La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Società in nome collettivo Società in accomandita semplice.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Società in nome collettivo Società in accomandita semplice."— Transcript della presentazione:

1 Società in nome collettivo Società in accomandita semplice

2 Avv. Carlo Di Brino La società in nome collettivo Si ha una società un nome collettivo ogni qual volta venga svolta una attività commerciale, senza che risulti una limitazione della responsabilità di tutti o alcuni soci per le obbligazioni sociali

3 Avv. Carlo Di Brino Caratteri (1/3) Ha come scopo ultimo il perseguimento di un profitto (lucro) responsabilità solidale e illimitata di tutti i soci verso i terzi per le obbligazioni sociali eventuali patti in senso contrario rilevano esclusivamente inter partes, non essendo opponibili ai terzi Particolare rilevanza del rapporto fiduciario intercorrente fra i soci (lattività personale del socio prevale sul capitale da lui conferito)

4 Avv. Carlo Di Brino Caratteri (2/3) Qualificazione della società: latto costitutivo può espressamente qualificare la società come collettiva indipendentemente dalloggetto sociale (commerciale o agricola). Se nulla è stabilito, è collettiva esclusivamente se svolge attività commerciale. Altrimenti sarà qualificata come semplice. Autonomia patrimoniale imperfetta: è priva di personalità giuridica Soci: rivestono tutti la qualifica di imprenditori e rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali, senza possibilità di patto contrario nei confronti dei terzi

5 Avv. Carlo Di Brino Caratteri (3/3) Amministrazione: ogni socio è amministratore, salvo diversa disposizione dellatto costitutivo. Sono esclusi amministratori estranei Iscrizione nel registro delle imprese: liscrizione è necessaria per qualificare la società come collettiva regolare, diversamente la società esiste come irregolare

6 Avv. Carlo Di Brino Disciplina è regolamentata parzialmente per rinvio alle norme stabilite per la società semplice ( cui fa esplicito rinvio lart c.c. ) e, in parte, da norme specifiche che derogano o integrano la disciplina della società semplice (artt – 3212 c.c.)

7 Avv. Carlo Di Brino Differenze con la società semplice È nullo il patto di limitazione della responsabilità personale dei soci verso i terzi (art.2291 c.2 c.c.) La responsabilità illimitata e solidale dei soci per le obbligazioni sociali è una responsabilità sussidiaria e non diretta (il creditore sociale deve prima agire verso la società e, solo dopo linfruttuoso esperimento dellazione esecutiva sul patrimonio sociale, verso i singoli soci (c.d. beneficium excussionis) (art.2304 c.c.) Le limitazioni dei rappresentanti non sono opponibili ai terzi se non sono iscritte nel registro delle imprese o non si prova che ne erano comunque a conoscenza (art.2298 c.1 c.c.) Il divieto della liquidazione della quota sociale a favore del creditore particolare del socio (art.2305 c.c.) Lesclusione di diritto è limitata solo al socio fallito

8 Avv. Carlo Di Brino Costituzione della società Anche se latto costitutivo della società è sufficiente a creare il vincolo societario, per la nascita della collettiva regolare occorre anche liscrizione nel registro delle imprese Le condizioni necessarie per la nascita della società collettiva regolare sono: 1. Atto costitutivo 2. Formazione del capitale 3. Iscrizione nel registro delle imprese

9 Avv. Carlo Di Brino Atto costitutivo: elementi Forma Contenuto Pubblicazione Modificazioni

10 Avv. Carlo Di Brino Forma Atto pubblico o scrittura privata autenticata Leventuale inosservanza comporta il divieto di iscrizione nel Registro delle Imprese

11 Avv. Carlo Di Brino Contenuto Generalità dei soci Ragione sociale Nome dei soci amministratori e di coloro che hanno la rappresentanza Sede Oggetto sociale Conferimento dei soci Prestazioni che i soci dopera si sono impegnati ad effettuare Norme sulla ripartizione degli utili e delle perdite Durata della società

12 Avv. Carlo Di Brino Pubblicazione Latto costitutivo della società deve essere depositato per la iscrizione presso lUfficio del Registro delle Imprese: la mancata iscrizione darà luogo ad una società irregolare

