La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sperimentazione Rete Innova Corso Metodologico: METACOGNIZIONE Ins. Veltri Milena I.C. Toscanini Classe 1^A – Scuola Primaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sperimentazione Rete Innova Corso Metodologico: METACOGNIZIONE Ins. Veltri Milena I.C. Toscanini Classe 1^A – Scuola Primaria."— Transcript della presentazione:

1 Sperimentazione Rete Innova Corso Metodologico: METACOGNIZIONE Ins. Veltri Milena I.C. Toscanini Classe 1^A – Scuola Primaria

2 OBIETTIVO: Conoscere e memorizzare i Numeri Amici e i Numeri Gemelli MODALITA’: Creazione di un lapbook. TEMPI DI SVOLGIMENTO: 6 ore

3 «What I cannot create, I do not understand» scriveva il fisico Richard Feynman. Fare per imparare, costruire per organizzare i concetti e memorizzarli. Tutto questo è apprendimento cinestesico, un apprendimento che prevede il fare, il coinvolgimento stesso degli alunni. Queste le motivazioni per cui ho scelto di utilizzare il Lapbook.

4

5 LE FASI DEL MIO LAVORO: 1-Lettura di una filastrocca. 2-Lavoro in piccoli gruppi (cooperative learning) e condivisione dei lavori. 3-Creazione del lapbook che riassuma tutte le informazioni.

6 I bambini entrano in classe e sulla lavagna leggono che quel giorno si festeggia il COMPLEANNO DEL NUMERO 10 A questa festa sono invitati tutti gli altri numeri ma ad una condizione: che ci si vada in coppie che insieme formino 10… Chi si accoppierà?

7 IL SIGNOR DIECI PER IL SUO COMPLEANNO HA INVITATO I SUOI AMICI CHE IN COPPIA STANNO ARRIVAN FESTOSI L' UNO E IL NOVE CON UN PAIO DI SCARPE NUOVE POI IL DUE E L'OTTO A BRACCETTO CHE GLI REGALANO UN BEL BRACCIALETTO ECCO IL TRE E L'AMICO SETTE CHE GLI PORTANO DELLE MAGLIETTE IL QUATTRO E IL SEI, MANO NELLA MANO CHE GLI REGALANO UN ABITO INDIANO IL CINQUE E IL CINQUE, SUO FRATELLO GEMELLO SI PRESENTANO CON UN ANELLO FINITI I REGALI SI VA TUTTI A MANGIARE POI LE COPPIE VAN TUTTE A DANZARE IL SIGNOR DIECI STA SOLO A GUARDARE MA ARRIVA LO ZERO E LO INVITA A BALLARE.

8 Dopo la lettura della filastrocca abbiamo giocato con le coppie che formano 10 GIOCO: ho diviso i bambini in due squadre e ho distribuito dei grandi cartelli con i numeri da 1 a 9. Chiamavo a caso un numero. Il bambino che aveva quel numero doveva raggiungere una postazione prestabilita e il suo numero amico doveva raggiungerlo. La squadra che componeva la coppia di amici del 10 più velocemente guadagnava un punto per la propria squadra.

9 Dopo aver riflettuto sulla filastrocca abbiamo ricostruito le coppie utilizzando le mani (quante dita alzate?quante abbassate?), la Linea del 20 di C. Bortolato (osservando i tasti su e i tasti giù) e la linea dei pallini, colorandoli.

10 A questo punto ho diviso la classe in gruppi da 4/5 bambini, e ho detto loro che anche gli altri numeri avrebbero compiuto gli anni e che quindi, era loro compito scoprire chi erano quelle coppie di numeri invitati che insieme avrebbero raggiunto il numero festeggiato (ad esempio alla festa del numero 3 potevano partecipare solo le coppie di numeri la cui somma fosse 3…e via di seguito…). Ho fornito poi loro lo strumento della linea del 20 e ho incaricato ogni gruppo della ricerca degli amici di un numero da me stabilito.

11 Così i bambini hanno iniziato la loro ricerca utilizzando lo strumento o le dita delle mani e piano piano hanno scoperto cose nuove: come formare i numeri, ma anche che «se i numeri di scambiano di posto non cambia niente, il risultato è sempre lo stesso» (Alessandro). Hanno scoperto la proprietà commutativa. Ogni bambino ha partecipato con interesse ed entusiasmo, soprattutto quei bambini che normalmente fanno fatica a seguire il lavoro degli altri. Ognuno ha dato il proprio contributo.

12 Alla fine c’è stato il momento della condivisione: un bambino portavoce del gruppo ha riportato al resto della classe quanto scoperto da proprio gruppo e tutti insieme abbiamo integrato con le coppie che mancavano!

13

14 La volta successiva i bambini hanno dovuto riflettere su una festa organizzata da un gruppo di amici. A questa festa sono stati però invitati a partecipare a coppie solo dei NUMERI GEMELLI…. 1 e 1 2 e 2 3 e 3 4 e 4 …. Chi ha organizzato la festa? Molti bambini già conoscevano la risposta, altri si sono aiutati con lo strumento della Linea del 20 per trovare i risultati, ed hanno scoperto i festeggiati!! E’ la festa del 2 – 4 – 6 – 8 …….fino a 20

15 Ho chiesto infine ai bambini come potevamo fare per organizzare tutte quelle scoperte in modo da averle sempre a portata di mano…visto che la scuola finirà e i vecchi quaderni si metteranno in soffitta…. La proposta è arrivata proprio da loro: «Costruiamo un libricino maestra! Così quando non ci ricordiamo qualcosa possiamo andare a vedere!» Da qui la creazione di un libricino coinvolgente, strutturato, colorato, con tante finestrelle che si aprono e ci ricordano alcune cose.

16 Questa è la fase più lunga e impegnativa. Insieme ai bambini, durante un intervallo piovoso abbiamo cercato su Internet, con la Lim, dei Template adatti a costruire il nostro libricino. La rete dà ampia possibilità di scelta…e anche in questo caso i bambini hanno di proposito scelto delle forme geometriche perché dovevamo costruire un libricino di matematica. Hanno così imparato termini nuovi come: esagono, dodecagono collegandoli al numero di alette che ogni forma può aprire…..

17 TAGLIO…. PIEGO CON ATTENZIONE……..

18

19

20

21 INCOLLIAMO ANCHE I NUMERI GEMELLI…..

22

23

24

25

26


Scaricare ppt "Sperimentazione Rete Innova Corso Metodologico: METACOGNIZIONE Ins. Veltri Milena I.C. Toscanini Classe 1^A – Scuola Primaria."

Presentazioni simili


Annunci Google