in grandi vasche poco profonde che comunicano con il mare. Qui lacqua, per lazione del calore solare, evapora lentamente e lascia sul fondo il sale. 23/01/201431

32 UN GIORNO A VARIGOTTI Autori: Silvia, Giulia, Giulia, Matteo, Alessio, Rebeca, Chiara, Nicol, Alessio, Nicolas, Aaron, Lorenzo, Cristian, Luca, Stefano, Noemi, Giorgia, Aurora, Asia, Sara. 23/01/201432

33 23/01/201433


Scaricare ppt "123/01/2014 SCUOLA PRIMARIA BORGO G. RODARI CLASSE VC A.S. 2008/2009 UN GIORNO A VARIGOTTI."

Presentazioni simili


Annunci Google