13 Avv. Carlo Di Brino Modificazioni Vanno adottate dalla società allunanimità Devono iscriversi nel Registro delle Imprese (finché non sono iscritte non sono opponibili ai terzi)

14 Avv. Carlo Di Brino Autonomia patrimoniale (1/2) È rafforzata e accentrata rispetto alle società semplici: La responsabilità dei soci per le obbligazioni sociali nei confronti dei terzi è necessariamente: 1. Solidale 2. Illimitata (il fallimento della società comporta il fallimento del socio art. 147 L.F.) 3. Sussidiaria (il creditore sociale deve preventivamente escutere il patrimonio sociale)

15 Avv. Carlo Di Brino Autonomia patrimoniale (2/2) Il creditore particolare di un socio, finchè dura la società, non può chiedere la liquidazione della quota del suo debitore Può: 1. Compiere atti conservativi sulla quota del suo debitore 2. Far valere i suoi diritti sugli utili conseguenti dal suo debitore 3. Provocare la dichiarazione di fallimento del debitore, e quindi la sua esclusione di diritto dalla società

16 Avv. Carlo Di Brino Capitale sociale (1/2) Nozione È il complesso del conferimento dei soci (Ferri), o il valore in denaro dei conferimenti stessi risultante dalle valutazioni compiute nel contratto

17 Avv. Carlo Di Brino Capitale sociale (2/2) Tutela dellintegrità del capitale sociale è attuata: 1. Il divieto di distribuzione degli utili fittizi 2. Il divieto degli utili in caso di perdita del capitale sociale, finchè il capitale non venga reintegrato o ridotto 3. Lobbligo per gli amministratori della tenuta delle scritture contabili 4. Il divieto di restituire i conferimenti ai soci o di liberarli dallobbligo di esecuzione, se non dopo la riduzione del capitale sociale

18 Avv. Carlo Di Brino Formazione del capitale sociale (1/2) In via di principio il legislatore ha stabilito che un capitale debba esservi, prevedendo: Lindicazione nellatto costitutivo dei conferimenti eseguiti o promessi dai soci e della loro valutazione Una serie di norme destinate ad assicurarne lintegrità Il capitale sociale costituisce un requisito per liscrizione dellatto costitutivo e quindi per la nascita della società in nome collettivo regolare e non una condizione di validità dellatto costitutivo

19 Avv. Carlo Di Brino Formazione del capitale sociale (2/2) Il capitale è formato dal valore in denaro dei conferimenti eseguiti o promessi dai soci, quale risulta dalle valutazioni compiute nel contratto sociale Non tutti i conferimenti sono imputabili al capitale sociale ma esclusivamente quelli valutabili in denaro e iscrivibili in bilancio come poste attive e che attribuiscono il diritto al rimborso allo scioglimento della società Gli altri conferimenti, c.d. di patrimonio, incrementano il patrimonio sociale, cioè linsieme dei rapporti attivi e passivi imputabili alla società

20 Avv. Carlo Di Brino Iscrizione nel registro delle imprese La pubblicazione dellatto costitutivo avviene mediante iscrizione nel registro delle imprese La pubblicità ha natura meramente dichiarativa ed è necessaria al solo fine di qualificare la società come regolare

21 Avv. Carlo Di Brino Istanza di iscrizione e deposito dellatto costitutivo Entro 30 giorni dalla stipulazione, gli amministratori (o anche il notaio se la stipula è avvenuta per atto pubblico) devono depositare istanza di iscrizione presso lUfficio del Registro delle imprese della circoscrizione ove è stabilita la sede sociale, con allegata alternativamente: 1. Copia autentica dellatto pubblico 2. Atto costitutivo della società con sottoscrizione autenticata dei contraenti

22 Avv. Carlo Di Brino Attività di controllo Prima di procedere alliscrizione, lUfficio del registro accerta lautenticità della sottoscrizione e lesistenza delle condizioni richieste dalla legge Si tratta di un controllo di mera legalità, per esempio lesistenza dei requisiti indispensabili per liscrizione quali la sede, la durata, loggetto, capacità dei soci fondatori È escluso qualsiasi controllo di merito circa lopportunità o la convenienza dellatto

23 Avv. Carlo Di Brino Conseguenze delliscrizione Solo a seguito delliscrizione la società è qualificata come società in nome collettivo regolare con applicazione della relativa disciplina

24 Avv. Carlo Di Brino Divieto di concorrenza fra i soci In mancanza del consenso, anche presunto, degli altri soci, uno di essi non può esercitare, per conto proprio o altrui, unattività concorrente con quella della società, né partecipare con responsabilità illimitata ad altra impresa concorrente In caso di inosservanza la società: 1. Ha diritto al risarcimento del danno 2. Può escludere il socio

25 Avv. Carlo Di Brino Amministrazione Valgono le stesse regole della società semplice Inoltre, gli amministratori sono tenuti a: 1. Effettuare le pubblicazioni previste 2. Tenere i libri e le altre scritture contabili prescritte 3. Indicare negli atti e nella corrispondenza sociale la sede della società e lUfficio del registro presso cui è iscritta

26 Avv. Carlo Di Brino Rappresentanza Le persone autorizzate a rappresentare la società sono tutte quelle indicate nominativamente nellatto costitutivo Lamministratore-rappresentante può compiere tutti gli atti che rientrano nelloggetto sociale, salvo restrizioni risultanti dallatto costitutivo o dalla procura (art c.c.)

27 Avv. Carlo Di Brino Doveri generali Dovere di diligenza (artt c.1, e 1710 c.1 c.c.) del mandatario che il codice definisce delluomo medio (violazione per aver agito con imprevidenza, imprudenza, imperizia, avventatezza o se è stato inerte) Dovere di vigilanza e di intervento per evitare conseguenze dannose alla società Dovere di astensione in caso di conflitti di interessi

28 Avv. Carlo Di Brino Doveri specifici Obblighi riguardanti la pubblicità Obblighi relativi alle scritture contabili Obblighi riguardanti linformazione ai soci non amministratori Obbligo di riservatezza Obblighi fiscali verso lAmministrazione finanziaria Dichiarazione dei redditi e pagamento delle imposte (IRAP se dovuta)

29 Avv. Carlo Di Brino Divieti per gli amministratori Divieto di concorrenza Divieto di restituire ai soci i conferimenti (art.2303 c.1, c.c.) Divieto di ripartire gli utili in presenza di perdite (art.2303 c.2, c.c.) Divieto di contrarre prestiti o farsi prestare garanzie dalla società (art c.c.) Divieto di intraprendere nuove iniziative in caso di scioglimento Divieto di divulgare o utilizzare notizie sociali riservate

30 Avv. Carlo Di Brino Scioglimento Valgono le norme di cui alla società semplice Inoltre, il fallimento e la liquidazione coatta amministrativa della società che ha ad oggetto unattività commerciale

31 Avv. Carlo Di Brino Liquidazione Valgono le norme di cui alla società semplice, salvo che per la pubblicità e le formalità prescritte Compiuta la liquidazione, i liquidatori devono redigere e sottoscrivere il bilancio finale e proporre ai soci il piano di riparto

32 Avv. Carlo Di Brino Cancellazione A seguito dellapprovazione del bilancio i liquidatori devono chiedere la cancellazione dal Registro delle Imprese Liscrizione della cancellazione suggella la fine della società

33 Avv. Carlo Di Brino La società in accomandita semplice È una società di persone, caratterizzata dal fatto che di essa fanno parte due diverse categorie di soci: 1. Accomandanti 2. accomandatari

34 Avv. Carlo Di Brino Soci accomandanti Sono obbligati solo ai conferimenti Rischiano solo di perdere il capitale conferito Sono esclusi dai poteri amministrativi Sono esclusi dal fallimento Possono essere dipendenti della società Non vale il divieto di concorrenza Possono cambiare senza comportare modifica dellatto costitutivo Diritto di concorrere alla nomina e revoca degli amministratori Diritto di controllo e informazione Diritto di approvare il bilancio Diritto di adire lautorità giudiziaria Diritto agli utili

35 Avv. Carlo Di Brino Soci accomandatari Sono obbligati verso la società allesecuzione dei conferimenti Sono personalmente e solidalmente responsabili verso i terzi per le obbligazioni sociali Partecipano allamministrazione della società Devono sottostare al divieto di concorrenza stabilito per i soci della società in nome collettivo Rivestono la qualifica di imprenditori

36 Avv. Carlo Di Brino Disciplina delle società in accomandita semplice Si applicano, per quanto compatibili, le norme sulla società in nome collettivo, cui fa rinvio lart c.c.

37 Avv. Carlo Di Brino Intitus personae Deve ritenersi che tale carattere esista solo verso i soci accomandatari e non anche verso gli accomandanti e, di conseguenza, la modifica dei soci accomandanti non costituisce modifica dellatto costitutivo

38 Avv. Carlo Di Brino Ragione sociale Deve contenere il nome di almeno uno dei soci accomandatari, con lindicazione del rapporto sociale È vietato includere il nome dei soci accomandanti, in caso contrario questi ultimi risponderanno di fronte ai terzi illimitatamente e solidalmente con i soci accomandatari

39 Avv. Carlo Di Brino Amministrazione Possono essere nominati amministratori solo i soci accomandatari Esiste un divieto di ingerenza degli accomandanti nellamministrazione

40 Avv. Carlo Di Brino Violazione del divieto Ingerenza autorizzata dalla società: 1. Gli atti sono efficaci. 2. Verso i terzi risponde anche laccomandante illimitatamente e in solido con gli accomandatari per tutte le obbligazioni sociali 3. Nei rapporti interni laccomandante conserva la responsabilità limitata e potrà rivalersi verso gli accomandatari Ingerenza non autorizzata: 1. Se non vi è stata ratifica latto è inefficace 2. È tenuto al risarcimento del danno del terzo (art.1398 c.c.) 3. Non diventa accomandatario, ma può essere escluso dalla società

41 Avv. Carlo Di Brino Poteri dei soci accomandanti Possono: Prestare la loro opera sotto la direzione degli amministratori Agire per singoli affari, in forza di una procura speciale Dare autorizzazioni o pareri per determinate operazioni nei casi stabiliti dallatto costitutivo Esercitare un controllo di legittimità sullapprovazione del bilancio

42 Avv. Carlo Di Brino Trasferimento di quota Di accomandante: 1. È sempre possibile per gli atti mortis causa 2. È necessario il consenso della maggioranza del capitale per gli atti inter vivos Di accomandatario: 1. È necessario il consenso unanime dei soci

43 Avv. Carlo Di Brino Scioglimento Lo scioglimento del rapporto sociale limitatamente ad un socio, nonché lo scioglimento e la liquidazione della società sono disciplinati dalle norme sulla società in nome collettivo e quindi, per ulteriore rinvio, da quelle sulla società semplice Unautonoma causa di scioglimento della società è rappresentata dal venir meno di una delle due categorie di soci (art c.c.)

44 Avv. Carlo Di Brino Liquidazione Dopo la liquidazione e la cancellazione, i creditori sociali che non siano stati soddisfatti potranno far valere i loro crediti nei confronti: 1. Dei soci accomandatari 2. Dei liquidatori, se il mancato pagamento è dipeso da loro colpa (art c.c.) 3. Dei soci accomandanti, unicamente nei limiti della quota da essi eventualmente percepita nella liquidazione ( art.2324 c.c.), oltre che nei limiti del conferimento che non abbiano eseguito (art comma II c.c.)

45 Avv. Carlo Di Brino Differenze con le S.n.c. Capacità di essere soci: non possono essere soci le società Conferimenti degli accomandanti: è sufficiente indicare nellatto costitutivo lapporto promesso che rappresenta il limite alla loro responsabilità Formazione del capitale sociale: i soci accomandanti sono soci di capitale e non possono essere soci dopera, possono essere tuttavia dipendenti

46 Avv. Carlo Di Brino Impresa artigiana A seguito della modifica apportata dalla L.133/1997, le imprese artigiane possono rivestire anche la forma di Sas


Scaricare ppt "Società in nome collettivo Società in accomandita semplice."

Presentazioni simili


Annunci Google